Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
TopoOscar 2021
Le nostre recensioni
2 | |
2 | |
2 | |
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
5 | |
1 | |
5 | |
4 | |
3 | |
Topolino 3407 - Recensione di Valentina Corsi

Topolino 3407 è sicuramente un numero che fa parlare di sé e che concentra insieme differenti aspetti ed attrattive per i lettori, da quelli occasionali a quelli più esigenti, passando per i collezionisti e i fan più sfegatati. Indice della grande varietà in gioco sono anche le ben tre copertine presentate, ognuna con una sua declinazione: quella standard da edicola, quella riservata alle fumetterie dedicata a PK e quella specifica per lo store online Panini con una visione inedita del deposito. E poi, come se non bastassero le variant cover, c’è anche il gadget. In allegato al numero in edicola si trova infatti la prima delle quattro parti del deposito di Paperone, concepito in modo da aprirsi a ventaglio su ogni piano. Alle uscite su Topolino si aggiungono anche, volendo, i due bonus allegati ai mensili Paperino e Zio Paperone. È quindi naturale che la storia di apertura si riallacci proprio al quartier generale del papero più ricco del mondo. Il primo episodio di Zio Paperone, Battista e i segreti del deposito (Sisti/Facciotto) promette infatti di fornire uno spaccato inedito sull’edificio e sui suoi inquilini. Nello specifico, il focus va su Battista che, da buon maggiordomo, conosce ogni angolo del deposito, ed è proprio da ciò che cominciano i guai. La trama è decisamente interessante anche se, per il ritmo che ha questo episodio, viene il dubbio che tre puntate possano risultare un po’ troppo allungate rispetto alla sostanza; è pur vero che Sisti non è certo un novellino, per cui attendiamo fiduciosi il seguito della vicenda, che si chiude per ora con una discreta suspense. L’aspetto grafico risulta anch’esso decisamente piacevole. Stavolta la scena spetta a Battista A seguire, l’altra storia evento del numero, quella legata ai 25 anni dalla pubblicazione di Evroniani, storico Numero Zero di PKNA, la gloriosa testata dedicata al supereroe paperopolese. Il vecchio mantello era assente da Topolino da un bel po’ (dopo una nutrita parentesi tra il 2014 e il 2018, le sue avventure escono ora su Topolino Fuoriserie), ma si è ritenuto di voler omaggiare la ricorrenza con una storia concepita a parte da quella che è la run attualmente in corso di pubblicazione. 25 anni e non sentirli! Una leggendaria notte qualunque (Sisti/Pastrovicchio) è una storia celebrativa, lo si intuisce fin dalle prime tavole, ma racchiude in sé diverse anime. È innanzitutto un’ottima storia, ben scritta e dal ritmo vivace, che fa respirare a fondo le atmosfere presenti negli spillati di fine anni Novanta ben care ai pkers sfegatati. È scritta con passione e lascia trasparire tutto l’amore degli autori per il personaggio. Oltre a ciò l’elemento di novità è dato anche dall’inserimento di molteplici chicche e riferimenti non solo alla saga originale ma anche al ciclo di alcuni anni fa, PKNE, con il risultato di creare un collegamento diretto tra le due epopee. Per contro, ai lettori avulsi dal mondo di PK la storia risulterà probabilmente troppo citazionistica, ma è un aspetto che, in un’occasione dichiaratamente celebrativa, può in fondo passare in secondo piano, specialmente se si riesce a toccare le corde giuste in chi la aspettava con un certo interesse. A seguire troviamo Macchia Nera in: Semplice, pulito, diretto (Nucci/Tosolini), spassosa avventura della banda di malfattori di Topolinia in cui lo sceneggiatore si diverte a decostruire e ricostruire i personaggi e i loro ruoli abituali con un intreccio tutt’altro che banale. La storia ha un suo ritmo ben riuscito e definito e finalmente non cede nel finale, come accaduto in alcune precedenti storie a puntate dello stesso Nucci. Nomen omen, praticamente. Le idee semplici sono le migliori… o no? Il resto del numero quasi svanisce al confronto con quanto letto finora. Zio Paperone e la disfida affaristica (Jensen/Rota) è una breve danese di stampo classico in cui Paperone intraprende una sfida con una rivale allo scopo di dimostrare che la propria ricchezza non è dovuta alla fortuna ma al talento. Non si segnalano spunti particolari, al di là del tratto classico di Rota. Dopo una gag con Pippo spalmata su quattro tavole a firma Fontana/La Torre, di cui val giusto la pena ricordare i bei disegni, chiude l’albo Filo & Brigitta e l’impresa spaziale (Giunta/Vian). Alla classica accoppiata stavolta si unisce anche Gastone per dar sostegno alla nuova impresa affaristica dell’intraprendente duo. Niente di particolarmente nuovo sotto il sole, ma solo una simpatica lettura, in cui è da rimarcare anche un collegamento diretto alla storia di apertura. Come redazionali segnaliamo due ricchi approfondimenti sul deposito e sulla storia editoriale di PK, oltre ad un rapido excursus su Mister Vertigo, il cui imminente ritorno è annunciato per il prossimo numero.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (34)
Esegui il login per votare

Topolino 3407

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Flash X
Cugino di Alf
   (1)

  • ****
  • Post: 1234
  • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re:Topolino 3407
    Risposta #60: Venerdì 12 Mar 2021, 12:18:31
    Per curiosità, voi come riuscite a ricordare tutto? Per caso rileggete tutta la saga spesso? Oppure magari avendola vissuta avete tutto ben impresso?

    Sfruttiamo le nostre energie mentali evitando di sprecarle facendo i troll sui forum. Prova, ogni tanto.
    Perché sarei un troll? :(

    *

    Sommo Zotnam
    Sceriffo di Valmitraglia
       (4)

    • ***
    • Post: 367
    • Novellino
      • Offline
      • Mostra profilo
       (4)
      Re:Topolino 3407
      Risposta #61: Venerdì 12 Mar 2021, 12:33:14
      Per curiosità, voi come riuscite a ricordare tutto? Per caso rileggete tutta la saga spesso? Oppure magari avendola vissuta avete tutto ben impresso?

      Sfruttiamo le nostre energie mentali evitando di sprecarle facendo i troll sui forum. Prova, ogni tanto.
      Perché sarei un troll? :(

      Hai monopolizzato la discussione con una marea di OT e di palesi provocazioni. E soprattutto lo hai fatto durante i festeggiamenti dell'anniversario dei 25 anni di PK. Mi dispiace soprattutto per Sisti che ha dovuto assistere, magari pensando che il tuo sia un pensiero diffuso.

      *

      Flash X
      Cugino di Alf
         (1)

      • ****
      • Post: 1234
      • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re:Topolino 3407
        Risposta #62: Venerdì 12 Mar 2021, 12:55:31
        Per curiosità, voi come riuscite a ricordare tutto? Per caso rileggete tutta la saga spesso? Oppure magari avendola vissuta avete tutto ben impresso?

        Sfruttiamo le nostre energie mentali evitando di sprecarle facendo i troll sui forum. Prova, ogni tanto.
        Perché sarei un troll? :(

        Hai monopolizzato la discussione con una marea di OT e di palesi provocazioni. E soprattutto lo hai fatto durante i festeggiamenti dell'anniversario dei 25 anni di PK. Mi dispiace soprattutto per Sisti che ha dovuto assistere, magari pensando che il tuo sia un pensiero diffuso.
        Provocazioni? Io ho specificato quali sono le cose che non mi hanno fatto apprezzare a pieno questa storia che, diversamente dalla PKNE, non mi ha fatto impazzire. Ho anche ringraziato Sisti per l'impegno ed era doveroso perché, come dite giustamente, si nota che ci tiene ai personaggi. E comunque se questo fattore dei riferimenti su larga scala non mi ha convinto è un mio pensiero. Siccome è una storia per i festeggiamenti di PK deve per forza piacere a tutti? Che poi "non mi ha convinto" è diverso da "non mi è piaciuta". Ho precisato che riconosco la validità della storia per com'è strutturata, perché è un dato oggettivo. Non avevo alcuna intenzione di dare fastidio a nessuno.

        *

        ArtoriasTheAbyssWalker
        Sceriffo di Valmitraglia
           (2)

        • ***
        • Post: 266
        • Esordiente
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re:Topolino 3407
          Risposta #63: Venerdì 12 Mar 2021, 13:19:34
          come se ti facesse ritornare indietro nel tempo, a quei giorni di marzo 1996, quando in edicola trovavi qualcosa che sembrava Paperinik, ma non era davvero Paperinik...
          Paperinik è automaticamente inferiore per qualità solo perché non racconta di cronopirati e alieni? ;D Scherzi a parte, PK è una bella saga ma io non posso fare a meno di essere soprattutto paperinikiano (non solo quello Vendicatore, ma anche quello Supereroe di città ovviamente non PK).
          Ovviamente io non credo che Flash X volesse volutamente creare provocazioni o simili come dici tu Sommo Zotnam (ci mancherebbe!), ma non nascondo che interventi come questi, Flash, in cui continui a ribadire / shiftare l'argomento su quanto per te il Paperinik classico (e prima DoubleDuck, che non concepisco come tu possa considerare superiore a PK dopo il Reboot, ma quelli son gusti) sia migliore addirittura nelle sue storie più mediocri al meglio che PK sa offrire, risultino forse un pò fuori luogo e spiacevoli da leggere in un'occasione importante come questa. E' come se durante le celebrazioni su DD io mi intromettessi e cercassi continuamente di shiftare l'attenzione dai festeggiamenti a quanto PK sia meglio di DD, e diciamo che non è una cosa elegantissima. Non penso che Zotnam si riferisse al fatto che hai definito la storia deludente, quanto a questo shift che hai cercato di portare alla discussione. Ognuno è poi liberissimo di esprimersi come vuole ovviamente. SmRoll

          *

          M.I.B.86
          Giovane Marmotta

          • **
          • Post: 131
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Topolino 3407
            Risposta #64: Venerdì 12 Mar 2021, 13:29:52
            Questo è il primo Topolino che compro dopo tanto tempo ma per l'anniversario di PK questo e altro e con la storia  a più puntate sul deposito mi sa che adesso  ho la scusa perfetta per continuare  a prenderlo ancora per un po' (in versione digitale almeno, per quanto adori il cartaceo lo spazio fisico scarseggia).
            Sulla storia celebrativa non ho molto da aggiungere a quanto è già stato detto se non che personalmente l'ho apprezzata davvero tanto e che non vedo l'ora di leggerne altre.


             

            Uuuh, interessante! :D
            Io, sempre a proposito dei sopracitati headcanon, me la sono sempre spiegata così: quella che in PKNA 5 si toglie Gordon/Grrodon (che poi, ma quanto ricorda il vecchio telefilm de "i Visitors" questa cosa?) non è una maschera in lattice terrestre, ma...come dire...una sostanza organica stile seconda pelle dei serpenti. Mi immagino sostanzialmente che la metamorfosi di Grrodon funzioni così: il corpo cambia forma e dimensioni a seconda della persona in cui tramutarsi, e la sua pelle secerne questa sostanza (tipo una sorta di saliva aliena solidificata? Ok, meglio non soffermarsi troppo sui dettagli) che lo ricopre dandogli le fattezze desiderate. E quando decide di rivelarsi, si toglie la maschera organica come un serpente che fa la muta. A livello visivo mi immagino che quando la sostanza gli copre il volto per diventare una maschera l'effetto sia simile a quello del simbionte di Venom quando gradualmente inizia a ricoprire la testa di Eddie Brock, non so se mi sono spiegato!  ;D

            Secondo me invece quello di cambiare forma  è un potere che ha perso invecchiando o semplicemente la gente del futuro si fa ancora fregare facilmente dalle primitive maschere di gomma come ai vecchi tempi del "Giorno del Sole Freddo"  (se escludiamo Lyla che anche allora si era già ambientata)

            *

            Flash X
            Cugino di Alf

            • ****
            • Post: 1234
            • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3407
              Risposta #65: Venerdì 12 Mar 2021, 13:48:15
              come se ti facesse ritornare indietro nel tempo, a quei giorni di marzo 1996, quando in edicola trovavi qualcosa che sembrava Paperinik, ma non era davvero Paperinik...
              Paperinik è automaticamente inferiore per qualità solo perché non racconta di cronopirati e alieni? ;D Scherzi a parte, PK è una bella saga ma io non posso fare a meno di essere soprattutto paperinikiano (non solo quello Vendicatore, ma anche quello Supereroe di città ovviamente non PK).
              Ovviamente io non credo che Flash X volesse volutamente creare provocazioni o simili come dici tu Sommo Zotnam (ci mancherebbe!), ma non nascondo che interventi come questi, Flash, in cui continui a ribadire / shiftare l'argomento su quanto per te il Paperinik classico (e prima DoubleDuck, che non concepisco come tu possa considerare superiore a PK dopo il Reboot, ma quelli son gusti) sia migliore addirittura nelle sue storie più mediocri al meglio che PK sa offrire, risultino forse un pò fuori luogo e spiacevoli da leggere in un'occasione importante come questa. E' come se durante le celebrazioni su DD io mi intromettessi e cercassi continuamente di shiftare l'attenzione dai festeggiamenti a quanto PK sia meglio di DD, e diciamo che non è una cosa elegantissima. Non penso che Zotnam si riferisse al fatto che hai definito la storia deludente, quanto a questo shift che hai cercato di portare alla discussione. Ognuno è poi liberissimo di esprimersi come vuole ovviamente. SmRoll
              Comunque no problem. Tutto chiarito. Io il paragone con DD lo facevo proprio per specificare il mio grado di gradimento della saga in generale, quindi anche per come si sta andando nella run dei Fuoriserie. Il fatto che io preferisca persino storielle minori di Paperinik a PK è semplicemente perché mi piace maggiormente la classicità del personaggio. Questo non significa che non mi piaccia PK, anzi, vi ripeto che per me Potere e Potenza è un capolavoro. Tutte e 3 le serie di PK mi sono sempre piaciute parecchio ma ribadisco che, per quanto le riconosca oggettivamente mature e validissime, preferisco ogni piccola parte del Paperinik classico (e anche Doubleduck, perché sul Fuoriserie PK non mi sta facendo impazzire). Questa storia nello specifico non mi ha convinto per le questioni di cui parlavo prima, ma non posso assolutamente negare che sia una storia bella, studiata bene e fatta col cuore. Io nello specifico mi sono appassionato di più però a Potere e Potenza, tanto per fare un esempio.

              *

              Luxor
              Dittatore di Saturno
                 (8)

              • *****
              • Post: 3820
              • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (8)
                Re:Topolino 3407
                Risposta #66: Venerdì 12 Mar 2021, 14:46:22
                Dai ragazzi, non insozziamo il topic con delle polemiche, ognuno può e deve esprimere le proprie opinioni, naturalmente nel rispetto della comunità del forum, e non mi sembra che ciò che ha scritto Flash X, per quanto controcorrente, sia volutamente provocatorio o fatto apposta per generare flame, ha solo gusti differenti e ciò di certo non significa che non possa commentare la storia di Sisti.

                Godiamoci la storia, approfittiamo di questo evento per tornare alle atmosfere di PKNA e facciamo trasparire, al Maestro Sisti e alla Redazione, quanto siamo desiderosi di avere altre storie simili in futuro, senza perderci in quisquilie. ;)
                The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                *

                ArtoriasTheAbyssWalker
                Sceriffo di Valmitraglia
                   (1)

                • ***
                • Post: 266
                • Esordiente
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (1)
                  Re:Topolino 3407
                  Risposta #67: Venerdì 12 Mar 2021, 14:58:03
                  Dai ragazzi, non insozziamo il topic con delle polemiche, ognuno può e deve esprimere le proprie opinioni, naturalmente nel rispetto della comunità del forum, e non mi sembra che ciò che ha scritto Flash X, per quanto controcorrente, sia volutamente provocatorio o fatto apposta per generare flame, ha solo gusti differenti e ciò di certo non significa che non possa commentare la storia di Sisti.

                  Godiamoci la storia, approfittiamo di questo evento per tornare alle atmosfere di PKNA e facciamo trasparire, al Maestro Sisti e alla Redazione, quanto siamo desiderosi di avere altre storie simili in futuro, senza perderci in quisquilie. ;)
                  Ci mancherebbe ;D! Spero di non essere risultato in alcun modo aggressivo nel palesare una sensazione che mi era sovvenuta leggendo i post precedenti.

                  *

                  Cornelius Coot
                  Imperatore della Calidornia

                  • ******
                  • Post: 11114
                  • Mais dire Mais
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3407
                    Risposta #68: Venerdì 12 Mar 2021, 20:41:23
                    Zio Paperone, Battista e i segreti del Deposito   (prima puntata)
                    Prima di una serie di puntate che potevano essere quattro (e non tre), come le uscite del gadget, in modo da accompagnare l'operazione fino alla fine. Oltretutto il plot si prestava ad un allungamento, non solo per le situazioni che si sono venute a creare in questo primo episodio ma anche per altre che potevano includere diversi character che in genere gravitano attorno al Money Bin. Facciotto ha uno stile particolare, piuttosto dinamico sebbene raffiguri il Nonno con la stessa taglia dei nipoti quando invece è decisamente più magro.
                    Una leggendaria notte qualunque
                    Sebbene mi sia perso qualche passaggio (non essendo un pker) apprezzo questa storia del 25° piuttosto 'intima' (coinvolti solo Uno e Lyla, al di là dei nemici) visto che altri protagonisti sono solo degli ologrammi (Camera 9, Angus Fangus...) o non compaiono affatto. Curiosa la differenza con l'altra celebrazione, quella nella Paperopoli futura per il 250°, molto più in grande stile e, soprattutto, pubblica. D'altronde alcuni grandi protagonisti vengono celebrati solo post mortem e, se capita in vita, questi fanno gli scongiuri!  :))
                    Macchia Nera in : semplice, pulito, diretto
                    Marco Nucci trova una nuova chiave di lettura nell'illustrare le dinamiche della malavita topoliniana.
                    Lo fa mettendo in (apparente) sfida due antagonisti in genere lontanissimi fra loro: Macchia Nera e Sgrinfia (quest'ultimo disegnato da Tosolini stranamente molto basso, unica pecca di questo brillante soggetto). Oltre a gag molto divertenti c'è anche un colpo di scena finale e un Mickey che, sempre alla fine, rifà involontariamente il verso a situazioni accadute prima. Deliziosa.
                    Zio Paperone e la disfida affaristica
                    Quando lo zione si annoia le pensa tutte per complicarsi la vita! In questo caso coinvolge una certa Velma VanderDuck (matura papera milionaria comparsa in sole sei storie egmontiane) in una gara che dovrebbe smentire il falso mito della Numero Uno portafortuna. Alla fine Paperone canta vittoria ma lo è solo per metà, come anche lui si accorge, tristemente. La prima tavola di Rota illustra una panoramica urbana intorno al Deposito molto più metropolitana di quelle che vediamo abitualmente nelle storie italiane.
                    Filo & Brigitta e l'impresa spaziale
                    Nonostante un plot poco convincente, questo soggetto è da ricordare per il coinvolgimento di Gastone negli affari sconclusionati di Filo e Brigitta che sperano, con la fortuna del biondo, di poter surclassare Paperone che anche in questo caso (come nella precedente storia di Marco Rota), si diverte a sfidare i rivali mettendo in gioco delle poste molto personali. C'è un curioso collegamento con "I Segreti del Deposito" quando PdP giustifica il suo arrivo trafelato a piedi con l'assenza di Battista, dicendo che è ad un congresso di maggiordomi. Questo, sommato alla scena finale, dimostrerebbe che Paperone non guida più personalmente la sua limousine (come a volte accadeva) ma che ha bisogno di un autista (o 'una' autista).
                    « Ultima modifica: Sabato 13 Mar 2021, 10:36:15 da Cornelius Coot »

                    *

                    Cornelius Coot
                    Imperatore della Calidornia

                    • ******
                    • Post: 11114
                    • Mais dire Mais
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3407
                      Risposta #69: Venerdì 12 Mar 2021, 20:49:09
                      La "novità" di questo numero  :))
                      Dopo vent'anni (Mega 538 del 2001) torna nei fumetti italiani la miliardaria Velma Vanderduck, creata nel 1999 da Lars Jensen, autore delle sole sei storie in cui è apparsa fino al 2016 e dove ha incontrato anche Cuordipietra e Brigitta.
                      https://inducks.org/character.php?c=Velma+Vanderduck
                      https://disney-comics.fandom.com/it/wiki/Velma_Vanderduck

                                                                                       

                                                       

                      La Vanderduck dice ai due nemici:
                      "Dato che siete entrambi chiaramente degli atleti, vi divertirete di sicuro con un po 'di lotta."

                      « Ultima modifica: Domenica 14 Mar 2021, 11:34:50 da Cornelius Coot »

                      *

                      Storari92
                      Brutopiano
                         (2)

                      • *
                      • Post: 61
                      • Esordiente
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (2)
                        Re:Topolino 3407
                        Risposta #70: Venerdì 12 Mar 2021, 21:27:14
                        Grazie al maestro Sisti, ho rivissuto le atmosfere tipiche del Pk a cui tanto mi ero appassionato. La speranza è che la rivedremo quanto prima con nuove storie Pkappiche, lei rappresenta in pieno ciò che è Pk, mi ha riportato indietro di 25 anni.
                        Un plauso va anche a Lorenzo Pastrovicchio per gli splendidi disegni.

                        *

                        paolo87
                        Gran Mogol

                        • ***
                        • Post: 655
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3407
                          Risposta #71: Sabato 13 Mar 2021, 12:00:08
                          La "novità" di questo numero  :))
                          Dopo vent'anni (Mega 538 del 2001) torna nei fumetti italiani la miliardaria Velma Vanderduck, creata nel 1999 da Lars Jensen, autore delle sole sei storie in cui è apparsa fino al 2016 e dove ha incontrato anche Cuordipietra e Brigitta.
                          https://inducks.org/character.php?c=Velma+Vanderduck
                          https://disney-comics.fandom.com/it/wiki/Velma_Vanderduck

                                                                                           

                                                           



                          Speriamo che sia un antipasto a quello che ci attende con il nuovo Almanacco Topolino

                          *

                          Paperinika
                          Imperatore della Calidornia
                          Moderatore
                             (1)

                          • ******
                          • Post: 10504
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re:Topolino 3407
                            Risposta #72: Sabato 13 Mar 2021, 13:16:31
                            Comunque - lo aggiungo giusto per chiacchierare - sono un convinto sostenitore di verifiche e controlli, anche perché a volte ti scodellano degli spunti belli e pronti. Per esempio, di Grrodon a un certo punto si scopre che è un mutaforma, eppure, alla sua prima apparizione nel Ritratto dell'Eroe da Giovane, per impersonare l'assistente Gordon usa una maschera. Perché? Secondo me c'è sotto una storia ancora da scrivere. Siete avvisati  :D

                            *

                            Paperinika
                            Imperatore della Calidornia
                            Moderatore
                               (1)

                            • ******
                            • Post: 10504
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Topolino 3407
                              Risposta #73: Sabato 13 Mar 2021, 17:56:43
                              Recensione Topolino 3407


                               Topolino 3407 è sicuramente un numero che fa parlare di sé e che concentra insieme differenti aspetti ed attrattive per i lettori, da quelli occasionali a quelli più esigenti, passando per i collezionisti e i fan più sfegatati.

                               Indice della grande varietà in gioco sono anche le ben tre copertine presentate, ognuna con una sua declinazione: quella standard da edicola, quella riservata alle fumetterie dedicata a PK e quella specifica per lo store online Panini con una visione inedita del deposito. E poi, come se non bastassero le variant cover, c’è anche il gadget. In allegato al numero in edicola si trova infatti la prima delle quattro parti del deposito di Paperone, concepito in modo da aprirsi a ventaglio su ogni piano. Alle uscite su Topolino si aggiungono anche, volendo, i due bonus allegati ai mensili Paperino e Zio Paperone.

                               È quindi naturale che la storia di apertura si riallacci proprio al quartier generale del papero più ricco del mondo. Il primo episodio di Zio Paperone, Battista e i segreti del deposito (Sisti/Facciotto) promette infatti di fornire uno spaccato inedito sull’edificio e sui suoi inquilini. Nello specifico, il focus va su Battista che, da buon maggiordomo, conosce ogni angolo del deposito, ed è proprio da ciò che cominciano i guai.

                               La trama è decisamente interessante anche se, per il ritmo che ha questo episodio, viene il dubbio che tre puntate possano risultare un po’ troppo allungate rispetto alla sostanza; è pur vero che Sisti non è certo un novellino, per cui attendiamo fiduciosi il seguito della vicenda, che si chiude per ora con una discreta suspense. L’aspetto grafico risulta anch’esso decisamente piacevole.

                               
                              Stavolta la scena spetta a Battista

                               A seguire, l’altra storia evento del numero, quella legata ai 25 anni dalla pubblicazione di Evroniani, storico Numero Zero di PKNA, la gloriosa testata dedicata al supereroe paperopolese. Il vecchio mantello era assente da Topolino da un bel po’ (dopo una nutrita parentesi tra il 2014 e il 2018, le sue avventure escono ora su Topolino Fuoriserie), ma si è ritenuto di voler omaggiare la ricorrenza con una storia concepita a parte da quella che è la run attualmente in corso di pubblicazione.

                               
                              25 anni e non sentirli!

                              Una leggendaria notte qualunque (Sisti/Pastrovicchio) è una storia celebrativa, lo si intuisce fin dalle prime tavole, ma racchiude in sé diverse anime. È innanzitutto un’ottima storia, ben scritta e dal ritmo vivace, che fa respirare a fondo le atmosfere presenti negli spillati di fine anni Novanta ben care ai pkers sfegatati. È scritta con passione e lascia trasparire tutto l’amore degli autori per il personaggio.

                               Oltre a ciò l’elemento di novità è dato anche dall’inserimento di molteplici chicche e riferimenti non solo alla saga originale ma anche al ciclo di alcuni anni fa, PKNE, con il risultato di creare un collegamento diretto tra le due epopee. Per contro, ai lettori avulsi dal mondo di PK la storia risulterà probabilmente troppo citazionistica, ma è un aspetto che, in un’occasione dichiaratamente celebrativa, può in fondo passare in secondo piano, specialmente se si riesce a toccare le corde giuste in chi la aspettava con un certo interesse.

                               A seguire troviamo Macchia Nera in: Semplice, pulito, diretto (Nucci/Tosolini), spassosa avventura della banda di malfattori di Topolinia in cui lo sceneggiatore si diverte a decostruire e ricostruire i personaggi e i loro ruoli abituali con un intreccio tutt’altro che banale. La storia ha un suo ritmo ben riuscito e definito e finalmente non cede nel finale, come accaduto in alcune precedenti storie a puntate dello stesso Nucci. Nomen omen, praticamente.

                               
                              Le idee semplici sono le migliori… o no?

                               Il resto del numero quasi svanisce al confronto con quanto letto finora. Zio Paperone e la disfida affaristica (Jensen/Rota) è una breve danese di stampo classico in cui Paperone intraprende una sfida con una rivale allo scopo di dimostrare che la propria ricchezza non è dovuta alla fortuna ma al talento. Non si segnalano spunti particolari, al di là del tratto classico di Rota.

                               Dopo una gag con Pippo spalmata su quattro tavole a firma Fontana/La Torre, di cui val giusto la pena ricordare i bei disegni, chiude l’albo Filo & Brigitta e l’impresa spaziale (Giunta/Vian). Alla classica accoppiata stavolta si unisce anche Gastone per dar sostegno alla nuova impresa affaristica dell’intraprendente duo. Niente di particolarmente nuovo sotto il sole, ma solo una simpatica lettura, in cui è da rimarcare anche un collegamento diretto alla storia di apertura.

                               Come redazionali segnaliamo due ricchi approfondimenti sul deposito e sulla storia editoriale di PK, oltre ad un rapido excursus su Mister Vertigo, il cui imminente ritorno è annunciato per il prossimo numero.



                              Voto del recensore: 4/5
                              Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                              http://www.papersera.net/wp/2021/03/13/topolino-3407/


                              Ora è possibile votare anche le singole storie del fascicolo, non fate mancare il vostro contributo!


                              *

                              tang laoya
                              Cugino di Alf

                              • ****
                              • Post: 1190
                              • Mano rampante in campo altrui
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re:Topolino 3407
                                Risposta #74: Lunedì 15 Mar 2021, 14:20:16
                                Mi ha fatto morire dal ridere la “scala Pantone” nella prima vignetta della storia di Pippo :P

                                Simpatico anche l’omaggio a The Ladykillers dei Coen nella storia di Macchianera.

                                Nel Vertigo forse che a Welles e a Hitchcock (reiterato ulteriormente nello Scottie Ferguson) si voglia aggiungere anche l’impronta di Fritz Lang?
                                « Ultima modifica: Lunedì 15 Mar 2021, 14:52:07 da tang laoya »
                                Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.