Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Questi i recensori più attivi sulle pagine del Papersera:
  • V (276)
  • piccolobush (173)
  • Nebulina (100)
  • Malachia (97)
  • scrooge4 (94)
  • Paolo (87)
  • Paperinika (52)
  • Gancio (48)
  • inthenight (45)
  • A.Basettoni (43)
  • warren (43)
  • New_AMZ (37)
  • Gladstone (33)
  • Everett_Ducklair (29)
  • Chen Dai-Lem (28)
  • Samuele (26)
  • MiTo (25)
  • pacuvio (19)
  • cianfa88 (18)
  • Bruno (16)

 

Disclaimer & Copyright

Questo sito non ha alcun rapporto con la Walt Disney Company e né ha scopo di lucro alcuno, si tratta semplicemente di un sito amatoriale, che può considerarsi un'opera di saggistica rivolta all'analisi e alla promozione dei fumetti Disney e dei loro autori, e si avvale del diritto di citazione.

 

Le copertine DisneyDallo storico Topolino, ai più oscuri supplementi: nella galleria delle copertine è possibile ammirare letteralmente migliaia di copertine, provenienti da quasi tutte le pubblicazioni Disney! E la collezione continua a crescere grazie alla collaborazione di molti appassionati.

 

 

Pagina visitata 454200 volte

 


Ricerca recensioni

Ricerca recensioni
Testata: Titolo: Numero:
Recensore: Voto: Anno:

Di seguito i fascicoli estratti con i criteri immessi, per tornare alla pagina dell'edicola clicca qui.



Adoro i numeri come questo. Non c’è una sola cosa di cui valga la pena scrivere, nel bene o nel male, per cui prevedo che me la sbrigherò prestissimo.
In realtà qualcosa di cui scrivere (nel male) ci sarebbe ma fortunatamente la divisione in tre parti di "Orgoglio e pregiudizio" mi dà modo di glissare su questa nuova opera di Teresa Radice e Stefano Turconi rimandando il giudizio alla puntata finale che, con mio sollievo, non toccherà a me: non posso nascondere di trovare l’opera originale di una noia mortale e l’incipit "È cosa nota e universalmente riconosciuta" uno dei più infestanti che si conoscano. Sarebbe quindi, il mio, un parere fortemente influenzato da un pregiudizio (guarda alle volte il caso) che sicuramente mi impedirebbe di cogliere le cose buone della trasposizione. Preferisco decantare semmai le lodi del buon Stefano che, al solito, fa un lavoro superbo, da vero "regista" della tavola.
Alla fine, è quasi tutto qua quello di interessante.
Si conclude "La macchina della memoria" dove ad affiancare Francesco Artibani è Corrado Mastantuono ma è un epilogo in sordina. In realtà la storia, partita ottimamente, era andata via via spegnendosi e perdendo di mordente dopo i primi buoni episodi e arrivava già da almeno tre avventure col fiato corto. Per di più questa puntata conclusiva appare gestita in maniera antitetica rispetto a quella iniziale: tanto curata e prodiga di aspettative la prima, tanto repentina e dimessa quest’ultima.
Considerando che si trattava della storia celebrativa per i novant’anni di Topolino, era lecito aspettarsi qualcosa che restasse più impresso.
Tutto il resto è noia (mica solo la Austen ha creato dei tormentoni stracciamaroni). Leggi i credits e ti passa davanti tutta la storia del settimanale, anche divisa per epoche: Luciano Gatto per la prima generazione dei disney Italiani, Cavazzano (in copertina) per la seconda, Sarda e Michelini per la terza, Zemelo per gli emergenti….
Però la copertina di Cavazzano è bruttina oltre che banale, la storia di Zemelo è una breve, quelle di Sarda e Michelini (con Gatto), lo dico con rispetto, mostrano tutta la "stanchezza" degli autori. Autori che sono stati delle ottime penne, Sarda in particolar modo, negli anni ’90 ma che ora (e non da ora) non sembrano più in grado di dire ancora qualcosa di importante. In una rivista per bambini ci stanno bene anche le loro storie attuali, ma certo non si tratta di letture particolarmente gratificanti.
Insomma, un primo numero dell’anno complessivamente modesto, come lo era quello natalizio.

Recensione di piccolobush


Accedi ai dati Inducks del fascicolo    Accedi alla discussione sul forum    Voto del recensore: 2/5    Voto medio: 3/5 (12 voti)   Esegui il login per inserire il tuo voto

 


La scala di votazione utilizzata è la seguente:

  •  Spendete meglio i vostri soldi...
  •  Bof.... giusto se già collezionate la testata...
  •  Nella media: non passerà alla storia, ma...
  •  Buono! Acquistatelo e non vi pentirete!
  •  Da acquistare, senza esitazioni!

Da tener presente che i voti non sono da intendersi in maniera "assoluta", ma vengono dati coerentemente con quello che ci si aspetta di trovare in una testata: ad esempio Paperino e Tesori Disney sono testate molto diverse tra di loro: la prima contiene esclusivamente ristampe di storie già apparse sulla testata, la seconda presenta storie di difficile reperibilità o addirittura qualche inedito (oltre, ovviamente, a tutta una serie di articoli). Il voto dato a due numeri di queste testate deve prendere in considerazione quello che ci si aspetta di trovare all'interno del fascicolo: un Paperino con ristampe di Bottaro, Scarpa, Carpi, Cavazzano e cosi' via, sarà giustamente ben valutato, e se anche dovesse prendere 5 stelle, non significa che in assoluto è migliore di un numero di Tesori che ne prende solamente 4!

 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.