Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
2 | |
2 | |
2 | |
2 | |
3 | |
4 | |

Topolino 3399

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

paolo87
Gran Mogol

  • ***
  • Post: 538
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:Topolino 3399
    Risposta #15: Mercoledì 13 Gen 2021, 22:05:56
    Io mi chiedo pero' se non ci sia il rischio di ritrovarci di fronte ad una nuova ret-con delle origini di Paperinik,  come se non fosse bastata Paperinik, tutto comincio' cosi (non ho letto la storia, ma quello che leggo qui mi inquieta...).

    Da quello che si capisce questa storia è ambientata prima  di "Tutto cominciò così"  immagino  quindi che si conosceranno le motivazioni per cui Fantomius ha deciso di "scegliere"  Paperino come suo erede. Tutto cominciò così non è una ret-con  (ti conviene leggerla e non basarti su giudizi di altre persone)  la storia infatti non riscrive le origini di Paperinik mostra semplicemente retroscena, i "dietro le quinte"  che non si conoscevano prima, che possono piacere o meno, ma che non modificano le sequenze mostrate in Paperinik il diabolico vendicatore. Se vuoi averne un'analisi puoi trovarla al fondo di questa pagina http://www.salimbeti.com/paperinik/origini.htm  oppure il riassunto completo in questa http://www.salimbeti.com/paperinik/storia55.htm

    Paperinik tutto comincio' cosi l'ho letta. Mi riferivo alla storia ora su Topolino.

    *

    salimbeti
    Pifferosauro Uranifago

    • ***
    • Post: 493
    • W questo FORUM!!!
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3399
      Risposta #16: Mercoledì 13 Gen 2021, 22:43:48

      Paperinik tutto comincio' cosi l'ho letta. Mi riferivo alla storia ora su Topolino.


      Ha scusa avevo capito che non avevi letto Tutto cominciò così,  anche perchè quella storia non mostra eventi da retcon ma solo retroscena non conosciuti prima


      « Ultima modifica: Mercoledì 13 Gen 2021, 22:49:36 da salimbeti »

      *

      salimbeti
      Pifferosauro Uranifago

      • ***
      • Post: 493
      • W questo FORUM!!!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3399
        Risposta #17: Mercoledì 13 Gen 2021, 22:46:34

        Però nella storia di Gervasio vengono "modificati eventi e situazioni descritte in precedenza ed adattate a nuovi sviluppi della storia."

        Ciao!

        Il Grande Tiranno

        Non mi pare, quali sarebbero gli eventi e situazioni mostrati e descritti da Martina/Carpi che vengono modificati? Nessun evento viene modificato ci vengono svelati solo retroscena non mostrati nella storia del 69

        *

        salimbeti
        Pifferosauro Uranifago

        • ***
        • Post: 493
        • W questo FORUM!!!
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3399
          Risposta #18: Mercoledì 13 Gen 2021, 22:55:46
          La Cover di Freccero è splendida e ritrae degli Strabilianti Paperi degli anni 20.
          Torna il Ladro Gentiluomo con una storia ambientata in quello che è un periodo di poco precedente alla nascita di Paperinik. Infatti Fantomius, dopo aver scoperto lo "scherzetto" di Lady Senape, partirà per questo "futuro" alla ricerca della Ladra Cinese e della Maschera di Gengis Ghat che lei gli ha rubato. Avrà diverse difficoltà, anche a causa del fatto che non conosce i sistemi di difesa di questo tempo e il tutto creerà situazioni estremamente interessanti mentre tra l'altro ci verranno mostrati elementi non inutili di Villa Rosa e Paperino. Esatto, questa è la famosa storia che è perfettamente complementare a "Paperinik - Tutto cominciò così". All'epoca un po' chiunque pensava che ci fossero degli errori logici in quella storia: Fantomius aveva visto in Paperino una persona degna di essere il suo erede "senza motivo" e gli aveva fatto indirizzare la vincita alla lotteria con l'atto di proprietà di Villa Rosa. Invece la cosa della lotteria è già accennata in questo primo capitolo e Paperino compare nella vicenda facendo intendere che avrà un certo ruolo in tutto il quadro della situazione. È chiaro dunque che è proprio qui che ci verrà spiegato cos'ha spinto Fantomius a scegliere Paperino come erede. Tutti a dire che Tutto cominciò così era una storia monca, invece io mi aspettavo proprio di vedere il tutto spiegato successivamente, conoscendo Marco Gervasio come un autore davvero in gamba, oltre al fatto che in un'intervista lui stesso aveva detto che il motivo della scelta di Fantomius, in Tutto cominciò così, sarebbe arrivato prima o poi! In ogni caso questa storia è fenomenale:

          Bravo! hai colto nel segno, è chiaramente anche questo (e non solo)  l'intento di Gervasio in questa storia,  spiegare quanto ancora non era chiaro in Tutto cominciò così

          *

          Vito65
          Cugino di Alf
             (1)

          • ****
          • Post: 1372
          • ex Generale Westcock
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3399
            Risposta #19: Mercoledì 13 Gen 2021, 23:49:45
            Ciube27 ha ben evidenziato sotto spoiler gli elementi che, al momento, rendono incerta la collocazione temporale di Lady Senape dopo il salto nel futuro. In sintesi: ci sono vari elementi che alludono ad un salto temporale ai nostri giorni, contraddetti, però, da una sola ma importantissima circostanza che rimanderebbe invece ad una collocazione intorno al 1969.
            È impossibile che Gervasio abbia errato a questo riguardo, immagino che nel corso della storia tutto troverà adeguata spiegazione.
            Non ci sono errori ne immagino spiegazioni che verrano date , come scritto nel precedente post non ci sono date da considerare (a parte che Fantomius viene dagli anni 20) quindi non c'è 1969 come nascita di Paperinik ne "giorni nostri" (infatti si parla di generico futuro) anche se obbligatoriamente le avventure considerate "attuali" devono mostrare ambientazioni, riferimenti e tecnlogie odierne, perchè questo è quello che i lettori più giovani  si aspettano di vedere.
            Avrai certamente ragione tu, ma a me sembra una cosa triste: da una parte si strizza l'occhio alla continuity, e si fanno frequenti richiami al patrimonio narrativo ormai consolidato, dall' altra si bypassa tutto ciò per soddisfare le aspettative dei lettori più giovani, quegli stessi lettori a cui vengono fatti continui riferimenti alle storie del passato.

            *

            Gumi
            Cugino di Alf
            Moderatore
               (21)

            • ****
            • Post: 1370
              • Offline
              • Mostra profilo
               (21)
              Re:Topolino 3399
              Risposta #20: Giovedì 14 Gen 2021, 00:45:50
              Perdonate ma non posso tacere.

              Io sto notando sul settimanale una tendenza a cercare di porre i personaggi all'interno di uno status ben definito, con una storia ben definita.
              Si cerca di aumentare cioè la rilevanza di azioni e avvenimenti al di fuori della singola storia, giungendo sempre più a una condizione di "storie legate fra loro da un sottile filo di continuità", che permetta ai lettori di realizzare che si trovano davanti sempre allo stesso personaggio, declinato nelle varie avventure, e non a situazioni e comportamenti che sembrano propri di personaggi in preda alla schizofrenia o alla mancanza di memoria.

              I personaggi sempre più hanno una storia, sono inseriti in un contesto, e, se escludiamo la (per me) infelice parentesi di young donald duck, tendono a seguire la storia prefissata che conosciamo: ovverosia i personaggi possono magari evolvere ma non vanno in contrasto coi capisaldi del fumetto Disney.

              Ma anche nel passato, seppure in maniera molto più labile, queste situazioni erano presenti. Nessun autore ha mai messo in discussione il Klondike di Zio Paperone, oppure le origini del diabolico vendicatore o quelle di Atomino. E tanto più le storie di origine sono belle ed importanti, tanto più è difficile e inaccettabile ignorarle.
              Qualche volta è stato fatto (vedi le "tendenze aliene" di Eta Beta o ad esempio l'orribile reboot ambrosiano dei ki kongi), e quando è stato fatto il pubblico di appassionati ha sempre risposto con un fermo rifiuto.

              Ora questo è uno di quei casi.

              Nel capolavoro Topolino e l'enigma di Mu Massimo de Vita decide di creare il personaggio dell'antropologo professor Zapotec.
              Questi si presenta a Topolino non come un vecchio amico ma come un uomo, peraltro molto distinto,  che incontra una altra persona per la prima volta:


              Prima tavola con il prof Zapotec. Notare anche il fatto che si tratti di un "famoso antropologo", un luminare di fama internazionale.

              Zapotec viene poi utilizzato altre volte dallo stesso de Vita, dando sempre origine a storie bellissime e interessanti.

              Solo dopo molti anni Pezzin e il compianto Bruno Concina (un ricordo pochi giorni dopo il decennale della sua scomparsa) decidono di riutilizzarlo a latere per un ciclo di storie che stavano iniziando in quegli anni: il ciclo della macchina del tempo.

              Ed è Giorgio Pezzin a introdurre questa nuova versione del personaggio nella storia Topolino e gli enigmi del tempo. Non è la prima storia del ciclo, come è noto per errore ne erano uscite prima altre. Ma è in questa che il setting e i personaggi vengono presentati.


              L'esordio del professor Marlin.

              Qui facciamo la conoscenza (e topolino con noi) anche del professor Marlin che è il costruttore effettivo della favolosa macchina.
              In aggiunta a ciò la saga della macchina del tempo è a tutti gli effetti una delle saghe caratterizzate da maggiore continuità tra un episodio e l'altro, frutto del coordinamento tra i due autori. Coordinamento che in disney continua ad essere un fattore molto raro.


              Un nuovo incontro irricevibile (e peraltro molto poco interessante)

              Ed è per questo motivo che non posso che considerare non ricevibile la storia di questa settimana in cui inopinatamente ci viene presentata una retcon (questa volta si, e a tutti gli effetti) in cui il giovane topolino si incontra e fa amicizia con una versione ringiovanita di Zapotec. Come anche è irricevibile quel Marlin, che incontrerà Topolino, così come Zapotec solo molti anni dopo in due avventure ormai "canonizzate" dai fatti e dal seguito che hanno ottenuto.
              Io non sono tra le altre cose un fan accanito della continuity. Se un autore ha una idea grandiosa per una storia ma ciò va in contrasto con situazioni di continuity precedenti sono disposto a chiudere anche entrambi gli occhi al servizio di una storia molto bella. Ma la direzione intrapresa è esattamente speculare e la storia dei personaggi viene indagata sempre più.

              Se si vuole, tuttavia, davvero costruire un background dei personaggi Disney bisogna partire dalle basi, e Topolino e l'enigma di Mu è una pietra miliare del fumetto disney italiano e non può essere così bellamente ignorata, solo per mettere citazioni "ohhhhh hai visto che topolino incontra zapotec, chissà dove Lo manderà... sicuramente indietro nel tempo Icsdì".

              No, le origini dei personaggi che non si perdono nella notte dei tempi sono quasi "sacre", sono le informazioni base su questi personaggi e non vanno toccate. Questa retcon a mio avviso è meritevole di biasimo. Almeno il mio se lo becca sicuramente.
              « Ultima modifica: Giovedì 14 Gen 2021, 11:07:04 da Gumi »

              *

              salimbeti
              Pifferosauro Uranifago

              • ***
              • Post: 493
              • W questo FORUM!!!
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3399
                Risposta #21: Giovedì 14 Gen 2021, 09:13:01

                Avrai certamente ragione tu, ma a me sembra una cosa triste: da una parte si strizza l'occhio alla continuity, e si fanno frequenti richiami al patrimonio narrativo ormai consolidato, dall' altra si bypassa tutto ciò per soddisfare le aspettative dei lettori più giovani, quegli stessi lettori a cui vengono fatti continui riferimenti alle storie del passato.

                Sono infatti scelte redazionali a volte non gradite neppure dagli autori.
                In ogni caso diventa impossibile seguire una sorta di continuity che vada bene per tutti in quanto ci sarà sempre da decidere cosa ritenere valido come punto di riferimento. Nello specifico caso per esempio se si decide di considerare la nascita di Paperinik nel 1969 (solo perchè la prima storia è stat pubblicata in quell'anno) le storie recenti piene di riferimenti a tecnologie e sistemi moderni o dove si cita esplicitamente l'anno non avrebbero senso perchè Paperinik dovrebbe avere 80 anni.
                Tuttavia è improponibile fare tutte le storie di Paperinik come se fosse ancora negli anni 70. Ma anche se la redazione decidesse in tal senso non accontenterebbe in ogni caso tutti i lettori perchè alcuni prendono come rifermento che Paperino è nato nel 1920 quindi anche il 1969 come data di Paperinik non va bene e per loro tutte le storie andrebbero ambientate negli anni 50 (così come fece Don Rosa) . Inoltre ci sarano sempre quelli che invece vogliono le storie moderne ambientate oggigiorno, quindi anche per loro Paperinik non può essere nato nel 1969 etc...
                Le uniche soluzioni sono quindi  "immaginarsi" una propria linea temporale ed ignorare le varie indicazioni o date di pubblicazione che non sono in linea con la propria scelta, oppure semplicemente ignorare date, riferimenti, filologia e leggere le storie senza porsi troppo problemi di una continuity impossibile da garantire e che sia i linea con tutti i punti di vista di tutti i lettori e di tutti gli sceneggiatori

                *

                paolo87
                Gran Mogol
                   (4)

                • ***
                • Post: 538
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (4)
                  Re:Topolino 3399
                  Risposta #22: Giovedì 14 Gen 2021, 10:06:39
                  Però si potrebbe anche adottare una via di mezzo: non è obbligatorio dire che una storia è ambientata nel 1969, ma nemmeno mostrare gli iPhone...

                  *

                  paolo87
                  Gran Mogol
                     (5)

                  • ***
                  • Post: 538
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (5)
                    Re:Topolino 3399
                    Risposta #23: Giovedì 14 Gen 2021, 10:15:50
                    Perdonate ma non posso tacere.

                    Io sto notando sul settimanale una tendenza a cercare di porre i personaggi all'interno di uno status ben definito, con una storia ben definita.
                    Si cerca di aumentare cioè la rilevanza di azioni e avvenimenti al di fuori della singola storia, giungendo sempre più a una condizione di "storie legate fra loro da un sottile filo di continuità", che permetta ai lettori di realizzare che si trovano davanti sempre allo stesso personaggio, declinato nelle varie avventure, e non a situazioni e comportamenti che sembrano propri di personaggi in preda alla schizofrenia o alla mancanza di memoria.

                    I personaggi sempre più hanno una storia, sono inseriti in un contesto, e, se escludiamo la (per me) infelice parentesi di young donald duck, tendono a seguire la storia prefissata che conosciamo: ovverosia i personaggi possono magari evolvere ma non vanno in contrasto coi capisaldi del fumetto Disney.

                    Ma anche nel passato, seppure in maniera molto più labile, queste situazioni erano presenti. Nessun autore ha mai messo in discussione il Klondike di Zio Paperone, oppure le origini del diabolico vendicatore o quelle di Atomino. E tanto più le storie di origine sono belle ed importanti, tanto più è difficile e inaccettabile ignorarle.
                    Qualche volta è stato fatto (vedi le "tendenze aliene" di Eta Beta o ad esempio l'orribile reboot ambrosiano dei ki kongi), e quando è stato fatto il pubblico di appassionati ha sempre risposto con un fermo rifiuto.

                    Ora questo è uno di quei casi.

                    Nel capolavoro Topolino e l'enigma di Mu Massimo de Vita decide di creare il personaggio dell'antropologo professor Zapotec.
                    Questi si presenta a Topolino non come un vecchio amico ma come un uomo, peraltro molto distinto,  che incontra una altra persona per la prima volta:

                    Prima tavola con il prof Zapotec.

                    Zapotec viene poi utilizzato altre volte dallo stesso de Vita, dando sempre origine a storie bellissime e inferessanti.

                    Solo dopo molti anni Pezzin e il compianto Bruno Concina decidono di riutilizzarlo a latere per un ciclo di storie che stavano iniziando in quegli anni: il ciclo della macchina del tempo.

                    Ed è Giorgio Pezzin a introdurre questa nuova versione del personaggio nella storia Topolino e gli enigmi del tempo. Non è la prima storia del ciclo, come è noto per errore ne erano uscite prima altre. Ma è in questa che il setting e i personaggi vengono presentati.

                    Qui facciamo la conoscenza (e topolino con noi) anche del professor Marlin che è il costruttore effettivo della favolosa macchina.
                    In aggiunta a ciò la saga della macchina del tempo è a tutti gli effetti una delle saghe caratterizzate da maggiore continuità tra un episodio e l'altro, frutto del coordinamento tra i due autori. Coordinamento che in disney continua ad essere un fattore molto raro.

                    Ed è per questo motivo che non posso che considerare non ricevibile la storia di questa settimana in cui inopinatamente ci viene presentata una retcon (questa volta si, e a tutti gli effetti) in cui il giovane topolino si incontra e fa amicizia con una versione ringiovanita di Zapotec. Come anche è irricevibile quel Marlin, che incontrerà Topolino, così come Zapotec solo molti anni dopo in due avventure ormai "canonizzate" dai fatti e dal seguito che hanno ottenuto.
                    Io non sono tra le altre cose un fan accanito della continuity. Se un autore ha una idea grandiosa per una storia ma ciò va in contrasto con situazioni di continuity precedenti sono disposto a chiudere anche entrambi gli occhi al servizio di una storia molto bella. Ma la direzione intrapresa è esattamente speculare e la storia dei personaggi viene indagata sempre più.

                    Se si vuole, tuttavia, davvero costruire un background dei personaggi Disney bisogna partire dalle basi, e Topolino e l'enigma di Mu è una pietra miliare del fumetto disney italiano e non può essere così bellamente ignorata, solo per mettere citazioni "ohhhhh hai visto che topolino incontra zapotec, chissà dove Lo manderà... sicuramente indietro nel tempo Icsdì".

                    No, le origini dei personaggi che non si perdono nella notte dei tempi sono quasi "sacre", sono le informazioni base su questi personaggi e non vanno toccate. Questa retcon a mio avviso è meritevole di biasimo. Almeno il mio se lo becca sicuramente.

                    Concordo. E questo mi conferma che Topolino: le origini è una serie sbagliata. Non capisco proprio perchè per i Paperi c'è questa grandissima attenzione filologica, con la tendenza a costruire continuity retroattive "alla Don Rosa", mentre per i Topi, a parte Casty, si ignorano sempre più bellamente Gottfredson, Scarpa, Pezzin, Mezzavilla etc. Non vale dire che i bambini non conoscono Gottfredson: conoscerebbero forse Martina se Fantomius non invogliasse alcuni di loro a recuperare le storie a cui la nuova serie è ispirata? Perchè questa differenza di trattamento? E si che la testata si chiama Topolino e dovrebbe avere come missione il far conoscere tutto del personaggio a cui è intitolata. Poi ci si lamenta che il pubblico giudica Topolino "noioso" e tutto il resto: il pubblico sa sempre meno chi è Topolino, e questo è l'effetto anche di questo trattamento... Scusate lo sfogo, ma quanno ce vò ce vò...

                    *

                    Flash X
                    Ombronauta
                       (1)

                    • ****
                    • Post: 935
                    • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Topolino 3399
                      Risposta #24: Giovedì 14 Gen 2021, 10:30:28
                      per i Topi, a parte Casty,
                      Casty... e anche Marco Nucci che IMHO crea delle atmosfere che mi ricordano Gott.

                      *

                      Melus
                      Gran Mogol
                         (1)

                      • ***
                      • Post: 689
                      • Ehilà, parentame! Come butta?
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3399
                        Risposta #25: Giovedì 14 Gen 2021, 10:54:09
                        Questo, complessivamente, è un bel numero di Topolino, ma la storia di punta IMHO è senz'altro Zio Paperone e la Gazzella del Nord, una piccola perla barksiana del buon Vito Stabile e del magico Maestro Rota, una storia classica, avventurosa, bella, ma dall'autore che ha fatto interagire e litigare Jones e Anacleto Mitraglia (!) e che ha spedito Gedeone de Paperoni in giro per il mondo a cercare tesori con il fratellone (!!) non mi aspettavo nulla di meno. ;) Spero davvero di leggere presto altre storie così.
                        Non male neanche le altre storie, interessante quella di Fantomius, simpatica quella di Gastone. Su "Topolino-Le Origini" dico solo che non apprezzo, in generale, le retcon. Di nessun genere.

                        *

                        Gumi
                        Cugino di Alf
                        Moderatore
                           (3)

                        • ****
                        • Post: 1370
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (3)
                          Re:Topolino 3399
                          Risposta #26: Giovedì 14 Gen 2021, 11:15:34
                          Casty... e anche Marco Nucci che IMHO crea delle atmosfere che mi ricordano Gott.

                          Mh delle atmosfere di Mistero forse. Perlomeno nelle prime parti delle storie di Vertigo. Possono ricordare come ha giustamente fatto notare Tang Laoya Hitchcock per i numerosi riferimenti,
                          Ma ad oggi i riferimenti a Gottfredson sono solo nell'aver tentato di fare dei gialli con Topolino protagonista.

                          Non ho ancora sperimentato né la scanzonata esuberanza e il richiamo dell'avventura del primo topolino di Gottfredson, né la surreale inquietudine del Topolino di Walsh. Quali sono per te le atmosfere alla "Gottfredson" (quanto bene lo conosci?) che ritrovi in Nucci?

                          *

                          salimbeti
                          Pifferosauro Uranifago

                          • ***
                          • Post: 493
                          • W questo FORUM!!!
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:Topolino 3399
                            Risposta #27: Giovedì 14 Gen 2021, 11:19:46
                            Però si potrebbe anche adottare una via di mezzo: non è obbligatorio dire che una storia è ambientata nel 1969, ma nemmeno mostrare gli iPhone...

                            E cosa cambierebbe ? Ci sarebbe sempre qualcuno che si porrebbe  il problema di quando è ambientata e sosterrebbe che siccome non ci sono gli smartphone ed i computer è del 1969, oppure un' altra corrente di pensiero che ritiene giuste e "canoniche" le storie di Barks e Don Rosa e che Paperino è nato nel 1920 vorrebbe la storia è ambienta negli anni 50, così come effettivamente poteva essere quella pubblicata nel 1969. Poi ci sarebbe il gruppo di quelli che ritengono le storie pubblicate oggi ambientate nel presente e quindi avrebbero da ridire perchè mancano gli smartphone ed i computer, papernet ec...
                            Da queste lucubrazioni mentali non si esce perchè si basano esclusivamente su una personale visione e scelte di cosa si ritiene giusto, applicabile o logico e siccome la realtà non soddisfa mai la mappa mentale che ognuno si crea,  qualsia scelta della redazione/autori può essere opinabile o non corretta o semplicemente non soddisfacente

                            *

                            Flash X
                            Ombronauta

                            • ****
                            • Post: 935
                            • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3399
                              Risposta #28: Giovedì 14 Gen 2021, 11:33:03
                              Casty... e anche Marco Nucci che IMHO crea delle atmosfere che mi ricordano Gott.

                              Mh delle atmosfere di Mistero forse. Perlomeno nelle prime parti delle storie di Vertigo. Possono ricordare come ha giustamente fatto notare Tang Laoya Hitchcock per i numerosi riferimenti,
                              Ma ad oggi i riferimenti a Gottfredson sono solo nell'aver tentato di fare dei gialli con Topolino protagonista.

                              Non ho ancora sperimentato né la scanzonata esuberanza e il richiamo dell'avventura del primo topolino di Gottfredson, né la surreale inquietudine del Topolino di Walsh. Quali sono per te le atmosfere alla "Gottfredson" (quanto bene lo conosci?) che ritrovi in Nucci?
                              Praticamente sì, mi riferivo a atmosfere di mistero, che mettono una certa inquietudine. Queste atmosfere mi ricordano alcune perle come Topolino e i pirati ma anche Topolino giornalista in cui è presente l'ansia che fa venire la "mafia".
                              Io in ogni caso ho letto poco di Gott: praticamente ciò che è uscito finora tra Rizzoli e Panini, i tre volumi fino a quello blu.

                              *

                              paolo87
                              Gran Mogol
                                 (1)

                              • ***
                              • Post: 538
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re:Topolino 3399
                                Risposta #29: Giovedì 14 Gen 2021, 13:54:22
                                Però si potrebbe anche adottare una via di mezzo: non è obbligatorio dire che una storia è ambientata nel 1969, ma nemmeno mostrare gli iPhone...

                                E cosa cambierebbe ? Ci sarebbe sempre qualcuno che si porrebbe  il problema di quando è ambientata e sosterrebbe che siccome non ci sono gli smartphone ed i computer è del 1969, oppure un' altra corrente di pensiero che ritiene giuste e "canoniche" le storie di Barks e Don Rosa e che Paperino è nato nel 1920 vorrebbe la storia è ambienta negli anni 50, così come effettivamente poteva essere quella pubblicata nel 1969. Poi ci sarebbe il gruppo di quelli che ritengono le storie pubblicate oggi ambientate nel presente e quindi avrebbero da ridire perchè mancano gli smartphone ed i computer, papernet ec...
                                Da queste lucubrazioni mentali non si esce perchè si basano esclusivamente su una personale visione e scelte di cosa si ritiene giusto, applicabile o logico e siccome la realtà non soddisfa mai la mappa mentale che ognuno si crea,  qualsia scelta della redazione/autori può essere opinabile o non corretta o semplicemente non soddisfacente
                                Appunto. La giusta vaghezza lascerebbe a ciascuno la liberta' di immaginarsela come vuole

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.