Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
5 | |
4 | |
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
Definitive Collection Extra 30 - C’era una volta... in America 4 - Recensione di inthenight

In calce alle nostre recensioni degli ultimi due numeri della testata campeggiava un augurio: che vedesse la luce il 4° volume dedicato a C’era una volta in America, con il quale la saga avrebbe potuto dirsi integralmente ristampata.
L’editore sembra quasi avere ascoltato questa richiesta: e così, a circa 6 mesi dall'annuncio della chiusura, ecco comparire nelle edicole il n. 30 della Definitive Collection, a cui si aggiunge la dicitura Extra, forse per giustificare l’aumento di prezzo che va da € 4,90 a € 6,00. Una maggiorazione indolore, in ogni caso, data la più ampia periodicità, ora quadrimestrale. E d’altra parte, un "prossimamente" posto in terza di copertina promette un nuovo albo dedicato a DoubleDuck e sembra confermare la prosecuzione di una pubblicazione data come cessata forse troppo presto.
Ma vale la pena soffermarsi ora sulla conclusione del ciclo di avventure ideato da Giorgio Pezzin e realizzato quasi esclusivamente da Massimo De Vita. La lettura consecutiva delle tre storie finali consente di osservare il compimento della parabola della dinastia dei Topolino, iniziata sulla Mayflower, ma evidenzia con forza il ruolo della spalla pippide qui rappresentata da Pip Carson, ispirato al leggendario eroe della frontiera quasi omonimo (nonché fedele pard del più inossidabile eroe del fumetto italiano, Tex Willer). Pip Carson è il personaggio chiave per le tre generazioni di Topolino con cui entra in contatto: è infatti il facilitatore dell’incontro fra Topolino e Clementina, che pone fine al vagabondare del primo sui polverosi sentieri del West; è mentore e coscienza del figlio della coppia, prima giovane ed entusiasta sperimentatore e poi cinico e disilluso affarista; ed infine, è l’ispiratore della passione investigativa del Topolino contemporaneo, che fa capolino nelle ultime vignette della saga. Il cerchio si chiude e ci consegna il Mickey Mouse che, ancora oggi, a 90 anni dalla sua prima apparizione, non smette di essere protagonista di splendide avventure. Questa saga, con la quale abbiamo osservato le gesta dei suoi antenati, lo qualifica insomma come degno rappresentante ed erede di una famiglia che ha sempre saputo schierarsi dalla parte giusta e guardare al futuro con incrollabile fiducia.
In conclusione, spiace che un’opera complessa e ambiziosa come questa sia rimasta un po’ inosservata all'interno del panorama editoriale disneyano degli ultimi anni, senza incontrare la fortuna – per esempio – della Saga di Don Rosa. Ma consola almeno parzialmente l’avere finalmente, a vent'anni dal termine, la sua completa riproposizione; seppure essenziale, come testimoniano l’assenza di redazionali a commento e la copertina realizzata attraverso il riciclo di immagini estrapolate dalle storie stesse. Le quali restano, in ogni caso, il miglior biglietto da visita possibile di un ciclo di altissima qualità, ora ancora più pronto ad essere riscoperto.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (12)
Esegui il login per votare

Definitive collection n.30 ( C'era una volta in America ...n.4)) -Marzo 2019

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

    Cofanetti... non cofanetti...


    Ma quanto caxxo è bella sta saga?

    Ma quanto disegnava bene De Vita?

    Ma quanti brividi c'ha fatto venire Pezzin?

    Una epopea immensa, la storia degli stati uniti d'America, e dei Topi che l'han fatta grande.

    E che han fatto grande anche il fumetto Disney, perché questa saga (finalmente completa) ne è una delle vette più alte.

    Per essere perfetta secondo me, sarebbero servite altre due storie, poi anche gli episodi di Alamo e Moicani disegnati da De Vita e qualche pagina in piu non avrebbe fatto male

    Ho sempre sognato uno spin-off della saga dal titolo "c'era una volta il west..." prendendo come protagonista il Topolino apparso nelle storie ambientate nella seconda meta dell'ottocento
    « Ultima modifica: Venerdì 15 Mar 2019, 17:18:13 da Sir Top de Tops »

      Cofanetti... non cofanetti...
      Beh, in realtà il discorso sull'eventuale cofanetto non è poi così banale o privo di importanza, perchè qui non stiamo tanto a discutere della serie in sè (che è stupenda!) ma del fatto che - finalmente - ne possiamo avere una ristampa veramente completa.

      Per cui un eventuale cofanetto avrebbe dato ancora più valore alla ristampa di questa magnifica saga (e lo scrive uno che non ha un buon rapporto con i cofanetti panini, non ne ho neppure uno e finora ho campato benissimo lo stesso).
      Tritumbani fritti!

      *

      Bramo
      Dittatore di Saturno
         (1)

      • *****
      • Post: 2965
      • Sognatore incallito
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        La mia speranza è che sulla definitive trovino spazio altri cicli storici come ad esempio le Top Stories, sempre del mitico duo.
        Le Tops Stories sono un ciclo che vorrei vedere ristampato in maniera organica e unitaria anch'io. I due volumetti che lo raccoglievano integralmente sono di difficile reperibilità, purtroppo, e e si tratta di una serie di storie che meritavano davvero molto.
        Ma, come scritto anche da altri, non so se vorrei vederlo in Definitive: primo perché auspicherei che questa insperata resurrezione della testata si concentri primariamente sulla chiusura dei cicli già iniziati (non tanto per me, che di quanto rimasto aperto seguivo solo C'era una volta in America e che quindi sono soddisfatto, ma per gli altri lettori), secondo perché modalità e tempistiche sono ancora tutte da verificare e, essendo già rimasti scottati una volta, non so quanto sarei contento di imbarcarmi in una ristampa del genere...
        Mi accontenterei di una versione simile a quella fatta per I Guardiani della Galassia, onestamente :)

        Per quanto riguarda il quarto volume di C'era una volta in America, mi unisco al coro dei contenti per la conclusione della saga. Io avevo letto queste ultime tre storie già ai tempi della loro uscita su Topolino, seguendolo settimanalmente in quel periodo, ma avere l'intera saga raccolta finalmente in modo completo in una versione dedicata è cosa senz'altro ottima, vista l'indubbia qualità dell'opera.
        La conclusione della "saga di Clementina" con Il lungo sentiero è ottima, circolare e soddisfacente per il lettore che seguiva già da alcuni capitoli la sofferta love-story, mentre L'ultimo cowoby è intrisa di una malinconia crepuscolare di raro impatto. Il sogno americano rilancia quelle sensazioni rilanciando tutto nei "tempi moderni" dei primi anni del Novecento, con le luci della ribalta, Hollywood e tutto quanto iniziava a rilanciare la mitologia americana verso nuovi miti e ambizioni.
        Il tutto illustrato da un Massimo De Vita all'apice del suo stile, per quanto mi riguarda.

         

        Dati personali, cookies e GDPR

        Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

        Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

        Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.