Uack! 35 – Vita da Paperi 1

20 GEN 2018
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (20 voti) Esegui il login per votare!

Secondo giro di boa per la collana edita da Panini che, dall'aprile 2014, sta riportando in edicola le storie di Carl Barks. Dopo un cambio netto tra la prima e la seconda serie con la fine della pubblicazione delle storie tratte dalla collana Uncle $crooge, per approcciarsi a Walt Disney's Comics and Stories in modalità cronologica e agli albi one-shot della serie Four Color in modalità antologica, Vita da Paperi prosegue in versione ridotta quanto visto in Paperopoli. Eliminate, come era prevedibile, le storie di Don Rosa, autore al quale la Panini sta riservando un'ottima collana cronologica mensile, vengono ridotte in maniera sensibile la foliazione e lo spazio riservato agli articoli di approfondimento. Siamo così a constatare come purtroppo anche questa collana (come già avvenuto in questi mesi per le altre pubblicazioni di maggior prestigio dell'editore) subisca un sostanziale ridimensionamento, pur mantenendo inalterato il prezzo di copertina.
Fatte queste dovute premesse è comunque impossibile non evidenziare come si sia di fronte ad un albo davvero imperdibile per i fan dell'Uomo dei Paperi. Addirittura imprescindibile per coloro che non abbiano mai avuto modo di leggere Paperino e il segreto del vecchio castello, certamente tra i più noti e apprezzati lavori dell'artista dell'Oregon. Seconda avventura con Paperon de' Paperoni, la storia è in realtà la prima a presentarci lo zione in veste di protagonista attivo, alla ricerca di un tesoro di famiglia celato da secoli nell'antica dimora di famiglia: un'avventura emozionante, a tratti inquietante che non mancherà di sorprendere soprattutto i giovani lettori ormai assuefatti a tonalità e registri del fumetto Disney contemporaneo lontanissimi dall'intensità di questi capolavori senza tempo. Oltre ad un portfolio finale che approfondisce, tra le altre cose, i quadri a olio dell'autore ispirati alla storia, l'albo contiene tutte le tavole autoconclusive tratte da Four Color 189 del giugno 1948: due delle quali mai riproposte (e quindi ricolorate e ritradotte) nella cosiddetta “serie bianca” di Zio Paperone e pertanto qui ripubblicate nella vecchia versione Mondadori di fine anni '80.
La cronologia di Walt Disney's Comics and Stories prosegue con Paperino e il ladro fantasma e Paperino e il picchio dai numeri 56 e 57 del 1945, dai quali sono tratte anche due sunday pages rimontate e una tavola autoconclusiva disegnate da Al Taliaferro.
Infine, oltre alla seconda versione di Le Giovani Marmotte e il Colossosaurus Paperopolensis, trova qui spazio anche una breve inedita scritta e disegnata da Daan Jippes nel 2010: Zio Paperone, invulnerabile quanto basta, che presenta uno zione oniricamente alle prese di un tracollo monetario causato dall'incontrollato diffondersi di fake news finanziarie.

Autore dell'articolo: Marco Travaglini

Giornalista pubblicista, vivo e lavoro a L'Aquila. Appasionato e collezionista di fumetti, libri, film, audiovisivi e tutto quanto riporti il marchio Disney, incontro per la prima volta all'età di 7 anni sia il Mickey Mouse delle daily strips sui supplementi del quotidiano romano Il Messaggero, sia le storie di Carl Barks sul glorioso mensile Zio Paperone. Nel 2009 ho avuto la fortuna di lavorare per qualche mese presso la Nintendo of Europe a Francoforte. Dal 2006 contribuisco attivamente a tutti i prodotti editoriali e alle iniziative del Papersera.