Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
TopoOscar 2022
Le nostre recensioni
4.5 | |
3 | |
3.5 | |
4.5 | |
4.5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
4.5 | |
3 | |
4 | |
5 | |
Disney Deluxe 39 - Topolino e il cerchio del tempo - Recensione di Luigi Sammartino

Copertina dell’edizione deluxe, riciclata da quella di Topolino n. 3234 che originariamente avrebbe dovuto ospitare la storia. Questa storia parte da lontano. Non dal 1928, anno in cui Walt Disney e Ub Iwerks lanciarono nelle sale cinematografiche Steamboat Willie, con la famigerata prima apparizione del topo antropomorfo che tutti conosciamo. Questa storia comincia molto dopo. Siamo nel 1998, anno che faceva parte di un akmé editoriale di Topolino, sotto la savia gestione di Cavaglione, paragonabile alle vette editoriali raggiunte da Capelli e Gentilini nei decenni precedenti. Nel 1998, dicevamo, viene pubblicata Topolino e il fiume del tempo in un numero tutto dedicato a Mickey Mouse. La storia celebrava i 70 anni di quel topo antropomorfo e riprendeva lo spirito ilare e le dinamiche che aveva caratterizzato il corto animato d’origine. Scritta a quattro mani da due degli autori punta di quel Topolino, Francesco Artibani e Tito Faraci, e disegnata da un altro artista di punta, Corrado Mastantuono, è forse una delle storie più belle che si possano menzionare relativamente al main character disneyano. L’esperimento celebrativo (che già seguiva altri, come 60 anni insieme con Topolino e Topolino 2000, per citarne alcuni) andò “in porto”. E vent’anni dopo, nel 2017, si decise che era possibile fare lo stesso. Annunciata in uscita su Topolino n. 3234, Topolino e il Cerchio del Tempo doveva essere il “ritorno sulla scena del crimine” dei tre autori per la celebrazione (anticipata) dei 90 anni Topolino, ma venne espunta dal sommario di quel numero appena prima della sua uscita. Le ragioni che portarono a questa cancellazione non furono mai realmente chiarite, e potevano solo essere ipotizzate nel corso dei mesi che seguirono. Si arriva così al 2022. Oltre a varie celebrazioni (tra cui le iniziative per i 75 anni di Paperon de Paperoni), la riaperta e rinnovata fiera Lucca Comics & Games porta la grande novità: il Cerchio del Tempo esce in formato Deluxe. La sorpresa in realtà fu già annunciata dal direttore Alex Bertani in un’intervista rilasciata l’anno prima. Come ogni promessa, è stata mantenuta e i lettori hanno potuto toccare con mano e leggere in anteprima alla fiera medesima questo nuovo racconto che riporta alle origini di Topolino. Una storia non dissimile come mood dal Fiume del tempo, ma sicuramente più matura. Se nella prima troviamo un rapporto tra Gambadilegno e Topolino molto marcato sulla parapiglia originaria, nel Cerchio del Tempo le rivalità e l’antagonismo tornano ad essere quelli delle storie tradizionali degli ultimi decenni. Diversa è anche la percezione che si ha sfogliando le pagine: se inizialmente lo spirito delle strisce quotidiane di Gottfredson viene racchiuso nelle quattro tavole iniziali, dalla fine della quarta si sfuma verso lo spirito di una storia tradizionale di Topolino, dove i presupposti sono cambiati, il modo di interagire è modificato e i personaggi hanno ora una diversa maturità. Un Topolino delle origini, forse molto piantagrane, ma decisamente apprezzabile. Una maturità che si vede anche attraverso una sorta di coming of age del personaggio e di progressiva stratificazione delle diverse caratterizzazioni apportate dai vari autori nel corso degli anni. Anche caratterizzazioni più energiche, estranee e alterate, come quelle respirate nella serie Mickey Mouse Mistery Magazine e riportate in due tavole mute di grande dinamismo e velocità. Anche le sembianze e le movenze dei vari personaggi sono nettamente modificati (fatta eccezione per Barnacle Bill). L’esempio portante in questo senso è dato proprio da Randall Kattnip (il gatto Nip, appunto), che passa dall’essere uno spiantato sbruffone ad un rispettabile candidato sindaco di Topolinia. E anche Topolino mostra la sua maturità “visiva”, nella sua solita veste di personaggio sobrio e volenteroso, in contrapposizione col Topolino giovane, arzillo e spensierato, caratterizzato dagli iconici bermuda rossi che troviamo nelle prime tavole. Una maturità, infine, che si sente anche nella trama: rispetto al Fiume del Tempo sono limitate le azioni gag che hanno caratterizzato le interazioni dei personaggi di quella storia; qui, i personaggi svolgono un ruolo molto più posato, molto più lineare, quasi limitato dai vincoli della ragionevolezza. Gli anni passano, Gamba non cambia… La presenza, poi, di due interlocutori esterni (i due insetti antropomorfi a bordo di alcune vignette), è sì un rimando a quanto fatto nel Fiume del Tempo, con la presenza e i commenti “fuori campo” di Remus e Rufus, ma in questo caso il fuori campo è totale e pare rimandare ai vecchi esperimenti di PKNA#15 – Motore/Azione o del Papero del Mistero. È però differente anche lo spirito del commento: non più sardonico e punzecchiante, ma quasi estraniato, avvilito e rassegnato rispetto allo svolgimento stesso della storia. Il continuo riferimento alle salsicce, poi, sembra quasi utilizzato a mo’ di satira. La veste grafica di questo volume, poi, trova piccoli guizzi da parte di Mastantuono e vede un interessante esperimento: le prime quattro tavole sembrano riprendere lo spirito delle strisce quotidiane degli anni ‘30. Non solo dal punto di vista narrativo e di impostazione della sceneggiatura, ma anche graficamente il rimando è evidente. E proprio come le strisce di allora, le vignette delle prime quattro tavole vanno lette in orizzontale, affiancando le due pagine. In mezzo alle strisce a fumetti, poi, si ritrovano i personaggi che compongono il frontespizio della storia nell’intento di compiere azioni buffe e di slapstick, come precisato anche dall’artista romano nell’intervista a fine volume. Per quanto paia che ci possano essere rimaneggiamenti evidenti nella composizione (un Topolino che pompa acqua con un mantice sotto il didietro di Gambadilegno, per intenderci), rimane comunque estremamente gradevole e affascinante, un degno spettacolo per gli occhi. Una delle scene ricorrenti di questa storia: le rincorse “a lavatrice” tra Nip e Topolino. Anche il colore subisce una trasformazione: rispetto al resto della storia, dove rimane quello ormai tradizionale delle storie contemporanee, nelle prime due tavole appare ingiallito, rendendo quasi l’idea della pellicola sbiadita, e cercando quindi di tenere fede all’origine cinematografica di Topolino e di molti suoi comprimari. Tuttavia, rispetto alla versione Deluxe del Fiume del Tempo, dove Mastantuono fece un superbo lavoro di raffinazione e di profondità, qui il colore digitale mantiene un certo piattume. Dove, però, si vede la mano dell’artista romano, è nei chiaroscuri e nei giochi d’ombra, benché usati con parsimonia. Sono soprattutto le prospettive a garantire la necessaria profondità e a permettere al lettore di sentirsi immedesimato. Il corredo editoriale (ben 15 pagine) che completa il volume assicura comunque una visione autoriale notevole. È qui che i due sceneggiatori riescono a dare viva voce alle possibili domande di molti lettori, o in ogni caso a spiegare anche alcune scelte stilistiche e narrative, e dove emerge anche la volontà di confrontarsi nuovamente con il mood del Fiume del Tempo, forse anche per capire quanto ci si era distaccati, od evoluti, rispetto ad allora. Per quanto non approfondita, l’intervista è comunque il giusto completamento per questa versione. A ciò si aggiunge anche la doverosa intervista a Mastantuono, in cui lo stesso spiega non solo il suo processo di lavorazione (impreziosito qui da alcuni bozzetti preparatori che illustrano il passaggio dalla matita alla versione finale), ma anche le differenze stilistiche con la storia precedente. È, insomma, un giusto confronto per chi, come molti lettori, ha atteso questo piccolo capolavoro da tempo. In definitiva, la storia e l’edizione odierna di Topolino e il Cerchio del tempo sono un degno coronamento ad un’attesa nervosa e pressoché spasmodica che si stava protraendo da troppo tempo. L’attesa, però, è stata ben ripagata e ora possiamo accedere a questa nuovo racconto con tutti i crismi del caso. Fondamentale, però, ritenere la comparazione tra le due storie appena fatta solo come esempio di produzione narrativa e artistica, e non come critica rilevante al lavoro svolto. Benché importante, questa storia comunque segna un passaggio nella maturità artistica e dei personaggi e degli autori, senza perdere totalmente quella sana incoscienza che abbiamo rilevato in più tratti. E le salsicce, naturalmente.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (14)
Esegui il login per votare

Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

    Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
    Risposta #255: Lunedì 11 Giu 2018, 14:38:53
    Il problema è la censura sempre più forte da parte di Disney. Alcuni anni fa i produttori dei fumetti Disney (Egmont, Panini, Sanoma, Abril) sono stati abbastanza liberi, adesso viene controllata ogni vignetta, tante storie non si può nemmeno pubblicare. Oggi i capolavori di Martina, Cimino, ma anche alcune opere di Casty e Scarpa e le prime storie di Doubleduck probabilmente non sarebbero più possibili. Da collaboratori di Egmont si sente che hanno censurato perfino sequenze dove nella macchina di Paperino non c´era la cintura. Penso che Valentina de Poli (e autori come Enna, Artibani etc.) facciano davvero il migliore possibile in questa situazione assurda e sempre più difficile.

    *

    V
    Dittatore di Saturno
    PolliceSu   (5)

    • *****
    • Post: 3855
    • Torino
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (5)
      Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
      Risposta #256: Giovedì 14 Giu 2018, 16:55:13
      CUT

      Eccomi qui. Capisco che sia importante scindere il contenitore con il contenuto. Ma nel caso delle Deluxe, in cui vi e in genere solo una storia, mi sembra chiaro che la recensione debba parlare soprattutto della storia. Il pregio del contenitore, per quanto generalmente valido nelle Deluxe, non puo prevalere sul contenuto. E mi spiace, ma continuo a trovare la storia di Enna proprio debole, e quasi sbagliata nei suoi intenti. Per quanto la cornice editoriale possa essere buona, se la storia non merita il voto finale non puo essere positivo.

      Riguardo alla questione dell'amicizia, su facebook hanno scritto che non ho spiegato bene la questione, e me ne scuso. Sono stato probabilmente sintetico. Provo a rifarmi qui. Il punto e che Reginella nel testo viene presentata come amica, mentre i disegni fanno intendere qualcosa in piu. Questa incoerenza aumenta se pensiamo alle altre storie, e quindi al concetto di continuity. Se la redazione riporta a galla un personaggio del genere, vuol dire che i lettori sono rimasti affezionati ad una storia d'amore impossibile, in cui Reginella si dimostra sempre adulta e responsabile nel sacrificare se stessa per salvare il suo popolo. E questo il potente messaggio che Cimino espone con forza nel ciclo di Reginella, in storie tutte belle e tutte comunque con un canovaccio simile tra loro.

      Reintrodurre Reginella togliendo l'amore fa crollare tutta la struttura. Intanto perche, a rigore, i lettori conoscono Reginella come controparte sentimentale. Se la togli, viene effettuato una sorta di reboot, che potrebbe anche andare bene se fosse reso esplicito, mentre cosi tutto resta confuso e ambiguo (volutamente?). E poi perche nella storia vengono a mancare le motivazioni di Paperino, o meglio, risultano sfumate e confuse. Si fa continuo riferimento a storie del passato, cambiandone completamente il senso: non proprio il massimo.

      La continuity, cosi, scompare del tutto, pur essendo tirata in ballo in continuazione. Non proprio coerente come impostazione. Per cui, sinceramente, tutta l'operazione mi sembra poco riuscita, e la storia ne soffre. In aggiunta, tutto il soggetto e un po' zoppicante, con la parte dei nipotini inutile e le varie tecnobubbole.

      Spero di aver chiarito meglio quello che ho, fin troppo, sintetizzato nella mia recensione.

      Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
      Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

      Pagina generale delle testate: https://www.papersera.net/wp/storia-gloria-delle-pubblicazioni-disney-in-italia/

      Il mio mercatino: https://www.papersera.net/forum/index.php/topi

      *

      giangi72
      Pifferosauro Uranifago
      PolliceSu   (1)

      • ***
      • Post: 498
      • Don Rosiano convinto
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (1)
        Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
        Risposta #257: Lunedì 18 Giu 2018, 15:03:23
        Premetto che la saga di reginella a me è piaciuta tantissimo ma ho preso questo nuovo volume alla cieca, alla fiducia sul personaggio non sapendo niente della storia su topolino.
        Non mi è piaciuta, i disegni non sono male (c'è qualcosa di strano proprio sul modo di disegnare Reginella ma vabbè), ma la storia in se mi è sembrata proprio campata in aria, giusto per reintrudurre il personaggio.
        Accantoniamo il discorso amore/amicizia: a parte il fatto che Paperina può tenere il piede in due scarpe (e anche Minni a volte) e Paperino no?
        Ma è tutto campato in aria: tempo atmosferico, orologio, viaggi nel tempo, spiegazione pseudo scientifica, poi ci mettiamo in mezzo anche i nipoti per riempire le pagine.
        No, è troppo, decisamente troppo.
        Poi quando ho visto
        Spoiler: mostra
        la statua nell'ultima vignetta non ho potuto fare a meno di pensare: "si, così adesso Paperino se la ricorda di nuovo e possono scrivere un'altra storia".

        No, non ci siamo proprio. Bocciata su tutti i fronti.

        *

        luciochef
        Cugino di Alf
        PolliceSu   (8)

        • ****
        • Post: 1196
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (8)
          Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
          Risposta #258: Lunedì 18 Giu 2018, 17:42:06
          Io sono un fedele acquirente delle Deluxe edition fin dall'inizio.
          A dire il vero ho saltato giusto il primo numero, quello di Ratkyll, per disaccordo nel proporre l'opera in b/n che non è nelle mie corde e che vanifica il meraviglioso lavoro ai colori dell'edizione originale.
          Dal secondo numero però ho seguito la testata con molto trasporto e con gioia nel momento in cui si veniva a conoscenza dell'anteprima del numero seguente.
          Questa testata, dal costo non economico, ha avuto tanti pregi : la copertina cartonata, la scelta della carta, la leggera patinatura.
          Inoltre ha avuto altre due cose positive che però si sono perse nel corso del tempo : la scelta dei titoli ed i redazionali.
          I redazionali, inizialmente, sono stati uno dei punti a favore di questa collana. Sempre precisi, piuttosto approfonditi e di ottimo contorno all'opera pubblicata. Ma questi, come in tante altre testate Panini Disney, nel tempo si sono "ristretti" e sono diventati sempre più marginali.
          In una testata del genere l'acquirente affezionato cerca proprio questo invece ! Per una persona che quasi sicuramente possiede già l'opera in altri formati "minori", ciò che fa la differenza è proprio la possibilità di trovare notizie prelibate, arricchimenti emozionali, chicche quasi inedite....
          Sul piano della scelta dei titoli poi si è verificato una chiara perdita di rotta editoriale.
          Nei primi 15 numeri abbiamo assistito a due filoni separati: quello delle nuove saghe di PKNE (che in questa sede hanno trovato la giusta dimora per far risaltare i disegni su grosse tavole) e quello delle storie evento con un inizio ed una fine precisi e chiari.
          Tra queste possiamo ricordare Dracula, On the road, l'Isola del tesoro, le storie di Topalbano, ecc..
          Storie che trovavano una giusta sede per far risaltare le magnifiche trame, per dare giustizia alla bellezza delle tavole e per aumentarne la qualità tramite dei redazionali creati con quel preciso intento.
          Ma dal numero 15 in poi si è andata a smarrire anche questa peculiarità. Si sono cominciate ad inserire storie senza un chiaro delineamento editoriale.
          Volumi come le donne di Fantomius, come il reboot di Doubleduck e quest'ultimo su Reginella fanno intrevedere una lampante confusione.
          Mio malgrado, con questa politica attuata negli ultimi mesi, ho dovuto cominciare a saltare molti numeri di questa serie che mi stava veramente a cuore. Anche perché da sempre è stata il giusto mix tra ricercatezza e prezzi non troppo esosi (a parte i volumi di PK che però erano più ciocciotti come pagine...).
          Credo quindi che si stia rovinando una testata che però potrebbe ancora dire la sua se si capisse di dover dare una nuova e profonda sterzata editoriale.
          Magari chissà proprio inserendo come prossimo numero quel Ducks on the road prima annunciato e poi mai realmente pubblicato per ignari motivi.....
          Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

          *

          ventinofatale
          Gran Mogol
          PolliceSu   (1)

          • ***
          • Post: 698
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu   (1)
            Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
            Risposta #259: Martedì 19 Giu 2018, 10:18:21
            il tuo discorso è giusto, l'unica cosa che non ho capito è perchè può esistere un filone della deluxe dedicato a PK e non uno dedicato a Double Duck

            *

            Luxor
            Dittatore di Saturno
            PolliceSu   (5)

            • *****
            • Post: 3903
            • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (5)
              Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
              Risposta #260: Martedì 19 Giu 2018, 11:38:10
              Quoto in tutto e per tutto il post di Luciano, la Deluxe Edition l'ho seguita tutta fino a quando sembrava avere un piano editoriale preciso, pubblicando volumi di PKNE e le parodie moderne, con l'unica eccezione fatta per Casty e la sua Isola di Quandomai, ma ha comunque dei richiami a Lost e poi Casty è sempre Casty, male non fa mai :)

              Poi, all'improvviso, un cambio di rotta, con storie che fatico a comprendere perchè messe nella collana a discapito di altre o scelte comunque bizzarre...

              Volume 16: Trilogia Bonelli, bene, ci sta, alla fine sono sempre parodie, ma essendo stata annunciata in occasione dell'uscita di Topin Mystere non si poteva aspettare qualche mese e proporre un volume completo?

              Volume 17: Le Strabilianti Papere di Fantomius, al di là del titolo infelice che sembra riferirsi a degli strafalcioni, perchè questo volume con una selezione di storie che sono già uscite pure sulla Definitive?

              Volume 19: DoubleDuck Reboot, stesso discorso di Fantomius, perchè mettere nella collana Deluxe una storia di DD se uscirà, si spera, nella Definitive, dove viene pubblicata l'intera serie?

              Volume 20: Paperino e La Regina Fuori Tempo, ci può stare che questa storia venga raccolta in un volume, anche se vale il discorso fatto per la Trilogia Bonelli dato che è appena uscito il seguito, ma davvero questa era la collana adatta, data la linea editoriale che aveva? Non avrebbe avuto più senso pubblicarla come Super Deluxe e mettere al suo posto la terza storia di Topalbano, dal momento che il volume con le due storie precedenti già c'era?
              The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                Risposta #261: Martedì 19 Giu 2018, 12:50:12
                E' possibile che con DoubleDuck par valorizzarlo abbiando pensato di inserirlo qui con l'intenzione di inserire poi anche le altre del nuovo corso e fare un filone parallelo a PK.
                Per il resto concordo con quanto dite.

                *

                luciochef
                Cugino di Alf
                PolliceSu   (1)

                • ****
                • Post: 1196
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (1)
                  Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                  Risposta #262: Giovedì 21 Giu 2018, 12:23:14
                  l'unica cosa che non ho capito è perchè può esistere un filone della deluxe dedicato a PK e non uno dedicato a Double Duck

                  Scusa se rispondo solo adesso ma mi era sfuggito il messaggio diretto a me...
                  Intanto ringrazio, come sempre, Luxor per gli apprezzamenti ai contenuti del mio post (che chiaramente ricambio con polliciata per il suo) e per aver, ancora una volta, implementato e arricchito il senso del mio messaggio.
                  Io direi che ci può stare Pk perché non ha una testata che gli faccia da "casa".
                  Anche per trainare le vendite del settimanale si è deciso di far passare gli inediti prima dal topo.
                  Ma penso che, e su questo direi che dovremmo essere tutti concordi, sia una sistemazione troppo "risicata".
                  Quindi bene la scelta di ripubblicare le storie nella deluxe.
                  Invece, come detto da Luxor, Doubleduck ha nella Definitive collection la sua ulteriore "casa".
                  Da qui il "conflitto di interessi" tra le testate.
                  Che poi, se proprio si sarebbe voluti partire in una pubblicazione organica di Doubleduck sulla Deluxe, siamo sicuri che la scelta di partire con una puntata del reboot sia una mossa azzeccata ?
                  Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

                  *

                  Ciube27
                  Papero del Mistero
                  PolliceSu

                  • **
                  • Post: 245
                  • Citazione aggiunta
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                    Risposta #263: Venerdì 6 Lug 2018, 16:13:56
                    Domanda per chi ha preso il cofanetto della Trilogia Horror Deluxe
                    La Deluxe di Ratkyll e Hyde contenuta nel cofanetto completo, è la prima edizione o la seconda?

                    Confermo. Il cofanetto contiene la seconda edizione di Ratkyll.
                    Lettore convinto...

                    *

                    yugs
                    Giovane Marmotta
                    PolliceSu   (4)

                    • **
                    • Post: 163
                    • Novellino
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu   (4)
                      Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                      Risposta #264: Lunedì 9 Lug 2018, 20:26:59
                      Io sono un fedele acquirente delle Deluxe edition fin dall'inizio.
                       [cut]

                      In una testata del genere l'acquirente affezionato cerca proprio questo invece ! Per una persona che quasi sicuramente possiede già l'opera in altri formati "minori", ciò che fa la differenza è proprio la possibilità di trovare notizie prelibate, arricchimenti emozionali, chicche quasi inedite....
                      Sul piano della scelta dei titoli poi si è verificato una chiara perdita di rotta editoriale.
                      Nei primi 15 numeri abbiamo assistito a due filoni separati: quello delle nuove saghe di PKNE (che in questa sede hanno trovato la giusta dimora per far risaltare i disegni su grosse tavole) e quello delle storie evento con un inizio ed una fine precisi e chiari.
                      Tra queste possiamo ricordare Dracula, On the road, l'Isola del tesoro, le storie di Topalbano, ecc..
                      Storie che trovavano una giusta sede per far risaltare le magnifiche trame, per dare giustizia alla bellezza delle tavole e per aumentarne la qualità tramite dei redazionali creati con quel preciso intento.
                      Ma dal numero 15 in poi si è andata a smarrire anche questa peculiarità. Si sono cominciate ad inserire storie senza un chiaro delineamento editoriale.
                      Volumi come le donne di Fantomius, come il reboot di Doubleduck e quest'ultimo su Reginella fanno intrevedere una lampante confusione.

                      [cut]

                      Credo quindi che si stia rovinando una testata che però potrebbe ancora dire la sua se si capisse di dover dare una nuova e profonda sterzata editoriale.
                      Magari chissà proprio inserendo come prossimo numero quel Ducks on the road prima annunciato e poi mai realmente pubblicato per ignari motivi.....

                      Bravo, hai centrato i punti salienti che gravitano intorno al cambio di rotta della Deluxe edition.

                      1) il formato si presta bene per storie-cult recenti (e soprattutto per rieditare in grande la nuova serie di PK)
                      2) il volume sostitutivo di Fantomius con le sue papere al posto di Ducks on the road lascia semplicemente basiti, e infatti non l'ho preso (Fantomius è già edito integralmente nella Definitive)
                      3) sottolineo che da un anno e mezzo si è aggiunta (a caro prezzo peraltro, 30 euro ad albo) la super deluxe. personalmente (ho solo Casablanca perchè ero a Lucca comics e PK vs DD perchè non l'han fatto per la Deluxe) non se ne sentiva la necessità, per vari fattori, tra i quali:
                      a) costa troppo (a quel punto potevano continuare le edizioni di Disney libri cartonate come per Storia&Gloria, Messer Papero e La Spada di ghiaccio, costavano uguale ma con ormato da libro grande e sovracopertina che fa figura in libreria)
                      b) altro formato enormemente stupido che non si sposa in libreria con quanto già in essere.

                      Se ampliamo il discorso alla variazione di uscita di Legendary e Definitive collection (la seconda fino ad ottobre non vedrà altri numeri, prima era bimestrale) e alla riduzione di formato dell'Altro Topo #6 (e chissene se c'è il dinosauro pupazzo, lasciate il formato dei primi 5 numeri no? No l'ho più comprato) la confusione regna davvero sovrana da quelle parti.
                      "Quando il gioco si fa duro.... io vorrei essere da un'altra parte!" (PK)

                      *

                      RocK
                      Papero del Mistero
                      PolliceSu   (3)

                      • **
                      • Post: 218
                      • Esordiente
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu   (3)
                        Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                        Risposta #265: Giovedì 19 Lug 2018, 12:57:20
                        spero che casablanca, topo maltese, tutto questo accadrà ieri, novecento e la strada escano in questo formato che io apprezzo di più.

                        non li spendo 30 euro per una singola storia. pur in un volume di pregio.
                        la limited deluxe a una decina di euro è un compromesso accettabile fra il costosissimo volume della super deluxe e il giornalino economico da 4€ dell' ormai defunto "parodie"

                        *

                        bunny777
                        Ombronauta
                        PolliceSu   (1)

                        • ****
                        • Post: 901
                        • Strapapero
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu   (1)
                          Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                          Risposta #266: Giovedì 19 Lug 2018, 13:06:00
                          il giornalino economico da 4€ dell' ormai defunto "parodie"
                          Diciamo pure 7 Euro.


                          *

                          RocK
                          Papero del Mistero
                          PolliceSu   (3)

                          • **
                          • Post: 218
                          • Esordiente
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu   (3)
                            Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                            Risposta #267: Giovedì 19 Lug 2018, 14:12:25
                            il giornalino economico da 4€ dell' ormai defunto "parodie"
                            Diciamo pure 7 Euro.

                            non ricordavo bene il prezzo e a questo punto parodie aveva ancora meno senso di quanto pensassi essendo di fatto un doppione di limited deluxe a tutti gli effetti. poi si lamentano che chiudono le testate...3 serie parallele con la stessa finalità (?)....bho

                            *

                            SalvoPikappa
                            Ombronauta
                            PolliceSu   (3)

                            • ****
                            • Post: 964
                            • Potere e Potenza!
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (3)
                              Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                              Risposta #268: Sabato 27 Ott 2018, 14:48:29
                              Cover delle prossime Deluxe



                              Nessuno è povero, quando può fare ciò che gli piace quando gli piace!... A me piace tuffarmi nel denaro, come un pesce baleno, e scavarci gallerie, come una talpa, e gettarlo in aria e farmelo ricadere sulla testa!

                              *

                              Duck Fener
                              Dittatore di Saturno
                              PolliceSu   (2)

                              • *****
                              • Post: 3564
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu   (2)
                                Re:Topolino Limited Deluxe Edition - Discussione Generale
                                Risposta #269: Sabato 27 Ott 2018, 15:27:18
                                Per quanto ultraristampata, questa potebbe essere davvero l'edizione definitiva del Fiume del tempo.
                                Bella copertina con i nomi degli autori, grande formato, forse la nuova colorazione, un po' di articoli e un'occasione speciale per ripresentarla.

                                Poi per i prossimi 20 anni basta, vi prego :P

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)