Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (242)
  • piccolobush (142)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (85)
  • Paperinika (52)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • Gancio (39)
  • New_AMZ (37)
  • inthenight (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 403694 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Numero di gran livello, che personalmente terrò fra i miei più cari e cui non posso attribuire voto massimo per la presenza di due storie abbastanza fastidiose e pesanti (incredibile se si pensa alla loro lunghezza): Comare Orsa... una signora giocatrice e Comare Orsa soubrette canora, cui va aggiunta Pippo e la grotta dell'indiano Joe (peccato per l'ispirazione tomsawyeriana!), piatta non-variazione sullo scontro con un Gambadilegno armato di una delle assurde pistole giocattolo che per ignoti motivi Tony Strobl si divertiva a disegnare nelle mani dei suoi cattivi. Né vale qualcosa in termini di originalità l'aver sostituito Topolino con Gliberto a servirsi (maluccio) di Pippo come spalla.
E invece, lieta sorpresa, risulta dotata di un qualche sense of humour Paperino e la scuola d'ardimento, storia piuttosto ben condotta su un pappagallo che non sa giocare a scacchi, in cui i disegni sempre un po' elementari ma al contempo personali di Dick Moores contribuiscono a rendere abbastanza straniante.
Ma non si può usare con legittimità la parola "straniante" se non si è letto prima quel... miracolo che è Pippo e il video-esame. Nonostante i bottarismi precedenti, e con buona pace in fondo dei successivi (compresi quelli degli emuli, e la bella e riuscita storia di Roberto Gagnor e Giorgio Cavazzano su Dalì), mi sembra di poter dire che, nelle pochissime pagine di delirio collocate al centro della storia, è condensato quanto di più audace, fantasmagorico ed enigmatico sia mai stato messo, per quanto concerne la mia esperienza, in una storia Disney (unica possibile eccezione: l'Inferno di Topolino? E le punte più estreme e decise dell'opera fantoniana. Ma mai con questa compattezza e con questo contributo grafico). Mi sento di spendere la parola "poesia", depurata dal suo non-significato emozionale, per la fluidità con cui volano via le sei tavole di incantesimo, consequenziali e immaginifiche. Non la migliore storia di Bottaro né di Nocciola, non la più originale, non la più articolata, se pensiamo anche a quelle più o meno in coppia con Chendi (il Dottor Faust! I missili antimaliardi! L'isola del tesoro!), ma depositaria di un tesoro ineguagliato, una sperimentazione deliziosa e garbata, che segna un vertice al quale non si è più guardato in seguito. Per fortuna, forse, perché l'attuale generalizzata passione per l'esagerazione ne avrebbe tradito l'ingenuità e l'assoluta eleganza.
Basta così? Macché: Zio Paperone e il mistero del maniero, benché recentemente pubblicata su uno speciale, mantiene intatta (a dir poco) la sua carica oserei dire elettrica: piena di trovate e trovatine che, giova ripeterlo, in mano ad altri avrebbero significato quasi nulla (le due guide "econome" del castello: e quante ne abbiamo viste, dopo, di analoghe?), ma in quelle mani (quattro)... beh, leggere per credere.
Sempre accumulativa e iperbolica (ma con quella imperturbabilità squisitamente chendiana che non appartiene invece agli altri specialisti dell'iperbole, i "fratelli Bross") Paperina - Dal mio diario: L'anello di brillanti; manco a dirlo, bella lettura come sempre.
Ma ecco, a questo punto bisogna tenersi forte. Perché Paperino e la scuola dei guai è qualcosa di molto molto particolare. Ma come? L'ennesima storia di Martina con Paperino e nipotini botte imposizioni Paperone viaggio in mare disastro collera apocalittica? Eehh... Si dica quel che si vuole, saranno i disegni di Scarpa, saranno i colori (belli, finalmente!), sarà l'influsso di Urano sulla quinta casa, ma personalmente reputo questa storia una vetta nella pur da me quasi sempre apprezzata produzione del Professore. Parte - ingannevole - come riproposizione della Scuola modello (storia che da sempre conto tra le mie favorite di sempre, si badi bene), e ci si stupisce che spenda immediatamente i classici trucchi come la colla sulla sedia, che insomma... e invece no, vira sull'avventura in mare, condita di cannonate, Bassotti, navi scuola. Ma al di là della - tutto sommato consueta - disposizione di Martina a mischiare le carte in tavola, quello che vorrei sottolineare è la fluidità meravigliosa con cui l'eloquio martiniano (spesso, per me incomprensibilmente, accusato di pesantezza) si produce nelle sue frasi più memorabili, in una delle complicità più riuscite e divertenti con i disegni di un grande Scarpa (no: questa storia non l'avrei voluta disegnata da nessun altro), insomma in un'atmosfera che prende su di sé e sublima, rende aereo, arguto, leggero, indimenticabile ciò che in altre storie è solo "caratteristico".
Avrò esagerato? Per molti sì. Ma io confido che queste recensioni possano dare un po' di entusiasmo e/o divertimento a chi le legge (e magari si appresta a leggere le storie), quindi spero tutto sommato in bene.
Tutt'altro che da disdegnarsi Indiana Pipps e il sigillo Vallindo, di fattura completamente opposta eppure - quando si sa scrivere non c'è scuola che tenga... - ottima storia di un poco attivo Gianfranco Goria (a livello di sceneggiatore, s'intende, perché nel "retropalco" è figura ben nota...) e con uno strepitoso Massimo De Vita, né tantomeno Zio Paperone e la pillola Pit: ancora Pier Carpi, con un'idea banalissima (una pillola per leggere i pensieri) ma sviluppata su situazioni così astruse che risulta una ottima chiusura d'albo: ciò in ossequio alla - evidentemente non ovvia - verità per cui, almeno in ambito fumettistico, un'idea semplice deve nutrirsi di audacia.
Ciò detto, lettura - come si sarà capito - consigliata, e appuntamento alle prossime uscite!

Recensione di Dominatore delle Nuvole


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 4/5    Voto medio: 4/5 (12 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy