Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
3 | |
4 | |
2 | |
3 | |
4 | |
2 | |
Topolino 3413 - Recensione di Matteo Gumiero

Questa settimana abbiamo un numero abbastanza deludente, che viene risollevato parzialmente dalla storia di apertura. Il gruppo di ragazzi di Area 15 è ormai ospite frequente delle pagine di Topolino e ciò si manifesta anche con l’avvicendamento di sceneggiatori che si cimentano con questa serie. Dopo Roberto Gagnor, l’ideatore, e Marco Nucci, è la volta di Claudio Sciarrone che, oltre ad essere il padrino dal punto di vista grafico dei nuovi amici dei nipotini, in questa avventura va a vestire, e ormai non è più una novità, i panni dell’autore completo. Area 15: La combo perfetta è una storia che sembra partire con il piede giusto, anche se per dare un giudizio complessivo sarà ovviamente necessario attendere la prossima settimana. I videogiochi sono i grandi protagonisti di questa avventura, come già in Retrogaming! di Nucci, ma questa volta entra in scena anche uno scatenato Zio Paperone che non vuole abbandonare al suo storico avversario Rockerduck il mercato videoludico e si prepara a lottare, in una classica sfida tra i due (dove non mancheranno i colpi bassi), con la collaborazione di Quo e dei suoi amici. Come in un videogame Risulta sempre interessante notare come Sciarrone inserisca la tecnologia odierna all’interno delle storie in maniera assolutamente efficace e “naturale”, senza che si abbia l’impressione, frequente invece in passato, di un settimanale che tentava di sembrare giovanile e al passo coi tempi, fallendo miseramente ogni volta. In particolare, molto simpatica e riuscita è la tavola in cui i nipotini salgono le scale del deposito e la loro stanchezza crescente viene adeguatamente rappresentata da una life bar posta sopra la loro testa che va via via scaricandosi. Interessante anche il riferimento alla possibilità che a volte su internet possa essere alterata la percezione di ciò che viene apprezzato e di ciò che invece non lo è, soprattutto quando vi sono troll o hater che con vari profili tentano di screditare un contenuto o un autore. Senza andare troppo lontano, è un problema che in passato ha coinvolto anche il forum del Papersera. Segue Zio Paperone e la scoperta di Paititi, di Vito Stabile ed Alessandro Perina, classica (anche nel tratto) e discretamente godibile avventura alla ricerca di tesori perduti. La storia non ha un intreccio particolarmente originale, e anzi ai lettori esperti potrebbe risultare chiaro come andrà a finire sin dalle prime tavole. La vecchia tuba è dapprima alle prese con la necessità di migliorare l’attrattiva di un suo vecchio parco divertimenti, per poi partire alla ricerca di una città scomparsa in Sud America. Ovviamente, come sempre, lo Zione riuscirà a cogliere i classici due piccioni con una fava, dando ancora una volta dimostrazione della sua generosità nascosta e (sempre meno) sporadica. Su Topolino le origini: Nebbie del porto di Giorgio Fontana e Carlo Limido non c’è molto da dire, la serie continua con ulteriori introduzioni di personaggi che già conosciamo e che Topolino incontrerebbe qui per la prima volta. Detto che nessuno di questi incontri finora si è rivelato particolarmente memorabile, l’impressione che se ne ricava è che questa serie finalmente terminerà quando saranno terminati i comprimari da far sfilare. Questa volta è toccato a Gancio il dritto. Quanta gente che si incontra a TopoliniaX-Mickey – Mestieri impossibili: Il maestro è solamente una riempitiva e, a giudicare dal tratto ancora acerbo di Baccinelli, deve risalire a qualche anno fa. Nulla di interessante da segnalare. Miao cronache feline: Cosa sognano i gatti? vede ancora una volta ai testi Roberto Gagnor, che sembra aver definitivamente raccolto il testimone felino da Giorgio Salati, e ai disegni il solito, scatenato, Enrico Faccini. Si tratta di una storia che ha una struttura usuale in Gagnor, con una serie di gag (alcune riuscite, altre meno) all’inizio e in conclusione la ricerca di un finale ad effetto, che però risulta un po’ troppo retorico. Sul prologo di Io sono Paperinik di Marco Gervasio, invece, non è possibile proprio sbilanciarsi, se non verificando come il settimanale sotto la gestione Bertani punti sempre più verso una continuità di situazioni e personaggi nelle varie storie che contribuiscono a creare un universo condiviso e coerente. In questo caso è di ritorno il miliardario Red Duckan che avevamo già incontrato in Paperinikland. Chiude il numero Topolino e i collaudi col rischio dei coniugi McGreal e Fabrizio Petrossi, che si fa notare non per la trama, né per i disegni e i colori che non rubano certo l’occhio, ma per il ritorno del celebre (per i lettori Egmont) Doc Static, di cui peraltro noialtri da questa parte delle Alpi non sentivamo una particolare mancanza.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (36)
Esegui il login per votare

Topolino 3413

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia
   (2)

  • ******
  • Post: 10905
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo
   (2)
    Topolino 3413
    Mercoledì 21 Apr 2021, 15:50:47
                                                                         
                                                                                        

                                                                                                  STORIE
    ____________________________________________________________________________________________________________

    Area 15 - La Combo perfetta   (Episodio 1)                                         30  tavole
    Claudio Sciarrone (storia e disegni)
    Zio Paperone e la scoperta di Paititi                                                   26  tavole
    Vito Stabile - Alessandro Perina
    Topolino Le Origini - Le nebbie del porto                                          24  tavole
    Giorgio Fontana - Carlo Limido                                                                                                                       
    Miao Cronache Feline - Cosa sognano i gatti?                                 10  tavole
    Roberto Gagnor - Enrico Faccini                                                           
    X Mickey - Mestieri impossibili                                                                6  tavole
    Augusto Macchetto - Emmanuele Baccinelli
    Mi chiamo Paperinik    (Prologo)                                                            6  tavole
    Marco Gervasio - Davide Cesarello
    Topolino e i collaudi col rischio                                                              14  tavole
    Carol e Pat McGreal - Fabrizio Petrossi

    Termina la serie di statuine Gold con il terzo nipotino Qua giocatore di football americano


                                                                                      SERVIZI  e  RUBRICHE
    ____________________________________________________________________________________________________________

    L'ululato dello zione
    "Cosa state per leggere" di  Barbara Garufi
    La piuma che vale... un Perù
    "Cosa state per leggere" di Barbara Garufi
    55 volte Orietta!
    "Grandi Interviste!" di Jacopo Iovannitti e Alex Bertani
    Perché la nazionali italiane indossano la maglia azzurra?
    "Dal nostro inviato nel pallone..."  Fabio Licari
    Un amico che fa da... Gancio!
    "Cosa state per leggere" di  Barbara Garufi
    Ectoplasmi a Roma
    "Da non perdere"  di Francesca Agrati
    Scusi, ho una domanda!
    "Intervista agli autori" di Gabriella Valera   
    Autopaperizzati per sempre! 
    "Posta & Risposta" di Barbara Garufi
    Red Duckan è tornato!     
    "Anteprima Fumetto" di Barbara Garufi
    I collaudi di... Topolino
    "Cosa state per leggere"  di Barbara Garufi
    Sorpresa! Torna l'Almanacco...
    "TopoNews" 

    « Ultima modifica: Mercoledì 21 Apr 2021, 20:25:23 da Cornelius Coot »

    *

    Volkabug
    Diabolico Vendicatore

    • ****
    • Post: 1676
    • ex Paperinik il Templare
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3413
      Risposta #1: Mercoledì 21 Apr 2021, 16:45:40


      Wow, è spettacolare, più vera di quella originale!
      E paperibus unus

      *

      Flash X
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1234
      • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3413
        Risposta #2: Giovedì 22 Apr 2021, 02:09:38
        La cover di D'Ippolito, semplicemente magnifica, ci mostra QQQ e Vanessa direttamente dall'Area 15.
        La gag di Silvia Ziche è già meglio rispetto ad alcune altre recenti.
        Torna Area 15 con una storia del tutto realizzata da Claudio Sciarrone. Molto particolare la trama. Quo, ormai entrato a far parte dell'Area, è bravissimo a giocare ai videogiochi. Nel frattempo uno dei soliti urli di Zio Paperone stordisce la città. I nipotini, compreso Quo, si recano al Deposito e scoprono più o meno quello che avevamo visto noi nella seconda special preview, ovvero che effettivamente il settore dei videogiochi De' Paperoni è sul lastrico. Ed è proprio da ciò che nascerà una collaborazione tra lo Zione e il nipotino vestito di blu. Quest'ultimo infatti viene ingaggiato dallo zio e si mette in testa l'obiettivo di diventare un influencer, grazie alla sua bravura nel gioco, in modo da coinvolgere i commentatori affinché diano anch'essi spunti a Paperone. Primo episodio a mio avviso molto riuscito anche se personalmente ho preferito "Retrogaming" di Nucci (probabilmente perché in Area 15 il mio personaggio preferito è momentaneamente Giggs e la vicenda "non ha molto Giggs"), al quale tra l'altro si fa un piccolo riferimento quando Paperino dice che il retrogaming è tornato di moda. Una cosa che ho trovato molto divertente è che quando i nipotini "scalano" la Collina Ammazzamotori ci viene mostrata la barra del livello di stanchezza dei videogiochi, la stessa presente anche in quello a cui principalmente gioca Quo. I disegni di Sciarrone sono come sempre fantastici, nonostante anche qui preferisca quelli di Ermetti in Retrogaming, forse perché più tondeggianti e più puliti (per quanto la "sporcizia" di Sciarrone ma anche di altri disegnatori come Zironi, sia un valore aggiunto e io li apprezzi). Quindi una buona storia, non eccelsa ma godibile in ogni punto, e speriamo si prosegua così anche settimana prossima.
        Abbiamo poi una storia di Zio Paperone che, diversamente dalle recenti bellissime sempre di Vito Stabile, non mi ha convinto a pieno. Zio Paperone e Paperino, accompagnati da un "miliardario che si vanta", vanno alla ricerca di un pennuto che porterebbe a una città antica piena d'oro. Sarà che sa di già visto, però non mi ha coinvolto più di tanto. Il buon Vito non vedo l'ora di vederlo invece su nuovi capitoli di Pianeta Paperone, serie da me promossa a tutti gli effetti. I disegni di Perina sono semplicemente splendidi, dettagliati e impossibili da non guardare. C'è una bellissima splash-page a pag.56 che illumina gli occhi!
        Abbiamo anche il ritorno di Topolino - Le Origini saga che sembra essersi effettivamente migliorata. Già dallo scorso episodio si notava un filino di attenzione in più, e anche questa vicenda è molto intrigante. Topolino deve fare un reportage su una banda criminale e conosce Gancio, che gli farà da informatore. Storia un po' mystery che ho apprezzato parecchio e che ha come valore aggiunto il fatto di proseguire, anche se in minima parte, la sottotrama di Minni che, come ricordiamo dall'ultimo episodio, si era conclusa con un bel cliffangher. Storia più che promossa (e non l'avrei detto fino a qualche capitolo fa) e che viene valorizzata al meglio dagli stupendi disegni di Carlo Limido, disegnatore che come dico sempre ha grandissimo potenziale, soprattutto dopo il lavoro che ha fatto per Star Top 3. Speriamo che i prossimi episodi di Young Topolino siano su questi livelli e a questo punto, considerando che i capitoli finora usciti cominciano ad essere un bel numero, mi aspetto Topolino Extra anche per questa serie.
        Una piccola perla del numero è senza dubbio l'undicesimo episodio della serie di Malachia, in cui il nostro micio preferito sogna cose piuttosto bizzarre come l'Antico Egitto dei gatti e la sua personale identità segreta. L'unica cosa da cui mi aspettavo qualcosa di un pochino più particolare è il finale ma in fin dei conti non importa più di tanto: sta di fatto che Gagnor è riuscito a scrivere una storia superdivertente, arricchita dagli ormai noti disegni di Faccini, sempre sul pezzo.
        Continua, completamente a caso, il ciclo di storie brevi di X-Mickey. La storia ha qualche momento carino e buffo, però non lascia nulla. In più non è sicuramente aiutata dai disegni, perché ai tempi di questa storia di magazzino Emmanuele Baccinelli non era minimamente ai livelli di ciò che è in grado di fare oggi.
        Il prologo della nuova storia di Paperinik già mi fa partire l'hype a mille. In questa storia tornerà a quanto pare Red Duckan, il miliardario (già incontrato in "Paperinkland") che è sempre in regola ma mette in cattiva luce Paperinik. Un po' quello che succede in questo prologo, infatti l'imprenditore ha fatto realizzare questo film-documentario che rappresenta in parte una vicenda che, come dice giustamente Marco Gervasio nell'intervista, abbiamo già visto in "Paperinik torna a colpire", terza storia in assoluto del Diabolico Vendicatore. Solo che nel documentario Paperinik ruba il bottino al museo delle cere, mentre nella realtà ovviamente l'aveva restituito. Insomma, Red Duckan ha intenzione ancora una volta di mettere in cattiva luce Paperinik e non vedo proprio l'ora di scoprire come il nostro eroe riuscirà ad essere più furbo e a vendicare i torti che ha subito. Una cosa che ho apprezzato inoltre è il riferimento a un altro pilastro del Gervasioverso: la saga di Fantomius. Infatti l'attore che interpreta il falso Paperinik nel film di Duckan è Roger Fairbarks, che non è altro che il figlio di Ducklas, che abbiamo già conosciuto in "Silenzio in sala" e "La settima arte". Cesarello ai disegni sta migliorando sempre di più, infatti il suo Paperinik lo adoro.
        Infine è presente una storia danese di Topolino che vorrebbe essere un po' un esempio delle storie inedite che saranno presenti sul nuovo Almamacco Topolino. Topolino si è stancato di collaudare con elevati rischi le invenzioni del professor Static e quindi si decide di andarsi a riposare. Nel frattempo Pippo lo sostituisce ma finirà nei pasticci su un pianeta lontano e il nostro Topo lo dovrà andare a recuperare. Storia divertente e riuscita, pur non essendo chissà che cosa. I disegni molto dinamici e gradevoli.
        Stranamente non è presente la solita one-page story.
        Dunque un numero così così che però adoro semplicemente per il prologo succulento di Paperinik. E poi ci sono anche delle buone storie di Area 15 e Topolino - Le Origini.
        Non stravedo l'ora del prossimo proprio per Paperinik e per vedere anche che cosa salterà fuori dell'esperimento della doppia storia di Pluto, oltre al prosieguo di Area 15.
        « Ultima modifica: Giovedì 22 Apr 2021, 02:38:40 da Flash X »

        *

        Gumi
        Cugino di Alf
        Moderatore
           (1)

        • ****
        • Post: 1389
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Topolino 3413
          Risposta #3: Giovedì 22 Apr 2021, 17:04:14
          Recensione Topolino 3413


           Questa settimana abbiamo un numero abbastanza deludente, che viene risollevato parzialmente dalla storia di apertura.

           Il gruppo di ragazzi di Area 15 è ormai ospite frequente delle pagine di Topolino e ciò si manifesta anche con l’avvicendamento di sceneggiatori che si cimentano con questa serie. Dopo Roberto Gagnor, l’ideatore, e Marco Nucci, è la volta di Claudio Sciarrone che, oltre ad essere il padrino dal punto di vista grafico dei nuovi amici dei nipotini, in questa avventura va a vestire, e ormai non è più una novità, i panni dell’autore completo.

           Area 15: La combo perfetta è una storia che sembra partire con il piede giusto, anche se per dare un giudizio complessivo sarà ovviamente necessario attendere la prossima settimana.

           I videogiochi sono i grandi protagonisti di questa avventura, come già in Retrogaming! di Nucci, ma questa volta entra in scena anche uno scatenato Zio Paperone che non vuole abbandonare al suo storico avversario Rockerduck il mercato videoludico e si prepara a lottare, in una classica sfida tra i due (dove non mancheranno i colpi bassi), con la collaborazione di Quo e dei suoi amici.

           
          Come in un videogame

           Risulta sempre interessante notare come Sciarrone inserisca la tecnologia odierna all’interno delle storie in maniera assolutamente efficace e “naturale”, senza che si abbia l’impressione, frequente invece in passato, di un settimanale che tentava di sembrare giovanile e al passo coi tempi, fallendo miseramente ogni volta.

           In particolare, molto simpatica e riuscita è la tavola in cui i nipotini salgono le scale del deposito e la loro stanchezza crescente viene adeguatamente rappresentata da una life bar posta sopra la loro testa che va via via scaricandosi. Interessante anche il riferimento alla possibilità che a volte su internet possa essere alterata la percezione di ciò che viene apprezzato e di ciò che invece non lo è, soprattutto quando vi sono troll o hater che con vari profili tentano di screditare un contenuto o un autore. Senza andare troppo lontano, è un problema che in passato ha coinvolto anche il forum del Papersera.

           Segue Zio Paperone e la scoperta di Paititi, di Vito Stabile ed Alessandro Perina, classica (anche nel tratto) e discretamente godibile avventura alla ricerca di tesori perduti. La storia non ha un intreccio particolarmente originale, e anzi ai lettori esperti potrebbe risultare chiaro come andrà a finire sin dalle prime tavole. La vecchia tuba è dapprima alle prese con la necessità di migliorare l’attrattiva di un suo vecchio parco divertimenti, per poi partire alla ricerca di una città scomparsa in Sud America. Ovviamente, come sempre, lo Zione riuscirà a cogliere i classici due piccioni con una fava, dando ancora una volta dimostrazione della sua generosità nascosta e (sempre meno) sporadica.

           Su Topolino le origini: Nebbie del porto di Giorgio Fontana e Carlo Limido non c’è molto da dire, la serie continua con ulteriori introduzioni di personaggi che già conosciamo e che Topolino incontrerebbe qui per la prima volta. Detto che nessuno di questi incontri finora si è rivelato particolarmente memorabile, l’impressione che se ne ricava è che questa serie finalmente terminerà quando saranno terminati i comprimari da far sfilare. Questa volta è toccato a Gancio il dritto.

           
          Quanta gente che si incontra a Topolinia

          X-Mickey – Mestieri impossibili: Il maestro è solamente una riempitiva e, a giudicare dal tratto ancora acerbo di Baccinelli, deve risalire a qualche anno fa. Nulla di interessante da segnalare.

           Miao cronache feline: Cosa sognano i gatti? vede ancora una volta ai testi Roberto Gagnor, che sembra aver definitivamente raccolto il testimone felino da Giorgio Salati, e ai disegni il solito, scatenato, Enrico Faccini. Si tratta di una storia che ha una struttura usuale in Gagnor, con una serie di gag (alcune riuscite, altre meno) all’inizio e in conclusione la ricerca di un finale ad effetto, che però risulta un po’ troppo retorico.

           Sul prologo di Io sono Paperinik di Marco Gervasio, invece, non è possibile proprio sbilanciarsi, se non verificando come il settimanale sotto la gestione Bertani punti sempre più verso una continuità di situazioni e personaggi nelle varie storie che contribuiscono a creare un universo condiviso e coerente. In questo caso è di ritorno il miliardario Red Duckan che avevamo già incontrato in Paperinikland.

           Chiude il numero Topolino e i collaudi col rischio dei coniugi McGreal e Fabrizio Petrossi, che si fa notare non per la trama, né per i disegni e i colori che non rubano certo l’occhio, ma per il ritorno del celebre (per i lettori Egmont) Doc Static, di cui peraltro noialtri da questa parte delle Alpi non sentivamo una particolare mancanza.



          Voto del recensore: 2.5/5
          Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
          http://www.papersera.net/wp/2021/04/22/topolino-3413/


          Ora è possibile votare anche le singole storie del fascicolo, non fate mancare il vostro contributo!


          *

          Cornelius Coot
          Imperatore della Calidornia
             (1)

          • ******
          • Post: 10905
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3413
            Risposta #4: Giovedì 22 Apr 2021, 19:22:38
            Area 15 - La Combo perfetta   (Episodio 1)
            A volte non comprendo l'insistenza di Paperone riguardo i 'rami secchi' del suo impero finanziario: "I miei analisti dicono di abdicare... ma vi immaginate la figuraccia? Paperone che molla la partita?" E' anche vero che un tycoon si dimostra tale quando capisce che è venuto il momento di fare una bella 'potatura'.
            In questo caso viene annullata grazie all'entusiasmo dei nipotini che gli aprono un nuovo squarcio panoramico sul mondo dei videogames nel quale Rockerduck ha, al momento, un vantaggio incredibile. Oltre alla voglia di riconquistare il terreno perduto c'è anche una nuova 'intesa' tra generazioni diverse che stimola lo zione a cimentarsi in questa improbabile rimonta. Claudio Sciarrone ci mostra molto bene questa 'unione di intenti' e anche dal lato dei disegni le sue tavole sono attraenti e suggestive (come il giardino di Paperino al tramonto). Unico 'neo' quella Collina mozzata con un Deposito ai limiti dello strapiombo. Suggestiva e alternativa sicuramente: forse un po' troppo ma è ormai diventata una 'firma' dell'autore.
            Zio Paperone e la scoperta di Paititi 
            Perché il destino delle antiche città precolombiane è inesorabilmente segnato nel fumetto disneyano?
            A cominciare da Cibola per finire a Paititi. Ad ogni modo Vito Stabile è bravo ad inserire nel viaggio di scoperta un collega di Paperone, tal Faron Fanfaronio: una maggior caratterizzazione dei miliardari del Club è utile anche per riproporli in futuro, diminuendo figure neutre one shot a favore di un plot che potrebbe essere ancor più interessante di quanto non sia stato ad oggi. Stesso discorso vale per altri 'colleghi' dello zione, i suoi vecchi compagni di avventura del Klondike, non necessariamente diventati tutti miliardari come lui. Di recente ne sono stati presentati diversi: ultimo è questo Harrison Torquay (ma era già apparso o mi sbaglio?) il cui mondo dorato è stato prima  'terremotato' e poi, in qualche modo, 'ricostruito' con tante scuse e qualche vantaggio.
            Topolino Le Origini - Le nebbie del porto
            Se mai questa serie farà vedere le 'prime volte' di Topolino con Musone, Setter o Squick allora potrò dire che ha avuto un senso. Per adesso 'accontentiamoci' degli amici più stretti oltre che di Basettoni, Manetta, Gancio e Topesio (lo virgoletto perché sono personaggi comunque sempre nel 'giro' degli attuali autori italiani, chi più chi meno). Le matite di Carlo Limido danno una marcia in più ad una serie che ha sicuramente bisogno di 'spinte'
            X Mickey - Mestieri impossibili
            Breve di magazzino, una riempitiva tanto per. A questo punto preferirei rivedere Ezechiele, Lupetto e i Tre Porcellini i cui soggetti non erano male. Magari rispunteranno nel prossimo Almanacco Topolino.
            Miao Cronache Feline - Cosa sognano i gatti?
            Si allarga ulteriormente il mondo di Malachia: dopo i compagni di quartiere, le avventure oniriche alternate a quelle notturne, sempre illustrate dal bravissimo Enrico Faccini che, nonostante la sua 'passione' per Paperoga, ha avuto il merito di far 'rincasare' il felino da Paperino.
            Mi chiamo Paperinik    (Prologo)
            Torna Red Duckan, un 'cattivo' diverso da tutti gli altri, visto che non ha i classici talloni d'Achille dei nemici di sempre. Si muove con disinvoltura nel pieno della legalità, trovando sempre escamotage e cavilli per uscire pulito negli accordi che stringe (come specificato nelle 4 pagine di redazionale che lo riguardano).
            Topolino e i collaudi col rischio
            Doc Static sembra essere una specie di Zapotec egmontiano, sebbene spedisca Topolino e Pippo lontano dalla Terra, piuttosto che dal presente. Viaggi nello spazio invece che nel tempo, dunque. E a fargli compagnia dovrebbe arrivare il Dottor Enigm, sul prossimo Almanacco Topolino in uscita.
            « Ultima modifica: Venerdì 23 Apr 2021, 10:13:47 da Cornelius Coot »

            *

            Anapisa
            Gran Mogol

            • ***
            • Post: 657
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3413
              Risposta #5: Venerdì 23 Apr 2021, 10:33:56
              Non ho ancora letto il numero di questa settimana,solo sfogliato,ma ieri,il 22 aprile era la giornata della terra, non mi è sembrato ci fossero dei rimandi all'argomento..ricordo che solitamente il tema ecologico è sentito e celebrato dal settimanale..possibile in questa occasione sia saltato? 

              *

              Gumi
              Cugino di Alf
              Moderatore
                 (3)

              • ****
              • Post: 1389
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (3)
                Re:Topolino 3413
                Risposta #6: Venerdì 23 Apr 2021, 11:45:33
                È qualche tempo che l'ecologia si fa meno presente, se non tramite rimandi poco evidenti. Non vorrei fosse anche questo un tema "politico", o per meglio dire "politicizzato" che è stato messo da parte stando alle ultime direttive...

                Uscirebbe oggi una Topolino e il mondo di Tutor? Mi tengo il dubbio.

                *

                Dippy Dawg
                Dittatore di Saturno

                • *****
                • Post: 2821
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3413
                  Risposta #7: Venerdì 23 Apr 2021, 11:54:40
                  Area 15: La combo perfetta
                  Da assoluto ignorante, incapace e disinteressato al mondo dei videogiochi (e, aggiungo, per fortuna: ci mancherebbero solo quelli a occuparmi ulteriormente il già poco tempo libero! :P ), mi sento molto immedesimato nel personaggio di Paperone! ;D
                  La storia mi è sembrata un po' noiosa e allungata nella parte centrale, ma anche ricca di spunti e di cose carine (prima fra tutte, l'accenno agli hater di professione!)...

                  Topolino le origini: Nebbie del porto
                  Non so se preoccuparmi del fatto che le ultime due storie (compresa questa) di questa serie non mi siano dispiaciute!
                  A parte i soliti difetti, mi è sembrata più che leggibile, addirittura carina!
                  In particolare, a parte la presenza di Gancio (per il quale ho un debole, e che mi piacerebbe fosse utilizzato di più), mi è piaciuta la "cazziata" finale di Basettoni a Topolino! ;D

                  Miao cronache feline: Cosa sognano i gatti?
                  Finale un po' troppo retorico, tipico dell'autore, ma per il resto ennesima storia carina con il nostro micio preferito! :)
                  Io son nomato Pippo e son poeta
                  Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                  Verso un'oscura e dolorosa meta

                  *

                  Andy392
                  Gran Mogol

                  • ***
                  • Post: 628
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3413
                    Risposta #8: Venerdì 23 Apr 2021, 22:23:02
                    È qualche tempo che l'ecologia si fa meno presente, se non tramite rimandi poco evidenti. Non vorrei fosse anche questo un tema "politico", o per meglio dire "politicizzato" che è stato messo da parte stando alle ultime direttive...
                    Secondo me è solo una scelta direzionale, probabilmente Valentina è più sensibile sui temi ambietalistici rispetto a Bertani.

                    *

                    paolobar
                    Diabolico Vendicatore
                       (1)

                    • ****
                    • Post: 1916
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Topolino 3413
                      Risposta #9: Venerdì 23 Apr 2021, 23:22:51
                      È qualche tempo che l'ecologia si fa meno presente, se non tramite rimandi poco evidenti. Non vorrei fosse anche questo un tema "politico", o per meglio dire "politicizzato" che è stato messo da parte stando alle ultime direttive...
                      Secondo me è solo una scelta direzionale, probabilmente Valentina è più sensibile sui temi ambietalistici rispetto a Bertani.

                      a me non pare, Topolino è pervaso nei redazionali di appunti ecologisti, e anche negli ultimi numeri delle Giovani Marmotte (che ho comprato solo per i paperdollari) ci sono decine di pagine redazionali dal tema ecologista, che non è un tema politico (non serve mettere dentro Greta per essere ecologisti),

                      *

                      Anapisa
                      Gran Mogol

                      • ***
                      • Post: 657
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re:Topolino 3413
                        Risposta #10: Sabato 24 Apr 2021, 14:41:45
                        Per me è un peccato non aver avuto una piccola storia o almeno una copertina a tema o che quantomeno lo ricordasse ..quella di questo numero (per quanto mi piaccia) non ci azzecca nulla  ??? Ancora ancora ci poteva stare quella dello scorso   SmMickey dedicata topolino giramondo..

                        *

                        Samu
                        Ombronauta

                        • ****
                        • Post: 772
                        • Amante del bel fumetto
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3413
                          Risposta #11: Sabato 24 Apr 2021, 23:20:59
                          Il numero di questa settimana l'ho trovato gradevole e ben riuscito.
                          Inizia la nuova storia di Area 15, questa volta firmata da Claudio Sciarrone autore completo.
                          La Combo perfetta secondo me, presenta una prima puntata interessante e anche appassionante, con una "regia" narrativa e soprattutto "grafica", che apprezzo e che regala delle tavole variegate e molto gradevoli.
                          Come cita Gumi nella recensione del numero, ho trovato molto graziosa la tavola in cui i due nipotini accorrono per raggiungere il fratello e lo Zione, con la "barra energetica" sopra le loro teste che si va sempre più esaurendo.
                          Come se fosse davvero un videogioco.  ;D
                          Mi sono piaciute molto anche le vignette in cui Paperino si aggira attorno al Deposito e, dietro di lui, vediamo il Sole tramontare, con un gioco di luci e di colori che ho apprezzato particolarmente.  :inLove:
                          Sono curioso di vedere come proseguirà la storia settimana prossima.

                          A seguire troviamo una storia di stampo "classico" ma, proprio per questo, veramente ottima nel suo sviluppo.
                          Non ho problemi a definirla la mia preferita del numero, con una bella trama di Vito supportata alla grande dai disegni di Alessandro Perina.
                          Come diceva Cornelius poco sopra, anch'io ho apprezzato l'innesto di "Faron Fanfaronio", spavaldo miliardario sempre pronto a vantarsi e a cui fa da contraltare la praticità e la concretezza di Paperone.
                          Non è solo il tesoro né tantomeno la "fama" che potrà ricavare dall'ennesima impresa ad interessare lo Zione.
                          Bensì, la consapevolezza di aver vissuto una nuova avventura e di aver ritrovato quella che sembrava una città perduta.
                          Dal punto di vista grafico, la storia si rivela una gioia per gli occhi, con le tavole dinamiche e armoniose di Alessandro Perina, disegnatore che è sempre un piacere ritrovare tra le pagine del Topo.

                          Molto graziosa anche la nuova storia del ciclo MIAO.
                          Sono davvero contento del fatto che Malachia abbia una presenza più assidua e costante tra le pagine del settimanale perché, secondo me, è un personaggio davvero simpatico e molto tenero.
                          Tra i vari "sogni" che fanno capolino nella sua mente, mi ha fatto davvero divertire la scena in cui si immagina come un solitario detective che si aggira per le vie deserte della città.
                          Bellissimi anche i disegni di Enrico Faccini, curatore della serie a livello grafico e che riesce a rendere Malachia in tutta la sua espressività e simpatia.

                          Anche la nuova storia del ciclo Topolino- Le Origini l'ho trovata una buona lettura e mi piacerebbe vedere più spesso il personaggio di Gancio tra le pagine del settimanale (magari anche in coppia con Bruto).

                          Seguono tre storie storie brevi, tra cui il prologo della nuova storia di Paperinik di Gervasio/Cesarello e una graziosa danese dei McGreal disegnata da Petrossi.
                          Proprio questa si "aggancia" all'uscita del primo numero del nuovo Almanacco Topolino e che potrà essere acquistato insieme al prossimo numero del settimanale.  O0
                          « Ultima modifica: Sabato 24 Apr 2021, 23:22:43 da Samu »

                          *

                          Andy392
                          Gran Mogol
                             (2)

                          • ***
                          • Post: 628
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (2)
                            Re:Topolino 3413
                            Risposta #12: Domenica 25 Apr 2021, 09:13:41
                            Nella prima storia Battista ha il teletrasporto? Perchè come si vede nelle vignette postate nella recensione, Battista prima appare all'ingresso del deposito e poi lo ritroviamo fresco e posato qualche piano sopra rivolgendosi ai due stanchi nipotini. Infatti Qua si  si gira pensieroso accorgendosi che c'era qualcosa di anomalo  :))

                            *

                            Samu
                            Ombronauta

                            • ****
                            • Post: 772
                            • Amante del bel fumetto
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3413
                              Risposta #13: Domenica 25 Apr 2021, 10:31:05
                              Nella prima storia Battista ha il teletrasporto? Perchè come si vede nelle vignette postate nella recensione, Battista prima appare all'ingresso del deposito e poi lo ritroviamo fresco e posato qualche piano sopra rivolgendosi ai due stanchi nipotini. Infatti Qua si  si gira pensieroso accorgendosi che c'era qualcosa di anomalo  :))
                              È vero.  ;D
                              Ma visto che Battista conosce tutti i "Segreti del Deposito", probabilmente avrà usufruito di qualche accesso particolare per risparmiare tempo.  :))
                              Notare anche la calma serafica e la compostezza del maggiordomo che fa da contraltare alle espressioni "sfiancate" dei nipotini.  ;D

                               

                              Dati personali, cookies e GDPR

                              Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                              Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                              Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.