Topolino Super De Luxe Edition 4 – Tutto questo accadrà ieri

01 OTT 2017
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (11 voti) Esegui il login per votare!

Sappiamo da tempo come Casty sia una garanzia: autore che ha saputo dare nuova sostanza e linfa a Topolino, nel pieno solco della tradizione, con storie ricche e mai scontate. Con Tutto questo accadrà ieri raggiunge uno degli apici, una storia omaggio intricata, una complessa doppia scatola cinese che è sia divertissement che raffinato intreccio. L'idea di raccontare una storia perduta degli anni '30, e far fronteggiare due epoche storiche diverse, non è sterile citazionismo, ma rispettoso lavoro sui personaggi e vero manifesto di come presente e passato debbano lavorare insieme per creare, ancora una volta, un brillante futuro di storie topolinesche.
Il plot è perfetto per tenere alta l'attenzione e catapultare il lettore nel passato, metterlo a confronto con un Gambadilegno grandioso, puramente malvagio oggi come ieri, e utilizzare al meglio una Minni deliziosa. Chiaramente a rubare la scena è il doppio Topolino, nella forma migliore. Sbarazzino, scavezzacollo, ma anche ardimentoso, leale e generoso. A dimostrarlo è un finale sincero e non stucchevole, colmo di veri amicizia ed affetto.
In questa corsa contro il tempo, ad affiancare Casty è Massimo Bonfatti, grande autore comico per Cattivik e Bonelli con il personaggio di Leo Pulp. Ed è una collaborazione stupenda, perché il tratto scarpiano di Casty incontra quello incisivo e ricco di dettagli di Bonfatti. Un risultato eccellente, valorizzato dal grande formato, in un lavoro a quattro mani complesso anche da un punto di vista logistico. Va anche notato che si tratta della prima volta in cui un disegnatore non disneyano utilizzi i personaggi del settimanale in una storia approvata, in linea con quanto Glenat sta facendo in Francia con questa collana.
Due parole infine sul contenitore. Copertina bellissima, poster interessante ma come al solito enorme e abbastanza impossibile da utilizzare, quindi abbastanza inutile. Cartonatura robusta e formato enorme, che rende la lettura più che gradevole. Extra interessanti, così come la prefazione di Mollica, ma quattro pagine, seppur dense, sono veramente poche. Specie per storie uscite per Topolino, non riusciamo ancora a capire il valore aggiunto della Super Deluxe. Sarebbe stato bello vedere pubblicata anche la versione a matita, così come fatto con Topo Maltese, oppure la parte nel passato con i colori vintage proposti dai due autori. Invece, a parte l'eccelsa qualità della storia, non troviamo molto di più, specie con un prezzo davvero assurdo, e non capiamo come mai non pubblicarlo nel formato limited, che valorizza comunque il formato con un apparato di extra del tutto simile. Questo spiega il voto di quattro stelle, quando avremmo senz'altro preferito darne cinque, vista la piacevolezza della trama e il profondo lavoro grafico.

Autore dell'articolo: Amedeo Badini

Il fumetto è sempre stato una mia grande passione, sotto forma prima di un rassicurante Topolino a cadenza settimanale, per poi inoltrarsi nel terreno filologico-collezionistico. Questo aspetto critico mi ha permesso di apprezzare altri autori, da Alan Moore a Jeff Smith, e soprattutto di affinare la curiosità verso tutta la nona arte del fumetto. Disney è il mio primo campo, ma non disdegno sortite e passeggiate in territori vicini. Per il Papersera ho scritto più di 100 recensioni, oltre ad aver curato una parte degli articoli sulle testate disney del passato. Inoltre, ho realizzato il Don Rosa Compendium, un'analisi dettagliata di tutte le storie del grande autore del Kentucky. Scrivo di fumetto e di cinema anche per il settimanale Tempi, per Lo Spazio Bianco e per la Tana del Sollazzo.