Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
5 | |
2 | |
2 | |

La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia
   (1)

  • ******
  • Post: 10551
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Dal 1962 (anno del suo debutto nei fumetti italiani) Pico è sempre stato un personaggio costantemente presente nei vari albi di Mondadori, Disney Italia e Panini. Prima direttamente dalle storie americane e subito dopo ripreso da molti autori e disegnatori italiani. Lo si è visto e lo si vede spesso protagonista in storie in costume, didattiche, di quotidianità paperopolese (spesso come arbitro fra i due rivali ZP e RK) e, ultimamente, come maestro del giovane Newton.

    Tutta questo 'protagonismo' viene improvvisamente meno in diverse occasioni:
    - nel fumetto, quando arrivano le feste comandate, intorno ai tavoli imbanditi di Nonna Papera o Paperina ci sono diversi parenti e amici ma non lui (soprattutto in questi ultimi anni);
    - nelle copertine, la sua assenza contrasta con la presenza interna: l'ultima in cui appare risale a quasi quattro anni fa (maggio 2017, n. 3208 visibile qui sotto, oltretutto in posizione arretrata e 'in costume') ed è l'unica degli ultimi 6/7anni;
    - nei gadget monetari e filatelici degli ultimi 60 anni l'unica moneta in cui il professore è coniato (di profilo) è quella dei Mitici Disney mentre l'unica banconota in cui è raffigurato è quella piccolina di carta non eccelsa della Elah (assente in quelle più di valore della Accornero, della BNL e di Paperopoli).

                                                                    Ultima cover del professore, maggio 2017
                                                               

    Riguardo le statuine la DeAgostini si è ricordata di lui in entrambe le Collection. Probabilmente all'estero compare più spesso nel variegato merchandising (ricordo la moneta tedesca a colori della serie 'Mickey e i suoi amici' e qualche francobollo) ma in Italia, nonostante tutto, le uniche sue apparizioni ufficiali in gadget, a mia memoria, sono queste due (statuine a parte):

                                                   

                                                             

    Alla fine del post, mi chiedo il perché di questa bizzarra situazione: come un personaggio popolare, spesso presente nelle storie e utilizzato in ruoli principali e non certo di contorno o in camei, sia poi completamente dimenticato dai disegnatori nelle copertine, dagli autori nei soggetti natalizi o comunque di raduno familiare (è pur sempre un parente, per quanto mitteleuropeo) e dal merchandising dei gadgets italiani. Anche Marco Rota non lo ha inserito nell'elenco dei 10 personaggi raffigurati nelle sue Monete di Paperopoli che usciranno a breve.

    Non credo che Walt Disney sarebbe contento di ciò, considerando che fu lui a presentarlo al grande pubblico nello show televisivo "Wonderful World of Color", come zio di Paperino, fratello di suo padre Quackmore. Dunque una parentela diretta (che però contrasterebbe con la sua origine austriaca) mentre Don Rosa, ponendolo come marito di Matilda, sorella di Paperone, gli da una parentela indiretta (e magari più coerente con le sua nazionalità)

                                                          https://www.dailymotion.com/video/x6b24z0

    « Ultima modifica: Sabato 30 Gen 2021, 10:46:11 da Cornelius Coot »

      Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
      Risposta #1: Lunedì 11 Gen 2021, 18:00:57
      Anche a me da sempre sembra che Pico rimane in ombra rispetto agli altri personaggi. L' ho sempre trovata una cosa naturale, è un soggetto particolare, un erudito, meno immediato e cosi assai meno utilizzato.
      Certo appare in tante storie, ma moltissime molto brevi, anche solo una pagina, in quelle più lunghe di dieci pagine ho fatto la ricerca su inducks e dal 1961 al 1989 è apparso in 185 storie contro le oltre 300 di Paperoga, per esempio. E da notare che quest' ultimo è stato introdotto alcuni anni dopo Pico.
      Ciò non vuol dire che non sia importante, peper le sue caratteristiche anche fisiche occupa una sua nicchia peculiare, non si adatta a qualunque situazione; se teniamo bene presente questi limiti è stato utilizzato tantissimo ; e come tutti è simpatico e riuscito ha fatto bene papà Walt a introdurlo con quella divertente presentazione.
      Che cos' ha il vecchio papero ? Sembra moribondo ! - Chi lo sa ! Vediamo dov'è diretto insieme a Paperino.

      *

      Aoimoku
      Diabolico Vendicatore
         (1)

      • ****
      • Post: 1529
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
        Risposta #2: Lunedì 18 Gen 2021, 16:11:48
        In realtà non mi sembra un personaggio così importante, in 60 anni è stato usato in poco meno di 900 apparizioni. Tante, sicuramente non è una comparsa, anzi è un membro stabile del cast. Ma Paperoga, Archimede e Paperina, per dire altri personaggi secondari di lusso, hanno tutti più del doppio di storie alle spalle, se non il triplo.

        E poi Pico dalle origini in poi ha perso sempre più ruoli. Il posto da decano della famiglia è ormai stabilmente occupato a Paperone e Nonna Papera. Con l'affermarsi di Archimede si è visto anche sottrarre il ruolo di genio-inventore che aveva all'inizio ed è stato sempre più confinato nel ruolo dell'anziano professore estremamente istruito, ma proprio per questo lontano dal mondo quotidiano. Difficile riuscire a utilizzarlo in maniera che non ripetano il tormentone "Pico parla e tutti dormono"

          Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
          Risposta #3: Lunedì 18 Gen 2021, 16:54:27
          Un modo ci sarebbe, anche se probabilmente non succederà mai: recuperare Matilda e svelare cosa è successo fra loro due  ;)

          *

          Cornelius Coot
          Imperatore della Calidornia

          • ******
          • Post: 10551
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
            Risposta #4: Martedì 19 Gen 2021, 13:39:44
            Un modo ci sarebbe, anche se probabilmente non succederà mai: recuperare Matilda e svelare cosa è successo fra loro due  ;)
            In questo Albero genealogico delle varie famiglie dei paperi disegnato per Jamie (probabilmente una sua fan) Don Rosa inserisce Pico come marito di Matilda, facendolo diventare cognato di Paperone e dando una parentela più precisa al De Paperis rispetto agli altri personaggi, cosa che non ha potuto fare ufficialmente perché la Egmont glielo ha impedito.



            L'editore nordeuropeo ha posto dei veti riguardo il personaggio anche riguardo le storie e in questo caso il Don è riuscito a bypassarli in almeno due occasioni, una delle quali è stata quella riguardante il 50° anniversario dell'arrivo di Paperone a Paperopoli (in "Qualcosa di veramente speciale"), facendolo sedere nel palco insieme agli altri parenti (senza farlo parlare, ovviamente). Ricordo che nell'altra storia si affacciava da una finestra osservando correre una fiumana di topolini (forse una parodia del pifferaio magico).

            Non ricordo esattamente le motivazioni egmontiane per tale politica: mi sembra che l'autore disse che il personaggio non era ritenuto particolarmente conosciuto in America (nonostante l'intro tv di Walt Disney, per quanto datato - l'Inducks fa arrivare strisce giornaliere e pagine domenicali al 1990) o in Nord Europa (dove in effetti le storie prodotte sono poche). Nel nostro continente, grazie alle storie italiane (oggi arrivate a quasi 900), il professore doveva comunque essere conosciuto anche agli inizi dei '90, visto che molte erano esportate in diversi paesi.

            https://inducks.org/character.php?c=LVD&view=3
            « Ultima modifica: Martedì 19 Gen 2021, 14:19:32 da Cornelius Coot »

              Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
              Risposta #5: Martedì 19 Gen 2021, 15:26:41
              Un modo ci sarebbe, anche se probabilmente non succederà mai: recuperare Matilda e svelare cosa è successo fra loro due  ;)
              In questo Albero genealogico delle varie famiglie dei paperi disegnato per Jamie (probabilmente una sua fan) Don Rosa inserisce Pico come marito di Matilda, facendolo diventare cognato di Paperone e dando una parentela più precisa al De Paperis rispetto agli altri personaggi, cosa che non ha potuto fare ufficialmente perché la Egmont glielo ha impedito.



              L'editore nordeuropeo ha posto dei veti riguardo il personaggio anche riguardo le storie e in questo caso il Don è riuscito a bypassarli in almeno due occasioni, una delle quali è stata quella riguardante il 50° anniversario dell'arrivo di Paperone a Paperopoli (in "Qualcosa di veramente speciale"), facendolo sedere nel palco insieme agli altri parenti (senza farlo parlare, ovviamente). Ricordo che nell'altra storia si affacciava da una finestra osservando correre una fiumana di topolini (forse una parodia del pifferaio magico).

              Non ricordo esattamente le motivazioni egmontiane per tale politica: mi sembra che l'autore disse che il personaggio non era ritenuto particolarmente conosciuto in America (nonostante l'intro tv di Walt Disney, per quanto datato - l'Inducks fa arrivare strisce giornaliere e pagine domenicali al 1990) o in Nord Europa (dove in effetti le storie prodotte sono poche). Nel nostro continente, grazie alle storie italiane (oggi arrivate a quasi 900), il professore doveva comunque essere conosciuto anche agli inizi dei '90, visto che molte erano esportate in diversi paesi.

              https://inducks.org/character.php?c=LVD&view=3

              Mi riferivo appunto a questo: nonostante, stando al Don, i due siano sposati, Matilda non appare mai nelle storie di Pico. Una storia d'amore finita male? Se le politiche editoriali consentissero un pizzico di audacia in più, se ne potrebbero trarre cose interessanti ma, come dicevo, nell'impero del politically correct non succederà mai.

              *

              clinton coot
              Pifferosauro Uranifago
                 (1)

              • ***
              • Post: 445
              • Novellino
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
                Risposta #6: Venerdì 29 Gen 2021, 23:24:36
                Un modo ci sarebbe, anche se probabilmente non succederà mai: recuperare Matilda e svelare cosa è successo fra loro due  ;)
                In questo Albero genealogico delle varie famiglie dei paperi disegnato per Jamie (probabilmente una sua fan) Don Rosa inserisce Pico come marito di Matilda, facendolo diventare cognato di Paperone e dando una parentela più precisa al De Paperis rispetto agli altri personaggi, cosa che non ha potuto fare ufficialmente perché la Egmont glielo ha impedito.

                Una precisazione: questa versione dell'albero è regolarmente acquistabile negli incontri con Don Rosa, e io stesso mi sono procurato una copia quando l'autore è venuto a Milano nel 2019. Il nome e cognome del padre dei nipotini, e il cognome di questi ultimi, viene lasciato in bianco in modo che il Don possa scrivere il tuo nome e cognome nel riquadro del padre, e il tuo cognome nel riquadro dei tre gemelli. In altre parole, la versione con il nome Jamie Hawkins non ha niente di particolare se non il fatto di essere stata caricata in rete e poi pubblicata in numerosi siti.

                Mi riferivo appunto a questo: nonostante, stando al Don, i due siano sposati, Matilda non appare mai nelle storie di Pico. Una storia d'amore finita male? Se le politiche editoriali consentissero un pizzico di audacia in più, se ne potrebbero trarre cose interessanti ma, come dicevo, nell'impero del politically correct non succederà mai.
                Stando alle dichiarazioni dell'autore, "Una lettera da casa" è stata scritta in modo da non escludere che Pico e Matilda fossero sposati, in modo da poter ipotizzare che Pico semplicemente fosse altrove durante gli eventi di quella storia.

                  Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
                  Risposta #7: Sabato 30 Gen 2021, 09:51:03
                  Ok, ma questa è la visiine di Don Rosa, che non tiene conto delle numerosissime storie in cui Pico compare e in cui, notoriamente, è sempre da solo. Se fosse sposato con Matilda, sarebbe sostenibile che  questa sia sempre da un'altra parte e quindi non compaia mai? Non avranno divorziato? Ovviamente, mi sto solo divertendo a ipotizzare.

                    Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
                    Risposta #8: Sabato 30 Gen 2021, 10:20:37
                    Anche se Don Rosa potesse disegnare liberamente Pico, difficilmente la si vedrebbe con la presunta moglie Matilda per via della spinosa situazione fra Paperone e le sue sorelle.



                    *

                    Volkabug
                    Diabolico Vendicatore

                    • ****
                    • Post: 1602
                    • ex Paperinik il Templare
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:La strana situazione di Pico, fra protagonismo e assenze varie
                      Risposta #9: Sabato 30 Gen 2021, 11:36:59
                      Un modo ci sarebbe, anche se probabilmente non succederà mai: recuperare Matilda e svelare cosa è successo fra loro due  ;)

                      Direi di no, perché sarebbe abbastanza difficoltoso, visto che

                      Non avranno divorziato?

                      verosimilmente è questa l'ipotesi più probabile.
                      E paperibus unus

                       

                      Dati personali, cookies e GDPR

                      Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                      Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                      Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.