Zio Paperone 174

01 MAR 2004
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (3 voti) Esegui il login per votare!

Il numero di marzo di Zio Paperone si apre con l’affascinante – e poco conosciuta – avventura di Tony Strobl dal titolo “Paperino e la ruota” in cui Paperino, dopo aver disprezzato la piu’ vecchia invenzione del mondo, rivive i passaggi che han fatto di questo oggetto il piu’ importante del mondo. A questa storia sono abbinate la bellissima copertina di Rota (avete notato Paperino in macchina?), una retrocopertina sempre di Rota, un lungo articolo di Luca Boschi e 3 pagine ristampate direttamente dal fascicolo originale (fantastiche! Complimenti a chi ha avuto l’idea! Cose del genere non si trovano facilmente!). A seguire troviamo il X Capitolo dei Dragon Lords dal titolo “Affari di famiglia” di Erickson/Cavazzano e l’inedita “Zio Paperone e un affare di cuore” di Laban/Scarpa in cui Zio Paperone sta per sposarsi con una eccentrica miliardaria. Si continua poi con un articolo su Don Gunn, un artista definito minore ma sottovalutato dalla critica e dai lettori. Di Gunn, si stampano 4 storie di fine anni 40 che richiamano altrettanti shorts con Paperino. Chiude il fascicolo “Paperino allevatore pecorino” di Gerstein/Vicar. Il numero nel complesso e’ ottimo. Le tavole di Gunn sono assolutamente deliziose (speriamo che in futuro ci vengano proposte anche le restanti 29) e la storia di Scarpa e’ inedita e questo è un valore aggiunto del fascicolo. Senza dimenticarci ovviamente di “Paperino e la ruota”, una avventura che da sola vale il prezzo del fascicolo. Da gennaio Zio Paperone non ne sbaglia una regalando ai suoi lettori storie di Don Rosa, di Scarpa, di Strobl e di altri grandi autori per cui non posso esimarmi dal dare la stessa valutazione dei numeri precedenti: il massimo!

Autore dell'articolo: Francesco Gerbaldo