Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
1 | |
2 | |
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |
Topolino 3330 - Recensione di Gianni Santarelli

Un curioso intreccio si è materializzato in queste settimane su Topolino: da una parte Ambrosio e Artibani (con Alessandro Ferrari) “ringiovaniscono” Paperino per poterci raccontare alcune sue avventure adolescenziali, dall’altra Enna “invecchia” Qui, Quo e Qua, scegliendo di andare oltre la caratterizzazione di comodo che dura da decenni per mostrarceli finalmente come personaggi veri e soprattutto calati in una quotidianità fatta non di zii milionari e viaggi ai confini del mondo ma dei tanti aspetti che riguardano ragazzi della loro età. Siamo di fronte quindi in entrambi i casi a un tentativo di avvicinare i personaggi a quello che dovrebbe essere il pubblico di riferimento e favorire da parte di esso una più facile identificazione. Tuttavia i due prodotti risultano assai differenti, come approccio  e come risultato finale (Young Donald Duck si protrarrà comunque ancora per qualche puntata). Probabilmente sul primo pesa non solo la presenza di sceneggiatori diversi per background, capacità e sensibilità, ma anche il fatto di essere pensato per un pubblico differente da quello italiano. Finora quello che abbiamo visto è stato proprio un’alternanza di qualità negli episodi e un’alternanza anche nel modo in cui i singoli episodi “parlano” al lettore. Si passa quindi da un Paperino che lotta contro imposizioni e regole rivendicando la propria autonomia in un “sistema” che lo vorrebbe omologato (come nel quinto), a un Paperino improvvisamente tornato fanciullesco nei modi e nella testa come il paperotto di Quacktown (episodio di questa settimana) a episodi senza capo né coda (vedi il quarto). In un lavoro così lungo e scritto a diverse mani sno cose che ci posson stare ma il punto è che non si capisce bene dove vorrebbero arrivare gli autori.</br> Ciò che non succede questo con il lavoro di Enna che, puntata dopo puntata, ha proceduto in maniera organica e puntuale, dividendo i tre fratelli, approfondendo la personalità e gli interessi di ognuno e portando avanti contemporaneamente due vicende parallele ma comunque connesse, ben scritte e mantenendo sempre desto l’interesse del lettore. Il resto del numero è piuttosto sconfortante. Dopo queste due storie (pur con i loro difetti), la lettura di “Paperin Sanspeur e l’unicorno d’alabastro” e “Orazio e il cugino degenere” fa fare un salto indietro di trent’anni a livello di testi e di disegni. Riguardo la storia di Paperinik, sto ancora cercando di capirne il senso. Il resto della rivista presenta un articolo dedicato ai gemelli (a corredo della storia di apertura) e la nuova puntata della rubrica “Topoviaggi” (questa settimana riflettori sul deserto del Gobi)

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (15)
Esegui il login per votare

Topolino 3330

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

fab4mas
Giovane Marmotta
   (1)

  • **
  • Post: 157
  • Swim-Bike-Run-Disney
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re:Topolino 3330
    Risposta #15: Mercoledì 16 Ott 2019, 09:35:15
    La saga 'calcistica' non è davvero riuscita a piacermi. Partiva svantaggiata perchè non è un tema che apprezzo ma in generale l ho trovata troppo tirata per le lunghe. Avrei condensato in una doppie e stop dedicando meno spazio ancora alla parte 'musicale. Son gusti lo so ma in generale tra la parte calcistica, la parte musicale e mettici pure young donald (che mi pare la versione disney di bayside school per chi sa di c osa parlo) mi pare un po un nimero un po troppo 'teen'.

    Non sono riuscito ad aprezzare nemmeno quella di Paperinik, forse un po esagerata anche se l idea di base mi piaceva.
    1980 - 2020 Verso i 40 anni di ininterrotta presenza degli Amici Topolinesi e Paperopolesi in casa mia

     

    Dati personali, cookies e GDPR

    Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

    Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

    Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.