Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
Topolino 3338 - Recensione di Chen Dai-Lem

L’editoriale di questa settimana ci fa respirare ancora il clima festoso di Lucca Comics: il direttore Bertani, che scrive queste righe proprio nel bel mezzo della fiera, ringrazia tutti quanti sono passati allo stand per salutare non solo i componenti della redazione, ma anche i molti ospiti presenti al PalaPanini. Fa piacere vedere che in molti, oltre a salutare i grandi nomi, come Don Rosa e Marco Rota, abbiano fatto la fila per salutare i giovani emergenti, come il “nostro” Emmanuele Baccinelli. Proprio come finisce l’ebbrezza della kermesse lucchese, lasciandosi alle spalle una vera e propria marea di emozioni, così questo Topolino scende un po’ dalle vette toccate sette giorni fa, ma rimane un numero di buona qualità. Riusciamo infatti a ritrovare al suo interno sia le note moderne che Claudio Sciarrone ci regala con il terzo episodio di Foglie rosse, la cui traiettoria prosegue speditamente, lasciando la curiosità di conoscerne il seguito, sia quel tocco molto classico che Marco Rota riesce a dare alla sua Ingorgopoli. Leggendo questa storia, infatti, il lettore può quasi fare un salto indietro nel tempo, ritrovando un modo di sceneggiare e di caratterizzare i personaggi (soprattutto i comprimari, dal poliziotto al camionista) che era un po’ che non si vedeva nelle pagine del settimanale. Se a questo aggiungiamo la nota abilità al disegno dell’autore milanese, la storia non può che considerarsi riuscita; basta infatti una qualsiasi vignetta di traffico a farti sentire la claustrofobia che probabilmente ha percepito anche Paperino, così come basta la tavola finale a farti respirare tutta la vastità delle strade americane che abbiamo imparato a conoscere nei film. Piacevole è anche Paperino bodyguard in prestito (Sisti/Panaro), in cui Paperone, per non sfigurare di fronte ai partecipanti del Mondial Pocoeconomic Forum, si ritrova a necessitare urgentemente di un bodyguard. E chi meglio di Paperino può svolgere questo compito, soprattutto gratis? L’avventura offre delle buone gag e mostra un Paperino normale, non necessariamente ed eccessivamente imbranato.   Una buona prova la offrono anche Gaja Arrighini e Vitale Mangiatordi con Gastone e la fortuna stregata. Il biondo papero, a causa di un sortilegio di Amelia, perde temporaneamente la sua proverbiale fortuna e Paperina, impietosita dalla sua situazione, lo soccorre, dandogli il pretesto per provare a conquistarla, anche con l’inganno: i conflitti con Paperino che seguono fanno sorridere in più occasioni. L’unica storia breve del numero è Ciccio e il metodo antistress (Bosco/Chierchini). Bosco realizza una buona sceneggiatura utilizzando un personaggio che non offre molti margini di movimento (si sa, Ciccio o mangia o dorme), ma, proprio a partire dai suoi limiti, riesce a creare una storia un po’ diversa rispetto al solito. Dispiace un po’ rivedere i disegni di Giulio Chierchini (purtroppo recentemente scomparso), ben lontani dai livelli a cui l’autore ligure ci ha abituati. Per quanto riguarda i redazionali, non possiamo non citare l’articolo su Petra realizzato dallo stesso Alex Bertani, che ci illustra le meraviglie del luogo non solo attraverso le parole, ma anche e soprattutto attraverso delle immagini straordinarie. Complimenti al direttore fotoreporter!

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (16)
Esegui il login per votare

Topolino 3338

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia

  • ******
  • Post: 10009
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:Topolino 3338
    Risposta #15: Mercoledì 20 Nov 2019, 13:56:35

    *

    ilFumettista
    Sceriffo di Valmitraglia

    • ***
    • Post: 332
    • Non prendetevi troppo sul serio...
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3338
      Risposta #16: Mercoledì 20 Nov 2019, 15:05:42
      Topolino 3338
      Diciamo che una volta ritornati sulla via della qualità si torna difficilmente indietro: anche questo è un buon numero, soddisfacente.

      Foglie Rosse (Ep. 3)
      Niente, condivido pienamente il post di Rambo.

      Ingorgopoli (Ep. 2)
      Niente, condivido pienamente il post di Rambo.

      Paperino e il bodyguard in prestito
      Niente, condivid...a-ehm, Rambo non ha parlato di questa storia  :blank:
      Fa il suo bel compito di storia media divertendo, anche nei disegni -ottimi- di Panaro.

      Ciccio e il metodo antistress
      Purtroppo il tratto del compianto Maestro Chierchini è peggiorato con l'età; ciò certo non giova ad una trama banale ma piacevole.

      Gastone e la fortuna stregata
      Questa storia non è per me. Ad ogni moina di Paperina verso Gastone, anche in passato, mi saliva una rabbia... e le storie basate su queste "gag" (se così possono essere chiamate) mi danno molto fastidio. Mangiatordi ha cambiato stile - in peggio, un tratto confuso e caotico.

      Curiosità a mille per il 3339, con il finale di Stranger Thin...ehm, Foglie Rosse e il prologo di Topolino Giramondo.

      -ilFu

      *

      Cornelius Coot
      Imperatore della Calidornia

      • ******
      • Post: 10009
      • Mais dire Mais
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3338
        Risposta #17: Mercoledì 20 Nov 2019, 21:25:52
        Foglie Rosse    (terzo episodio)
        Sinceramente queste Foglie Rosse non mi convincono: c'è un ritmo lento (che non sempre è negativo, in ogni caso) ricco di dialoghi 'tecnici' intorno a situazioni socio-politiche intergalattiche che mi ricordano vagamente altre serie come Star Top o Darkenblot, se non alcune parti dell'universo pikappico. Nemici mostruosi, amici 'deliziosiamente' infantili  in cui non si capisce bene chi sia adulto e chi no. I giovani protagonisti mi sembra si muovano al rallentatore, immersi in questa 'bolla rossa' al seguito di un loro coetaneo extra terrestre, coinvolti in una situazione apparentemente più grande di loro. Avrei preferito una storia meno extra e più terrestre, dove i confronti fra adulti e ragazzini, fra 'buoni e 'cattivi' fossero stati sviluppati su terreni più realistici e, almeno per me, più coinvolgenti.
        Ingorgopoli    (seconda parte)
        C'è una strana magia metropolitana in questa storia apparentemente surreale di Marco Rota. Dove gli ingorghi sono davvero mostruosi, dando un certo senso di angoscia. Come fossero gironi danteschi dove i 'peccatori' sono condannati a vagare in eterno. Giorno e notte, 24h su 24h, dormendo in macchina la notte e ripartendo per non si sa bene dove al mattino. E il finale in pieno deserto è di forte contrasto non solo ambientale ed estetico ma anche d'animo, come fosse una liberazione non solo per Paperino (comunque relativa per lui) ma anche per i lettori. Quegli spazi infiniti ti sollevano davvero, dopo aver vissuto per due puntate a Ingorgopoli, "la città più trafficata del Calisota", come scritto nell'introduzione alla seconda parte.
        E forse anche la più grande e popolosa (per quanto sconosciuta fino ad una settimana fa), togliendo questo primato a Paperopoli. Rivedremo in futuro questa 'giungla d'asfalto' in mezzo al deserto calisotiano?
        Paperino bodyguard in prestito
        Per quanto vagamente somigliante a DoubleDuck, questo Paperino guardia del corpo mi ha sorpreso per l'evolversi di un plot imprevedibile e non scontato. Situazioni nuove come un convegno ancora più esclusivo del Club dei miliardari paperopolesi (dove il solo Paperone è invitato, per la gioia di Rockerduck) e presenze femminili, sia generiche che specifiche, tra i più importanti tycoon (quando erano del tutto assenti fino a pochi anni fa: a tal proposito mi piacerebbe vedere  di tanto in tanto nel Club Donna Manuela Danarosa, non necessariamente da collegare alle storie di Paperinik).
        Ciccio e il metodo antistress
        In questa breve di Bosco ci si aspetta di tutto ad ogni pagina/tavola dell'ultimo Chierchini, dalle acconciature di Nonna Papera alle diverse espressioni e posture di Ciccio, fino all'improvvisa presenza di personaggi in tuba e papillon all'interno di una rude palestra. Considerando anche il riuscito soggetto, questa storia è breve ma 'intensa'.
        Gastone e la fortuna stregata
        Ottimo lavoro di Gaja Arrighini che riesce a creare una buonissima pietanza con ingredienti noti ma cucinati in maniera molto particolare. E qui sta la bravura di un autore: scrivere, sceneggiare storie molto divertenti e interessanti senza ricorrere a chissà quali espedienti (marziani o viaggi allucinanti) ma esplorando con curiosità e fantasia la vita quotidiana dei personaggi per trarne sempre nuovi spunti. In tutto ciò Vitale Mangiatordi da il suo contributo ma, nonostante le sue tavole siano comunque vitali (nomen omen) e ritmate, rispetto ai suoi disegni di qualche tempo fa noto una certa involuzione.
        « Ultima modifica: Giovedì 21 Nov 2019, 10:17:45 da Cornelius Coot »

        *

        Atius
        Giovane Marmotta

        • **
        • Post: 133
        • Ostentazione di Plutocratica Sicumera!
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3338
          Risposta #18: Mercoledì 20 Nov 2019, 22:05:58
          Topolino 3338
          Diciamo che una volta ritornati sulla via della qualità si torna difficilmente indietro: anche questo è un buon numero, soddisfacente.

          Foglie Rosse (Ep. 3)
          Niente, condivido pienamente il post di Rambo.

          Ingorgopoli (Ep. 2)
          Niente, condivido pienamente il post di Rambo.

          Paperino e il bodyguard in prestito
          Niente, condivid...a-ehm, Rambo non ha parlato di questa storia  :blank:
          Fa il suo bel compito di storia media divertendo, anche nei disegni -ottimi- di Panaro.

          Ciccio e il metodo antistress
          Purtroppo il tratto del compianto Maestro Chierchini è peggiorato con l'età; ciò certo non giova ad una trama banale ma piacevole.

          Gastone e la fortuna stregata
          Questa storia non è per me. Ad ogni moina di Paperina verso Gastone, anche in passato, mi saliva una rabbia... e le storie basate su queste "gag" (se così possono essere chiamate) mi danno molto fastidio. Mangiatordi ha cambiato stile - in peggio, un tratto confuso e caotico.

          Curiosità a mille per il 3339, con il finale di Stranger Thin...ehm, Foglie Rosse e il prologo di Topolino Giramondo.

          -ilFu

          Siamo sicuri che si possa parlare del "nuovo stile di Mangiatordi". Anche perché, vedendo come aveva disegnato l'ultima puntata dell'Enigma della Lettera dal Passato e sbirciando le tavole di apertura del nuovo ciclo "economico" di Alessandro Sisti, mi sembra uno stile molto più dinamico di quello apparso sul Topolino di questa settimana. Non potrebbe essere una di quelle storie nel cassetto da qualche anno e pubblicate solo ora? Questo spiegherebbe il perché di questo stile, forse un po' più acerbo, del Mangiatordi.

          *

          Cornelius Coot
          Imperatore della Calidornia

          • ******
          • Post: 10009
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Topolino 3338
            Risposta #19: Mercoledì 20 Nov 2019, 22:35:23
            Curiosa l'assidua presenza di Indiana Pipps in questo numero 3338, non protagonista di storie ma 'prezzemolino' in diversi redazionali: sponsor delle grotte delle meraviglie nella rubrica Parchi d'Italia (sei pagine) come dell'ottimo fotoreportage da Petra in 'Vado, vedo e torno' (sette pagine). Senza contare la pagina dei giochi ('Una strana scoperta')

                                                     
            « Ultima modifica: Mercoledì 20 Nov 2019, 23:00:16 da Cornelius Coot »

            *

            Atius
            Giovane Marmotta

            • **
            • Post: 133
            • Ostentazione di Plutocratica Sicumera!
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3338
              Risposta #20: Venerdì 22 Nov 2019, 08:26:18
              Qualcuno ha intenzione di aprire il topic relativo al Topo di questa settimana? Se così non fosse lo farei io

              *

              brigo
              Diabolico Vendicatore

              • ****
              • Post: 1861
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3338
                Risposta #21: Venerdì 22 Nov 2019, 15:51:11
                Intervengo in zona Cesarini su questo numero (ormai di settimana scorsa, ma letto da me solo oggi) perché l'ho trovato una lettura davvero piacevole, dove ogni storia aveva i suoi lati positivi (disegni, sceneggiatura... quando non entrambi!). E' bello trovare numeri con questo tenore e questa qualità. Del resto, è dagli albi presentati a Lucca- citata dal direttore nell'editoriale- che finora non sto rimanendo deluso.

                Sono fiducioso per i numeri seguenti, dai. :)

                PS: che bello che Bertani, oltre all'editoriale, abbia realizzato un servizio personalmente (con la collaborazione di Scarcella). Mi piace questa presenza 'aumentata', ma non ingombrante.

                 

                Dati personali, cookies e GDPR

                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.