Deluxe Edition 20: Paperino e la Regina fuori tempo

01 GIU 2018
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (23 voti) Esegui il login per votare!

Noia, fastidio, incomprensione e delusione. Sono questi i sentimenti che ci muovono nel recensire questa storia. Il ritorno di Reginella, richiesto dalla redazione e pompato dal marketing è stato in sostanza una delusione, purtroppo. Enna ha provato a recuperare le atmosfere ciminiane portandole in altre direzioni, ma si perde: la sottotrama dei nipotini è sostanzialmente inutile e fastidiosa, mentre le tecnobubbole esplicative risultano noiose e d'impaccio, occupando buona parte delle tavole. Ma il problema sta proprio nel rapporto tra i due protagonisti. Forse sotto una spada di Damocle censoria, Enna si ritrova a far incontrare Paperino e Reginella il meno possibile, e a travisare del tutto le motivazioni che li lega. L'amore diventa amicizia, il papero si lancia in un'impresa complessa in maniera ben poco chiara, mentre la parte all'età della pietra alla fine diventa solo frustrante. In un gioco a nascondino tra autori, lettori e personaggi, il nucleo che animava le storie di Cimino scompare, e il resto della cornice crolla miseramente sotto il peso delle proprie ambizioni. A compensare la confusione narrativa ci pensa Giada Perissinotto, che disegna una dolce e tenera Reginella, dei graziosi paperi e degli sfondi curati. Il confronto con Cavazzano viene superato, però non basta.
Copertina inedita valida, contenuti speciali discreti, ma la storia non supera l'esame, purtroppo. A questo si aggiunge la conferma, con nuove storie, di voler presentare Reginella solo come amica: una scelta che svilisce l'originale e ne mina la sostanza. A che pro usare la regina di Pacificus? Tanto vale inventarsi altro.

Autore dell'articolo: Amedeo Badini

Il fumetto è sempre stato una mia grande passione, sotto forma prima di un rassicurante Topolino a cadenza settimanale, per poi inoltrarsi nel terreno filologico-collezionistico. Questo aspetto critico mi ha permesso di apprezzare altri autori, da Alan Moore a Jeff Smith, e soprattutto di affinare la curiosità verso tutta la nona arte del fumetto. Disney è il mio primo campo, ma non disdegno sortite e passeggiate in territori vicini. Per il Papersera ho scritto più di 100 recensioni, oltre ad aver curato una parte degli articoli sulle testate disney del passato. Inoltre, ho realizzato il Don Rosa Compendium, un'analisi dettagliata di tutte le storie del grande autore del Kentucky. Scrivo di fumetto e di cinema anche per il settimanale Tempi, per Lo Spazio Bianco e per la Tana del Sollazzo.