Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
2 | |
3 | |
2 | |
5 | |
2 | |
4 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |

Topolino e il mistero delle collane

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Maximilian
Dittatore di Saturno
PolliceSu

  • *****
  • Post: 3642
  • Innamorato di Bill Walsh
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Topolino e il mistero delle collane
    Giovedì 27 Dic 2018, 19:21:31

    https://inducks.org/story.php?c=YM+048

    Dopo una manciata di trame piuttosto semplici, ecco che Gottfredson sforna nuovamente un giallo davvero complicato.

    La vicenda è pervasa da un'atmosfera ed una cupezza molto ben riuscite e la storia fa grande uso di tutti i personaggi.
    Partiamo da un grande Topolino, che si ritrova a investigare ma non per la polizia: prima per conto proprio e dopo addirittura contro. Impagabile quando lo vediamo combattuto tra l'affetto e il senso del dovere e la scena in cui pecca di omertà verso Basettoni, il quale poi quasi minaccia l'altro, è a parer mio il migliore momento del loro rapporto.
    Pippo si rivela fondamentale, malgrado non compaia molto spesso: brillante la scena in cui arriva e fornisce l'indicazione giusta con nonchalance, per non parlare di come il suo pensiero laterale viene sfruttato durante la resa dei conti.
    Bene anche Manetta, effettivamente poco sveglio ma lontano anni-luce dalla completa demenza con cui lo si ritrae oggi.
    Affascinante ed enigmatico l'antagonista, i cui tratti somatici indiani sono probabilmente influenzati dalla paura di uno straniero invasore. A tal proposito, in questa storia compare per la prima volta un riferimento esplicito alla seconda guerra mondiale, in una battuta di Pippo.

    Ritorna l'ambientazione de L'illusionista, notevolmente ampliata. E' strano dunque, vista l'estensione considerevole dei quartieri alti, che Topolino definisca la città "piccola". Evidentemente lo è in confronto alle metropoli in cui ci si aspetta che un criminale internazionale agisca, inoltre bisogna tenere conto che "piccola" va rapportata alla media statunitense, non italiana.

    Non manca la componente comica, per esempio "Detesto curiosare nelle case altrui... ah, no, è casa mia", lo zio che dorme di continuo, la vasca da bagno di Pippo con un innaffiatoio al posto del rubinetto, "Scusate signore, siete in arresto", le interpretazioni del canguro e della ballerina...

    Non mi è chiara una cosa:
    Spoiler: mostra
    se il potere ipnotico era dato dalla pietra preziosa, come fa il Bagliore a disipnotizzare Minni, visto che quando lo fa ne è privo?


    Bisogna ammettere una cosa: la soluzione del mistero è abbastanza prevedibile, non per colpa della storia ma di tutte quelle successive che hanno fatto abuso della medesima soluzione. Per fortuna, dopo quello, avviene un secondo colpo di scena, stavolta veramente d'effetto.

    I magnifici disegni sembrano ripresi pari pari dalla summenzionata precedente storia focalizzata sull'alta società; da notare inoltre come il maestro riesca a rendere l'inespressività con lo sguardo fisso, riuscendo comunque a far recitare i personaggi con la sola bocca.

    La vicenda ha scosso le mie certezze in due punti: prima scopro che Minni non è il vero nome ma il diminutico, poi Pippo si riferisce a sè stesso come "A. Goof". Cosa significa? Non ditemi che anche Goofy è un soprannome: potrei non reggere un secondo trauma

    Non amo il titolo italiano, poco azzeccato e intrigante

    Curiosità: Basettoni accenna ad una innominata moglie
    « Ultima modifica: Giovedì 27 Dic 2018, 20:06:30 da Maximilian »

    *

    dr. Paperus
    Diabolico Vendicatore
    PolliceSu

    • ****
    • Post: 1885
    • working on siero di lunga pace and Immergrün
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Topolino e il mistero delle collane
      Risposta #1: Sabato 9 Apr 2022, 13:14:18
      Che peccato che nessuno a parte l'inossidabile Maximilian abbia espresso un commento su una così bella storia, caposaldo indimenticabile degli anni d'oro di Topolino :) è la prima metà del 1942, la guerra per gli americani è appena iniziata e Merrill De Maris è ormai prossimo al suo canto del cigno alle sceneggiature delle strisce quotidiane; in questa avventura espone tutto il suo cast di comprimari, dal rinnovato Pippo, che ha saputo evolvere e rendere un pizzico più dinamico dell'originale Goofy di Babbitt sceneggiato da Osborne, alle sue brillanti creazioni in seno al corpo di polizia di Topolinia: il posato, saggio e autoironico Basettoni e il presuntuoso, diffidente e facilone Manetta; per quest'ultimo sarà l'ultima apparizione nella produzione di Gottfredson, se si eccettua una piccola comparsata in Topolino e gli orfani di guerra, due anni dopo.

      La vicenda ha scosso le mie certezze in due punti: prima scopro che Minni non è il vero nome ma il diminutico, poi Pippo si riferisce a sè stesso come "A. Goof". Cosa significa? Non ditemi che anche Goofy è un soprannome: potrei non reggere un secondo trauma

      In effetti così pare... e sembrerebbe l'unica volta in cui viene citato il nome di battesimo di Pippo, se si eccettua l'iniziale "Dippy", poi accantonato, e il classico "George" che però si dovrebbe considerare appartenente a un alter-ego, quello dei cortometraggi degli anni '50.

      Non mi è chiara una cosa:
      Spoiler: mostra
      se il potere ipnotico era dato dalla pietra preziosa, come fa il Bagliore a disipnotizzare Minni, visto che quando lo fa ne è privo?


      Evidentemente lo Splendore (in quale edizione è tradotto come Bagliore?) ha delle doti da ipnotista che vanno al di là dell'utilizzo del gioiello; d'altronde si presume che disipnotizzare, cioè riportare alla realtà, sia un passaggio più facile e rapido dell'intera procedura di ipnosi, che senza la gemma il manigoldo non sarebbe mai riuscito ad applicare così istantaneamente su Minni, Topolino e Manetta.

      Alla fine, poco ci viene rivelato sul criminale in questione (e sulla sua complice): qual è il suo vero aspetto? Si pittura il viso quando
      Spoiler: mostra
      interpreta Dudley Mousegomery o quando assume le sembianze di un orientale? Le basette e la barba sono vere? E i baffi del criminale?
      Leggo che il personaggio è stato ripreso nel prologo di un Classico anni '60 e in una storia di Fabio Michelini, ma in entrambi i casi non ho avuto modo di leggerli e sarei curioso di sapere se sono stati introdotti nuovi particolari sulla sua identità.
      ex Paperinik il Templare e Volkabug, inventore dell'Immergrün; prima niubbo, poi lurkatore, adesso utente affezionato; secondo la monetazione antica TEMPLI*PAPERINICUS*E*PAPERIBUS*MIRUM

      *

      Maximilian
      Dittatore di Saturno
      PolliceSu

      • *****
      • Post: 3642
      • Innamorato di Bill Walsh
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re:Topolino e il mistero delle collane
        Risposta #2: Sabato 9 Apr 2022, 22:11:22
        per quest'ultimo sarà l'ultima apparizione nella produzione di Gottfredson, se si eccettua una piccola comparsata in Topolino e gli orfani di guerra, due anni dopo.
        Effettivamente nell'inducks viene citato, ma non mi risulta in quella storia.
        lo Splendore (in quale edizione è tradotto come Bagliore?)
        Probabilmente in nessuna, ma dal mio punto di vista dovrebbe essere adottato in tutte. Bagliore è la traduzione letterale dell'originale e Gleam e rende meglio l'idea di qualcosa che si muove furtivamente nella notte e che, intravvedendosi appena, risulta di difficile identificazione e localizzazione. Splendente manca di quest'accezione, denotando qualcosa di ben visibile.
        Leggo che il personaggio è stato ripreso nel prologo di un Classico anni '60 e in una storia di Fabio Michelini, ma in entrambi i casi non ho avuto modo di leggerli e sarei curioso di sapere se sono stati introdotti nuovi particolari sulla sua identità.
        Nel secondo caso, resterai deluso. Semplicemente, a un certo punto Topolino ripensa ai criminali che ha affrontato in passato e ne vengono raffigurati diversi.
        In ogni caso, la presente risulta stabilmente al quarto posto tra le mie preferite del Gottfredson soggettista.

        *

        dr. Paperus
        Diabolico Vendicatore
        PolliceSu

        • ****
        • Post: 1885
        • working on siero di lunga pace and Immergrün
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re:Topolino e il mistero delle collane
          Risposta #3: Domenica 10 Apr 2022, 08:43:14
          Effettivamente nell'inducks viene citato, ma non mi risulta in quella storia.

          Sarebbe l'ispettore che viene chiamato da Topolino a casa sua per verificare cosa sia successo dopo l'esplosione; quattordicesima striscia, nella fisionomia sembrerebbe lui, e nel comportamento superficiale... pure!

          Probabilmente in nessuna, ma dal mio punto di vista dovrebbe essere adottato in tutte. Bagliore è la traduzione letterale dell'originale e Gleam e rende meglio l'idea di qualcosa che si muove furtivamente nella notte e che, intravvedendosi appena, risulta di difficile identificazione e localizzazione. Splendente manca di quest'accezione, denotando qualcosa di ben visibile.

          Nel secondo caso, resterai deluso. Semplicemente, a un certo punto Topolino ripensa ai criminali che ha affrontato in passato e ne vengono raffigurati diversi.
          In ogni caso, la presente risulta stabilmente al quarto posto tra le mie preferite del Gottfredson soggettista.

          Grazie Maximilian, prendo nota e non mi affannerò a recuperare la storia in questione :P per quanto riguarda la traduzione di Gleam, condivido quanto hai scritto.
          ex Paperinik il Templare e Volkabug, inventore dell'Immergrün; prima niubbo, poi lurkatore, adesso utente affezionato; secondo la monetazione antica TEMPLI*PAPERINICUS*E*PAPERIBUS*MIRUM

          *

          Maximilian
          Dittatore di Saturno
          PolliceSu

          • *****
          • Post: 3642
          • Innamorato di Bill Walsh
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re:Topolino e il mistero delle collane
            Risposta #4: Lunedì 11 Apr 2022, 22:09:10
            Ti ringrazio in ritardo per l'inossidabile.
            Alla fine, poco ci viene rivelato sul criminale in questione (e sulla sua complice): qual è il suo vero aspetto? Si pittura il viso quando
            Spoiler: mostra
            interpreta Dudley Mousegomery o quando assume le sembianze di un orientale? Le basette e la barba sono vere? E i baffi del criminale?
            Ci ho pensato anch'io:
            Spoiler: mostra
            secondo me l'aspetto vero è quello che vediamo quando compie i furti. Ricordiamo che con quella faccia era noto già prima di venire a Topolinia e quindi presumibilmente si è inventato un nuovo aspetto solo per l'occasione in questione. Io ho interpretato perfino che le orecchie da topo fossero finte, adottate per essere più credibile nel ruolo di zio di Minni.

            Mi rendo conto questo è un discorso un po' ozioso, ma indica che il personaggio e la vicenda nel complesso ci hanno colpito. Svariate storie pongono dubbi del genere, ma con quelle non mi pongo certe domande perchè non risvegliano il mio interesse.
            Sarebbe l'ispettore che viene chiamato da Topolino a casa sua per verificare cosa sia successo dopo l'esplosione; quattordicesima striscia, nella fisionomia sembrerebbe lui, e nel comportamento superficiale... pure!
            Uhm, no, Gottfredson lo raffigurava in maniera diversa (nel dubbio ho verificato).

            Un'altra cosa che ho imparato dalla lettura di questo fumetto è che il nome Dudley non è stato inventato da J. K. Rowling.  ;D

            *

            dr. Paperus
            Diabolico Vendicatore
            PolliceSu

            • ****
            • Post: 1885
            • working on siero di lunga pace and Immergrün
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re:Topolino e il mistero delle collane
              Risposta #5: Lunedì 11 Apr 2022, 22:44:33
              Spoiler: mostra
              secondo me l'aspetto vero è quello che vediamo quando compie i furti. Ricordiamo che con quella faccia era noto già prima di venire a Topolinia e quindi presumibilmente si è inventato un nuovo aspetto solo per l'occasione in questione. Io ho interpretato perfino che le orecchie da topo fossero finte, adottate per essere più credibile nel ruolo di zio di Minni.

              Mi rendo conto questo è un discorso un po' ozioso, ma indica che il personaggio e la vicenda nel complesso ci hanno colpito. Svariate storie pongono dubbi del genere, ma con quelle non mi pongo certe domande perchè non risvegliano il mio interesse.

              Sono d'accordo! :)

              Uhm, no, Gottfredson lo raffigurava in maniera diversa (nel dubbio ho verificato).

              Sono un po' meno d'accordo ;D o meglio, voglio fare un piccolo ragionamento prima di escludere del tutto la possibilità che sia Manetta; in fondo l'abbigliamento è esattamente identico, se si eccettua il farfallino al posto della cravatta, e il distintivo è abbastanza indicativo.

              Certo, due particolari sono radicalmente diversi: le orecchie, che sono diventate cadenti come quelle di Basettoni, e le labbra, che non sembrano essere sporgenti (in particolare il labbro superiore, fisionomia tipicamente irish) come siamo abituati a vedere in Manetta; tuttavia bisognerebbe fare due riflessioni: la prima è che né il labbro superiore sporgente né le orecchie canidi in su sono caratteristiche fisse di Manetta, che banalmente nella versione di Cavazzano non ha né l'una né l'altra; di conseguenza, capisco perché gli indicizzatori inducks abbiano voluto riconoscere Manetta; ci troviamo però all'interno della produzione di Gottfredson, e in seno a questa il look di Basettoni non subisce nel corso degli anni cambiamenti radicali come quelli di cui stiamo parlando; ma la seconda riflessione è che si tratta di una comparsata di un ufficiale di polizia, serviva un ispettore a Gottfredson per una gag singola e probabilmente ha attinto da Manetta per disegnarne uno; proporrei dunque di considerarlo uno "pseudo-Manetta", anche perché, sempre con la differenza delle orecchie, quando giace disteso nell'ultima vignetta della striscia in questione sembra proprio lui!
              ex Paperinik il Templare e Volkabug, inventore dell'Immergrün; prima niubbo, poi lurkatore, adesso utente affezionato; secondo la monetazione antica TEMPLI*PAPERINICUS*E*PAPERIBUS*MIRUM

              *

              galerius
              Sceriffo di Valmitraglia
              PolliceSu

              • ***
              • Post: 269
              • W questo FORUM!!!
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re:Topolino e il mistero delle collane
                Risposta #6: Venerdì 15 Apr 2022, 19:15:50
                La storia è presente anche nell'Oscar Mondadori Gli anni ruggenti di Topolino, dove purtroppo le dimensioni delle vignette ricordano quelle di un francobollo e rendono difficile apprezzare la vicenda a dovere.
                A proposito di vignette ; in quell'edizione ne compaiono alcune che, non so voi, ma io trovo parecchio brutte ( guardate il Pippo della quarta... ), sicuramente non opera di Gottfredson



                Figurano anche in altre edizioni o solo nell'Oscar sopra citato ?

                  Re:Topolino e il mistero delle collane
                  Risposta #7: Venerdì 15 Apr 2022, 19:47:13
                  Aaaah, hai scoperto le bellissime e inquietanti intrusioni di Rubino per adattare le vignette. No, ovviamente non sono di Gottfredson e ovviamente in altre versioni non c'è, almeno non sicuramente nella mia degli Anni d'Oro che ha ripreso le strisce originali
                  Luca Giacalone

                  *

                  galerius
                  Sceriffo di Valmitraglia
                  PolliceSu

                  • ***
                  • Post: 269
                  • W questo FORUM!!!
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re:Topolino e il mistero delle collane
                    Risposta #8: Venerdì 15 Apr 2022, 20:21:37
                    Quelle vignette sono di Antonio Rubino ?
                    Non l'avrei mai indovinato.
                    Rubino era un signor illustratore, ma insomma...con Pippo e Basettoni non ci ha proprio preso.

                    Grazie per l'informazione !

                      Re:Topolino e il mistero delle collane
                      Risposta #9: Venerdì 15 Apr 2022, 20:26:10
                      Quelle vignette sono di Antonio Rubino ?
                      Non l'avrei mai indovinato.
                      Rubino era un signor illustratore, ma insomma...con Pippo e Basettoni non ci ha proprio preso.

                      Grazie per l'informazione !
                      Non Antonio ma suo figlio Michele.
                      Luca Giacalone

                      *

                      galerius
                      Sceriffo di Valmitraglia
                      PolliceSu

                      • ***
                      • Post: 269
                      • W questo FORUM!!!
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Topolino e il mistero delle collane
                        Risposta #10: Venerdì 15 Apr 2022, 20:35:45
                        Ah, ok !
                        Vedi quanto poco ne so...
                        Ri-grazie  8)

                         

                        Dati personali, cookies e GDPR

                        Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                        Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                        Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.