Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (270)
  • piccolobush (159)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (91)
  • Paolo (85)
  • Paperinika (52)
  • warren (43)
  • Gancio (43)
  • A.Basettoni (43)
  • inthenight (41)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (31)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Samuele (26)
  • MiTo (20)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Chen Dai-Lem (18)
  • Bruno (16)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 496328 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Il 3254, che si apre con un'evocativa copertina tripartita fra PK, Razziatore e Korinna Ducklair, è il numero in cui incontriamo l'episodio finale de L’orizzonte degli eventi (Artibani/Pastrovicchio) ed è anche il Topolino che precede il tanto pubblicizzato restyling del settimanale. A ricordarcelo è la stessa direttora Valentina De Poli che anticipa, tra le molte novità, la riduzione dello spazio del suo editoriale e un libretto "più ricco, colorato, curioso e utile"; per capire ciò che questo significherà nel concreto, dovremo però attendere il prossimo numero.
Tornando a PK, va evidenziato come in quest'ultima avventura Artibani abbia saputo riempire molti dei vuoti rimasti fra la chiusura di PK2 e la ripartenza di PKNE: per lunghi tratti si è respirata un'atmosfera da chiusura di un ciclo, salvo poi assistere ad un rilancio avvenuto proprio nelle vignette conclusive. Il risultato è quello di una storia solida, fondamentale per connettere quanto accaduto da Potere e Potenza in avanti, forse però fin troppo piena di personaggi ed eventi per riuscire ad affrontarli uno ad uno nel migliore dei modi. Pastrovicchio si conferma il disegnatore adatto alle ambientazioni spaziali e supereroistiche nelle quali Paperinik è chiamato a muoversi e, come d'abitudine, si destreggia fra tavole di grande impatto ed espressioni riuscite dei protagonisti.
Topolino e il peplum contrastato (Gagnor/Held), parte del ciclo La storia del cinema di Topolino è una storia abbastanza furba, un omaggio un po' ruffiano al cinema italiano, dove un mare di citazioni (da Alberto Sordi a Vittorio De Sica, da Totò a Federico Fellini, da Sergio Leone a Ennio Morricone), prova a mascherare una trama non troppo brillante. Topolino e Pippo arrivano nel 1948 in una Roma in pieno fermento cinematografico e aiutano un giovane Sergio Leone a girare un peplum a basso costo, superando i tentativi di sabotaggio di Gambadilegno, vicino di set. La storia non è fra le migliori di Gagnor e, purtroppo, anche i vari nomi parodiati, un tempo vero punto forte delle storie Disney, non riescono ad essere originali e a strappare un sorriso.
In Zio Paperone, Paperoga e il canale degli affari (Valentini/Lavoradori) , invece, Paperone viene convinto dal nipote a creare un canale Q-Tube caricando video intitolati Tecniche di Risparmio, che porteranno gli abitanti di Paperopoli ad adottare lo stile di vita del papero più ricco del mondo, mandandone in crisi gli affari. La trama scorre tra una gag e l’altra, peccato per i disegni di Lavoradori che, secondo me, si adattano poco alla storia, abbinandosi magari meglio a trame più dinamiche. I disegni giocano come sempre con spigoli e prospettive, ma rendono un po’ complessa la lettura.
In Topolino e la fama indesiderabile (Panini/O.Panaro), invece, Topolino incontra Kevin Mortadella, un famoso attore di cinema assediato da fan e paparazzi, che vorrebbe solo godersi un po’ di tranquillità ogni tanto. La trama non è particolarmente originale, ma scorre in modo piacevole fino alla fine.
Infine in Paperino e l’irraggiungibile saltatore (C.Panaro/Del Conte), Paperino e nipoti si recano nella palude di Paperopoli per trovare Big Jump, un ranocchio in grado di fare salti lunghissimi. I paperi giungono a un veliero abbandonato, abitato da tre alligatori che si scopriranno essere dei robot, posti da Paperone a guardia di alcuni forzieri contenenti miliardi di dollari che attendono di essere sistemati in un deposito ampliato. La storia, che presenta alcuni passaggi un po’ strani nella trama (ad esempio risulta difficile pensare che Paperone, non sapendo più dove mettere i soldi, li nasconda nella palude con o senza alligatori robot) viene portata avanti di mestiere da Panaro.
L’unico articolo presente è dedicato allo Show Soy Luna Live, dedicato all'omonima serie TV di Disney Channel, in tour in Europa.
E' sicuramente un numero che si assesta nella media, dove troviamo il gran finale di Pikappa, ma anche cinque storie di medio livello, non brutte, ma senza un guizzo particolare, attendiamo con ansia il tanto pubblicizzato restyling, sperando che porti un po' di linfa e vitalità al settimanale.

Recensione di Chen Dai-Lem


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 3/5 (19 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy