Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
3 | |
4 | |
2 | |
3 | |
4 | |
2 | |
I Classici Disney 12 - Recensione di Guglielmo Nocera

Il nuovo corso de I Classici Disney, ribattezzato “I Classici d’Autore”, è iniziato a febbraio 2021 con Il Re dei Paperi a cura di Vito Stabile, ma non abbiamo avuto modo di recensirlo perché, complice la moneta allegata, nelle edicole e negli store online si è reso da subito introvabile. Si tratta di una selezione di storie a tema, collegate per mezzo di una storia a cornice. Nulla di nuovo rispetto ai Classici storici del secolo scorso, dunque? Non proprio: la selezione e la frame-story sono curate, ogni mese, da uno sceneggiatore di Topolino, diverso a seconda della tematica trattata: Vito Stabile per Paperone, Marco Nucci per Macchia Nera, Marco Gervasio per Paperinik il mese prossimo. Si tratta di una strategia, a nostro parere, estremamente azzeccata: la sensibilità professionale dello sceneggiatore, chiamato a selezionare storie scritte dai suoi colleghi del passato o del presente, fornisce alla raccolta un collante qualitativo e caratteriale eccellente. E questo aspetto è fortemente avvantaggiato dal fatto che non si tratta, come nel caso dei valenti Dalmasso e Marconi, di factotum che curano la testata per intero, bensì di autori chiamati a esprimersi su uno specifico tema evidentemente nelle loro corde. Questo mese, ecco a voi Profondo Nero, Il “romanzo” di Macchia Nera con le storie selezionate da Marco Nucci. Partiamo subito col dire che la selezione, introdotta da uno stupendo e spettralissimo Macchia Nera in copertina opera di Andrea Freccero, è estremamente godibile: come ci si aspettava, il trionfo è per Casty, probabilmente il miglior interprete di Macchia Nera di sempre. E ciò non perché la storia di Gottfredson, quella di Martina o quelle di Missaglia siano necessariamente da meno (la prima in particolare è semplicemente una pietra miliare della storia del fumetto), bensì per la costanza e l’affettuosa progettualità con cui l’autore goriziano ha lavorato sul personaggio. Ad oggi sono sedici le storie di Casty con Macchia Nera nel ruolo di avversario principale, undici se si esclude il ciclo di Darkenblot e ci si restringe dunque al Macchia Nera “classico”. Le storie di Casty contenute nel presente volume sono tre: anzitutto Topolino e l’occhio di Topoltec, storia relativamente breve disegnata dal grande Vitale Mangiatordi e incentrata su un classico furto “senza colpevole”; qui Macchia Nera è un manipolatore e trasformista. Le altre due sono invece collegate, e si tratta di una coppia di piccole leggende degli anni Duemila: Topolino e l’uomo ingannatempo (disegnata da Massimo De Vita) e Topolino e i colpi dell’uomo qualunque (disegnata da Giorgio Cavazzano). Adorabile umorismo nero Difficile dire qualcosa senza rovinare dei colpi di scena, per cui ci limitiamo a sottolineare l’umorismo decisamente nero del personaggio, che lungi dal figurare come l’algido e scontato supercattivo che si rivela solo in fondo alla storia, compare da subito a spiazzare Topolino e compagni con la sua imprevedibile genialità, e a infastidirlo con le sue continue beffe, intrecciando in maniera perfetta la propria presenza con il corso del piano da lui stesso ideato. Parlando dei disegni, tutte e tre le storie sono davvero azzeccate: realistico e sottile il disegno di Mangiatordi, istrionico quello di De Vita, che mette in risalto la caratura umoristica e beffarda di Macchia Nera come non mai, e spiazzante nella sua pulizia quello di Cavazzano, in cui a risaltare è invece il contrasto fra la calma inerme di Topolino e l’imprevedibile, inarrestabile intervento del diabolico criminale. Le altre storie selezionate da Nucci sono di ottimo livello a loro volta: Black out a Topolinia, di Alberto Savini, bilancia in maniera ottima atmosfera e trama, complici i disegni di un Lorenzo Pastrovicchio ancora lontano dai fasti di Darkenblot ma già calato in quel suo “realismo d’atmosfera”. Ingegnoso il piano di Macchia Nera, e credibile a sua volta il modo in cui viene scoperto e ritorto contro il suo autore: due ingredienti quasi imprescindibili per la riuscita di una buona storia con The Phantom Blot, al di là del fascino e dell’atmosfera che accompagnano il personaggio. Splendidi revivalTroviamo poi la singolare e molto godibile Topolino e il dilemma parabolico, opera di un Bruno Enna ispirato nello svicolare dal classico canovaccio “macchianeresco” per… investire di importanza un particolare dell’anatomia di Topolino con una trovata foriera di gustose conseguenze sulla trama. Molto apprezzabile, in particolare, la gestione del personaggio di Pippo. I disegni sono ancora di uno stupendo Giorgio Cavazzano, autore di fantastici Topolini imbronciati e di un omaggio a Romano Scarpa nascosto in una vignetta. L’ultima storia della selezione, Topolino e la minaccia acquatica, ha un valore particolare: si tratta di una storia tutta giocata sull’atmosfera, in cui Augusto Macchetto, già autore di una stupenda (e ben più agghiacciante) prova con Macchia Nera, dimostra di saper trattare buoni e cattivi sentimenti con pari abilità. Ma soprattutto, si tratta dell’ultima storia di Giuseppe Dalla Santa, autore di primo livello prematuramente scomparso dieci anni fa, il 29 aprile 2011. Dalla Santa non è solo autore di una prova spettacolare in questa occasione, ma anche e soprattutto di un maestoso Macchia Nera nel ciclo delle Fantaleggende, sicuramente una delle reinterpretazioni migliori in assoluto del personaggio. Tornando alla Minaccia acquatica, ci permettiamo di parafrasare quanto fu scritto all’epoca della sua prima pubblicazione nel redazionale che la accompagnava: una storia fatta di affetti ed abbracci, un saluto e un ringraziamento al suo grande disegnatore. In conclusione, occorre dire qualcosa sulla costruzione della frame-story di Marco Nucci e Roberto Marini. Chi scrive confessa che, dopo attente riflessioni, non ha un parere chiaro sulla riuscita dell’esperimento. Il problema in fondo è che in diciassette tavole è davvero molto difficile imbastire una trama convincente, per giunta dovendo artificiosamente collegare tra loro storie completamente indipendenti se non per il riproporsi dei personaggi. Fatta questa tara, il lavoro di Nucci è intelligente, seppur mancando troppo di mordente alla prova dei fatti. In breve (raccomandiamo qui di non proseguire nella lettura a chi non volesse rovinarsi la sorpresa), la frame inizia con l’usuale escamotage dei sogni in catena, in cui l’ultima vignetta di ogni sezione della cornice riprende, in forma distorta dal sogno, la prima della storia che introduce; dopo un po’, però, scopriamo che questi sogni sono in realtà indotti da una macchina onirica di Macchia Nera, e che Topolino è tenuto prigioniero nella stessa villa apparsa nella Minaccia acquatica, da cui, svegliatosi, riesce subito a fuggire. Si tratta quindi di una sorta di meta-frame, di un intervento decostruttivo nei confronti del classico e abusato tran-tran della cornice-sogno, trovata ottima per le sue implicazioni formali e d’altra parte un po’ sacrificata nel breve spazio e ruolo concessole. Detto questo, l’albo è senz’altro consigliatissimo.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (22)
Esegui il login per votare

I Classici Disney - Annata 2021

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia

  • ******
  • Post: 10905
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:I Classici Disney - Annata 2021
    Risposta #75: Martedì 13 Apr 2021, 21:50:36
    Nel prossimo imperdibile Classico del Paperinik gervasiano fatto vedere da Samu ci sarà "un annuncio incredibile che svelerà i dettagli dello specialissimo numero estivo: credetemi... una vera bomba!"   :surprised:
    Parola di Alex Bertani, alla fine della introduzione al Classico 'Profondo Nero'

    « Ultima modifica: Martedì 13 Apr 2021, 21:52:18 da Cornelius Coot »

    *

    paolobar
    Diabolico Vendicatore

    • ****
    • Post: 1916
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:I Classici Disney - Annata 2021
      Risposta #76: Martedì 13 Apr 2021, 22:28:20
      Nel prossimo imperdibile Classico del Paperinik gervasiano fatto vedere da Samu ci sarà "un annuncio incredibile che svelerà i dettagli dello specialissimo numero estivo: credetemi... una vera bomba!"

      che sia un nuovo gadget allegato?

      *

      Flash X
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1234
      • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:I Classici Disney - Annata 2021
        Risposta #77: Martedì 13 Apr 2021, 22:49:22
        Insomma, mi toccherà prendere anche il prossimo numero. E io che dopo questo voleva smettere... però Paperinik non posso perdermelo! Dopo quello, tranne che il numero estivo abbia qualcosa di veramente incredibile, smetterò, credo.

          Re:I Classici Disney - Annata 2021
          Risposta #78: Martedì 13 Apr 2021, 23:13:59
          Niente gadget. Quando Bertani ha presentato i Classici d'autore nell'editoriale sul Topolino (lo trovi qui) ha scritto ritornerà uno dei grandi autori Disney e racconterà il finale di una saga.

          *

          Samu
          Ombronauta

          • ****
          • Post: 772
          • Amante del bel fumetto
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:I Classici Disney - Annata 2021
            Risposta #79: Mercoledì 14 Apr 2021, 21:38:05
            Ho recuperato oggi il secondo numero dei "Classici Disney d'Autore" e non vedo l'ora di leggerlo visto che Macchia Nera è il mio villain disneyano preferito.  :inLove:
            Ho letto l'editoriale introduttivo del Direttore in cui fa riferimento alla "sorpresa" che i lettori si troveranno davanti nel numero in uscita ad Agosto.
            Ricordo che qualche tempo fa si era parlato, proprio qui sul Forum, del fatto che forse potrebbe trattarsi del ritorno di Ok Quack.
            Se così fosse, ne sarei veramente contento e un albo del genere (con l'eventuale selezione delle storie e tavole di raccordo sceneggiate dallo stesso Carlo Chendi, il suo creatore) avrebbe tutto il mio interesse!  O0
            « Ultima modifica: Mercoledì 14 Apr 2021, 21:40:45 da Samu »

            *

            Volkabug
            Diabolico Vendicatore
               (1)

            • ****
            • Post: 1676
            • ex Paperinik il Templare
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:I Classici Disney - Annata 2021
              Risposta #80: Giovedì 15 Apr 2021, 17:13:39
              Insomma, mi toccherà prendere anche il prossimo numero. E io che dopo questo voleva smettere... però Paperinik non posso perdermelo! Dopo quello, tranne che il numero estivo abbia qualcosa di veramente incredibile, smetterò, credo.

              Ma dai, e chi se l'aspettava che Paperinik ti interessasse? Comunque... "smetterò, credo"... usi un tono così esaltato che il tuo discorso sembra una di quelle pubblicità dove la gente è felice per il detersivo nuovo.

              Ho finito ora di leggere il volume, divorato in quattro e quattr'otto perché possedevo solo una storia su sei, quindi mi sono precipitato ad acquistarlo. Il mio giudizio è positivo :) certo, anche se le autoconclusive castiane su Macchia Nera mi mancavano non vuol dire che non abbia rimpianto una delle avventure di maggior respiro (che pure ho già letto), nel momento in cui la risoluzione dei casi avveniva troppo repentinamente (vedi L'occhio di Topoltec)... tutto sommato però la frame story nucciana (col solito finale un po' enigmatico a tempo perso) riesce davvero a dare l'idea del "romanzo", conferendo la giusta uniformità a 194 pagine di birbonate macchianeresche. Sono rimasto piacevolmente sorpreso sia da Macchetto che da Enna!
              E paperibus unus

              *

              Nataniele Ragnatele
              Giovane Marmotta

              • **
              • Post: 175
              • Fan di Mezzavilla!
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:I Classici Disney - Annata 2021
                Risposta #81: Venerdì 16 Apr 2021, 22:10:54
                Non posseggo tutti i volumi, di questa nuova versione de I Classici Disney, fino ad ora ho letto solo tre volumi. Il numero uno, il primo con "la nuova formula" con la selezione di Stabile, ed anche indirettamente quello con le storie di Fantomius. Indirettamente, perchè ho letto tutte le storie contenute nell'albo, senza però possederlo. Tra i pochi che ho letto, debbo dire che questo è senza ombra di dubbio il migliore. Anche qui Nucci, proprio come Stabile ha deciso di selezionare più storie dei massimi esponenti dei personaggi a cui è dedicato l'albo. Cimino per lo zione e Casty per il Topo. La differenza, sta tutta nel fatto che le storie Ciminiane, per quanto fossero gradevoli, erano state scritte dal Tardo Cimino, lontano dai fasti degli anni '70. La copertina di Freccero è buona, però il corpo di Topolino non mi convince del tutto. Le storie SPOILER!!
                SPOILER!
                1) Apre l'albo quella che a mio avviso è la miglior storia. "Topolino e l'Uomo Ingannatempo" di Casty e De Vita, mi è piaciuta molto, simpatiche le Gag con Manetta ausiliare del Traffico, trama molto avvincente, in cui i nostri devono capire chi è come fa un ladro (chissà chi potrà mai essere questo mariuolo) a rapinare gioiellerie ed a scomparire nel nulla. Come al solito, le spiegazioni del Goriziano sono sempre divertenti da leggere e ben spiegate, senza mai lasciare nulla al caso. Spettacolari i disegni del grandissimo Massimo De Vita, che a quei tempi collaborava molto spesso con Casty. Non mi convince solo la bambinata di Macchia, che disegna i baffi a Basettoni (??).
                2) "Black Out" a Topolinia è una storia molto piacevole da leggere. A Topolinia, misteriosamente, la luce scompare in tutta la città, e nemmeno i tecnici riescono a capire il perchè. Ovviamente dietro a tutto c'è lui.... Macchia Nera! Disegni superbi di Pastrovicchio. Spettacolare la sequenza finale.
                3) "Topolino e il dilemma parabolico" di Enna/Cavazzano. Non serve neanche fare un riassunto, basta leggere i nomi coinvolti per capire la qualità della storia. Mi ha lasciato perplesso solo l'inizio con un Manetta troppo macchietta e fannullone. Per il resto storia ottima.
                4) "Topolino e l'occhio di Topoltec" di Casty/Mangiatordi. Ad esser sincero, questa mi mancava. Avevo letto, forse proprio qui sul Forum, che questa era assieme al "Bacio Spaziale" la peggior storia firmata da Casty. A me è piaciuta, e non poco! In sole sedici pagine, troviamo un giallo dalla struttura non originalissima (chi legge "Detective Conan" può intuire il perchè), ma ben congegnato, con un piano degno del miglior Macchia Nera. Disegni tutto sommato gradevoli di Mangiatordi.
                5) "Topolino e i colpi dell'Uomo Qualunque" finale di questa "saga" divisa in due parti. Questa volta ai pennelli c'è un altro maestro: Giorgio Cavazzano, che non ci fa rimpiangere De Vita. Anche questa volta, la trama è molto ingegnosa ed interessante, con questo uomo qualunque che ogni volta riesce a trovarsi nel posto giusto al momento giusto. Vediamo tra l'altro un'interpretazione Cavazzaniana di Vito Doppioscherzo e proprio come ne "Le Regolissime del Guazzabù" anche qui i videogiochi risulteranno fondamentali per la vittoria finale dei nostri. Spero che Doppioscherzo ritorni presto.
                6) Chiude l'albo "Topolino e la minaccia acquatica" di Macchetto/Della Santa, l'ultima di Della Santa per il Topolino Libretto. Oltre a Topolino e Macchia appare fugacemente, anche Indiana Pipps che lascerà in custodia un oggetto fondamentale per la sconfitta del nemico di sempre. Ottimi tutto sommato i disegni.
                7) La Frame Story ad opera di Nucci e Marini e buona, e scorre bene. Molto belli i disegni di Marini, anche se anche qui il suo Topolino non mi convince pienamente.
                Se Dovessi fare una Top 3 delle storie direi:
                1: "Topolino e l'uomo Ingannatempo"
                2: "Topolino e i colpi dell'uomo qualunque"
                3: "Black Out a Topolinia"
                In definitiva, un ottimo albo, 4,50 euro ben spesi. Spero che i prossimi siano all'altezza di questo numero.
                Aiotto! Aiotto! Sono... Crack! https://inducks.org/story.php?c=I+TL+1834-AP

                *

                Dominatore delle Nuvole
                Diabolico Vendicatore
                   (2)

                • ****
                • Post: 1414
                • Guazzabù!
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (2)
                  I Classici Disney 12
                  Risposta #82: Sabato 24 Apr 2021, 17:12:28
                  Recensione I Classici Disney 12


                   Il nuovo corso de I Classici Disney, ribattezzato “I Classici d’Autore”, è iniziato a febbraio 2021 con Il Re dei Paperi a cura di Vito Stabile, ma non abbiamo avuto modo di recensirlo perché, complice la moneta allegata, nelle edicole e negli store online si è reso da subito introvabile. Si tratta di una selezione di storie a tema, collegate per mezzo di una storia a cornice. Nulla di nuovo rispetto ai Classici storici del secolo scorso, dunque?

                   Non proprio: la selezione e la frame-story sono curate, ogni mese, da uno sceneggiatore di Topolino, diverso a seconda della tematica trattata: Vito Stabile per Paperone, Marco Nucci per Macchia Nera, Marco Gervasio per Paperinik il mese prossimo. Si tratta di una strategia, a nostro parere, estremamente azzeccata: la sensibilità professionale dello sceneggiatore, chiamato a selezionare storie scritte dai suoi colleghi del passato o del presente, fornisce alla raccolta un collante qualitativo e caratteriale eccellente. E questo aspetto è fortemente avvantaggiato dal fatto che non si tratta, come nel caso dei valenti Dalmasso e Marconi, di factotum che curano la testata per intero, bensì di autori chiamati a esprimersi su uno specifico tema evidentemente nelle loro corde.

                   Questo mese, ecco a voi Profondo Nero, Il “romanzo” di Macchia Nera con le storie selezionate da Marco Nucci. Partiamo subito col dire che la selezione, introdotta da uno stupendo e spettralissimo Macchia Nera in copertina opera di Andrea Freccero, è estremamente godibile: come ci si aspettava, il trionfo è per Casty, probabilmente il miglior interprete di Macchia Nera di sempre. E ciò non perché la storia di Gottfredson, quella di Martina o quelle di Missaglia siano necessariamente da meno (la prima in particolare è semplicemente una pietra miliare della storia del fumetto), bensì per la costanza e l’affettuosa progettualità con cui l’autore goriziano ha lavorato sul personaggio. Ad oggi sono sedici le storie di Casty con Macchia Nera nel ruolo di avversario principale, undici se si esclude il ciclo di Darkenblot e ci si restringe dunque al Macchia Nera “classico”.

                   Le storie di Casty contenute nel presente volume sono tre: anzitutto Topolino e l’occhio di Topoltec, storia relativamente breve disegnata dal grande Vitale Mangiatordi e incentrata su un classico furto “senza colpevole”; qui Macchia Nera è un manipolatore e trasformista. Le altre due sono invece collegate, e si tratta di una coppia di piccole leggende degli anni Duemila: Topolino e l’uomo ingannatempo (disegnata da Massimo De Vita) e Topolino e i colpi dell’uomo qualunque (disegnata da Giorgio Cavazzano).

                   
                  Adorabile umorismo nero

                   Difficile dire qualcosa senza rovinare dei colpi di scena, per cui ci limitiamo a sottolineare l’umorismo decisamente nero del personaggio, che lungi dal figurare come l’algido e scontato supercattivo che si rivela solo in fondo alla storia, compare da subito a spiazzare Topolino e compagni con la sua imprevedibile genialità, e a infastidirlo con le sue continue beffe, intrecciando in maniera perfetta la propria presenza con il corso del piano da lui stesso ideato. Parlando dei disegni, tutte e tre le storie sono davvero azzeccate: realistico e sottile il disegno di Mangiatordi, istrionico quello di De Vita, che mette in risalto la caratura umoristica e beffarda di Macchia Nera come non mai, e spiazzante nella sua pulizia quello di Cavazzano, in cui a risaltare è invece il contrasto fra la calma inerme di Topolino e l’imprevedibile, inarrestabile intervento del diabolico criminale.

                   Le altre storie selezionate da Nucci sono di ottimo livello a loro volta: Black out a Topolinia, di Alberto Savini, bilancia in maniera ottima atmosfera e trama, complici i disegni di un Lorenzo Pastrovicchio ancora lontano dai fasti di Darkenblot ma già calato in quel suo “realismo d’atmosfera”. Ingegnoso il piano di Macchia Nera, e credibile a sua volta il modo in cui viene scoperto e ritorto contro il suo autore: due ingredienti quasi imprescindibili per la riuscita di una buona storia con The Phantom Blot, al di là del fascino e dell’atmosfera che accompagnano il personaggio.

                   
                  Splendidi revivalTroviamo poi la singolare e molto godibile Topolino e il dilemma parabolico, opera di un Bruno Enna ispirato nello svicolare dal classico canovaccio “macchianeresco” per… investire di importanza un particolare dell’anatomia di Topolino con una trovata foriera di gustose conseguenze sulla trama. Molto apprezzabile, in particolare, la gestione del personaggio di Pippo. I disegni sono ancora di uno stupendo Giorgio Cavazzano, autore di fantastici Topolini imbronciati e di un omaggio a Romano Scarpa nascosto in una vignetta.

                   L’ultima storia della selezione, Topolino e la minaccia acquatica, ha un valore particolare: si tratta di una storia tutta giocata sull’atmosfera, in cui Augusto Macchetto, già autore di una stupenda (e ben più agghiacciante) prova con Macchia Nera, dimostra di saper trattare buoni e cattivi sentimenti con pari abilità. Ma soprattutto, si tratta dell’ultima storia di Giuseppe Dalla Santa, autore di primo livello prematuramente scomparso dieci anni fa, il 29 aprile 2011. Dalla Santa non è solo autore di una prova spettacolare in questa occasione, ma anche e soprattutto di un maestoso Macchia Nera nel ciclo delle Fantaleggende, sicuramente una delle reinterpretazioni migliori in assoluto del personaggio. Tornando alla Minaccia acquatica, ci permettiamo di parafrasare quanto fu scritto all’epoca della sua prima pubblicazione nel redazionale che la accompagnava: una storia fatta di affetti ed abbracci, un saluto e un ringraziamento al suo grande disegnatore.

                   In conclusione, occorre dire qualcosa sulla costruzione della frame-story di Marco Nucci e Roberto Marini.

                   Chi scrive confessa che, dopo attente riflessioni, non ha un parere chiaro sulla riuscita dell’esperimento. Il problema in fondo è che in diciassette tavole è davvero molto difficile imbastire una trama convincente, per giunta dovendo artificiosamente collegare tra loro storie completamente indipendenti se non per il riproporsi dei personaggi. Fatta questa tara, il lavoro di Nucci è intelligente, seppur mancando troppo di mordente alla prova dei fatti.

                   In breve (raccomandiamo qui di non proseguire nella lettura a chi non volesse rovinarsi la sorpresa), la frame inizia con l’usuale escamotage dei sogni in catena, in cui l’ultima vignetta di ogni sezione della cornice riprende, in forma distorta dal sogno, la prima della storia che introduce; dopo un po’, però, scopriamo che questi sogni sono in realtà indotti da una macchina onirica di Macchia Nera, e che Topolino è tenuto prigioniero nella stessa villa apparsa nella Minaccia acquatica, da cui, svegliatosi, riesce subito a fuggire.

                   Si tratta quindi di una sorta di meta-frame, di un intervento decostruttivo nei confronti del classico e abusato tran-tran della cornice-sogno, trovata ottima per le sue implicazioni formali e d’altra parte un po’ sacrificata nel breve spazio e ruolo concessole. Detto questo, l’albo è senz’altro consigliatissimo.



                  Voto del recensore: 4.5/5
                  Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                  http://www.papersera.net/wp/2021/04/24/i-classici-disney-12/

                  *

                  Manuel Crispo
                  Sceriffo di Valmitraglia
                     (2)

                  • ***
                  • Post: 296
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (2)
                    Re:I Classici Disney - Annata 2021
                    Risposta #83: Domenica 25 Apr 2021, 09:56:27
                    Bellissima selezione, specie per le tre avventure di Casty (sempre bello vederlo ristampato). La storia-cornice mi ha lasciato profondamente perplesso: di per sé fin dall'inizio ha pochissimo senso, la conclusione poi l'ho trovata banale e poco efficace. Ma immagino che sia sempre difficile scrivere una bella cornice.
                    “O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera”.

                    *

                    Peppe x1
                    Brutopiano
                       (2)

                    • *
                    • Post: 47
                    • Esordiente
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (2)
                      Re:I Classici Disney - Annata 2021
                      Risposta #84: Domenica 6 Giu 2021, 18:30:10
                      Ieri mi sono letto Profondo Nero,  wow...e il personaggio Macchia Nera (a me sconosciuto) mi ha intrigato a tal punto da voler recuperare Il mistero di macchia nera e il doppio segreto...lette entrambe oggi.
                      Certo che vedere topolino che sta per morire  più volte grazie a Macchia o vederlo con un coltello da cucina tentar di uccidere sotto ipnosi...fa effetto. E che effetto!
                      Ma come è possibile che non ci sia un volume che abbia ristampato in sequenza Il mistero ed il doppio segreto?
                      Davvero soddisfatto, sia del volume dei classici letto ieri, sia da queste 2 storie lette oggi
                      C'è qualche altra storia meritevole da leggere di Macchia Nera? Grazie

                        Re:I Classici Disney - Annata 2021
                        Risposta #85: Domenica 6 Giu 2021, 19:07:42
                        Degna di nota è anche Topolino e il dominatore delle nuvole, di Casty-Cavazzano.
                        O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

                        *

                        Samu
                        Ombronauta

                        • ****
                        • Post: 772
                        • Amante del bel fumetto
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:I Classici Disney - Annata 2021
                          Risposta #86: Domenica 6 Giu 2021, 19:38:11
                          Ieri mi sono letto Profondo Nero,  wow...e il personaggio Macchia Nera (a me sconosciuto) mi ha intrigato a tal punto da voler recuperare Il mistero di macchia nera e il doppio segreto...lette entrambe oggi.
                          Certo che vedere topolino che sta per morire  più volte grazie a Macchia o vederlo con un coltello da cucina tentar di uccidere sotto ipnosi...fa effetto. E che effetto!
                          Ma come è possibile che non ci sia un volume che abbia ristampato in sequenza Il mistero ed il doppio segreto?
                          Davvero soddisfatto, sia del volume dei classici letto ieri, sia da queste 2 storie lette oggi
                          C'è qualche altra storia meritevole da leggere di Macchia Nera? Grazie
                          Io ti consiglio di recuperare due albi incentrati sul personaggio di Macchia Nera ed usciti entrambi di recente.
                          Mi riferisco al Mickey Superstar Io...e Macchia Nera e al bel volumetto Topolino contro Macchia Nera, che presentano entrambi una selezione di storie molto interessante e ben riuscita.
                          Come storie singole, invece, ti consiglio Topolino e l'occhio di Macchia, Topolino e l'Astroplastica proteofantastica, Topolino e l'irreale realtà e la bellissima Estate a Green Pond.
                          Quest'ultima fa parte del ciclo di Pippo Reporter e quindi non è ambientata nella Topolinia dei giorni nostri, ma te la segnalo comunque perché è scritta con una poesia e una maestria davvero palpabili e che si ripercuotono anche negli splendidi disegni di Stefano Turconi.  ;)
                          Se ti interessano anche le parodie in cui Macchia Nera ha un ruolo chiave, ti consiglio, qualora non le avessi già lette, le meravigliose Dracula di Bram Topker e Topo Maltese - Una ballata del Topo Salato. :)
                          « Ultima modifica: Domenica 6 Giu 2021, 19:44:38 da Samu »

                          *

                          Geronimo
                          Sceriffo di Valmitraglia
                             (1)

                          • ***
                          • Post: 332
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re:I Classici Disney - Annata 2021
                            Risposta #87: Domenica 6 Giu 2021, 20:00:22
                            https://inducks.org/comp2.php?default_o=1&xapp=PB&creat=Cas
                            Dai un'occhiata alle storie di Casty su Macchia Nera, non saranno forse tenebrose come il Mistero e il Doppio Segreto ma sono ben fatte .
                            Aggiungo anche https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2502-1
                            Luca Giacalone

                            *

                            Atius
                            Gran Mogol
                               (1)

                            • ***
                            • Post: 586
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re:I Classici Disney - Annata 2021
                              Risposta #88: Giovedì 10 Giu 2021, 18:53:31
                              Qualcuno che ha già trovato in edicola il nuovo numero dei Classici potrebbe postare indice + anteprima? Grazie mille.
                              O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

                              *

                              Samu
                              Ombronauta
                                 (2)

                              • ****
                              • Post: 772
                              • Amante del bel fumetto
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (2)
                                Re:I Classici Disney - Annata 2021
                                Risposta #89: Domenica 13 Giu 2021, 10:26:38
                                Sulla sua pagina Facebook, Marco Gervasio segnala che il Classico d'Autore dedicato a Paperinik ha riscontrato dei problemi a livello di distribuzione.
                                Pertanto, il volumetto dovrebbe uscire con qualche giorno di ritardo rispetto alla data ufficiale di uscita del 10 Giugno.  ;)

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.