Topolino 3266

27 GIU 2018
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (21 voti) Esegui il login per votare!

La direttora, nel suo editoriale, dice che Zio Paperone e la coppa del Mondor (Enna/Perina), dovrebbe consolare i tifosi dell’Italia in questo momento di sconforto, con i Mondiali in corso e la nostra Nazionale a casa. Non si sa se la cura abbia funzionato, ma sicuramente, come si percepisce fin dalla copertina realizzata dal sempre bravo Alessandro Perina, il nuovo numero è dominato dalla conclusione di questa storia.
Amelia, coinvolta dall’arcimago Mondor in una sfida calcistica, è costretta ad allenare la squadra di Paperi e, in caso di sconfitta, si vedrà privata dei suoi poteri. Trovato l’allenatore degli allenatori, si avvicina il momento della partita e in questi due episodi (Intitolati appunto Primo tempo e Secondo tempo) seguiremo la telecronaca dell’evento. La storia è senza dubbio da promuovere; Bruno Enna fa un grande lavoro, basti pensare che le storie a tema calcistico ad episodi si ripropongono a cadenza regolare, quantomeno biennale, causa Mondiali ed Europei, ed essere originali è sempre più difficile. Lo sceneggiatore sardo, invece, riesce a imprimere alla storia il suo marchio di fabbrica, creando una commistione di gag, colpi di scena, sentimenti e suspense.
Molto meno originale è Paperino, Paperina, Gastone e il ballo peperonato (Vitaliano/Baccinelli): torna infatti il tema della danza, con Paperina che deve nuovamente partecipare ad un ballo e sa di non poter contare sulle doti danzanti di Paperino. Stavolta, il “terzo incomodo” non è Paperinik, (come in Paperino e il problema ballerino (Arrighini/Perissinotto) vista nel numero 3262), ma Gastone. Il fatto che le due storie siano state pubblicate a distanza così ravvicinata ha probabilmente fatto sì che si percepisse in modo più netto il senso di ripetitività del tema. Molto bravo ai disegni Emmanuele Baccinelli.
Bene le brevi, sia Paperi a motore – Forature (Bosco/Rigano), ma soprattutto Indiana Pipps, Orazio e gli introvabili ricambi (Valentini/Baldoni), che propone una nuova coppia formata appunto da Orazio e Indiana Pipps, alla ricerca dei pezzi di ricambio per riparare la Gippippa. La relativa brevità della storia è uno dei suoi punti di forza, perché riesce, in questo modo, a creare gag senza annoiare, lasciando forse anche qualche spunto per la realizzazione di eventuali nuovi episodi.
Questo è un numero interamente dedicato allo sport, non solo per la conclusione de La coppa del Mondor, ma anche per l'articolo dedicato alle finali NBA e a uno dei suoi protagonisti: Lebron James (ancora ritratto in maglia Cleveland Cavaliers, ndr). Il redazionale ci offre qualche curiosità su uno degli eventi più seguiti in America e non solo, ma pubblicizza anche una mostra, intitolata NBA Crossover, a Milano dal 29 giugno al 1 luglio.

Autore dell'articolo: Chen Dai-Lem

Sono cresciuta prima con la Pimpa, i disegni di Tony Wolf, ma anche e soprattutto Cip e Ciop, e poi leggendo Topolino. Sono appassionata di cinema, amo leggere, ma la mia passione più grande è la montagna e, quando possiamo, io e mio marito Kim saliamo a fare trekking tra le amate Dolomiti. Papersera per me significa fumetti, ma soprattutto amici, è un po’ una famiglia allargata sparsa in tutta Italia..e non solo!