Benvenuto! Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza. Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (237)
  • piccolobush (141)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (84)
  • Paperinika (50)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Angelo85 (37)
  • inthenight (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 390727 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Il nono numero di Paperinik "nuova generazione" si presenta al lettore con una cover, come al solito firmata dalla valida matita di Andrea Freccero, dagli insoliti colori accesi e chiari, che un po' spiazza il lettore di appgrade abituato a toni cupi e tetri, ma che ovviamente non può che farsi apprezzare per la sua realizzazione. L'indice di questo fascicolo appare come il più "rassicurante possibile per il lettore, che infatti si trova a leggere diverse di storie di stampo decisamente classico - ma non solo, perché tra queste ci sono avventure con profili interesanti di originalità -, sia pure valide. Ciò vale sia per le ristampe normali che per la storia guest, nonché l'inedita. Quest'ultima, Buona fortuna, Paperinik è firmata da Giorgio Fontana ai testi e Massimo Asaro ai disegni, e si affida ai più tradizionali canoni delle avventure più casalinghe dell'eroe mascherato. L'antagonista, come è facile intuire dal titolo, è il cugino Gastone il quale, come spesso accade, è reso inattaccabile grazie alla sua fortuna, e neppure il diabolico vendicatore potrà fare molto contro la Dea Bendata. Insomma, una visione di Gastone decisamente aderente alla tradizione recente, che non lascia enorme spazio a intrecci particolarmente originali e a colpi di scena.
Il tema dell'inedita viene riproposto in chiave relativamente simile anche nella storia guest, l'ultima dell'albo. Si tratta di un'avventura datata 1995 di Russo e Del Conte, Il mascherato fortunato. In questo caso la struttura è analoga sotto alcuni punti di vista come l'infallibilità della fortuna del cugino, ma propone altri elementi anche loro molto tradizionali che portano poi all'happy end.
Sul fronte ristampe si parte con Il doppio scoop, di Panaro e Deiana. Si tratta di un'avventura domestica ben costruita che, sfruttando il cliché dei problemi legati alla doppia identità, riesce a intrattenere grazie al ruolo dei nipotini impegnati come reporter del giornalino della scuola.Esso versa in difficoltà economiche e l'idea di Qui, Quo e Qua, non di semplice realizzazione, è intervistare proprio Paperinik. I disegni di Deiana non fanno altro che impreziosire la narrazione. Decisamente più movimentata è I rischi della miniaturizzazione, di Tulipano con i dinamici disegni di Leoni. Sviluppata fuori dalle dinamiche familiari/domestiche come le storie finora affrontate, questa avventura vede i Bassotti impossessarsi di un miniaturizzatore che, ovviamente, usano a loro vantaggio e a scapito di Paperone. La narrazione dell'avventura è fluida e arricchita anche dall'incipit originale, e le quasi sessanta pagine diluite in due tempi volano via con piacere, lasciando quasi l'impressione di aver letto una storia decisamente più breve.
╚ invece parte di una continuity, quella del Cavaliere Analogico, Il fantasma fantatronico (Pesce/Vian). Paperino e il suo alter ego si trovano di fatti a incrociare nuovamente la propria strada con il professore Steampunk, ex direttore del Museo di Paperopoli e nemico di Paperinik nei panni del Cavaliere Analogico in L'attacco ignobile della telefonia mobile uscita due anni prima, e di cui l'avventura proposta in questo numero costituisce il sequel (anche se, come purtroppo accade spesso con questa testata, non gli episodi delle varie saghe non sono riproposti in ordine). Un fantasma appare anche ne L'anello del male scritta da Nino Russo con i disegni di un ispirato Danilo Barozzi, bravo innanzitutto a rappresentare lo spettro che offre filo da torcere al vendicatore mascherato. Alcuni spunti intessanti di questa storia sono la location che si divide tra Paperopoli e un villaggio indiano, un lato vagamente horror con tanto di maledizione, fino alla presenza (poco più di un cameo, in realtà) di Paperoga. Infine, ultima ma non ultima, visto il tema trattato e il suo svolgimento, La fondazione Paperinik firmata erroneamente nell'indice Salvatori/Del Conte, poiché gli autori sono in realtà Bruno Sarda e Anna Marabelli. In questa vicenda è ben sviluppato il tema della beneficenza che, da atto altruistico e disinteressato, diventa un autentico calvario per il papero mascherato, dato che il denaro messo a disposizione senza chiedere nulla in cambio diventa una calamita irresistibile per chiunque, anche chi non ne ha bisogno.
Da segnalare, infine, la sempre azzeccata vignetta di Giuseppe Ferrario dedicata alla tecnologia.
In conclusione, il numero presenta varie storie dal sapore molto classico - a volte perfino troppo - e l'inedita non costituisce un'accezione. Ciò comunque non pregiudica la piacevolezza di esse, a patto che il lettore non cerchi il colpo di scena a qualsiasi costo. Decisamente più originali sono alcune storie, o parti di esse, che spuntano nell'indice. In generale, dunque, vale la pena sfogliare e leggere questo numero della testata.

Recensione di MiTo


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 3/5 (9 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy