Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (260)
  • piccolobush (153)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (90)
  • Paolo (85)
  • Paperinika (52)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • Gancio (42)
  • inthenight (40)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (30)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • MiTo (16)
  • Bruno (16)
  • marcosferruzza (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 465923 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Il numero si apre con l’editoriale di Valentina De Poli che chiude l'anno parlando dei desideri per il 2018 e rimanda a un redazionale in cui bambini e personaggi noti ci raccontano i loro sogni e le loro aspettative per l'anno che sta per iniziare. La copertina è affidata a Freccero ed è dedicata alla nuova saga che inizia proprio in questo numero: Donald Quest (Ambrosio/Freccero). La storia, che si articolerà in 5 episodi, è ambientata in un universo parallelo, dove Topi e Paperi devono affrontare Meteormaster con i Busterbot. Il giudizio deve essere sospeso in attesa delle puntate successive; quello che si può dire è che la saga sa un po’ di già visto e ricorda, nella sua impostazione, un po’ la formula già utilizzata dallo stesso autore per i Wizards of Mickey e sembra destinata ad un pubblico molto giovane, al quale viene peraltro spiegato tutto per filo e per segno con lunghe vignette esplicative, mentre il lettore adulto corre il rischio di perdersi tra termini inglesi (come Meteormaster, Beastbuster o Busterbot) e mostri di varie forme con i relativi cacciatori, tutti dotati di una propria figurina, altro elemento che richiama i vari anime vicini alle nuove generazioni come i Pokemon o i Digimon. Freccero, invece, fa un ottimo lavoro e i disegni, per ora, sono la cosa migliore della storia.
Fa piacere rivedere Topolino protagonista di una buona storia in Topolino e il retrofurto (Venerus/Tosolini). Mickey e Minni partecipano ad un veglione di Capodanno in cui l'attrazione principale è una macchina in grado di far esplorare agli ospiti vari futuri alternativi. Finiranno però in una trappola di Macchia Nera, ma riusciranno a cavarsela appena in tempo per festeggiare l'anno nuovo.
L’ultima storia lunga, Zio Paperone e il nuovo test del vecchio West (Michelini/Gatto), si apre con una citazione a Frozen (di cui sappiamo che Michelini è un grande fan) nel fumetto della prima vignetta. Rockerduck, aiutato da due soci del club dei miliardari molto burloni, Trick e Truck, organizza uno scherzo ai danni di Paperone, sfidandolo a una caccia al tesoro. La storia, anche se non parte da presupposti originalissimi, è molto scorrevole.
Le brevi Sole a scacchi. Un bassotto quasi onesto (Camerini/Barbieri) e Paperoga, Incantatore incantato (Pochet), assolvono al loro dovere, mentre una nota di demerito va, anche in questo caso, alle Duck Tales. Questo episodio dovrebbe essere molto significativo, perché porta sulle pagine di Topolino, per la prima volta, Della, la sorella di Paperino. La storia però perde un'occasione, perché gestisce male il personaggio, che non viene presentato in nessun modo e viene proposto come una sorta di guerriera che finisce per togliere spazio anche agli altri personaggi. Come gli altri episodi di questo filone, inoltre, il lettore si trova coinvolto in situazioni che iniziano e finiscono nelle dieci pagine, senza lasciargli nulla.
Per quanto riguarda i redazionali, citiamo lo speciale dedicato a Coco, il film Disney Pixar nelle sale in questi giorni, che ci presenta i protagonisti e i doppiatori italiani e un'intervista a Roberto Bolle che promuove lo show su Rai1 e dichiara il suo continuo impegno nella diffusione della danza, che si concretizzerà anche in un evento dal titolo On Dance – Accendiamo la danza, che si terrà a Milano dall’11 al 18 giugno.
Il numero che chiude questo 2017, è nella media di quelli dell'anno, un po’ sottotono e l'inizio della nuova saga non sembra dare la scossa di cui il settimanale sembra aver bisogno.

Recensione di Chen Dai-Lem


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 2/5    Voto medio: 2/5 (20 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy