Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
5 | |
2 | |
2 | |

Sequel Pixar: ipotesi

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Flash X
Ombronauta

  • ****
  • Post: 946
  • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:Sequel Pixar: ipotesi
    Risposta #30: Giovedì 28 Gen 2021, 20:56:26
    ...
    Questa è la tua interpretazione prettamente soggettiva. Io invece ho dato una spiegazione oggettiva, nel senso che è semplicemente quella di fatto ideata da quelli della Pixar.

    E poi ripeto (sempre parlando non dal mio punto di vista ma dall'idea che voleva dare la Pixar con questo film, che io comunque condivido)
    ...
    Poi che non vi piaccia il finale è un conto ma non si può dire che oggettivamente non faccia passare molte emozioni.

    Mo non ci allarghiamo con l'oggettività, però. Interpretazione soggettiva una, interpretazione soggettiva l'altra. A ognuno la sua.
    In realtà non intendevo questo. Nel senso che io ho solo riportato quello che era l'obiettivo della Pixar con questo film, una cosa oggettiva perché è semplicemente una verità il fatto che la Pixar abbia raccontato di Woody in questo modo.
    Poi ci sono le nostre opinioni assolutamente soggettive che possono concordare o meno con la narrazione avvenuta di fatto (e che quindi è così). Io apprezzo quello che ha fatto la Pixar e altri no.
    Quando Woody rivela loro che il fatto della spazzatura è stato un incidente, gli altri decidono lo stesso di andare all'asilo perchè vogliono giocare coi bambini piuttosto che ammuffire in soffitta
    Che io ricordi semplicemente non credono alle parole di Woody ed è per quello che decidono di andare all'asilo.
    chi lo dice chi ha ragione e chi torto?
    Non mi sembra di aver mai detto la frase "hai torto". Ho semplicemente detto che è una verità il fatto che Toy Story 4 sia andato in una determinata direzione. Non è che uno può dire però ad esempio che nel finale del film esplode una bomba perché non è così.
    Secondo te, solo perchè queste storie le ha scritte la Disney, devono andarmi bene per forza o posso mantenere un po' di senso pratico e decidere di testa mia che non mi piacciono perchè cozzano terribilmente con cose viste in precedenza?
    Che ti piaccia o no è un ulteriore discorso diverso da se mantiene coerenza o meno. Perché una storia può anche essere oggettivamente bella ma non piacere oppure una storia può anche piacere con l'eccezione della mancata coerenza. Insomma, ci possono essere diversi casi e nessuno di questi, se ci pensi, è sbagliato. La coerenza però è una cosa che a mio parere è da valutare oggettivamente. Del tipo, un giudice totalmente obiettivo deve fare una scelta e, siccome non ha preferenze per nessuna delle due cose, sceglie avvalendosi di determinate basi che ci sono in ogni opera e che sono manifesto di qualità generica, non preferenziale. Tipo la grafica è vero che può piacere o non piacere, ma il giudice obiettivo sceglie la grafica oggettivamente migliore, che nella media possiamo dire che piacerebbe a più persone. Comunque è inutile che ci perdiamo in questi discorsi, l'importante è che si intenda che non è questione di torto o ragione, ma di distinguere i nostri pensieri soggettivi da quello che ci ha narrato la Pixar, che è così, e dunque non possiamo vedere il finale in un modo per far sì che si realizzi.
    Per quanto riguarda Topolino - Le Origini è un esempio totalmente diverso perché lì la verità oggettiva è che non sono state rispettate le vere origini di Topolino.

    *

    Luxor
    Dittatore di Saturno
       (2)

    • *****
    • Post: 3732
    • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
      • Offline
      • Mostra profilo
       (2)
      Re:Sequel Pixar: ipotesi
      Risposta #31: Venerdì 29 Gen 2021, 01:35:10
      Se parliamo di film, di critica, di fumetti, di libri, di arte in generale, è tutto soggettivo, parlare di oggettività e mettersi nella testa degli autori è quantomeno presuntuoso, perdonami.

      L'obiettivo della Pixar era raccontare una bella storia e fare un bel film, poi sta allo spettatore interpretarlo, apprezzarlo o meno, applaudire o fischiare e così via. Oggettivamente ogni regista vuole fare un gran bel film e far arrivare la sua sua idea, la sua visione, ma nessuno potrà mai riuscirci perchè il gusto è puramente soggettivo e quindi dire che a te un film è piaciuto solo perchè condividi quella che pensi fosse l'idea del regista non significa che sei oggettivo, ma solo che i tuoi gusti e le tue idee sono molto simili a chi ha creato il film.

      Per quanto riguarda la coerenza, in una saga, che sia a fumetti, libri o film, è difficilissima da ottenere, soprattutto se le persone al progetto non sono mai le stesse. Toy Story 4, oltre ad aver avuto un processo più che travagliato, con numerosi cambi di rotta, cosa che di solito non preclude mai a nulla di buono (ti invito a leggere la pagina di Wikipedia al riguardo) è stato il primo a non essere diretto da John Lasseter o Lee Unkrich e io questa cosa, durante la visione del film, l'ho avvertita tutta. Non ho riconosciuto il Woody della trilogia, i personaggi storici sono stati ridotti a mere comparse, niente!

      A parer mio, Josh Cooley, che ritengo comunque un bravo regista, non ha colto appieno lo spirito dei personaggi e del mondo in generale di Toy Story e ha finito per snaturarlo. D'altronde, cimentarsi con dei personaggi non tuoi non è facile ed è facile sbagliare, se restiamo nell'ambito dei film penso subito all'ultima trilogia di Star Wars, che con tutti i cambi di regista non ha avuto un minimo di coerenza generale perchè non c'era un'idea chiara sin dal principio, e se ci spostiamo sui fumetti non posso non citare il PK di Gagnor, che per me ci azzecca veramente pochissimo col personaggio che ho amato dai tempi dell'uscita del numero 0.

      A te piace (eufemismo) Fantomius, ma metteresti la mano sul fuoco che sarebbe lo stesso se una storia non fosse scritta da Gervasio? Saresti sicuro al 100% che un altro autore possa cogliere in pieno lo spirito del personaggio che ami e che poi sia anche in grado di trasporre bene l'idea su carta?

      I personaggi, di qualsiasi tipo, sono attori e sta a chi li dirige fare in modo che, comunque, restino sempre fedeli a sè stessi. C'è chi odia il Paperone di Martina perchè cinico e cattivo, chi detesta i nipotini troppo perfetti di Don Rosa e li preferisce più pestiferi, come nelle storie di Barks, e così via, e per me, in Toy Story 4, il personaggio di Woody è stato snaturato, tutto qui, semplice.
      The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


      *

      Flash X
      Ombronauta

      • ****
      • Post: 946
      • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Sequel Pixar: ipotesi
        Risposta #32: Venerdì 29 Gen 2021, 09:15:16
        dire che a te un film è piaciuto solo perchè condividi quella che pensi fosse l'idea del regista non significa che sei oggettivo, ma solo che i tuoi gusti e le tue idee sono molto simili a chi ha creato il film.
        Non ho detto che sono oggettivo. Leggi qui.
        In realtà non intendevo questo. Nel senso che io ho solo riportato quello che era l'obiettivo della Pixar con questo film, una cosa oggettiva perché è semplicemente una verità il fatto che la Pixar abbia raccontato di Woody in questo modo.
        Poi ci sono le nostre opinioni assolutamente soggettive che possono concordare o meno con la narrazione avvenuta di fatto (e che quindi è così). Io apprezzo quello che ha fatto la Pixar e altri no.
        Io ho detto che le nostre (quindi anche la mia) opinioni sono soggettive. Ad essere oggettivo è invece ciò che abbiamo visto nel film, perché è realmente così, le scene sono realmente quelle. Io ho semplicemente fatto un brevissimo riassunto del messaggio che il film voleva dare. Cioè non è che uno che ha un'idea guarda il film e capisce un messaggio e uno con un'idea diversa lo guarda e apprende un messaggio diverso. Questo perché tutto quello che abbiamo visto nel film è lì, esistente.
        Non ho riconosciuto il Woody della trilogia, i personaggi storici sono stati ridotti a mere comparse, niente!
        A parte il fatto che non è che un film dev'essere per forza buona se ha come totali protagonisti tutti i suoi personaggi. E poi Woody è caratterizzato benissimo in questo film anzi, mi sembra proprio un film Woody-centrico. A me sembra che le emozioni di Woody in questo film escono in una maniera incredibile. Hai presente i momenti Pixar? Qui ce ne sono parecchi.
        A te piace (eufemismo) Fantomius, ma metteresti la mano sul fuoco che sarebbe lo stesso se una storia non fosse scritta da Gervasio? Saresti sicuro al 100% che un altro autore possa cogliere in pieno lo spirito del personaggio che ami e che poi sia anche in grado di trasporre bene l'idea su carta?
        Sicuro al 100% no e non vedo perché bisogni essere sicuri a una percentuale così alta. Però io darei fiducia a un autore che non penso faccia le cose a caso e abbia studiato bene le storie di Marco Gervasio. Solo che in realtà qui è un po' diverso perché sarebbe un autore nuovo per storie che ancora non esistono mentre Toy Story 4 è già reale.
        « Ultima modifica: Venerdì 29 Gen 2021, 16:59:57 da Flash X »

        *

        Luxor
        Dittatore di Saturno
           (2)

        • *****
        • Post: 3732
        • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re:Sequel Pixar: ipotesi
          Risposta #33: Venerdì 29 Gen 2021, 10:55:22
          Io ho detto che le nostre (quindi anche la mia) opinioni sono soggettive. Ad essere oggettivo è invece ciò che abbiamo visto nel film, perché è realmente così, le scene sono realmente quelle. Io ho semplicemente fatto un brevissimo riassunto del messaggio che il film voleva dare. Cioè non è che uno che ha un'idea guarda il film e capisce un messaggio e uno con un'idea diversa lo guarda e apprende un messaggio diverso. Questo perché tutto quello che abbiamo visto nel film è lì, esistente.

          Le cose oggettive di un film sono la trama e le scene che vediamo, fino a prova contraria noi stiamo parlando di opinioni soggettive. Cioè, è oggettivo che Woody incontri Bo, è oggettivo che poi abbandoni il gruppo e resti con lei, ma non ho certo bisogno di un riassunto, io sto analizzando i comportamenti e le scelte dei personaggi e queste sono valutazioni soggettive. Il film è lì, c'è chi vede un atteggiamento maturo da parte di Woody e c'è chi lo vede ipocrita, quale che fosse il messaggio che voleva far passare il regista non si può dire che gli sia riuscito in toto.

          A parte il fatto che non è che un film dev'essere per forza buona se ha come totali protagonisti tutti i suoi personaggi. E poi Woody è caratterizzato benissimo in questo film anzi, mi sembra proprio un film Woody-centrico. A me sembra che le emozioni di Woody in questo film escono in una maniera incredibile. Hai presente i momenti Pixar? Qui c'è ne sono parecchi.

          Scusa, ma chi ha mai parlato di Woody-centrismo? Non mi pare mi sia lamentato di questo e ritengo di sapermi esprimere bene in italiano. Mi ripeto, non ho riconosciuto il Woody della trilogia perchè per me la sua caratterizzazione non c'azzecca nulla col personaggio che ho visto nei primi tre film e le emozioni che prova sono, per me, una manifestazione di presunzione, egoismo e narcisismo. E poi, sulla prima frase, io in un film di Toy Story mi aspetto di vedere la vecchia brigata, ok che si devono introdurre nuovi personaggi, ma mi ha infastidito vedere i vecchi giocattoli essere ridotti a macchiette.

          Un piccolo appunto, ho messo in grassetto l'ultima frase per invitarti ad essere meno saccente in una discussione, specie se non sai con chi parli, perchè nelle tue argomentazioni cerchi spesso e volentieri di porti come se tu sapessi tutto e gli altri no o come se pensassi di essere sempre nel giusto. Ogni tanto, fermati e leggi bene cosa uno vuole dire e poi, se vuoi, rispondi in maniera pertinente, altrimenti non ha manco senso discutere. Comunque sì, so cosa si intende per momenti Pixar, ma non me ne frega nulla della loro presenza se non mi arrivano, fosse così facile catturare lo spettatore allora tutti metterebbero la scena dalla lacrima facile nei film.

          A te i momenti emozionanti del film ti hanno preso, coinvolto? Buon per te, a me affatto per i motivi già spiegati più e più volte. Non tutti i film catturano allo stesso modo le persone, a me Coco commuove tantissimo, e so di persone che lo detestano, e mi piace tantissimo anche Inside Out, viceversa mi hanno lasciato indifferente, per non dire freddo, Onward e Soul, so gusti!

          Sicuro al 100% no e non vedo perché bisogni essere sicuri a una percentuale così alta. Però io darei fiducia a un autore che non penso faccia le cose a caso e abbia studiato bene le storie di Marco Gervasio. Solo che in realtà qui è un po' diverso perché sarebbe un autore nuovo per storie che ancora non esistono mentre Toy Story 4 è già reale.

          Nessuno parte per fare le cose a caso, tutti vogliono sempre dare il meglio, ma ciò non significa che poi il risultato sarà buono, basti vedere le ultime storie di PK. Anche per Toy Story 4 c'è stato un autore nuovo e io, sullo schermo, l'ho notato, per questo mi auguro che personaggi ormai consolidati restino nella mente degli autori che li hanno creati.

          Detto ciò, e avendo ribadito per l'ennesima volta i miei pensieri, la chiudo qui. Non per chissà quali motivi, ma penso che si sia arrivati ad uno stallo abbastanza stucchevole e in questo forum non ci siamo solo noi due e quindi, essendo soddisfatto di ciò che ho detto e come, non ritengo di dover aggiungere altro.
          « Ultima modifica: Venerdì 29 Gen 2021, 15:02:03 da Luxor »
          The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


          *

          Flash X
          Ombronauta
             (1)

          • ****
          • Post: 946
          • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Sequel Pixar: ipotesi
            Risposta #34: Venerdì 29 Gen 2021, 16:51:38
            Mi dispiace che tu ti sia arrabbiato ma il mio intento nel mio parlare non era affatto quello di essere saccente come dici. Io ti posso assicurare che parlavo con tutta calma e anzi, non avevo neanche realizzato che tu ti stessi scaldando per qualcosa che ho detto. Ad esempio credo di aver capito che tu hai inteso quel "hai presente..." come un'espressione arrogante o chissà che, ma ti garantisco che io l'ho detto in un modo tale che se fosse stato orale avresti capito perfettamente la mia tranquillità nel dirlo senza alcun sarcasmo o altro.
            Pertanto mi scuso se le mie parole possono essere sembrate frutto di arrabbiatura (visto che io in realtà non avevo in mente di dimostrarmi arrabbiato, anzi ero tranquillo).
            Qui c'è ne sono parecchi.
            E già che ci sono chiedo scusa anche per questo errore grammaticale che mi ha portato a fare il correttore del telefono. La versione corretta è "ce ne sono". Tra l'altro riportando quella frase mi hai aiutato ad accorgermene, quindi grazie. :D
            « Ultima modifica: Venerdì 29 Gen 2021, 16:59:36 da Flash X »

            *

            Luxor
            Dittatore di Saturno

            • *****
            • Post: 3732
            • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Sequel Pixar: ipotesi
              Risposta #35: Venerdì 29 Gen 2021, 19:14:04
              Mi dispiace che tu ti sia arrabbiato ma il mio intento nel mio parlare non era affatto quello di essere saccente come dici. Io ti posso assicurare che parlavo con tutta calma e anzi, non avevo neanche realizzato che tu ti stessi scaldando per qualcosa che ho detto. Ad esempio credo di aver capito che tu hai inteso quel "hai presente..." come un'espressione arrogante o chissà che, ma ti garantisco che io l'ho detto in un modo tale che se fosse stato orale avresti capito perfettamente la mia tranquillità nel dirlo senza alcun sarcasmo o altro.
              Pertanto mi scuso se le mie parole possono essere sembrate frutto di arrabbiatura (visto che io in realtà non avevo in mente di dimostrarmi arrabbiato, anzi ero tranquillo).

              Non mi sono affatto arrabbiato, se lo fossi stato non mi sarei preso nemmeno la briga di rispondere.

              E ti credo quando dici che eri tranquillo, d'altronde non vedo il motivo per il quale ci si dovrebbe infervorare, ma alcune frasi possono suonare un po' sgradevoli se scritte proprio perchè, come dici giustamente, una cosa è scrivere e un'altra è parlare di presenza e alla fine il rischio è che i toni possano essere fraintesi.

              Detto ciò, apprezzo le scuse, un gesto che ti rende onore, e avanti come prima. ;)
              The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


               

              Dati personali, cookies e GDPR

              Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

              Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

              Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.