Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (271)
  • piccolobush (167)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (93)
  • Paolo (87)
  • Paperinika (52)
  • Gancio (46)
  • inthenight (44)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (32)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Samuele (26)
  • MiTo (23)
  • Chen Dai-Lem (23)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 413069 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Il sesto volume della Don Rosa Library si apre con l'introduzione di Lidia Cannatella "Il piccolo popolo saggio" dedicata a Carl Barks per la sua predilezione verso i piccoli popoli come i Pikoletos o i Terrini e Fermini, nati dalla sua fantasia e protagonisti di alcune delle sue storie più iconiche.
Sono proprio i Pikoletos ad essere gli attori principali di Zio Paperone e la guerra dei Wendigo, la migliore di questo numero in cui Don Rosa riesce ad unire entrambe le richieste pervenute dalla casa editrice Egmont, cioè realizzare un sequel di una storia di Barks e trattare argomenti di interesse locale. Nacque una trama incentrata sul problema delle piogge acide, fenomeno frequente nei paesi scandinavi, che provocavano la lenta morte degli alberi nella foresta in cui vivevano proprio gli indiani Peewegahs visti per la prima volta in "Zio Paperone nella terra degli indiani pigmei". Come vedrete la storia sarà suddivisa in tre episodi questo perché venne pubblicata in tre numeri consecutivi sul settimanale dedicato a Paperino della Egmont, ma anche qui il Don ci ha messo il suo zampino.
Il volume si apre con Paperino - Il papero che cadde sulla Terra, storia fantascientifica ed anche surreale che vede come protagonista proprio Paperino con Zio Paperone e una vecchia conoscenza: il professor Molecola (altro personaggio inventato da Barks) che andò a sostituire Archimede in un secondo momento durante la stesura della sceneggiatura.
In Paperino in "Accadde al Grattacielo de' Paperoni" è praticamente una serie di eventi sfortunati che attanagliano il povero Paperino, ambientata fuori Paperopoli l'ennesimo lavoro rimediato dallo zione si trasforma in una giornata a dir poco catastrofica; in sintesi non una delle migliori storie viste fino ad ora in questa raccolta. La storia Zio Paperone e l'isola alla fine del tempo a differenza delle precedenti si rivela molto istruttiva ma allo stesso tempo difficile da comprendere se letta senza la giusta concentrazione, Don Rosa stesso ha ammesso di aver avuto più di un grattacapo nello sviluppo della trama, tutto questo a causa della Linea Internazionale del Cambio di Data. La presenza di Cuordipietra Famedoro la rende ancor di più interessante agli occhi del lettore, ma è il finale a sorpresa che ci lascerà stupefatti e meravigliati dall'ingegno del Don e per come si è destreggiato sbrogliando una matassa (la trama) che sembrava ormai difficile da sciogliere.
In chiusura Paperino - Il ritorno di Super Segugio è l'ennesimo sequel targato Carl Barks della storia "Paperino e il Superdinamo", in questo caso però Don Rosa vuole trasmettere un segnale al lettore appassionato di fumetti americani dimostrando quanto siano migliori quelli con protagonisti i Paperi! Unica nota stonata è la sceneggiatura rimaneggiata della quale è lo stesso Don a lamentarsene pubblicamente, una chicca che merita la lettura senza ulteriori spoiler.
Numero leggermente sottotono rispetto ai precedenti e per questo non ce la sentiamo di dare più di tre stelle come giudizio complessivo, ciò non toglie che valga la pena leggere tutte queste storie almeno una volta nella vita.

Recensione di camera_nve


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 3/5    Voto medio: 3/5 (17 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie per la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico, condividendoli con Google. Se prosegui con la navigazione per me è come se avessi accettato. Se vuoi approfondire la questione, c'è il sito del Garante della privacy.  Accetta i cookies   |   Info sulla privacy