The Don Rosa Library – Zio Paperone e Paperino 19

04 GIU 2019
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (16 voti) Esegui il login per votare!

Il diciannovesimo e penultimo numero della Don Rosa Library in apertura presenta una “postfazione”, così definita da Don Rosa, in cui non parlerà  delle storie presenti in questo volume bensì, con riguardo, alla conclusione della sua carriera come sceneggiatore e disegnatore delle storie con i Paperi di Carl Barks. In queste due pagine il Don ha voluto chiarire e sottolineare, nuovamente, di non essere un professionista, ma un grande fan e appassionato di fumetti. In pratica la storia della sua vita. Proprio questa passione gli ha consentito di arricchire il proprio bagaglio culturale e di formarsi, consentendogli, poi, di trasmettere tutte le sue conoscenze all'interno delle sue storie, sempre ricche di riferimenti e citazioni a film, serie tv e film. Un interessante messaggio di congedo verso i suoi lettori, i quali lo hanno incoronato, dopo Barks, il più grande autore di storie con la famiglia dei Paperi!
Sono tre le storie presenti in questo volume, la prima è Zio Paperone – Il sogno di una vita, nata direttamente da un'idea di un fan parigino che scrisse una lettera al Don suggerendogli un breve spunto per una trama. Non vi spoileriamo ulteriormente, ma sappiate che l'incredibile vicenda vi lascerà  a bocca aperta, soprattutto il suo epilogo! ll tutto avverrà  in un sogno di Paperone, all'interno del quale i Bassotti e il Paperino del presente vivranno un'avventura alquanto sopra le righe, ambientata in diversi capitoli della $aga.
Segue la storia Paperino – Un tesoro tra i rifiuti. Si tratta dell'ultima storia a gag realizzata dal Don, ricca di scene molto divertenti e con una piccola frecciatina nei confronti dei collezionisti incalliti che non buttano via mai niente…
Chiude questo numero Zio Paperone – Una lettera da casa
, altro vero capolavoro del fumetto Disney: la storia è ambientata nel Castello de' Paperoni, nel quale Paperone, nipotame e sua sorella Matilda saranno impegnati nella ricerca del famoso tesoro perduto dei Templari. Si tratta del seguito della storia Zio Paperone – La corona dei re crociati, pubblicata nel precedente numero di questa collana. Molto ricca di colpi di scena e con diverse situazioni commoventi, in queste circostanze il Don si rivela estremamente bravo nella narrazione ma anche nella rappresentazione grafica, coinvolgendo emotivamente il lettore.
Sono circa una ventina le pagine di approfondimento presenti in coda al volume, per lo più una carrellata di mini poster delle pubblicazioni francesi dal 2000 al 2005, altre illustrazioni per il sessantesimo anniversario di Paperon de' Paperoni realizzate per la Egmont (2007-2008) e, infine, delle copertine per la casa editrice Fantagraphics. Unica critica che ci sentiamo di evidenziare riguarda le dimensioni esigue di queste immagini: nella maggior parte purtroppo i dettagli presenti in alcune illustrazioni non sono visibili ad occhio nudo, un vero peccato.
A parte l'ultima osservazione anche questo volume ci ha pienamente soddisfatto, l'apice massimo viene raggiunto dall'ultima storia che, come tante altre, è rimasta indelebile nei nostri ricordi.

Autore dell'articolo: Fabio Del Prete

Amo i fumetti e il basket, giro l'Italia ampliando la mia passione e conoscenza sin dal lontano 1985. Coordino le piattaforme social del Papersera, mi diverto ad intervistare gli addetti ai lavori disneyani e talvolta anche a recensire. Mi trovate su YouTube con il "The Fisbio Show".