Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |
1 | |
4 | |
3 | |

Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari

2663 · 111548

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Volkabug
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1275
  • affezionato lettore
    • Online
    • Mostra profilo

    Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
    Risposta #2655: Lunedì 29 Giu 2020, 09:49:04
    Al netto del genio, Disney era uno degli uomini più razzisti mai vissuti. Basti pensare alla leggenda metropolitana dell'ibernazione

    ? Ma... cosa c’entra?
    Micropaperi! Dove siete?

    *

    paolo87
    Pifferosauro Uranifago

    • ***
    • Post: 425
    • Novellino
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
      Risposta #2656: Lunedì 29 Giu 2020, 10:09:51
      I racconti dello zio Tom già all'epoca fece sorgere polemiche, in quanto rappresentava neri che cantavano e fischiettavano felici mentre  lavoravano in piantagione. Ora, Walt Disney era sicuramente un wasp con idee conservatrici e scarsa sensibilità per certe tematiche, e dobbiamo ammetterlo a prescindere dal fatto che la cosa ci piaccia o meno. Tuttavia trovo inquietante quello che sta succedendo: ci trovo dei germi da distopia orwelliana.

      P.S.: il fatto che Disney fosse un conservatore non significa avvallare le leggende nere sul fatto che fosse razzista, antisemita e quant'altro. Quella è tutta spazzatura, intendiamoci.

      *

      Rockerduck87
      Ombronauta

      • ****
      • Post: 884
      • Just another brick in the wall
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
        Risposta #2657: Lunedì 29 Giu 2020, 10:17:20

        P.S.: il fatto che Disney fosse un conservatore non significa avvallare le leggende nere sul fatto che fosse razzista, antisemita e quant'altro. Quella è tutta spazzatura, intendiamoci.

        è spazzatura che ha molto richiamo però, pensa solo alle molte battute dei Griffin proprio su questo tema...
        Il radical chic è l'esempio più sporco e osceno di chi finge di perdere il proprio ruolo sociale per mantenerlo
        (G. Testori)

        *

        Volkabug
        Cugino di Alf

        • ****
        • Post: 1275
        • affezionato lettore
          • Online
          • Mostra profilo

          Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
          Risposta #2658: Lunedì 29 Giu 2020, 11:03:39
          è spazzatura che ha molto richiamo però, pensa solo alle molte battute dei Griffin proprio su questo tema...

          I Griffin fanno battute un po' su tutto... d'altronde si ha maggior interesse a scovare veri o presunti scheletri nell'armadio di una grande company come la Walt Disney che è voluta diventare, soprattutto negli ultimi decenni, il simbolo stesso del politically correct che tanti disprezzano; come quando si cercano i messaggi subliminali nei Classici Disney anni '90. Comunque per quello che so non vedo le basi per considerare Walt un razzista... semplicemente era figlio della cultura del suo tempo, negli anni '30 di certo non c'era Martin Luther King a sfilare in piazza... poi, che Walt avesse idee a mio parere un po' inquietanti, come l'edificazione di una città ideale in cui tutti sono felici come nelle fiabe, è un altro paio di maniche...
          Micropaperi! Dove siete?

          *

          Rockerduck87
          Ombronauta

          • ****
          • Post: 884
          • Just another brick in the wall
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
            Risposta #2659: Lunedì 29 Giu 2020, 11:12:06

            I Griffin fanno battute un po' su tutto... d'altronde si ha maggior interesse a scovare veri o presunti scheletri nell'armadio di una grande company come la Walt Disney che è voluta diventare, soprattutto negli ultimi decenni, il simbolo stesso del politically correct che tanti disprezzano; come quando si cercano i messaggi subliminali nei Classici Disney anni '90. Comunque per quello che so non vedo le basi per considerare Walt un razzista... semplicemente era figlio della cultura del suo tempo, negli anni '30 di certo non c'era Martin Luther King a sfilare in piazza... poi, che Walt avesse idee a mio parere un po' inquietanti, come l'edificazione di una città ideale in cui tutti sono felici come nelle fiabe, è un altro paio di maniche...

            certo io condivido che sono sciocchezze, però, per un motivo o per l'altro, si sono alimentate nel tempo (la classica bugia che diventa vera e gigantesca quando passa di bocca in bocca), e adesso la Disney gioco forza deve fare il triplo (arrivando anche modificare i propri lavori) per smorzare accuse già ridicole di per sé.
            Io sono molto critico sull'operato disney sull'eccessivo politicamente corretto, ma bisogna ammettere che ha i mastini alle calcagna che fanno a gara per metterla sotto accusa.
            « Ultima modifica: Lunedì 29 Giu 2020, 11:17:57 da Rockerduck87 »
            Il radical chic è l'esempio più sporco e osceno di chi finge di perdere il proprio ruolo sociale per mantenerlo
            (G. Testori)

            *

            Volkabug
            Cugino di Alf

            • ****
            • Post: 1275
            • affezionato lettore
              • Online
              • Mostra profilo

              Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
              Risposta #2660: Lunedì 29 Giu 2020, 12:01:25
              Ma siamo sicuri che debba “fare il triplo”? A parte censurare i film del passato, non mi sembra che abbia problemi a fare record di incassi ogni volta che propone qualcosa, che sia un film Marvel o un live-action o un sequel come Frozen 2. Certo, sono tutti adeguati al politically correct, ma non è che ci voglia molto... soprattutto se si va a discapito dell’originalità della trama, che in molte delle produzioni che ho citato è IMHO parecchio scarsa... de gustibus.
              Micropaperi! Dove siete?

              *

              Donald112
              Papero del Mistero
                 (1)

              • **
              • Post: 242
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
                Risposta #2661: Lunedì 29 Giu 2020, 16:13:55
                è spazzatura che ha molto richiamo però, pensa solo alle molte battute dei Griffin proprio su questo tema...

                I Griffin fanno battute un po' su tutto... d'altronde si ha maggior interesse a scovare veri o presunti scheletri nell'armadio di una grande company come la Walt Disney che è voluta diventare, soprattutto negli ultimi decenni, il simbolo stesso del politically correct che tanti disprezzano; come quando si cercano i messaggi subliminali nei Classici Disney anni '90. Comunque per quello che so non vedo le basi per considerare Walt un razzista... semplicemente era figlio della cultura del suo tempo, negli anni '30 di certo non c'era Martin Luther King a sfilare in piazza... poi, che Walt avesse idee a mio parere un po' inquietanti, come l'edificazione di una città ideale in cui tutti sono felici come nelle fiabe, è un altro paio di maniche...
                Infatti non capisco neanche io quali accuse di razzismo gli siano imputabili. Peraltro Disney stesso esercitò molte pressioni affinché a James Baskett (l'interprete de "I racconti dello zio Tom") fosse assegnato un Oscar onorario: l'attore fu il primo afroamericano maschio a riceverlo. 

                Anche la questione dei messaggi subliminali è ridicola: polemiche infinite per easter egg, scene ambigue o addirittura fotogrammi di durata infinitesimale che penso mai nessuno avrebbe notato se qualcuno non ci avesse montato su uno spettacolo o scritto un articolo polemico. La Disney di oggi è diventata molto paranoica anche per questo motivo. Qualsiasi neo le viene ingigantito e questo fa sì che ormai oggi sia all'erta su tutto e cerchi di stroncare ogni minima polemica.

                  Re:Politically correct, censure e rimaneggiamenti vari
                  Risposta #2662: Venerdì 3 Lug 2020, 19:18:56
                  Ennesimo capitolo ridicolo:
                  https://www.open.online/2020/07/03/sfregio-statua-sirenetta-copenaghen-pesce-razzista-film-disney/

                  A questo punto mancano solo le proteste contro il personaggio di Macchia Nera e ho visto tutto.


                   

                  Dati personali, cookies e GDPR

                  Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                  Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                  Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.