Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (242)
  • piccolobush (142)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • Paolo (85)
  • scrooge4 (85)
  • Paperinika (52)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • Gancio (39)
  • New_AMZ (37)
  • inthenight (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (27)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 403691 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Finisce al terzo episodio Zio Paperone e il segreto di Cuordipietra, di Francesco Artibani e Alessandro Perina, ed è giunta quindi l'ora di tirare le somme e dare un giudizio sulla storia nella sua interezza.
In quanto seguito di quel capolavoro che è stato Zio Paperone e l'ultima avventura, uscito quattro anni fa, la sua pubblicazione è stata lungamente attesa e moltissimi lettori avranno sicuramente apprezzato i differenti personaggi che sono stati ripescati dall'oblio appositamente per questa narrazione.
Alla luce però delle attese e dell'eredità che si portava dietro, è chiaro che le aspettative per questa storia erano molte, e di certo non tutte sono state soddisfatte, perchè nel complesso della narrazione ci sono diversi punti deboli, a cominciare dal piano di Famedoro, che si presenta talmente contorto da reggere addirittura quasi da solo (con tanto di soliloquio a mo' di diabolico spiegone) l'impalcatura dell'intero secondo episodio, episodio che a conti fatti risulta di scarso o nullo interesse ai fini degli sviluppi finali della vicenda. Anche il modo in cui sono stati tirati in ballo prima Gedeone e poi Sgrizzo sembra essere alquanto gratuito, e alla luce della loro labile (per non dire nulla) utilità nella trama, assume l'aspetto di una cosa inserita più per accendere gli entusiasmi che altro (in gergo si parla di fan service, e questo caso sembra rientrarci in pieno).
Fuorviante risulta essere anche il titolo, dato che di segreti non se ne vede traccia: quello che traspare di Famedoro è "solamente" l'essere un tipo senza scrupoli e con una forte invidia nei confronti di Paperone, che oltre ad essere il papero più ricco del mondo, possiede anche molte altre ricchezze immateriali che a lui invece sono negate. Insomma, le idee ci sono sicuramente, ma così come sono state assemblate rendono molto poco.
Senza dubbio alcuno si tratta di un'avventura che vive di luce riflessa: dell'ultima avventura di qualche anno fa manca tutto il pathos che lì traspariva da ogni singola tavola e che qua si trova, forse, giusto sul finire del primo episodio, perchè successivamente tutto sembra sgonfiarsi e diventare molto prevedibile, anche se alcuni passaggi sono comunque un po' spiazzanti per il lettore.
Personalmente ho trovato assurdo anche il contrasto tra Paperone e Paperino nell'ultimo episodio, con il primo arrendevole e il secondo combattente, mentre mi sarei aspettata tranquillamente il contrario. Viene anche da chiedersi come faccia Paperone a sapere per certo che l'isola di Cuordipietra affonderà sotto il peso del denaro del riscatto, ma alla fine questo è un dettaglio marginale, dato che i limiti della storia sono ben altri.
Certamente c'era il potenziale per fare molto meglio, anche se, intendiamoci, se questa fosse la media standard delle storie pubblicate, sicuramente il settimanale migliorerebbe di non poco le vendite.
A seguire Topolino e la minaccia piccolina, storia di ordinaria follia di Casty (coadiuvato dai disegni di Perina, che fa il bis) in cui ritroviamo il trio Gambadilegno-Plottigatt-Trudy alle prese con uno dei tanti ricatti collettivi alla città di Topolinia. Non è un kolossal, ma l'autore sa il fatto suo e difficilmente manca il bersaglio (in questo caso una storia piacevolissima e per niente banale).
Fa il bis anche Francesco Artibani (coadiuvato alla sceneggiatura da Alberto Saracco e ai disegni da Marco Mazzarello), che propone un'altra storia appartenente al ciclo Comics & Science. Paperino e i ponti di Quackenberg è forse la storia che più di tutte riesce a centrare l'intento di coadiuvare divertimento e apprendimento, dato che l'argomento scientifico (in questo caso un problema matematico) è presentato in maniera chiara e semplice, senza stravolgimenti ad opera di orpelli fantascientifici che spesso invece che aiutare confondono i lettori.
L'albo finisce con il prologo de La nuova storia e gloria della dinastia dei paperi (Sisti/Sciarrone), che funge da ideale raccordo tra la vecchia narrazione di Guido Martina e questa odierna che sarà ambientata nel futuro, da qui le azzeccate (per chi riesce ad apprezzarle a pieno) matite futuristiche di Claudio Sciarrone.
Completano il libretto anche le ultime notizie sulla manifestazione di Lucca, oltre a cinque one page a tema a firma Tito Faraci e Silvia Ziche, ambientate nel regno dei due laghi.

Recensione di Paperinika


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 4/5    Voto medio: 4/5 (20 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy