Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
Definitive Collection Extra 35 - DoubleDuck 6 - Recensione di Federico Pavan

Chi scrive deve confessare il proprio ritardo nel recensire il nuovo volume della Definitive Collection Extra. Un inconveniente dovuto non a personale negligenza, ma alla difficoltà di reperire l’albo attraverso l’abituale canale dell’edicola: solamente l’ordine in fumetteria mi ha consentito di recuperarlo senza ricorrere all’acquisto online direttamente presso il sito dell’editore. Da questo fatto scaturisce una piccola riflessione. Quando nel marzo di due anni fa Panini comunicava la prosecuzione della collana attraverso una rarefazione temporale delle uscite, tale notizia veniva accolta positivamente, poiché metteva il lettore nella condizione di poter completare le serie in corso di pubblicazione. Tuttavia, si fatica oggi a comprendere quanti appassionati possano essere raggiunti da questa lodevole operazione, nel momento in cui i volumi vengono distribuiti tagliando il più tradizionale approdo del fumetto popolare. I numeri, evidentemente già bassi, non potranno che calare; viene quindi naturale domandarsi per quanto possa valere la pena per l’editore continuare su questa strada. Per il momento, comunque, in terza di copertina troviamo il puntuale annuncio delle prossime uscite della testata, a scongiurare una eventuale imminente interruzione. Archiviata la lunga premessa, non resta ora che dare uno sguardo al sesto volume dedicato alle avventure di DoubleDuck, un balenottero di 240 pagine che ci offre stavolta due storie lunghe, apparse entrambe divise in quattro episodi all’epoca della loro prima pubblicazione su Topolino nel 2012. Una citazione “a sorpresa” a Colazione da Tiffany…Nella prima, La macchina delle nuvole, Fausto Vitaliano spedisce DoubleDuck in giro per il Nord Europa a impedire l’utilizzo di un’arma in grado di sconvolgere definitivamente il clima del pianeta. Una trama classicissima che si dipana fra inseguimenti effettuati con ogni possibile mezzo di trasporto e canonici capovolgimenti di fronte, senza rinunciare alla consueta dose di ironia. L’unica variazione sul tema è data dalla “Bond girl” al fianco di Paperino, una bionda papera dall’aspetto più acqua e sapone rispetto alla più avvenente e collaudata Kay K. A questa storia è dedicata anche la copertina inedita, realizzata da Francesco D’Ippolito, terzo disegnatore chiamato all’opera sulle cover della serie nonché unica matita presente in ambedue le storie qui ristampate. Ben più riuscita è però la seconda avventura dell’albo, Codice Olimpo, in cui Francesco Artibani muove la coppia di agenti segreti paperopolesi nella contemporanea cornice dei Giochi Olimpici di Londra. Sono due gli elementi più significativi di questa storia. Innanzitutto, la narrazione si poggia principalmente sul tentativo da parte di una nazione bellicosa di sfruttare la massima vetrina sportiva per il proprio posizionamento mondiale. Il potenziamento degli atleti durante le competizioni olimpiche ha un nobile precedente nel mondo disneyano, ma qui risulta inserito in un contesto molto realistico: siamo di fronte alla proposizione fittizia di un doping di Stato, una pratica però che trova purtroppo un concreto riscontro anche nella nostra società. … ed una citazione, seppur edulcorata, all’Agente 007! L’altro aspetto, invece, porta ad evidenziare come la nazione bellicosa di cui sopra non venga creata ex novo, ma identificata nella Belgravia già incontrata in più di una occasione in PKNA. Un sottile elemento di continuity che, oltre ad accattivarsi le simpatie degli appassionati, rivela la visione dell’universo Disney dello sceneggiatore, non fatto di compartimenti stagni e paralleli, ma al contrario unico e organico, che troverà per certi versi il suo compimento in Timecrime. Tirando le somme, dunque, le due storie svolgono bene il compito di offrire una lettura piacevole… a chi sarà in grado di recuperare il volume.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (7)
Esegui il login per votare

Defintive Collection 35 - Doubleduck 6

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Flash X
Cugino di Alf
   (1)

  • ****
  • Post: 1234
  • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Defintive Collection 35 - Doubleduck 6
    Mercoledì 17 Mar 2021, 18:16:19
    Trovato ieri il sesto volume di Doubleduck.

    Copertina

    Concept, disegno: Francesco D'Ippolito
    Colore: Max Monteduro

    Bozzetti a matita di D'Ippolito per la cover (pag.2-4)

    Sommario

    La macchina delle nuvole - Episodio 1 (pag.7)
    Topolino 2936 - 6 marzo 2012

    La macchina delle nuvole - Episodio 2 (pag.37)
    Topolino 2937 - 13 marzo 2012

    La macchina delle nuvole - Episodio 3 (pag.67)
    Topolino 2938 - 20 marzo 2012

    La macchina delle nuvole - Episodio 4 (pag.97)
    Topolino 2939 - 27 marzo 2012

    Codice Olimpo - Episodio 1 (pag.129)
    Topolino 2954 - 10 luglio 2012

    Codice Olimpo - Episodio 2 (pag.159)
    Topolino 2955 - 17 luglio 2012

    Codice Olimpo - Episodio 3 (pag.185)
    Topolino 2956 - 24 luglio 2012

    Codice Olimpo - Episodio 4 (pag.211)
    Topolino 2957 - 31 luglio 2012



    Prezzo e foliazione

    €8,90 per 244 pagine (comprese di copertina)

    Data di uscita

    15 marzo 2021

    Prossime uscite

    Aprile 2021

    Fantomius - Volume 7
    La settima arte
    Sulle tracce di Copernico
    ... e altre storie del Ladro Gentilpapero!

    Giugno 2021

    Doubleduck - Volume 7
    Pole position
    Unknown
    ... e altre segretissime indagini mozzafiato!
    « Ultima modifica: Mercoledì 17 Mar 2021, 18:29:04 da Flash X »

    *

    Flash X
    Cugino di Alf
       (1)

    • ****
    • Post: 1234
    • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Defintive Collection 35 - Doubleduck 6
      Risposta #1: Mercoledì 17 Mar 2021, 18:48:26
      Ieri l'ho letto tutto d'un fiato e mi è piaciuto! Non avevo mai letto queste storie (infatti è grazie alla Definitive che sto recuperando tutto Doubleduck) ma le ho apprezzate tantissimo, soprattutto La macchina delle nuvole. Qui DD, assieme alla giornalista Holly, si ritirerà in una vicenda che avrà luogo in Germania, Danimarca, Svezia e Finlandia. Accadono tantissime cose e la trama è strutturata molto bene. C'è un colpo di scena alla fine che un po' mi sarei aspettato, perché ormai se c'è una cosa che ho imparato con la saga di Doubleduck è che non sai mai se i buoni sono veramente buoni e i cattivi sono veramente cattivi: una piccola legge che ovviamente va a esclusione del buon Paperino. Una storia  davvero molto valida!
      Codice Olimpo invece mi è piaciuta leggermente meno, nonostante sia anch'essa un'ottima prova. DD e Kay-K si recano a Londra perché devono scoprire dov'è finito Gizmo e perché ha rubato il Codice Olimpo, ovvero una scatolina con una funzione assurda. In questa storia tra l'altro DD ha a che fare con la Repubblica di Belgravia, stato che ama la guerra e il disordine e che abbiamo già visto nella PKNA, quando PK prendeva il posto del figlio del presidente di Belgravia. Per fortuna non c'è la fastidiosa didascalia che dice "vedi PK...". Un'altra storia secondo me molto godibile.
      Due storie che quindi confermano, per quello che ho letto finora di DD, che la mia identità segreta di Paperino preferita, dopo ovviamente Paperinik, è proprio DD. Ci sono certe perle come Missione Cuore Termico, Total Reset Button, Agente Zero e La macchina delle nuvole che non possono non essere lette.
      « Ultima modifica: Mercoledì 17 Mar 2021, 19:13:06 da Flash X »

        Re:Defintive Collection 35 - Doubleduck 6
        Risposta #2: Sabato 17 Apr 2021, 12:13:29
        Ci sono certe perle come Missione Cuore Termico, Total Reset Button, Agente Zero e La macchina delle nuvole che non possono non essere lette.
        Più avanti avrai modo di apprezzare anche "Regali di Natale", vedrai.

        *

        Nigel_de_Zoster
        Brutopiano

        • *
        • Post: 33
        • Una volta ero una persona curiosa...
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Defintive Collection 35 - Doubleduck 6
          Risposta #3: Lunedì 26 Apr 2021, 00:17:12
          Attendevo solo che uscissero queste due storie, assieme ad Agente Zero, per poter leggere il run off della saga di PK. Il resto (almeno le storie delle prime 4 Definitive) erano carine, ma peccavano di difetti di trama sia verticale che orizzontale.
          Archiatra giuridico dell'Ufficio Sinistri.

          *

          Kim Don-Ling
          Diabolico Vendicatore
          Moderatore

          • ****
          • Post: 1547
            • Offline
            • Mostra profilo

            Definitive Collection Extra 35 - DoubleDuck 6
            Risposta #4: Venerdì 7 Mag 2021, 16:46:11
            Recensione Definitive Collection Extra 35 - DoubleDuck 6


             Chi scrive deve confessare il proprio ritardo nel recensire il nuovo volume della Definitive Collection Extra. Un inconveniente dovuto non a personale negligenza, ma alla difficoltà di reperire l’albo attraverso l’abituale canale dell’edicola: solamente l’ordine in fumetteria mi ha consentito di recuperarlo senza ricorrere all’acquisto online direttamente presso il sito dell’editore.

             Da questo fatto scaturisce una piccola riflessione. Quando nel marzo di due anni fa Panini comunicava la prosecuzione della collana attraverso una rarefazione temporale delle uscite, tale notizia veniva accolta positivamente, poiché metteva il lettore nella condizione di poter completare le serie in corso di pubblicazione. Tuttavia, si fatica oggi a comprendere quanti appassionati possano essere raggiunti da questa lodevole operazione, nel momento in cui i volumi vengono distribuiti tagliando il più tradizionale approdo del fumetto popolare.

             I numeri, evidentemente già bassi, non potranno che calare; viene quindi naturale domandarsi per quanto possa valere la pena per l’editore continuare su questa strada. Per il momento, comunque, in terza di copertina troviamo il puntuale annuncio delle prossime uscite della testata, a scongiurare una eventuale imminente interruzione.

             Archiviata la lunga premessa, non resta ora che dare uno sguardo al sesto volume dedicato alle avventure di DoubleDuck, un balenottero di 240 pagine che ci offre stavolta due storie lunghe, apparse entrambe divise in quattro episodi all’epoca della loro prima pubblicazione su Topolino nel 2012.

             
            Una citazione “a sorpresa” a Colazione da Tiffany…Nella prima, La macchina delle nuvole, Fausto Vitaliano spedisce DoubleDuck in giro per il Nord Europa a impedire l’utilizzo di un’arma in grado di sconvolgere definitivamente il clima del pianeta. Una trama classicissima che si dipana fra inseguimenti effettuati con ogni possibile mezzo di trasporto e canonici capovolgimenti di fronte, senza rinunciare alla consueta dose di ironia. L’unica variazione sul tema è data dalla “Bond girl” al fianco di Paperino, una bionda papera dall’aspetto più acqua e sapone rispetto alla più avvenente e collaudata Kay K.

             A questa storia è dedicata anche la copertina inedita, realizzata da Francesco D’Ippolito, terzo disegnatore chiamato all’opera sulle cover della serie nonché unica matita presente in ambedue le storie qui ristampate.

             Ben più riuscita è però la seconda avventura dell’albo, Codice Olimpo, in cui Francesco Artibani muove la coppia di agenti segreti paperopolesi nella contemporanea cornice dei Giochi Olimpici di Londra.

             Sono due gli elementi più significativi di questa storia. Innanzitutto, la narrazione si poggia principalmente sul tentativo da parte di una nazione bellicosa di sfruttare la massima vetrina sportiva per il proprio posizionamento mondiale. Il potenziamento degli atleti durante le competizioni olimpiche ha un nobile precedente nel mondo disneyano, ma qui risulta inserito in un contesto molto realistico: siamo di fronte alla proposizione fittizia di un doping di Stato, una pratica però che trova purtroppo un concreto riscontro anche nella nostra società.

             
            … ed una citazione, seppur edulcorata, all’Agente 007! L’altro aspetto, invece, porta ad evidenziare come la nazione bellicosa di cui sopra non venga creata ex novo, ma identificata nella Belgravia già incontrata in più di una occasione in PKNA. Un sottile elemento di continuity che, oltre ad accattivarsi le simpatie degli appassionati, rivela la visione dell’universo Disney dello sceneggiatore, non fatto di compartimenti stagni e paralleli, ma al contrario unico e organico, che troverà per certi versi il suo compimento in Timecrime.

             Tirando le somme, dunque, le due storie svolgono bene il compito di offrire una lettura piacevole… a chi sarà in grado di recuperare il volume.



            Voto del recensore: 3/5
            Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
            http://www.papersera.net/wp/2021/05/07/definitive-collection-extra-35/
            "Se nato cigno nessuno ti trasformerà in avvoltoio"

             

            Dati personali, cookies e GDPR

            Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

            Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

            Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.