Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Clicca sull'immagine della copertina per vedere i dettagli del libro dedicato a Massimo Marconi

Massimo Marconi

 

Clicca sull'immagine della copertina per vedere i dettagli del libro dedicato ad Abramo e Giampaolo Barosso

Abramo e Giampaolo Barosso

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

 

Pagina visitata 99 volte

 


Intervista a Paolo De Lorenzi


Paolo De Lorenzi alle prese con Paperinik.

Quanti anni fa hai iniziato a collaborare con Topolino?
Ho firmato il contratto di collaborazione con Walt Disney Company Italia il 31 Gennaio del 2001. In realtà avevo iniziato a collaborare qualche mese prima in qualità di inchiostratore per alcuni autori genovesi.

Quanto pensi sia importante la rivista per le persone e per l'editoria?
Penso che Topolino faccia parte ormai a pieno titolo della storia dell'editoria Italiana che purtroppo, anche per noi autori, ha perso strada facendo altri bellissimi settimanali per ragazzi a fumetti, penso ad esempio allo storico "Corriere dei piccoli" che insieme a moltissimi altri erano ancora in bella mostra nelle edicole ai "miei tempi". Quindi in questo senso è quasi un patrimonio a livello editoriale, senza contare la rapidissima e imprevedibile evoluzione degli entertainment media degli ultimi 10 /15 anni. Anche a livello sociale ha la sua valenza per vari motivi in primis il fatto che riesca ogni settimana a coniugare humor, contemporaneità, avventura e cultura.

Qual'è la storia disegnata da te a cui sei più legato?
Guerra e Pace di G.B Carpi, fare un solo nome è molto difficile, credo di averla letta e sfogliata migliaia di volte e ancora oggi se mi capita tra le mani la rileggo con piacere

Qual'è l'autore/autrice a cui sei più legato?
Qui mi prendo un po' di di libertà e faccio almeno tre nomi Carpi ovviamente, Giorgio Cavazzano e Andrea Freccero.

Qual'è il personaggio in cui ti identifichi di più? e qual'è il tuo preferito?
Quello in cui in cui mi identifico,credo come molti di noi, è Paperino, il mio preferito é Paperone, anche qui come le due domande precedenti è difficile stilare classifiche.

Cosa pensi sia necessario per mantenere un Topolino di qualità?
Sinceramente non credo di avere la competenza per rispondere a questa domanda, cerco di dare il mio contributo sempre con il massimo impegno.

Quanto tempo impieghi mediamente per disegnare una storia?
Quando sono in forma e la sceneggiatura non richiede sforzi particolari riesco a disegnare una tavola finita al giorno, sono però necessarie anche alcune congiunzioni astrali :-)

Quale periodo della rivista pensi sia stato il più importante? E a quale epoca della rivista sei più legato?
Si parla di 70 anni di storia credo sia anche legato alla soggettività di ognuno.

A quale epoca della rivista sei più legato?
A livello affettivo per me sicuramente il decennio 79/89.

Qual è il direttore tra quelli con cui hai lavorato a cui sei più legato?
Ho debuttato durante la conduzione di Claretta Muci poi è subentrata Valentina De Poli con entrambe ho avuto un buon rapporto non saprei esprimere una preferenza in particolare forse Claretta avendo iniziato con lei, oggi la direzione è in mano ad Alex Bertani che ho avuto l'opportunità di conoscere poco tempo fa', é una persona molto preparata e competente, bisognerà pazientare un pochino per vedere davvero l'impronta che saprà dare al settimanale e non solo.

Cosa pensi riservi il futuro a questa rivista?
Difficile sbilanciarsi sia in positivo che negativo, anche qui non ho la competenza per dare una risposta, difficilissimo prevedere gli scenari dell'iperbole tecnologica che ci si prospetta, bisognerebbe chiedere a Mago Merlino o Maga Magò o forse meglio consultare Archimede.

Per diventare disegnatore hai seguito un corso "normale" o hai frequentato l'Accademia Disney?
Dopo il liceo Artistico e la Scuola chiavarese del Fumetto di Chiavari nel '97 ho avuto la fortuna di essere scelto personalmente da G:B Carpi tra i 14 che hanno potuto partecipare ad un corso professionale tenuto da lui con docenti di altissimo profilo come Osvaldo Pavese, Ferruccio Giromini, Luca Boschi, Gianfranco Goria etc.

In che modo sei stato "arruolato" (cioè hai partecipato ad un concorso come quello più recente del 2014 o hai fatto un colloquio oppure collaboravi già con altri fumetti e sei stato chiamato per Topolino)?
Terminato il corso per un po' di tempo ho avuto l'opportunità di frequentare spesso la casa-studio di G.B.Carpi anche perché eravamo quasi vicini di casa poi quando sembrava palesarsi il momento di presentarsi tramite lui in redazione la cosa sfumò per la sua improvvisa scomparsa, non fu un momento facile. Il destino mi venne incontro e grazie al matrimonio di un carissimo amico conobbi Giovanni Bruzzo, grande autore Bonelli, che in quel periodo condivideva lo studio con Andrea Freccero. Andrea fu molto disponibile, non finirò mai di ringraziarlo, così pian piano iniziai ad inchiostrare qualche sua vignetta poi qualche tavola, conobbi alcuni autori genovesi,Enrico Faccini per cui inchiostrai un'illustrazione di copertina e Andrea Ferraris che coraggiosamente mi affidò l'inchiostrazione di un paio di storie. poi grazie a queste collaborazioni ricevetti l'incarico di realizzare in prova delle tavole autoconclusive, era la fine del 2000 e a questo punto ci ricongiungiamo alla prima domanda.

- Matteo Gatti




 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.