Benvenuto! Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza. Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (225)
  • piccolobush (134)
  • Nebulina (98)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (80)
  • Paperinika (44)
  • warren (43)
  • A.Basettoni (42)
  • New_AMZ (37)
  • Angelo85 (35)
  • inthenight (29)
  • Samuele (26)
  • Gladstone (26)
  • Everett_Ducklair (25)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • Brigitta_McBridge (14)
  • marcosferruzza (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 357962 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Con questo quarto volume dei Disney Omnibus si conclude, parzialmente, come vedremo alla fine, la ristampa di MMMM - Mickey Mouse Mistery Magazine, lo spillato del 1999 che proponeva di fare con Topolino quanto fatto con Pkna, anche se i risultati di pubblico non saranno gli stessi, al contrario di quelli di critica. A quasi vent'anni di distanza, la serie viene ricordata come un cult, allo stesso modo di Pkna, e salta agli occhi affrontando una nuova, o prima, lettura, di queste storie straordinarie.
Un'altra bella copertina di Mastantuono apre il volume, e ci si lancia a capofitto nelle storie. Calypso è un teso thriller tra procedurale e carcerario, in cui un Topolino più in difficoltà con mai deve calarsi nelle viscere del crimine per risolvere una volta per tutte la guerra con il corrotto Lasswell e il sistema illecito che prospera sotto di lui. Artibani e Sciarrone sono ottimi in coppia, così come ai tempi di Pkna.
Black Mask riporta Faraci alla sceneggiatura, insieme a Mastantuono ai disegni. è loro una frizzante trama tutta ambienta nell'ambiente chiuso del treno, come l'Orient Express, con strizzate d'occhio a 2001. Ma rimane nella memoria sicuramente la scena iniziale, in cui il dubbio di una morte prematura, narrata in piena modalità noir, spiazza il lettore abituato al politicamente corretto disneyano. I due autori rendono bene l'ambiguità e la crudeltà insiti nel villain principale.
Dopo questo numero, MMMM si apriva ad una seconda fase, come nelle serie tv dopo la prima stagione. Se le prime otto storie mantenevano una certa robustezza narrativa, con trame verticali portate avanti, e con dei nemici ricorrenti, l'ultima fase della serie propone un modello autoconclusivo, con qualche seme di storia più ampia sparso qua e là, mai portato avanti a causa della chiusura anticipata. Pur peccando in compatezza, l'ultima fase presenta comunque storie solide e nuovi sceneggiatori al posto della rodata coppia Faraci - Artibani, genitori della serie. Victoria è un ottimo esempio di storia singola che esplora la citta di Anderville e scava nel suo passato e nel suo tormentato presente. Macchetto utilizza bene i flashback per farci assaporare la malinconia della vita e la difficolta di sfidare convenzioni e passatismi, avendo uno sguardo puntato sul futuro. E Turconi ai disegni non ha bisogno di ulteriori commenti.
Run Run Run è senz'altro la storia che, in tutta la serie, stupisce di più. Efferata, malata, violenta, crudele, tesa, senza un attimo di respiro: Riccardo Secchi imbastice una trama dura fatta di attentati esplosivi durante una maratona, e di una citta come Anderville in balia di una piovra malavitosa, che nei piani probabilmente sarebbe tornata a colpire in futuro. Topolino è qui travolto come non mai dagli eventi, senza perdere la speranza, ma quasi dilaniato dalla crudele realta. Quest'ultima è impersonificata da un inquietante villain, folle e terribile nella sua concretezza: Mottura ai disegni ci mette del suo per esaltare la cupezza e l'ombra metropolitana, con i suoi tagli d'ombra, le sue inquadrature e le sue linee rigide. Una storia eccezionale e sbalorditiva nella sua crudezza, senz'altro un unicum nel panorama disneyano, molto oltre la maturità pikappica.
L'approccio realista continua in The Dark Side, seppur in maniera meno netta, anche se il Topolino di Perina armato di AK47 non si dimentica. Torna Faraci per il commiato alla serie, ma la vicenda appare un poco spenta, e non è completamente riuscita, con una trama che non valorizza alcuni buoni spunti, come l'utilizzo di Tomoka e del giornalista Muck. Al contrario, l'ultimo episodio, Small World, presenta un piatto ricco, in cui le minute e umane storie di comuni pompieri e di piccoli criminali si attorcigliano alle manie e agli squilibri della mente umana: Artibani presenta indagini che si intersecano, attacchi incendiari e famiglie in pericolo, con una disinvoltura semplice e un perfetto incastro finale, in cui tutti i nodi vengono al pettine. Camboni da par suo regala dei bei disegni. A lui è lasciato il pesante onere di chiudere la serie, con le ultime tavole nette, dure e spietate come Anderville, in cui il lettore si trova davanti l'ineluttabile e concreta fine.
In conclusione, da un punto di vista dei contenuti è senz'altro un numero da cinque stelle, semplicemente eccezionale. Aver mancato però la possibilita di pubblicare almeno le brevi è un grave vulnus, che inevitabilmente macchia tutta l'operazione. Ergo, ci riserbiamo di dare un voto minore, molto a malincuore, lasciando ai nostri lettori la possibilità di che cosa giudicare, se i contenuti o la forma. Sicuramente, per chi non avesse letto questi capolavori e non si fidasse di mercatini online, si tratta di un volume imperdibile.
E faccio un po' di autocelebrazione, dato che con questa è la recensione numero 200!

Recensione di V


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 4/5 (16 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy