Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (271)
  • piccolobush (167)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (93)
  • Paolo (87)
  • Paperinika (52)
  • Gancio (46)
  • inthenight (44)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (32)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Samuele (26)
  • MiTo (23)
  • Chen Dai-Lem (23)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 413065 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



L'editoriale di Valentina de Poli che apre questo numero di Topolino ci rivela che la direttora in questo periodo si sente un po’ stressata, come i più giovani lettori che proprio in questi giorni attendono la pagella del primo quadrimestre. E come non capirla? Dopo i pasticci più o meno grandi che si sono succeduti sul libretto nelle ultime settimane, capiamo lo stress; speriamo però che facendo un bel respiro si possa superare il momento e ricominciare con rinnovata energia.
Questo Topolino porta, intanto, già una bella novità: Donald Quest è finalmente finito. Dopo cinque settimane è quindi tempo di bilanci e, anche se bene o male si è già espresso un parere nel corso delle recensioni, vediamo di tirare le somme. Il progetto è parso, fin dal principio, dedicato ad un pubblico molto giovane, a cui si voleva proporre (probabilmente) anche tutta una serie di prodotti al di fuori del fumetto (come giochi di carte o figurine, presentati insistentemente tra le pagine della storia). Il lettore adulto non è stato molto considerato ed è portato ad annoiarsi e a perdersi tra le pagine. La storia, infatti, partiva da un’idea già di per sé non troppo originale: Topolino e Paperino devono affrontare il cattivone di turno che minaccia l'ennesimo mondo parallelo: Feudarnia. Quest'idea poi non viene sviluppata adeguatamente, infatti non viene spiegato praticamente niente di questo mondo, se non il fatto che è in pericolo, e per di più vengono coinvolti una miriade di personaggi che entrano nella storia solo per il gusto di citazione, senza giustificare coerentemente la loro presenza. Il progetto ha tentato poi di nobilitarsi (o come si dice "di darsi un tono") attraverso la divisione in capitoli, i disegni che, come si è notato in tutte le precedenti recensioni, sono sempre l’unica cosa salvabile della storia e un articolo che correda quest'ultimo episodio in cui si cerca di convincere il lettore (senza peraltro riuscirci) che quello che abbiamo letto è steampunk .
La copertina, invece, disegnata da Coppola, è dedicata alla prima storia del numero Indiana Pipps & Gambadilegno in: il tesoro delle due leggende (Zemelo/De Vita) che vede questa strana coppia protagonista di un'avventura ambientata in Messico. Alla ricerca di un tesoro, i due si troveranno a dover difendere il villaggio e la simpatica e grintosa proprietaria di una posada dalle angherie del cattivo Strider e della sua banda, intenzionati a comprare il villaggio per farne centri commerciali, alberghi e parcheggi. La coppia dà vita ad una serie di gag che ricordano molto la coppia di Bud Spencer e Terence Hill e, tra le vignette della zuffa (elemento tipico dei film del duo), si può riconoscere anche il celebre "piccione", pugno ideato da Bud e ripreso qui da Gambadilegno. Curioso il fatto che Indiana Pipps mangi della generica liquirizia e non vengano mai citate le celebri negritas.
Molto scorrevole anche la storia Commissariato di Topolinia sezione scomparsi: Marta il troppo stroppia (Salati/D’Ippolito). Quest’ultimo realizza dei disegni che ben si abbinano alla trama investigativa creata da Salati e ci immergono nell'atmosfera noir dell'indagine che nobilita un po’ il personaggio di Manetta, ultimamente sempre più relegato al ruolo di macchietta e di spalla comica di Basettoni, ma qui in grado di risolvere un'indagine intricata. Peccato tra le vignette, spunti, ad un certo punto, un hamburger verde, di dubbia provenienza.
Anche la storia della P.I.A. Paperino & Paperoga in: Missione gastronomica (Valentini/Gottardo) non parte da presupposti originalissimi: Paperino e Paperoga devono indagare perché qualcuno sta cercando di sabotare il nuovo ristorante di Paperone a Ocopoli. La trama, però, scorre via in modo piacevole e, anche se non rimarrà sicuramente tra le storie indimenticabili, lascia anche qualche sorriso anche grazie ai disegni di Gottardo.
Una nota di merito va anche agli articoli questa settimana, che affrontano temi vari e interessanti. Vediamo Paperetta e Paperoga inviati in Puglia, in Valle d’Itria, dove incontrano le sorelle Fiorella e Maria Elena Congedo, ideatrici di Trulli Tales, serie animata in onda su Disney Junior e anche all'estero che promuove cibo e tradizioni della Puglia. Possiamo leggere anche un'intervista ad Alberto Diaspro, fra le altre cose vicedirettore dell'Istituto Italiano di Tecnologia, che ci spiega in modo semplice il funzionamento del microscopio ottico, che permette di vedere dentro le cellule e di studiarne il funzionamento. Infine, troviamo un bel redazionale dedicato ad una scuola dell'Uganda, che mette in contatto i nostri ragazzi con una realtà molto lontana e diversa e fa loro conoscere le difficoltà che incontrano i loro coetanei e alcune particolarità della loro cultura e delle loro abitudini.

Recensione di Chen Dai-Lem


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 3/5 (23 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy