Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (244)
  • piccolobush (145)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (86)
  • Paolo (85)
  • Paperinika (52)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • Gancio (40)
  • New_AMZ (37)
  • inthenight (32)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Gladstone (28)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)
  • MiTo (15)
  • marcosferruzza (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 413451 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Introdotto da una copertina assai cinematografica, con Topolino in una posa che dovrebbe essere riservata solo a Lenin e Ratman, e un Macchia Nera (crimine!) senza cappuccio, il terzo numero della Definitive Collection dedicato a Darkenblot si presenta nelle edicole… no, non si presenta nelle edicole così che il prezzo (4,50 euro) venga inelegantemente corretto in 5,50 euro con tanto di adesivo e ritardo nella distribuzione. D'altronde la foliazione è effettivamente maggiorata per ospitare non solo la terza saga della serie, ma anche i due brevi "assaggi" che la precedono, Darkenblot 2.1 - Nuovi poteri e Darkenblot 2 il ritorno - Conflitto Smodato.
Due lavori entrambi sui generis, questi: il primo sostanzialmente inutile ai fini della trama (o riassumibile altrimenti) ma significativo nell'introdurre nell'azione la figura di Minni. Non si può dire che si tratti di un'operazione di finezza rivoluzionaria (non più di quanto non fosse l'uso che ne faceva Ennio Missaglia) e quel che ne viene fuori è la quasi classica figura femminile un po' sveglia e un po' svaporata (però non stupida) che sostanzialmente tiene su la vicenda a fianco di un Topolino perfettamente affiatato. Ma questo breve "episodio cuscinetto" impallidisce letteralmente davanti all'ancor più breve delirio che lo segue. "Michele Baia's Darkenblot 2 il ritorno - Conflitto Smodato" prosegue la linea del film d'azione accennata già magistralmente all'inizio di Darkenblot 2.0 - Regeneration e, a mio parere, rappresenta da solo mezza chiave interpretativa di tutto questo volume. Si tratta di una parodia spinta e debordante (nonché intenzionalmente stupida e stereotipata) dei film d'azione oggi di moda, che tocca i suoi vertici nelle battute «Raggi a distruzione distruttiva», «Gigi, che fai, cavilli?» e non si risparmia pacchianissime spade laser oltre il limite della denunzia per plagio. Uno "strappo del cielo di carta" fulmineo e definitivo, che getta molte luci sugli episodi che seguono e precedono. Ma andiamo con ordine.
Darkenblot 3 - Nemesis è a mio parere forse il più riuscito (anche se di poco rispetto a Regeneration) degli episodi veri e propri della serie. La trama è ampia e godibile, i colpi di scena non mancano, e Casty si diverte a superare beffardamente tutti i cliché narrativi cui avrebbe tranquillamente potuto affidarsi (si pensi all'episodio fra Din e Macchia Nera alla fine del terzo episodio), concedendosi anche una frecciata (per fortuna breve) all'ormai squadernata questione del "Topolin' perfettin' ". E ancora, non mancano battute alla Stanlio e Ollio («due piselli in un baccello…») ed 'è splendida, fra le altre, a livello anche di ritmo e di sceneggiatura, la breve sequenza dell'evasione con «Sono-un-bombaragno». I disegni, sempre curati ed efficacissimi (un'attenzione che Pastrovicchio riserva specialmente a Darkenblot e PK), in questo formato ricevono piena giustizia, certo molto più che sulle pagine piccole e irrigidite del settimanale.
Ma c'è dell'altro. In questo episodio, e forse ancor più nel 2.1, si respira una sorta di innaturale caricamento dei toni in senso cinematografico: l'euforia tutta complimenti del finale dei "Nuovi poteri" («E anche Minni!» «Sì!»), le molte vignette dedicate alla "morte" di Topolino nel quarto episodio di "Nemesis", in generale il linguaggio talvolta innecessariamente piano e quasi pedante (sottolineo il quasi), come quando Topolino fa finta di essere un vecchio marinaio producendosi nelle tipiche esclamazioni marinaresche e poi spiega senza necessità l'ovvio fatto di aver detto cose a caso: tutte maniere di rallentare il ritmo della complicità autore-lettore, sottolineando passaggi che un tempo sarebbero stati forse saltati con effetto umoristico anche superiore. Insomma, come se si volesse scrivere a prova di tonto, o meglio di spettatore medio di un film d'azione, realizzando però il solito lavoro di fino a tutti i livelli. Un'operazione che mi viene davvero da interpretare in senso intrigantemente ironico, e che -esagererò- intravedo anche in tutta la recente produzione di Casty (beninteso, in altri modi e con altri intenti). E il culmine - stavolta però scoperto e dichiarato, e vieppiù geniale - sarebbe proprio Conflitto Smodato. Sperimentazione? Divertissement? Presa in giro globale? Beffa nei confronti dell'alleggerimento di toni del settimanale odierno? Oppure semplice e puro abbaglio di questo recensore?
Ai lettori il giudizio, a Casty (si spera) altrettanta ed altrettale ispirazione per nuove storie di Macchia Nera: finito Darkenblot, avremo un nuovo Uomo Ingannatempo? Un nuovo… me stesso? Probabilmente altro ancora, data l'imprevedibilità del Nostro. E quindi attendiamo con trepidazione. Buona lettura!

Recensione di Dominatore delle Nuvole


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 4/5    Voto medio: 4/5 (18 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy