Benvenuto! Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza. Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (235)
  • piccolobush (139)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (83)
  • Paperinika (50)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Angelo85 (37)
  • inthenight (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • Brigitta_McBridge (14)
  • MiTo (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 383959 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Questo terzo numero si apre con una storia di tutto rispetto, Topolino e il vortice ipnotico (Scarpa/Cavazzano), dove le legittime aspettative derivanti dalla lettura dei nomi degli autori vengono pienamente mantenute: è storia dei primi anni '60 che tuttora si lascia leggere con curiosità, alternando momenti più prettamente comici ad altri più intensi, il tutto nel coacervo di una trama solida e ben strutturata. Da notare che, come al solito, la narrazione viene interrotta per da tempo al lettore di indovinare il colpevole.
Altro giallo assolutamente meritevole è la successiva Topolino e il caso del cancellatore (Panaro/Mastantuono), decisamente più "moderna" della precedente, specie graficamente, ma altrettanto valida dal punto di vista dell'intreccio narrativo e con degli ottimi disegni di Mastantuono. Deludente, invece, e non solo a confronto con le due che la precedono, risulta Topolino e la gang monumentale (Martignoni/Della Santa): se l'inizio e lo sviluppo centrale lasciano presupporre una questione alquanto intricata e misteriosa, l'epilogo pecca di assoluta banalità ed inverosimiglianza, vanificando del tutto le buone premesse. Peccato.
Topolino e lo ...scoop fotografico (Russo/Tortajada Aguilar), pur trattando una tematica meritevole e seria, risulta avere ben poco di "poliziesco" dal momento che una buona metà si risolve in una specie di lunga "caccia al tesoro" un po' fine a se stessa. Decisamente di altro livello è la successiva Topolino e gli ologrammi (Gazzarri/Asteriti), storia che punta tutto sull'aspetto "tecnologico" della vicenda e che oggi potrebbe apparire scontata, ma è pur vero che bisogna contestualizzare il tutto alla metà degli anni '70: con questa precisazione, la storia mantiene un buon ritmo e non delude, come invece fa, e parecchio, la successiva Topolino e il ladro di gloria (Mantelli/Staff di If): a parte la banalità delle statue commemorative in (quasi) ogni angolo di Topolinia, risultano deboli e poco credibili, di certo poco orginali, le motivazioni che spingono il villain ad agire, ed il finale "a tarallucci e vino" non aiuta di certo.
L'albo si chiude con Topolino e il mistero di Puerto Topo (Salvatori/Perina), la più recente fra le storie proposte: la presenza di Orazio, l'ambientazione esotica, un furto misterioso, un vecchio amico in pericolo ed un finale a sorpresa rendono decisamente buona questa storia, che magari non potrà certo ascriversi alle "noir", ma che resta un ottimo esempio del genere d'azione, peraltro supportata da ottimi disegni.
Nel complesso, si tratta di un buon numero, dove a recitare la parte del leone sono sicuramente la storia d'apertura, il "caso del cancellatore" e la storia conclusiva. In mezzo trovano posto un paio di storie discrete anche se non propriamente "gialle" e una decisamente sottotono.

Recensione di Gancio


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 3/5 (9 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy