Topolino 3343

26 DIC 2019
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (15 voti) Esegui il login per votare!

Topolino 3343
Il coro di Paperopoli

Puntuale come sempre, ecco arrivare la copertina natalizia, stavolta in versione componibile in due parti. L’immagine non è legata a nessuna storia particolare, se non per il leggero rimando al crossover Paperopoli/Topolinia di

Topolino, Zio Paperone e il condono natalizio (Faraci/Intini), qui alla seconda puntata: Un mistero per due (più uno).
Non è mai facile tirare le somme di numeri con storie a puntate ancora in pieno svolgimento, e neanche questa storia fa eccezione: il ritmo è lo stesso della prima parte, così come anche lo stile narrativo scanzonato, che può piacere o non piacere ma che nelle storie di Faraci è spesso parte fondamentale su cui si basa l’intera trama, e anche stavolta non si fa eccezione. Vedremo come andrà a finire.

Quella che finisce con il secondo episodio è invece Paperinik e il segreto dell’identità segreta (Gervasio/Cavazzano). Un’avventura che se per certi versi recupera atmosfere e situazioni già viste, rimescola il tutto per fornire un risultato piacevole e interessante. Oltre alla chiusa più che soddisfacente per il nostro eroe, l’autore annuncia futuri sviluppi legati all’ultima scena… per saperne di più bisognerà aspettare le prossime avventure.

Altra storia a puntate che termina è X-Music (Enna/Mazzarello), e anche questa volta ci troviamo davanti ad un crossover tra le due principali città calisotiane. Questa storia è stata una novità per diversi aspetti, non tanto per la già citata commistione tra i due universi, ma anche e soprattutto per essere il trait d’union di ben due precedenti avventure aventi per protagonisti Qui Quo e Qua da una parte e Tip e Tap dall’altra. Si vede come la storia si inserisca in un contesto più ampio, e anche le promesse per il futuro sembrano andare in quella direzione, facendo intendere che spunteranno fuori ulteriori sviluppi. Anche in questo caso, chi vivrà vedrà.

Le storie “semplici”, invece sono solo due in questo numero, ma bisogna dire che hanno tutte le carte in tavola per rivaleggiare con le più altisonanti storie a puntate.
Zio Paperone e Paperino in: la sfida del fiume d’oro (Zemelo/Marini) è una bella variazione sul tema delle cacce al tesoro di Paperone, che nel mezzo mette dentro anche conflitti generazionali, invidie assortite e rivincita di quelli che sono i veri valori importanti: la famiglia, la lealtà e il coraggio. Senza essere didascalico, Zemelo mette in piazza i migliori sentimenti con un risultato tutt’altro che banale.

Molto simpatica è anche Manetta in: una notte ingarbugliata (Valentini/Panaro), in cui Manetta e Sgrinfia sono mattatori assoluti; la vicenda è forse portata un po’ troppo per le lunghe, ma non manca di strappare più di una risata, e in un settimanale completo per tutti i gusti è giusto che anche loro trovino il loro posto.

Autore dell'articolo: Paperinika

Ho imparato a leggere a 4 anni con Topolino e non l'ho più abbandonato. È stata anzi la molla che mi ha portato a scoprire l'amore per la lettura, in tutte le sue declinazioni. Dalle strip dei Peanuts ai Bonelli (sono una texiana incallita), ad Asterix, ai romanzi e a molte altre declinazioni, la lettura è sempre stata una mia compagna fissa. Sono sul Papersera dal 2006, oltre che alla moderazione del forum collaboro alla gestione della pagina Facebook, mi occupo delle recensioni settimanali di Topolino e, tempo permettendo, contribuisco a supportare le varie iniziative dell'Associazione, sia attraverso lo schermo, sia dal vivo in occasione di fiere e raduni.