Benvenuto! Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza. Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (226)
  • piccolobush (135)
  • Nebulina (99)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (81)
  • Paperinika (46)
  • warren (43)
  • A.Basettoni (42)
  • New_AMZ (37)
  • Angelo85 (36)
  • inthenight (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • Everett_Ducklair (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 364798 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Che Ridi Topolino promettesse molte cose si sapeva: una rivista durata in tutto due anni, uscita quando chi scrive queste righe ancora non sapeva leggere, avvolta nel mistero, e condotta dallo stesso Tito Faraci che scriveva Motore/Azione e le Angus Tales non poteva non incuriosire vivamente.
L'antologia proposta non delude le attese, a partire dai titoli: "Manetta contro l'uomo lupo", "Paperino e i sassi (La storia più noiosa del mondo!)" - un'unica tavola che serviva per riempire una pagina, "Paper Bat Niù Adventures - Nervoniani", "Topolino vs un nano di gesso". Si respira un'atmosfera decisamente pionieristica: un buttar giù battute e idee umoristiche che avrebbero creato un canone negli anni a venire, ma che al momento si presentavano in maniera molto eterogenea (ed eterodossa). Ma andiamo con ordine.
I responsabili della testata sono tre: Tito Faraci ai testi di storie e rubriche, Giuseppe Ferrario ai disegni delle medesime, e Marco Bolla per la grafica e per degli stranissimi disegnini a piè di pagina, che formano una piccola "storia a strisce" parallela. Da aggiungere Massimo Marconi, "capitano della nave" che, racconta Tito Faraci, li spronò a lanciarsi sempre più a capofitto nell'impresa, e Carlo Limido, copertinista destinato ad una fulgida carriera di disegnatore.
I tre autori principali hanno tre stili diversi, con cui bisogna fare i conti: personalmente trovo il Tito Faraci di quelle storie decisamente ispirato, Giuseppe Ferrario convenientemente deforme (ma confesso che gli avrei preferito Silvia Ziche), e Marco Bolla… beh, dipende caso per caso; il tratto, studiato quasi per mimare i bimbi delle scuole materne, scaturisce talvolta riusciti effetti stranianti, talvolta a dire il vero annoia, a seconda dell'effettiva originalità delle battute che va a servire. Ma naturalmente è un parere personale. Da segnalare senz'altro la truppa di fungaioli bergamaschi ("Orpo! Orpo! Orpo!") schierata in funzione antialiena.
Oltre alle rubriche (l'oroscopo del rastrello e del dattero, tipiche idee alla Faraci di cui si sarebbe appropriato anche Sio) da segnalare le tre pagine "Topolino vs un nano di gesso" per l'estremo grado di demenzialità, che ricorda a dire il vero un'analoga (?) scena di lotta nell'Inferno di Topolino (altro capolavoro di delirante ingegno): se chi ha fatto 12 alla Sisal vinceva 52 milioni e ne pagava 56 di tasse, qui arbitra il signor Grillo Gino, accorrono lumache, e uccelli seriosi guardano l'orologio commentando che fa un "freddo becco"; e i disegni di Ferrario, nel loro delirio curato, risultano perfettamente centrati.
E poi, in ordine sparso, la "deficienza artificiale" Undici che parodia il glorioso Uno di PKNA, un kiwi (nel senso del frutto) che appare per una vignetta ad emulare Angus Fangus, il grande campione di domino, e la "storia a bivi" le cui scelte spaziano da "Se vuoi aiutare Basettoni, continua a leggere. Altrimenti, lascia un messaggio dopo il segnale" a "Se pensi che il ladro sia Gambadilegno, corri all'ultima pagina. Altrimenti, abbiamo dei terreni in Florida da vendere".
Sul retaggio della rivista, poco da dire: Sio squaderna tutti i debiti che ha verso questo tipo di umorismo in una prefazione disegnata abbastanza seria (ma si salva per la battuta in copertina: "Ridi, Topolino!" - "No."). Al contrario, si può pensare a qualche influenza (reciproca?...) con il Ratman di Leo Ortolani, in crescita negli stessi anni, con tutte le differenze del caso, naturalmente. A differenza della piega più "sregolata" e "virale", quasi "quantitativa", che ha preso piede oggi fra gli innumerevoli (anche inconsapevoli) imitatori, le trovate di Tito Faraci, pur nell'incertezza di quel periodo sperimentale, appaiono studiate e selezionate: da cui una quantità di storie piuttosto limitata. Quelli di Ortolani e Faraci non sono umorismi tonti che si credono arguti; sono umorismi di persone argute che giocano a sembrare tonte; e, per la nostra gioia, ci riescono benissimo.
Infine, l'albo: rilegatura destinata a fare "cric crok" sino alla fine dei tempi, 146 pagine di sole ristampe (eccettuati i brevi contributi di Sio e Tito Faraci) al prezzo di 3,90 euro (per fare un confronto, Topolino, che vive di storie nuove, talvolta anche tradotte, e rubriche inedite, ha circa 180 pagine e costa 2,50 euro). Decisamente un eccesso, che avrebbe forse motivato un giudizio finale ancora più basso. Ma l'occasione di recuperare queste pionieristiche scemenze rimane tutto sommato degna di seria considerazione, per chi avesse 3,90 euro d'avanzo in tasca.

Recensione di Dominatore delle Nuvole


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 4/5    Voto medio: 3/5 (13 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy