Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (267)
  • piccolobush (155)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (90)
  • Paolo (85)
  • Paperinika (52)
  • A.Basettoni (44)
  • warren (43)
  • Gancio (42)
  • inthenight (41)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (31)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Samuele (26)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • MiTo (17)
  • Bruno (16)
  • Brigitta_McBridge (14)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 475907 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Varata in occasione della fiera di Romics del 2014, con tanto di ambiziosa variant ideata per il suo esordio nelle edicole, la Legendary Collection si proponeva inizialmente di ristampare in volumi di grande formato Wizards of Mickey, la saga fantasy apparsa su Topolino all’inizio del nuovo millennio. Un obiettivo raggiunto con il numero 9, al quale venne abbinato anche un cofanetto che sembrava suggerire la conclusione della serie – serie che nel frattempo è però ripartita, tenendo fede al suo profetico «mai la fine»...
Dal numero 10 si cambiava quindi rotta, prendendo a ristampare le avventure della saga a tinte horror X-Mickey, trasformando la testata in un contenitore di cicli a tema fantastico. La ripubblicazione di questa serie si è però interrotta bruscamente dopo la decima uscita, quando mancavano soli cinque volumi per ripresentare tutte le storie apparse nel formato spillato.
Per la seconda volta, la Legendary Collection si è trovata dunque a doversi reinventare: ed è così che, sul ventesimo numero della testata, ha inizio il ciclo de I mercoledì di Pippo. La serie, vista sul libretto fra il 1993 e il 2006, non ha mai goduto di una ristampa organica e ordinata; la speranza è quindi che questa sia la volta buona per raccogliere le 32 storie che la compongono, presumibilmente in 8 volumi, senza che si verifichino spiacevoli interruzioni per il lettore.
Esaurito il lunghissimo preambolo, cosa dire de I mercoledì di Pippo? La serie nasce dalla fantasia di Rudy Salvagnini e dalla matita di Lino Gorlero, i quali firmano le quattro avventure pubblicate in quest’albo e la maggior parte delle storie del ciclo. Pippo e il giallo a premi è una sorta di episodio pilota, nel quale Pippo si cimenta come strampalato giallista, mettendo se stesso nei panni dell’impeccabile detective e Topolino in quelli dell’assistente imbranato, rovesciando quindi i classici ruoli dei due personaggi. Ma non finisce qui: il Pippo scrittore sovverte puntualmente le regole dei generi che affronta, piegandole alle proprie idee. Così gli eroi che si ritrova a impersonare risolvono i misteri perché «sanno come va a finire la storia» o perché «conoscono chi l’ha inventata»; e gli interventi di Topolino per riportare un po’ di razionalità nella narrazione sembrano voler inquinare lo stile naif del racconto dell’amico, il quale comunque nella maggior parte dei casi riesce a respingere le obiezioni grazie alla sua personalissima logica. Una serie quindi molto divertente e ricca di battute, ma che riesce anche a esplorare bene l’amicizia fra Topolino e Pippo.
Da un punto di vista editoriale, si segnala purtroppo qualche lacuna. In primis, una scarsa qualità di stampa dell’episodio Il segreto di Shazan; ma soprattutto, spiace rilevare l’assenza di una introduzione oltre alla brevissima nota di pagina 4. In mancanza di redazionali, ci viene per fortuna incontro lo stesso Salvagnini con una bella presentazione nel suo blog. Non resta che augurarci, quindi, che la serie incontri il riscontro di pubblico che merita e che la ristampa possa raggiungere la sua naturale conclusione; aspetto che, di questi tempi, non è possibile dare per scontato.

Recensione di inthenight


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 4/5    Voto medio: 3/5 (27 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy