Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (272)
  • piccolobush (169)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (93)
  • Paolo (87)
  • Paperinika (52)
  • Gancio (47)
  • inthenight (45)
  • warren (43)
  • A.Basettoni (43)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (33)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Samuele (26)
  • Chen Dai-Lem (26)
  • MiTo (23)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 423287 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Questo numero di Topolino, uscito in occasione di Lucca Comics 2018 in due versioni, regular (con copertina di Casty) e variant, (con cover di Massimo De Vita), ospita l’attesissima storia di Casty/Bonfatti Tutto questo accadde domani, seguito della già riuscitissima "Tutto questo accadrà ieri".
Dispiace un po’ che più di metà dell’editoriale sia impegnata dall'annuncio del ritorno, nel prossimo numero, dei Wizard of Mickey, (cosa che un lettore adulto percepisce come una minaccia) e non si trovi un accenno né alla copertina, né alla storia sopra citata, che i lettori attendevano come un vero e proprio evento.
Ma parliamo di cose belle. La storia di Casty/Bonfatti è riuscita a portare una ventata di aria fresca all'interno del libretto dopo settimane di storie un po’ sottotono o comunque nella media. Il racconto riparte più o meno da dove si era interrotto in "Tutto questo accadrà ieri", e ci porta in una Topolinia del 2018 dominata da Gambadilegno che controlla tutti attraverso il giogologio, una specie di orologio in grado di scaricare applicazioni e di verificare la posizione e l’attività dei cittadini. Topolino si risveglia da una sorta di torpore e ricorda cosa ha condotto la città in quell'incubo, ma per salvarla avrà bisogno dell’aiuto di se stesso e dei suoi amici direttamente dal passato. La storia è molto ben organizzata, tutti gli incastri (anche con gli episodi prequel che ci hanno accompagnati queste settimane) sono cesellati alla perfezione e i disegni riescono a rendere l’atmosfera di questo futuro distopico molto inquietante. Ce ne vorrebbero di più di storie così.
Abbiamo poi due simpatiche brevi: La Banda Bassotti in colpetto o scherzetto (Panini/Castellani) e Zio Paperone racconta…tutto gratis! (Stabile/Del Conte). Nella prima i Bassotti, convinti di riuscire a penetrare nel deposito approfittando della notte di Halloween, si vedono respinti dai fantasmi della famiglia De’ Paperoni giunti come ogni anno (a quanto pare) a Paperopoli per festeggiare la ricorrenza con il pronipote, mentre nella seconda capiamo come per Paperone anche le vacanze siano impegnative, soprattutto quando c’è un sacco di cibo gratis a disposizione.
Infine, in Indiana Pipps e la leggenda di Uentshukumishiteu (Sio/De Vita), l’esploratore e il cugino Pippo partono alla volta della Groenlandia, dove si troveranno di fronte a un mistero da risolvere. La storia vede il contrasto tra la sceneggiatura moderna di Sio e i disegni classici di De Vita; il risultato non è particolarmente riuscito perchè, in questo caso, i vari nonsense non riescono a dare quell'umorismo che l’autore ricerca, rendendo l’avventura un po’ pesante.
Segnaliamo tra i redazionali l'interessante intervista a Casty e Bonfatti che raccontano, a modo loro, alcuni retroscena della storia di punta del numero.

Recensione di Chen Dai-Lem


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 4/5    Voto medio: 4/5 (29 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Questo sito si serve dei cookie tecnici per garantirti la migliore user experience possibile, e di cookie non tecnici per l'analisi del traffico, condividendo questi ultimi con Google.
Se intendi proseguire con la navigazione, ti basta cliccare qui per accettare i cookies.
Ti invito comunque a leggere le nostre politiche sulla privacy, da dove potrai comunque esprimere il consenso (o il dissenso) all'utilizzo di quanto descritto e cambiare quando vuoi la scelta sull'accettazione dei cookie.
Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.