Benvenuto! Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza. Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (237)
  • piccolobush (141)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (84)
  • Paperinika (50)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Angelo85 (37)
  • inthenight (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 390743 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Un buon numero, questo di marzo, con tante storie belle e non recentemente ristampate, purtroppo penalizzato dalla lunghezza non indifferente della parte "opinabile" dell'indice.
Nel dettaglio, la palma del numero è duplice e va a Paperino e la fantascienza, di un Carl Barks in forma smagliante e pronto a dar lezioni a chiunque su "come si scrive una storia breve" e alla ben più lunga (ma egualmente divertente) Paperino e il Colosso del Nilo. Come al solito in quegli anni, Romano Scarpa riesce a fondere umorismo e originalità della trama in maniera difficilmente eguagliabile. La storia, che si svolge in gran parte in Egitto con un grande Paperino e dei grandi Bassotti al culmine dell'inventiva (nel caso di Paperino, pure con dei lati artistici…), è un celebre caso di "anticipazione dei tempi": l'autore anticipa la soluzione adottata dal governo egiziano, nel 1966, per far fronte allo stesso problema. Ma, va detto, ulteriore coincidenza è nel fatto che proprio in questi giorni sembra sia venuta alla luce una nuova statua presso Il Cairo, raffigurante - forse - ancora Ramses II.
Quanto al resto, si veleggia su una smagliante prova di Giorgio Cavazzano ai disegni, Zio Paperone contro Terror, per un soggetto ciminiano un po' meno denso del solito (cosa in fondo tipica di quel periodo) ma con i suoi bravi momenti, per passare ad una piccola (mia personale) delusione, con Pluto e il postino provocatore, ad opera di un altrimenti sempre grande Luca Boschi, e una doppia kinneyana (ma assai sbilanciata qualitativamente in favore della prima storia), Paperoga l'immunizzato (Paperoga e Amelia nella stessa storia - e con risultati un po' più divertenti di quelli visti di recente su Topolino) e Paperoga rude pioniere.
Piacevole sorpresa Paperone e la super calamita di Roberto Catalano con un bel Luciano Gatto, storia molto tipica dell'autore, con una curatissima "recitazione" di Paperino e nipotini a fronte della sempre fatale interazione fra Paperone e la tecnologia.
Parecchio deludente la sezione Superstar estera, soprattutto per Paperino e il tesoro del Faraone, disegnata (e concedetemi un "si fa per dire") da Luis Destuet. Storia che procede a saltelli, per continue opposizioni dei due personaggi principali, Paperino e Gambadilegno (più un avo egizio di quest'ultimo…), in maniera piuttosto noiosa.
Va meglio con Zio Paperone e il trasferimento di capitali, con un Alberto Lavoradori decisamente alle prime armi (di fatto quasi irriconoscibile, non fosse per l'aspetto fisico del Catafaz e per la geometria perfetta dei caccia che compaiono alla fine della storia), ma soprattutto con Paperartù e i cavalieri della Tavola Triangolare, vera sorpresa di tal Alberto Finizio, autore di sole due storie per Topolino, il quale mette in campo una bella storia, più che altro per delle spassose scelte nei dialoghi, una su tutte, quando Re Paperartù (manco a dirlo, Paperone) scopre il furto della coppa (il Graal) esclama disperato: "Il pro-prosciutto è sparito… cioè...". Si chiude con Paperino e i lavoretti a domicilio, prova abbastanza simpatica di Carlo Panaro negli anni "barossiani", e soprattutto con un ottimo Alessandro Barbucci.
Peccato per alcune (non poche) scelte un po' "così", insomma, ma il doppio Cimino (benché non ai vertici), il Catalano, lo Scarpa (tutto sommato mai ristampato dal 2007 in casa Disney), il Barks non ristampato dal 2004, e il… Finizio rendono il numero più che degno di essere letto.

Recensione di A.Basettoni


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 3/5 (11 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy