Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
3 | |
4 | |
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
5 | |
Topolino 3310 - Recensione di Paperinika

Potremmo definire il numero di questa settimana come il numero dei ritorni: siano essi cicli di storie o personaggi, o anche situazioni già viste, ci sono diversi aspetti che riportano a questo tema.
Ma iniziamo dal principio, la parte del leone è senza dubbio quella del ritorno delle storie del Papersera, annunciate in pompa magna già da alcune settimane, grazie anche alla miniserie a loro dedicata. Papersera News presenta: Zio Paperone e l'oroscopo improvvisato è un'eccellente prova di autore completo di Corrado Mastantuono (una delle tante, a onor del vero), in cui veniamo catapultati nella redazione paperopolese e assistiamo alle solite avventure dei due cronisti di punta, con delle rappresentazioni neanche troppo velate di quello che succede davvero nel mondo reale quando entrano in ballo certi meccanismi. C'è da dire che l'atmosfera che si respira è ottima, personaggi e ambientazione hanno l'aria di aver avuto una bella - e soprattutto efficace - rinfrescata rispetto a quelli che erano i ritmi a cui erano abituati i lettori di alcuni anni fa. Operazione promossa, non fosse altro perchè il risultato è davvero una storia ben riuscita, ci si augura che anche le successive della serie seguano lo stesso percorso.
A seguire troviamo Amelia amica numero uno (Arrighini/Picone), storia che, per come è impostata, sembra venire direttamente da un Minni & Company anni '90, con Amelia che praticamente prende tè e pasticcini con le ragazze di Paperopoli. Complessivamente il risultato finale non è affatto male, a patto di chiudere un occhio su certe dinamiche talmente ingenue a cui si può soprassedere solo perchè, in fondo, si sta sempre parlando di un fumetto non troppo realistico.
Dopo una breve che (questa sì) sa di già visto, arriviamo a leggere Battista misterioso batterista, ennesima prova frizzante di Giorgio Salati accompagnata dal bel tratto di Lucio Leoni. I protagonisti sono, come spesso accade con le storie dell'autore, i personaggi che di solito sono relegati a ruolo di comprimari, e che in queste occasioni hanno invece la possibilità di prendersi la scena e mostrare qualche tratto del loro carattere che normalmente non appare, contribuendo a sfaccettare ulteriormente i personaggi.
In chiusura troviamo un altro ritorno d'eccezione, quello della serie I mercoledì di Pippo, dissacrante raccolta dei romanzi di Pippo nata ed esplosa - anche lei - negli anni '90. La storia in questione, intitolata Il kolossal (D'Antona/Panaro) fa parte stavolta del ciclo Paperopoli Film Festival, che nelle sue storie precedenti ha proposto soluzioni a dir poco fantasiose per proporre quelle che a tutti gli effetti sono storie senza infamia e senza lode, ma che guadagnano appunto proprio dal modo in cui sono strutturate e presentate (partendo dalla fine ed arrivando all'inizio, per citare il caso più eclatante), e questa non sembra fare eccezione alla regola. La struttura è dinamica, forse anche troppo data la natura e la pesantezza di leggere le stesse battute più di una volta, ma, sarà la nostalgia o il fatto di aver cambiato gusti, più che inquadrarla nella serie storica dei Mercoledì sembra molto più a suo agio in quella moderna del filone ispirato al cinema. Resta comunque una lettura gradevole.
Tra i redazionali spiccano quelli sull'imminente Eurovision Song Contest e l'ormai classica intervista che precede una storia o saga molto attesa, in questo caso la storia di Bruno Enna "Paperino, Qui Quo Qua e il Grande Gioco Geniale", in partenza la prossima settimana.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (19)
Esegui il login per votare

Topolino 3310

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Luxor
Dittatore di Saturno
   (1)

  • *****
  • Post: 3417
  • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Topolino 3310
    Venerdì 3 Mag 2019, 16:10:31
    Copertina



    Disegno e colori di Corrado Mastantuono

    Indice

    Papersera News presenta: Zio Paperone e l'oroscopo improvvisato
    Soggetto, sceneggiatura e disegni di Corrado Mastantuono

    Amelia amica numero uno
    Soggetto e sceneggiatura di Gaja Arrighini
    Disegni di Nico Picone

    Gastone a lezione dal cugino
    Soggetto e sceneggiatura di Massimiliano Valentini
    Disegni di Davide Baldoni

    Battista misterioso batterista
    Soggetto e sceneggiatura di Giorgio Salati
    Disegni di Lucio Leoni

    Paperopoli Film Festival - Speciale I mercoledì di Pippo: Il kolossal
    Soggetto e sceneggiatura di Giulio D'Antona
    Disegni di Ottavio Panaro

    Da segnalare che il prossimo numero uscirà in doppia versione, normale e con il Topolibro presentato ormai da tradizione a Torino.
    « Ultima modifica: Venerdì 3 Mag 2019, 16:12:48 da Luxor »
    The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


    *

    Devis91
    Brutopiano
       (1)

    • *
    • Post: 58
    • Esordiente
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3310
      Risposta #1: Sabato 4 Mag 2019, 12:43:39
      Ho appena finito di leggere questo numero.
      Le mie impressioni al riguardo sono piuttosto altalenanti con alcune storie carine o con idee interessanti ed altre che mi sono piaciute ben poco.

      Di seguito le mie impressioni nello specifico:

      ATTENZIONE SPOILER

      La prima storia è forse la migliore del numero, idea simpatica e che mostra come effettivamente la gente pur di adeguarsi all’oroscopo e credere in esso sia disposta a fare ragionamenti contorti. Carine le gag (la vignetta del gigantesco NO che chiede a paperino e Paperoga di ripetere la domanda è puro nonsense ma mi ha fatto ridere un sacco). La storia è piacevole e scorrevole, con una suspense di qualche vignetta verso la fine con Paperone che parla guardando fuori dalla finestra prima di malmenare i due poveri cugini. Alla fine la trama non è nulla di elaborato ma funziona bene.

      La storia di Amelia è nella media, verso la metà diventa un pò noiosa ma si riprende nel finale che mi è piaciuto. Difficile credere comunque che le tre papere a guardia del denaro si fidino così tanto di una fattorina per la pizza da farla dormire in mezzo ai soldi con loro, ma vabbè, fa parte della sospensione dell’incredulità che va messa un minimo in conto nei fumetti.

      La storia di Gastone non mi è piaciuta granchè. Il motivo per cui Gastone scappa è telefonatissimo sin dalla seconda tavola e le gag diventano ripetitive già dopo la prima. Praticamente è sempre la stessa gag che si ripete per diverse pagine.

      La storia di battista batterista neanche mi è piaciuta (qui in parte è colpa mia, le storie sulla musica non le apprezzo granchè). La trama scorre lenta e semplicemente mi ha annoiato. Si salvano solo le vignette in cui paperone perde le staffe per i comportamenti dei musicisti che fanno il verso ad un problema serio del nostro tempo, il deficit di attenzione che i dispositivi elettronici ci causano.

      Infine la storia dei mercoledì di Pippo l’ho trovata piacevole, la seconda migliore del numero dopo quella di apertura o forse pari merito con quella. La trama è abbastanza scontata e forse in parte già vista, ma ho apprezzato molto la struttura narrativa con il continuo entrare-uscire dalla storia e ho trovato simpatico il fatto che topolino debba cambiarsi d’abito ogni volta. Mi ha intrattenuto molto e fatto sorridere e direi che questo basta e avanza.

      Infine due note finali: una positiva e una negativa.

      La negativa è la copertina, non all’altezza delle ultime uscite secondo me, ma pazienza, non si può sempre avere tutto.
      La positivissima è aver messo la nuova rubrica finale monopagina sul personaggio di Iacopo Melio, ragazzo estremamente in gamba e un esempio per tutti. L’idea di una rubrica su persone che siano d’esempio per tutti (e per i ragazzini in primis) è davvero ammirevole e spinge a documentarsi di più su ciò che hanno fatto e fanno ogni giorno. Bravissimi in redazione, rispetto allo sgrunt siamo un bel passo avanti.
      « Ultima modifica: Sabato 4 Mag 2019, 12:46:51 da Devis91 »

      *

      Probicuo
      Bassotto

      • *
      • Post: 5
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3310
        Risposta #2: Sabato 4 Mag 2019, 13:22:17
        Un bel numero, a parte forse la storia di Gastone... però Fabio Grosso me lo ricordavo diverso a pagina 71

        *

        Walecs
        Evroniano
           (1)

        • **
        • Post: 92
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:Topolino 3310
          Risposta #3: Sabato 4 Mag 2019, 13:23:13
          Numero stupendo, mi è piaciuto da matti!  :D Seguono SPOILER

          Gastone a lezione dal cugino
          Parto dalla storia di Gastone, che è l'unica nota dolente. Piuttosto prevedibile e scialba.

          Battista misterioso batterista
          Storia simpatica; Battista è un personaggio che mi piace molto, per cui adoro le storie che lo vedono protagonista e che ne approfondiscono la personalità e le passioni. Inizialmente avevo paura che la storia potesse essere troppo carica di personaggi, invece ciascuno ha avuto il suo ruolo nella trama.
          Sempre ottimi i disegni di Leoni, spero di rivederlo presto anche nelle vesti di sceneggiatore, cosa che se non sbaglio non capita da un po' (perdonatemi ma è da ieri che non riesco ad accedere a INDUCKS).

          Amelia amica numero uno
          Storia spassosissima, che però oltre ad offrire dialoghi divertenti analizza un aspetto della vita di Amelia che era stato accantonato da diverso tempo (e infatti viene menzionato un personaggio che è scomparso ormai da un po' dalle pagine del Topo, e questa storia ci offre anche una possibile spiegazione canonica del suo allontanamento). Molto bello anche il finale. Il tratto di Picone lo trovo vagamente spigoloso, ma comunque buono.

          Papersera News presenta: Zio Paperone e l'oroscopo improvvisato
          Questa storia mi ha ricordato vagamente Mago Zero e Fata Tapina (chi l'ha letta capirà il perché :D) ma si sviluppa in modo completamente diverso; anzi, l'entrata in scena dei criminali mi ha piacevolmente colto di sorpresa e ho apprezzato il fatto che questa sottotrama si sia intrecciata con la trama principale anche nella risoluzione (cioè nell'arrivo del poliziotto che aveva tenuto d'occhio Tony Coriandolo grazie all'oroscoporo). Temevo che la storia avrebbe avuto un finale negativo, del resto lo status quo regna sovrano e bisognava fare in modo che l'oroscoporo non avesse vita lunga, ma avrei preferito che ci fosse un finale più dolceamaro simile a quello di Mago Zero e Fata Tapina e non con il solito inseguimento.
          C'è poi un piccolo dettaglio che sulle prime mi aveva infastidito, e cioè il fatto che il cattivo parlasse in terza persona esclusivamente per informare il lettore su come si chiama il personaggio (una cosa che detesto è l'utilizzo del "Come ben sai, Bob" come stratagemma narrativo) ma l'autore si è redento immediatamente con la gag ricorrente del tirapiedi che applaude per l'emozione ogni qualvolta Tony parla in terza persona. Anzi, quelle sequenze mi hanno fatto sganasciare. Bella anche la morale su come le persone a volte si ritrovino ad adattare la realtà alle proprie idee anziché fare il contrario e di come a volte abbia bisogno della spinta di qualcun altro per fare qualcosa che volevano già fare. Magnifici i disegni di Mastantuono, che è sempre stato uno dei miei disegnatori preferiti.

          Paperopoli Film Festival - Speciale I mercoledì di Pippo: Il kolossal
          Veniamo infine al grande ritorno de I mercoledì di Pippo, una serie che adoro alla follia sin da quando ero bambino. Che dire, tanto di cappello per Giulio D'Antona! L'idea di raccontare per una volta non il solito romanzo bensì una sceneggiatura cinematografica è stata molto carina, soprattutto perché ha permesso di implementare delle novità nella storia (ovvero i ruoli molteplici di Topolino nella storia e i vari siparietti che lo portano a cambiare costume nell'arco della narrazione). Forse si sarebbe potuto osare di più (per esempio avrebbero potuto esserci dei siparietti comici legati alla scelta della colonna sonora, della scenografia e degli effetti speciali - che so, magari Topolino si ritrovava costretto a recitare sotto a un innaffiatoio per simulare una scena di pioggia), ma comunque sia la storia si dimostra essere un'ottima prova. Se questi sono i risultati, speriamo che il ritorno de I mercoledì di Pippo non sia esclusivo a questo numero!
          « Ultima modifica: Sabato 4 Mag 2019, 13:25:17 da Walecs »

          *

          Vincenzo
          Cugino di Alf
             (1)

          • ****
          • Post: 1097
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3310
            Risposta #4: Sabato 4 Mag 2019, 18:54:00
            Un altro numero di eccellente livello, a partire dal ritorno di Mastantuono che firma una storia divertente nel suo classico stile dissacratorio, stavolta senza la sua creatura Bum Bum, che si adatta ottimamente allo spirito della serie sul Papersera. Alte aspettative per il prosieguo del ciclo.
            Altro recupero perfettamente riuscito è stato quello dei Mercoledì di Pippo da parte di Giulio D'Antona, con molte gag che strappano genuine risate proprio come eravamo abituati nella serie creata da Salvagnini.
            Molto buona anche la storia di Salati che conferma quanto tenga al personaggio di Battista, dopo la storia del tè perenne dello scorso anno, anche quella in coppia con Leoni. Simpatica Amelia amica numero uno, che offre dialoghi brillanti e uno scorcio di approfondimento psicologico su un personaggio affascinante come la fattucchiera.
            If you can dream it, you can do it.

            *

            Lucandrea
            Sapiente Ciminiano

            • ******
            • Post: 8666
            • Appassionato lettore
              • Offline
              • Mostra profilo
              • Usatoblog

              Re:Topolino 3310
              Risposta #5: Sabato 4 Mag 2019, 23:19:50
              Numero buono nel complesso. E' stato emozionante rivedere i Mercoledì di Pippo anche se D'Antona deve riuscire a inserire in questa storia anche l'aspetto cinematografico che, a mio avviso, è un pò d'intralcio alla trama. Simpatica la storia di battista anche se certi passaggi li avrei sveltiti. La storia sul Papersera con gli oroscopi ha richiamato alla mia mente una vecchia storia con un'idea simile (purtroppo non mi ricordo quale storia fosse): bravo Mastantuono. La storia di Amelia è buona per averci offerto una visione più intima e profonda della protagonista: dispiace vedere però come l'Amelia di oggi sia ben diversa, come caratterizzazione, dall'Amelia originaria di Barks. Dimenticabile la breve con Gastone
              17 Aprile 1993: inizio di una passione

              Usatoblog

              *

              Doctor Einmug
              Visir di Papatoa
                 (1)

              • *****
              • Post: 2708
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:Topolino 3310
                Risposta #6: Domenica 5 Mag 2019, 12:16:07
                La storia sul Papersera con gli oroscopi ha richiamato alla mia mente una vecchia storia con un'idea simile (purtroppo non mi ricordo quale storia fosse)
                Penso che la storia a cui tu fai riferimento sia Paperino e il pendolo di Ekòl
                W la Disney e Dumas!
                EFFEGGI

                *

                Lucandrea
                Sapiente Ciminiano

                • ******
                • Post: 8666
                • Appassionato lettore
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                  • Usatoblog

                  Re:Topolino 3310
                  Risposta #7: Domenica 5 Mag 2019, 22:00:02
                  La storia sul Papersera con gli oroscopi ha richiamato alla mia mente una vecchia storia con un'idea simile (purtroppo non mi ricordo quale storia fosse)
                  Penso che la storia a cui tu fai riferimento sia Paperino e il pendolo di Ekòl

                  Esatto, è proprio lei! Grazie
                  E pensare che l'ho letta più volte
                  17 Aprile 1993: inizio di una passione

                  Usatoblog

                  • *
                  • Post: 58
                  • Lord John Lamont Quackett
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3310
                    Risposta #8: Lunedì 6 Mag 2019, 21:18:48
                    Topolino 3310 🧐 il topolino indistruttibile 🤣
                    Perché Fantomius si è un ladro ma gentiluomo

                    *

                    Cornelius Coot
                    Sapiente Ciminiano

                    • ******
                    • Post: 9615
                    • Mais dire Mais
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3310
                      Risposta #9: Mercoledì 8 Mag 2019, 12:55:19
                      PAPERSERA NEWS PRESENTA: ZIO PAPERONE E L'OROSCOPO IMPROVVISATO
                      Parte decisamente bene questa nuova serie di storie papersere grazie ad un Mastantuono che trasferisce nella sede del giornale tutta quella verve che abbiamo conosciuto nelle storie di Bum Bum. L'autore sfrutta un filone noto (quello degli oroscopi) ma sa interpretarlo e gestirlo in maniera molto convincente oltre che divertente. OttimI anche i disegni, veloci e ritmati e, al tempo stesso, puliti, fin dalla copertina.

                      AMELIA AMICA NUMERO UNO  -  Altro soggetto ben pensato e realizzato da una bravissima Gaja Arrighini che fa incontrare per la prima volta Amelia con le altre papere tutte insieme, appassionatamente 'pericolose' per la stessa strega. Infatti l'esuberanza e la spontaneità di Paperina, Brigitta e Miss Paperett mettono in crisi i soliti propositi bellicosi della papera vesuviana, critica e distaccata nei loro confronti quando le vede 'ciarlare' attraverso la sua sfera. Anche le matite di Picone, che non amo, in questo frangente mi appaiono migliori del solito ma con un unico neo: delineare Roberta (che pare essere stata l'unica amica di Amelia) in una ennesima figura molto alternativa all'originale di Cavazzano, Gatto e Cimino, non solo esteticamente (bionda e coi capelli lunghi piuttosto che rossa e riccia, papera piuttosto che gallinacea) ma anche caratterialmente (la studiosa esperta che diventa una specie di teen ager e vuole andare a 'fare quattro salti' al sabato sera...). Penso che Picone e la Arrgihini dovrebbero riguardarsi questo topic, prima di riproporre l'amica di Amelia...       http://www.papersera.net/forum/index.php?topic=4967.0

                      Gastone a lezione dal cugino   
                      Gratta gratta si riescono sempre a trovare divertenti spunti nelle brevi del fortunato.

                      BATTISTA MISTERIOSO BATTERISTA  -  In questo caso è Giorgio Salati a brillare in sceneggiatura visto che riesce a fondere in maniera convincente il mondo apparentemente austero di Battista con quello più colorato e scatenato di Paperetta: quest'ultima sembra essere entrata definitivamente nel parterre paperopolese, viste le ottime performance. L'unica cosa di lei che non mi ha convinto è stata
                      quella di rimproverare Rockerduck non per il suo tentativo di... illecito (sebbene edulcorato e non propriamente illegale) ma per un giudizio... affrettato sulle capacità musicali del maggiordomo. Bravo anche Lucio Leoni sebbene mi abbia ricordato due stili molto diversi: quello del primo Scarpa nella rappresentazione dello zione e quello brasiliano riguardo la Yé Yé.

                      PAPEROPOLI FILM FESTIVAL - SPECIALE I MERCOLEDI' DI PIPPO: IL KOLOSSAL
                      Sarà che non ho mai particolarmente amato la serie dei Mercoledì pippeschi per cui, anche in questo caso, non mi sono granché entusiasmato. Un Topolino decisamente 'passivo' si riscatta nel finale quando decide di introdurre nella sceneggiatura della scoperta dell'Australia degli ornitorinchi antropomorfi che rappresentino le popolazioni originali del continente 'nuovissimo', del tutto dimenticati da un Pippo molto preso dai suoi avi britannici.  "Sarei venuto a scoprire l'Australia" dice Pippendale Cook a due aborigeni che replicano: "Scoprirla? Che cosa curiosa! Noi la conosciamo da molto tempo!" Bravo Mickey (e bravo Giulio D'Antona, ovviamente)

                                                                                         
                      « Ultima modifica: Mercoledì 8 Mag 2019, 23:23:44 da Cornelius Coot »

                       

                      Dati personali, cookies e GDPR

                      Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                      Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                      Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.