Benvenuto! Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza. Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (231)
  • piccolobush (136)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (82)
  • Paperinika (47)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Angelo85 (36)
  • inthenight (30)
  • Gladstone (27)
  • Everett_Ducklair (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • Brigitta_McBridge (14)
  • marcosferruzza (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 372245 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Dopo i primi tre numeri del nuovo ciclo della testata che avevano, in un certo qual senso, giustificato lo sbandierato "cambio di rotta", con questo quarto numero "si torna all'antico", per più d'una ragione, come vedremo.
Si inizia con l'inedita Paperinik e il forziere conteso (Moscato/Asaro) che, dopo le buone danesi dei primi tre numeri (e questa è la prima delle ragioni cui accennavo), ci riconsegna la solita storia stretta nell'asfissiante limite delle 20 tavole: Roberto Moscato imbastisce, di conseguenza, una trama molto rapida che cerca di minimizzare la percezione dell'esiguità delle tavole, peraltro con buoni risultati, ma di fatto sembra non esser cambiato nulla rispetto ai tempi dell'Appgrade.
La selezione delle ristampe si apre con Paperinik e l'altro Paperino (Salati/Mazzon), storia dal taglio fantascientifico che vede il nostro protagonista proiettato in una dimensione parallela non troppo diversa dalla sua, se non per un dettaglio: seppur con una certa leggerezza di fondo, la vicenda è ben strutturata ed anche graficamente non presenta pecche. Si prosegue con Paperinik e lo strano caso del Coniglio Pasqualino (Marconi/Deiana) che, come il titolo lascia chiaramente intuire, più che una storia tradizionale del papero mascherato, costituisce un simpatico omaggio alle festività pasquali, un po' come è più spesso avvenuto per quelle natalizie.
Tra le migliori del numero si annovera certamente Paperinik e il progetto super eroe (Enna/Barozzi), che esalta il lato più prettamente supereroico del protagonista, alle prese con una situazione tutta scoprire nella sua effettiva realtà: tra robottoni, misteriosi "colleghi" e devastazioni assortite, il buon Paperinik avrà le sue gatte da pelare per riportare la calma a Paperopoli. Molto più "tradizionale" risulta, invece, Paperinik e il doppio colpaccio (Concina/Gatto), dove i bei disegni del Maestro Luciano Gatto fanno da sfondo ad una vicenda che ripropone il clichè dell'amnesia del protagonista alle prese con dei Bassotti guidati da un "capobanda" molto determinato creato per l'occasione: è la storia più "anziana" dell'albo, e lo si avverte, ma nel complesso resta un buon esempio del Paperinik più "classico".
La storia migliore del numero è indubbiamente Paperinik e il testimone scomodo (Enna/Scala): Bruno Enna imbastisce una trama di genere gangster dove il compito del protagonista sarà quello di vegliare sul "testimone" di cui al titolo... o almeno proverci! Tra tanta azione, molte gag, un simpatico tormentone e dei disegni veramente dinamici ed espressivi, questa storia risulta un ottimo connubio di elementi divertendo il lettore sino all'ultima vignetta.
Si arriva cosi alla storia guest Paperinik e il ritorno di Inquinator (Pezzin/Gottardo) e, quasi a voler idealmente chiudere il cerchio, ecco che la storia conclusiva dell'albo ripropone ragioni di perplessità sull'effettività del "cambio di rotta" della testata: ed infatti, se i primi tre numeri avevano avuto il pregio di presentare (nella sezione guest) il ciclo di Spectrus in maniera ordinata e (quasi) completa - situazione del tutto sconosciuta al vecchio Appgrade - ecco che già da questo quarto numero le buone intenzioni sembrano perder slancio, ritornando il criterio della casualità con un Inquinator introdotto con la sua storia conclusiva; oltretutto, ad aggravare la gravità della scelta sta la considerazione che il "ciclo" principale di inquinator, al netto delle sue comparsate negli Ultraheroes, consta di appena due sole storie, dunque sarebbe bastata davvero poca attenzione per far le cose per bene.
In conclusione, questo quarto numero reca seco delle storie sufficienti, variegate e tutte, dall'inedita alla guest, di discreta qualità, pure con qualche picco, ma di fatto la sensazione che assale a lettura terminata è che la ventata di novità rispetto all'Appgrade si sia già esaurita e che il futuro prospetti un ritorno ad inedite che si dimenano tra l'esiguità delle 20 canoniche tavole a disposizione e storie-guest riproposte assolutamente a casaccio pure quando un proprio ordine sussisterebbe.

Recensione di Gancio


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 2/5 (11 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy