Benvenuto!
Per goderti al meglio il Papersera, effettua il login o crea una tua utenza.
Profilo Utente
 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

Clicca sull'immagine della copertina per vedere i dettagli del libro dedicato a Massimo Marconi

Massimo Marconi

 

Clicca sull'immagine della copertina per vedere i dettagli del libro dedicato ad Abramo e Giampaolo Barosso

Abramo e Giampaolo Barosso

 

Funzione disabilitata per la tua scelta sui cookies

 

 

Pagina visitata 84 volte

 


Intervista ad Alessandro Perina


Alessandro Perina,

Quanti anni fa hai iniziato a collaborare con Topolino?
La mia collaborazione con Topolino è iniziata una trentina di anni fa.

Quanto pensi sia importante la rivista per le persone e per l'editoria?
Quando ero bambino Topolino aveva quasi un ruolo propedeutico, oltre ad essere una rivista di svago, introduceva alla lettura. Sì giorni nostri di altri mezzi, soprattutto digitali, si è fatta agguerrita, ma secondo me il Topo ha saputo evolversi e restare al passo con i tempi.

Qual è la storia disegnata da te a cui sei più legato?
Mi piacciono le storie che si sviluppano in più puntate, per cui direi che "Zio Paperone e l'ultima avventura" (Artibani), sia stata una bella storia corale. Allo stesso modo, per le storie topesche, sceglierei la saga di "Star Top" (Bruno Enna). Vorrei citare anche una storia di vent'anni fa, molto divertente (sempre di Artibani) "Superpippo e l'ultima arachide".

Qual è la storia in generale a cui sei più legato?
Sono molte le storie di Topolino che mi hanno affascinato, specialmente quelle in costume, per cui direi tutta la serie di "C'era una volta in America" di Pezzin/De Vita.

Qual è l'autore/autrice a cui sei più legato?
Anche qui c'è l'imbarazzo della scelta. Diciamo che quando leggo le storie disegnate da Giorgio Cavazzano imparo sempre qualcosa! Se parliamo di fumetto extra Disney direi che ho iniziato questo mestiere grazie all' amore per Asterix, Tin Tin, Lucky Luke.

Qual è il personaggio in cui ti identifichi di più? e qual è il tuo preferito?
Quando disegno una storia di Topolino, io "mi sento Topolino" vivo l'avventura nei suoi panni.

Cosa pensi sia necessario per mantenere un Topolino di qualità?
Essere "moderni" stare al passo con i tempi tenendo d'occhio la tradizione.

Quanto tempo impieghi mediamente per scrivere una storia?
Per una storia tipo, di 30 tavole, impiego un mese e mezzo (matita e china).

Quale periodo della rivista pensi sia stato il più importante?
Diciamo che gli anni 80-90 sono stati anni d'oro...

Qual è il direttore tra quelli con cui hai lavorato a cui sei più legato?
Ho avuto un ottimo rapporto con Valentina De Poli, che conosco da trent'anni...ma un grazie di cuore lo devo anche a Gaudenzio Capelli, che mi ha fatto iniziare e ha creduto in me

In che modo sei stato "arruolato" (cioè hai partecipato ad un concorso come quello più recente del 2014 o hai fatto un colloquio oppure collaboravi già con altri fumetti e sei stato chiamato per Topolino)?
Mi sono diplomato all'Accademia di belle arti dove, fra le altre cose, ho seguito anche un corso di illustrazione, ma il fumetto l'ho imparato alla primissima scuola/Disney (non si chiamava ancora Accademia/Disney) sotto la guida di G.B.Carpi. Assieme a mia moglie Valeria ci presentammo dal maestro Carpi, io come aspirante illustratore, lei come aspirante disegnatrice di fumetti...Carpi capì subito le attitudini di entrambi, Valeria è diventata illustratrice, io fumettista.

- Matteo Gatti




 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.