Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (242)
  • piccolobush (142)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (85)
  • Paperinika (52)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • Gancio (39)
  • New_AMZ (37)
  • inthenight (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 403664 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



E da Tesori International nasce lo spin-off dedicato agli autori italiani, completando in qualche modo il ritorno al passato con i lontani Maestri Disney. Lo spunto nasce dalla celebrazione dei 50 anni di attività disneyana, del grande Giorgio Cavazzano. Maestro puro, capace in pochi anni di dare il suo stile a Paperopoli e Topolinia, diventato poi pietra di paragone per tutti gli autori a venire. Il suo tratto universale rende i personaggi apprezzabili sotto ogni aspetto, e comprensibili a chiunque. Ma chiaramente quello di Cavazzano non è manierismo, e in ogni sua vignetta compare l'arte e la maestria: le piogge, gli uccelli, gli sfondi, i volti e le espressioni. Tutto concorre alla magia della tavola. Le pagine del settimanale e il periodo a bottega da Scarpa sono stati il trampolino per una carriera che ha coinvolto illustre collaborazioni e grandi personaggi del pantheon fumettistico: da Diabolik a Lupo Alberto, fino all'Uomo Ragno. Per non parlare della collaborazione con Tiziano Sclavi per il piccolo gioiello hard - boiled di Altai e Jonson.
Venendo a questa testata, la redazione realizza un ottimo lavoro, al solito sostenuta dall'imprescindibile Luca Boschi. L'idea è di pubblicare le migliori storie dell'autore, in ordine cronologico, scelte da Cavazzano stesso, con alcuni suoi ricordi personali. Il tutto impreziosito da robusti articoli e da gallerie di immagini e di sketch decisamente interessanti, e capaci anche di risultare inediti per il lettore più esperto.
Scorrere queste pagine è un magnifico viaggio nel tempo, in questo caso gli anni '70, in cui il tratto grintoso, le fitte ombreggiature, i tratti incrociati, lo stile realistico per gli oggetti e i mezzi di trasporto, si sposano con una freschezza delle trame e un'originalità assoluta. Sono gli anni cosiddetti "techno", soprattutto in coppia con un geniale sceneggiatore come Giorgio Pezzin. Sua è la spassosa e spericolata vicenda del peso della gloria, un vero delirante fuoco d'artificio.
Non mancano altri sceneggiatori sodali di Re Giorgio, come Carlo Chendi e il suo Ok Quack e Rodolfo Cimino e la sua meravigliosa Reginella, in quel piccolo romanzo d'amore e di amarezza che è l'avventura sottomarina.
Insomma, un inizio brillante per una testata che si preannuncia molto ricca, anche se a noi spiace raggiungere così in fretta già il 1982, perchè gli anni '70 avevano ancora molto da dare. Confidiamo che nei prossimi numeri ci sia la possibilità di pubblicare qualche inedito, ancora mai pubblicato in Italia. E, infine, non ci sentiamo di puntare il dito contro l'ambiguo e contradditorio sottotitolo della testata: 50 capolavori di Giorgio Cavazzano. In sei volumi, e con 5 storie in media per numero, non si capisce come questa cifra possa essere raggiunta. L'idea è considerare i vari sketch "capolavori", ma a noi sembra una scelta quantomeno azzardata. Detto ciò, il primo numero è di ottimo livello, la scelta delle storie, seppur scontata, inevitabile, e permette ad un neofita e anche agli appassionati di troviarsi il meglio di Re Giorgio, in una confezione curata e che sembra giocare in maniera interessante anche con le copertine. I sei volumi dell'iniziativa meritano dunque un incondizionato plauso.
Si ringrazia Pacuvio per il prezioso aiuto iconografico.

Recensione di V


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 5/5    Voto medio: 4/5 (13 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy