Tesori Disney 15

01 OTT 2012
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (25 voti) Esegui il login per votare!

Riflettori puntati sul mondo dello spettacolo in questo quindicesimo volume di quello che è attualmente il più prestigioso (almeno nelle intenzioni, sicuramente nel prezzo al pubblico) tra i periodici Disney in edicola. Due cicli di storie interpretate esclusivamente dai cittadini di Topolinia (salvo un breve cameo di Archimede ne Il Visconte Dimezzato), per due diverse forme di intrattenimento, entrambe calcate in prima persona e con grande successo da uno dei due autori di queste serie: quel Lello Arena che, in coppia con Francesco Artibani, inaugura, rispettivamente nel 1993 e nel 1995, le brevissime stagioni del Teatro Alambrah e del Mickey’s Movie Parade.
Due serie per due generi narrativi completamente diversi che la premiata coppia riesce a padroneggiare con eguale maestria: al linguaggio più compassato e declamatorio del ciclo teatrale, che pone l’accento sulla grandissima capacità interpretativa del Topolino caratterista di tradizione italiana, fanno da contraltare il ritmo e le gag della serie cinematografica, che riesce nell’intento di trasporre su carta la tipica immediatezza e vivacità dei cortometraggi che hanno reso grande il Mickey delle origini.
Pezzo forte del volume è senza dubbio quel Miseria e Nobiltà con Topolino e Pippo nei ruoli che furono di Totò ed Enzo Turco nella celeberrima trasposizione cinematografica del 1954 diretta da Mario Mattòli, qui impreziosita dai disegni di Giorgio Cavazzano, a cui succede Silvia Ziche per i restanti due episodi allestiti sul palcoscenico del Teatro Alambrah. Di Corrado Mastantuono invece i disegni di entrambe le storie del Mickey’s Movie Parade.
Cinque storie da riscoprire per due serie finalmente riproposte nella loro interezza, in attesa dei possibili nuovi allestimenti teatrali ai quali si accenna nell’Intervista a due voci realizzata da Luca Boschi con i due autori e pubblicata in questo numero di Tesori Disney.

Autore dell'articolo: Marco Travaglini

Giornalista pubblicista, vivo e lavoro a L'Aquila. Appasionato e collezionista di fumetti, libri, film, audiovisivi e tutto quanto riporti il marchio Disney, incontro per la prima volta all'età di 7 anni sia il Mickey Mouse delle daily strips sui supplementi del quotidiano romano Il Messaggero, sia le storie di Carl Barks sul glorioso mensile Zio Paperone. Nel 2009 ho avuto la fortuna di lavorare per qualche mese presso la Nintendo of Europe a Francoforte. Dal 2006 contribuisco attivamente a tutti i prodotti editoriali e alle iniziative del Papersera.