Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
Topolino 3415 - Recensione di Simone Devoto

Questa settimana abbiamo a che fare con un numero molto interessante che ci permette di inquadrare la gestione Bertani del settimanale. All’interno di Topolino 3415 troviamo infatti gran parte delle serie e degli autori di punta dell’ultimo periodo: Marco Nucci alle prese con il mondo di Topolinia, Marco Gervasio con il suo “reboot” del diabolico vendicatore e i giovani paperotti di Area 15, gestiti in questa occasione da Claudio Sciarrone. La copertina richiama la storia di apertura, Macchia Nera e l’inarrestabile Ombra, di Nucci e Cavazzano. In questa occasione accompagniamo Macchia Nera nei suoi innumerevoli covi durante la pianificazione e l’esecuzione del colpo a Fort Top, e facciamo la conoscenza di un nuovo, improbabile complice: la cagnetta Ombra. L’esagerazione e la comicità la fanno da padrone in questa frenetica sceneggiatura che, valorizzata dall’inconfondibile stile di Giorgio Cavazzano, acquisisce a tratti la dinamicità di un cortometraggio animato. Questa storia non rappresenta certo il ritorno sulle pagine di Topolino del Macchia Nera spietato genio del crimine del passato, ma non punta neanche sulla sua decostruzione come motore della vicenda: al contrario, è una sua caratterizzazione un poco più ingenua e simpatica che risulta funzionale all’atmosfera del racconto. Quella che ci viene consegnata è una lettura particolarmente piacevole, probabilmente la migliore del numero, che conferma ancora una volta come Nucci si trovi più a suo agio in storie autoconclusive, dove ha raramente deluso le aspettative. Speriamo dunque che questa avventura non costituisca un unicum e di poter tornare presto a leggere le avventure di Macchia, chissà se ancora in compagnia di questo complice d’eccezione. Un nuovo trio all’opera A seguire, la conclusione di Mi chiamo Paperinik di Marco Gervasio. Dopo un primo episodio molto promettente, che trattava con un taglio diverso lo stesso tema delle fake news recentemente approfondito dalla saga di Mister Vertigo e che lasciava il lettore col fiato sospeso, ci ritroviamo con una conclusione parzialmente deludente. Sempre ottime le atmosfere, con un Paperinik chiaramente molto più disinvolto nel vestire i panni del vendicatore piuttosto che quelli del supervigilante, ed è molto interessante il meticoloso lavoro di Gervasio nel costruire sia una propria continuity interna, sia una continuity con le storie classiche di Martina. Nonostante questo, però, la risoluzione della vicenda lascia un po’ l’amaro in bocca, incentrata com’è su un piano ordito dall’eroe mascherato che risulta tanto convoluto da aver bisogno di alcune pagine di pura esposizione, e al contempo semplicistico nel suo basarsi anche su una certa ingenuità da parte degli altri personaggi coinvolti. Si tratta di una storia più debole rispetto alle altre nello stesso ciclo, con buoni spunti non completamente valorizzati. Una nota di merito va agli originali disegni di Cesarello, in particolare nella resa di vari comprimari e comparse. Il mondo del gaming reso in maniera credibile Un’altra storia a puntate giunge a conclusione in questo numero. Non è facile dare un giudizio complessivo su La combo perfetta, che risulta caratterizzata da alti e bassi. Ottimi sono i disegni di Sciarrone, sempre più a suo agio con il digitale e con la caratterizzazione grafica dei giovani ragazzi di Area 15. A spiccare in modo particolare è la capacità di trattare argomenti cari ai giovani… ma anche a chi li racconta. I videogiochi, i tornei di E-sport, la loro rappresentazione sui social non sono raccontati “dall’esterno”, da qualcuno che non li vive e non li capisce completamente, ma da un autore che condivide la stessa passione per il medium videoludico mostrata dai protagonisti e che si immagina nei panni del giovane lettore. Questo si riflette in un’attenzione ai particolari e in una spontaneità nel trattare argomenti moderni e tecnologici finora rara tra le pagine di Topolino, valorizzando in modo particolare la sceneggiatura. A traballare un po’ è ciò che dalla sceneggiatura viene raccontato: la trama è infatti molto minimale e quasi esclusivamente incentrata sui timori e le emozioni di Quo, che da soli non riescono a giustificare pienamente i tre episodi della storia. Ma forse si tratta di un tema che potrà trovare maggior riscontro con il vero pubblico di riferimento del settimanale, e meno con chi è più grandicello (per quanto appassionato di videogiochi). A completare l’albo abbiamo due storie brevi: Paperino e il caos in giardino e Quando Pippo… ripara lo steccato. La prima continua il recupero della produzione per Egmont di Marco Rota e si mostra in netto stacco nei confronti di tutte le altre storie presenti sia per i disegni, molto classici, che per la trama, con il caotico assurdo tipico della scuola danese. La seconda, con i testi di Marco Bosco e i disegni di Giorgio Di Vita, è poco più di un ciak spalmato su sei pagine, che riesce a strappare un sorriso nel seguire la logica di Pippo. Topolino 3415 è nel complesso un buon albo, con un ottimo Nucci e la conclusione di due storie a puntate che, seppure con qualche riserva, erano riuscite nelle scorse settimane a coinvolgere e incuriosire. A farci compagnia a partire dal prossimo numero sarà invece La ventiquattrore di Paperopoli, nuova serie a tema automobilistico che si affianca all’uscita dell’omonimo gioco da tavolo.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (32)
Esegui il login per votare

Topolino 3415

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Flash X
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1234
  • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3415
    Mercoledì 5 Mag 2021, 14:32:14
    Numero di questa settimana da oggi in edicola:

    Cover: Giorgio Cavazzano (disegni), Andrea Cagol (colori).

    Macchia Nera e l'inarrestabile ombra (Marco Nucci, Giorgio Cavazzano);

    Mi chiamo Paperinik - Episodio 2 (Marco Gervasio, Davide Cesarello);

    Paperino e il caos in giardino (Erik Hedman, Marco Rota);

    Quando Pippo... ripara lo steccato (Marco Bosco, Giorgio Di Vita);

    Area 15 - La combo perfetta - Special preview 3 (Claudio Sciarrone);

    Area 15 - La combo perfetta - Episodio 3 (Claudio Sciarrone).

    One-page story finale:
    Paperoga in bizzarrie assortite - Collezioni d'autore (Giorgio Fontana, Alberto Lavoradori).

    « Ultima modifica: Mercoledì 5 Mag 2021, 15:20:30 da Flash X »

    *

    Flash X
    Cugino di Alf

    • ****
    • Post: 1234
    • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3415
      Risposta #1: Giovedì 6 Mag 2021, 02:57:42
      Una splendida copertina di Giorgio Cavazzano ci mostra qualcosa della storia di apertura, anche se in quest'ultima ad esempio Topolino e Pluto non compaiono proprio (ma capisco il voler festeggiare il compleanno di Pluto con una cover).
      La gag di Silvia Ziche questa volta è davvero efficace e divertente!
      Tornano Marco Nucci e Giorgio Cavazzano, per la prima volta insieme, con una storia dedicata a Macchia Nera. Sgrinfia mostra una cagnetta di nome Ombra al buon Macchia e quest'ultimo all'inizio la snobba ma poi si renderà conto delle sue capacità ladresche. Se fosse tutta qui la vicenda sarebbe una storia buona a mio parere. Ma è molto di più. La storia infatti pian piano si focalizza sul fatto che Ombra si comincia ad affezionare a Macchia Nera e, come scopriremo poi,
      Spoiler: mostra
      anche viceversa.
      Pertanto il motivo per il quale questa storia mi è piaciuta alla follia (credo sia per me una delle più belle storie di Macchia Nera degli ultimi anni) è che, oltre ad essere divertente, coinvolgente e ben strutturata, è profonda ed emotivamente toccante. L'avrò detto centinaia di volte, ma lo ribadisco anche qui: Marco Nucci, secondo me, non ne ha sbagliata una dall'inizio della sua carriera su Topolino. E qui ne abbiamo un esempio molto riuscito. Tra l'altro ci sono alcune cose da notare di questa storia, cose che sembrano dare luogo a una sorta di Nucciverso topoliniano.
      1) Torna la particolare coppia di crinimiali ideata da Nucci in una recente storia, ovvero Macchia Nera e Sgrinfia (senza Gambadilegno).
      2) Abbiamo un cameo di Galateo, altro personaggio creato proprio dall'autore.
      3) Alla fine della storia
      Spoiler: mostra
      sostanzialmente possiamo dire che Ombra diventa la cagnetta di Macchia a tutti gli effetti e il finale vero e proprio fa immaginare che avremo nuove storie con i due personaggi.
      Visti questi tre punti devo dire che sarei contento di vedere in futuro questa "saga topoliniana classica" di Nucci ristampata organicamente su Topolino Extra. È vero, non sono storie ufficialmente di uno stesso ciclo, ma con la didascalia che mi metti riferita a Galateo mi vuoi far capire che ci tieni a questa continuity. Quindi potrebbe anche essere che in futuro vedremo un qualcosa del genere: tipo il primo volume potrebbe partire dalla questione di Galateo, passare alla storia di Macchia Nera e Sgrinfia di qualche settimana fa e poi andare a questa e future successive dedicate a Macchia e Ombra. Tutto questo parallelamente all'uscita dei volumi sempre nucciani di Mister Vertigo e Newton Pitagorico.
      I disegni del maestro Giorgio Cavazzano mi mancavano e sono stato contentissimo di rivederli, come sempre il mio tratto preferito, pulito e tondeggiante. Ah, dimenticavo, un'altra cosa secondo me positiva di questa storia è che non compaia Topolino neanche in una vignetta: dico positiva perché in questo modo almeno si è potuto dare risalto a Macchia Nera a tutti gli effetti, visto che è il protagonista e tale è giusto che si mostri.
      Si chiude la storia di Paperinik in maniera decisamente soddisfacente. Marco Gervasio è stato come sempre abilissimo nel creare una vicenda veramente insidiosa per il nostro protagonista. Vicenda collegata su più punti a diverse storie della saga di Gervasio, ma in questo episodio noteremo un particolare accento sugli avvenimenti che abbiamo visto in "Caccia a Paperinik", ovvero tutta la questione del numero di telefono criptato. La storia è bella, avvincente, coinvolgente, e tutto pian piano si risolve al meglio per il nostro eroe, proprio grazie a un piano ideato da lui e il povero Archimede, finito ingiustamente dietro le sbarre. Red Duckan verrà battuto e addirittura
      Spoiler: mostra
      perderà i diritti sull'immagine di Paperinik (li otterrà Paperino) ma non il nome.
      Anche Quack Dellas farà una bella figuraccia e Sheriduck capirà finalmente (forse) che Paperinik agisce per giustizia e non di certo per il crimine. Storia superpromossa, anche nei disegni di Cesarello. Prima o poi, appena riesco, come dicevo settimana scorsa, mi rileggerò le due storie di Guido Martina citate in questa storia e tutti i capitoli finora usciti di Marco Gervasio perché 1) questa storia me ne ha fatto venire una gran voglia e 2) voglio un attimo rinfrescarmi la memoria anche sui particolari.
      La storia disegnata da Marco Rota è davvero carina e divertente e il titolo è azzeccatissimo: si viene a creare infatti un caos tremendo nel giardino di Paperina tra Paperino, QQQ, la Banda Bassotti e degli scienziati fanatici. Il tutto finisce con una rissa divertentissima, alla "tutti contro tutti". Una breve che fa il suo lavoro di divertire. I disegni sono i disegni di Rota, due parole: classicità armoniosa.
      Altra storia breve simpatica è quella dedicata a Pippo, al quale servirà aiuto da parte di Topolino nel riparare lo steccato, ma per un motivo o l'altro non riusciranno mai nel loro intento. Pur essendo molto breve, è una storia che mi ha fatto morire dalle risate: il comportamento ingenuo di Pippo qui è reso benissimo! Disegni senza infamia e senza lode.
      E si conclude anche Area 15, con un'altra
      Special preview e con un ultimo episodio che stavolta mi ha convinto. I disegni mi sono piaciuti parecchio durante la mega-sfida alla Rock Box, tutti luminosi e realistici! E la storia, devo dire, niente male, con un Quo che si impegna al massimo per non perdere la fiducia di nessuno. Un po' più noiosa la parte finale, a sfida finita, ma è insignificante in confronto al resto della vicenda.
      Dunque un ottimo numero, in primis per Paperinik e Macchia Nera, ma ha comunque tutte le altre storie di buon livello.
      Del prossimo sono curioso soprattutto di vedere come sarà questa storia sulle corse e spero che il nuovo episodio di Young Donald Duck sia come gli ultimi due, ovvero non bruttissimo.

      • ***
      • Post: 606
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3415
        Risposta #2: Giovedì 6 Mag 2021, 09:53:05
        La storia di Macchia Nera è veramente bella,  la migliore del numero, a mio parere.Una storia che racchiude in sé tutto quello che vorrei vedere in un fumetto Disney, trama giusta, protagonisti ben caratterizzati, qualche gag e colpi di scena, un po' di sentimento.
        Ho apprezzato molto come è cambiato poco alla volta il comportamento del mio cattivo preferito nei confronti della cagnolina Ombra, da un banale strumento per i suoi scopi ladreschi ad una fedele compagna di passeggiate serene nei boschi.
        E poi che dire dell'omaggio al dipinto "Viandante sul mare di nebbia" di Friedrich a pag.24? Sarà che io lo adoro, ma sono veramente felice di vederlo rappresentato da un maestro come Cavazzano.

        *

        Filo Sganga
        Pifferosauro Uranifago
           (2)

        • ***
        • Post: 444
        • Esordiente
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re:Topolino 3415
          Risposta #3: Giovedì 6 Mag 2021, 17:25:02
          Io la storia di macchia nera l'ho trovata senza dubbio carina ma devo dirlo: io vedo un forte out of character nel macchia nera di Nucci.

          Sembra un Gambadilegno più acido e sinceramente mi sembra svaluti un personaggio storico.
          Poi trovo davvero poco azzeccata l'accoppiata con Sgrinfia che vedo meglio con Gamba, così come vedevo perfetto un Gamba protagonista di questa storia. Macchia nera (le storie di Murry le considero con un personaggio diverso quasi) lo ho sempre considerato un villain cupo, intelligente, misterioso, pericoloso e imprendibile, sempre un passo avanti. E infatti quello che ne aveva secondo me colto più lo spirito era Casty, oltre Martina, scarpa e Gott ovviamente. Belli i disegni di Cavazzano.

          Il finale della storia di Paperinik è carino e ben orchestrato devo dire, tutte le cose vanno al loro posto, tranne i diritti sul nome, e credo che duckan prima o poi se ne approfitterà per vendicarsi!

          *

          Lupetta
          Allegro Castoro
             (1)

          • *
          • Post: 1
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3415
            Risposta #4: Venerdì 7 Mag 2021, 00:33:51
            Considero Macchia Nera il più grande antagonista del mondo Disney, e uno dei più grandi villain di sempre - sono un po' di parte, sì :D
            E devo dire che la storia di Marco Nucci mi è piaciuta tantissimo perché sembra fondere davvero TUTTE le "tradizioni" che si sono sviluppate intorno a questo personaggio, dal villain incappucciato cupo e contorto delle origini a quello più macchiettistico à-la-Murry, dal Macchia Nera visionario di Casty a quello romantico della coppia Radice-Turconi. Senza risparmiarne, alla fine, la cifra definitiva: un superbo, megalomane dandy. Che è comunque capace di godersi una passeggiata con un cane, vestito di tutto punto, con tanto di cappotto pure per il cane, non sia mai. Il tutto in una storia gradevole, scorrevole, divertente. Trovo che sia un'impresa al limite del miracoloso. Cavazzano eccezionale, i suoi disegni qui sembrano particolarmente gioiosi.

            *

            Loregbs
            Sceriffo di Valmitraglia
               (1)

            • ***
            • Post: 340
            • Dario Fo approved!
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:Topolino 3415
              Risposta #5: Venerdì 7 Mag 2021, 01:29:19
              Premetto che ormai da un paio di anni prendo il settimanale saltuariamente (mi limito ai numeri con Casty -ormai più unici che rari purtroppo- e a quelli di pochi altri autori oltre a eventi speciali come il bell'omaggio a PK di qualche numero fa) e ho preso questo numero sull'onda lunga del doppio acquisto Almanacco/Topolino di una settimana fa. Di Nucci ho letto solo un paio di storie di Newton Pitagorico, entrambe fresche e ben riuscite, qualche puntata di Area 15 e poco altro, quindi non ho ben chiaro il percorso compiuto da questo autore sulle pagine del settimanale anche se leggendo il forum vedo che è uno dei più frequenti e apprezzati sulle pagine attuali del Topo...  La storia di questa settimana l'ho potuta però leggere e, forse partendo da aspettative troppo alte, posso dire che a mio parere si tratta di un buco nell'acqua. A parte il "potere" di Ombra, una sospensione d'incredulità davvero troppo eccessiva per i miei gusti, l'altro grande problema è a mio parere la caratterizzazione "macchiettistica" di Macchia Nera già messa in luce ottimamente dal post di Filo Sganga. Non è minimamente avvicinabile al criminale visto nelle storie di Gott, Martina e Casty. Ma non è neanche quello visto in storie più inusuali come "Macchia Nera e il buon vicinato" di Savini e del sempreverde Cavazzano, una vera perla, dove, complice l'ambiente a lui completamente estraneo in cui è immerso, viene enfatizzata la vena umoristica del personaggio senza però intaccarne minimamente il carisma. Il legame con Sgrinfia risulta inoltre innaturale e totalmente fuori contesto (per quale ragione una mente superiore come Macchia Nera dovrebbe legarsi alla storica spalla "stupida" di Gambadilegno per portare a termine un colpo?), considerato che nella maggior parte dei casi il buon "Ian MacAcher" (o "Amarena Chic" per tornare alla storia citata prima di Savini e Cavazzano) ha sempre operato da solista o al massimo accompagnato da Gamba (personaggio che storicamente è molto più rapportabile a Macchia Nera per ambizioni megalomani e carisma rispetto a Sgrinfia). Dispiace inoltre vedere il tratto di Cavazzano, un quid in più che impreziosisce sempre e comunque la sceneggiatura, al servizio di una storia non particolarmente riuscita.
              « Ultima modifica: Venerdì 7 Mag 2021, 03:47:56 da Loregbs »
              "Ma sì Manetta! Arrestami pure! Solo questo ti mancava di combinarmi nella tua carriera!"
              (da "Topolino e la Dimensione Delta")

              *

              Vincenzo
              Cugino di Alf
                 (2)

              • ****
              • Post: 1349
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (2)
                Re:Topolino 3415
                Risposta #6: Venerdì 7 Mag 2021, 10:58:24
                Invece le atmosfere di questa storia si avvicinano moltissimo a quelle della storia di Savini (in particolare grazie alla caratterizzazione da Dandy davvero fantastica) e il rapporto con Sgrinfia è semplicemente spassoso.

                Macchia Nera ha avuto a che fare con Maga Magò e Paperbat, e ci si lamenta di Sgrinfia?
                If you can dream it, you can do it.

                *

                Dippy Dawg
                Visir di Papatoa
                   (2)

                • *****
                • Post: 2795
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (2)
                  Re:Topolino 3415
                  Risposta #7: Venerdì 7 Mag 2021, 11:31:36
                  Macchia Nera ha avuto a che fare con Maga Magò e Paperbat, e ci si lamenta di Sgrinfia?
                  Come dissi una volta nell'ambito di una discussione più... "ampia"!, le storie che io reputo interpreti del "vero" Macchia Nera sono solo 4 in tutta la produzione mondiale dei fumetti Disney!
                  TUTTE le altre, quindi, a mio parere, sono in qualche modo "sbagliate": appurato questo, non le scarto di certo, ma semplicemente le leggo con un occhio diverso che mi permette di godermele ugualmente!
                  Non è il "vero" Macchia Nera? Pazienza!

                  Detto questo, la storia di questa settimana è molto carina, quindi va bene così!
                  Io son nomato Pippo e son poeta
                  Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                  Verso un'oscura e dolorosa meta

                  *

                  Kerzhakov91
                  Brutopiano

                  • *
                  • Post: 30
                  • Sceriffo di Val Mitraglia
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3415
                    Risposta #8: Venerdì 7 Mag 2021, 11:34:49
                    Come dissi una volta nell'ambito di una discussione più... "ampia"!, le storie che io reputo interpreti del "vero" Macchia Nera sono solo 4 in tutta la produzione mondiale dei fumetti Disney!

                    Soltanto per curiosità: "Topolino e il mistero di Macchia Nera", "Topolino e il doppio segreto di Macchia Nera"... e poi? Quali sono le altre due per te?

                    *

                    Dippy Dawg
                    Visir di Papatoa

                    • *****
                    • Post: 2795
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3415
                      Risposta #9: Venerdì 7 Mag 2021, 11:58:20
                      Ne avevo parlato qui... ;)

                      Aggiungo, per tornare in tema, che mi è piaciuta molto la storia di Paperinik (sì, io sono uno di quelli affezionati al "vendicatore" dei vecchi tempi!), e che la storia di Area 15, nonostante non abbia difetti evidenti, l'ho trovata un po' moscia, non saprei neanch'io dire il perché...
                      Io son nomato Pippo e son poeta
                      Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                      Verso un'oscura e dolorosa meta

                      *

                      Castyano
                      Sceriffo di Valmitraglia
                         (2)

                      • ***
                      • Post: 315
                      • Tripomponato
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (2)
                        Re:Topolino 3415
                        Risposta #10: Venerdì 7 Mag 2021, 15:13:35
                        E' la seconda volta che Nucci ritrae Macchia Nera come un ladro di polli. Mi spiace, Macchia è molto più di questo.
                        "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

                        *

                        Flash X
                        Cugino di Alf
                           (1)

                        • ****
                        • Post: 1234
                        • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (1)
                          Re:Topolino 3415
                          Risposta #11: Venerdì 7 Mag 2021, 18:35:02
                          Secondo me bisogna prendere la storia per quello che vuole essere. Non è che Nucci ha scritto la storia e ha sbagliato la caratterizzazione di Macchia Nera. Nucci ha scritto la storia con un altro intento: mostrarci un lato "sentimentale" nascosto del personaggio.

                          *

                          Loregbs
                          Sceriffo di Valmitraglia
                             (3)

                          • ***
                          • Post: 340
                          • Dario Fo approved!
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (3)
                            Re:Topolino 3415
                            Risposta #12: Venerdì 7 Mag 2021, 18:56:50
                            Invece le atmosfere di questa storia si avvicinano moltissimo a quelle della storia di Savini (in particolare grazie alla caratterizzazione da Dandy davvero fantastica) e il rapporto con Sgrinfia è semplicemente spassoso.

                            L'unica cosa in comune sono i disegni di Cavazzano (il Maestro nella storia del 2004 è in realtà molto più ispirato a dire il vero, facendo il confronto anche solo sul personaggio di Macchia la differenza è lampante), la psicologia del personaggio e l'originalità della trama di Savini è di tutt'altra pasta a mio parere, in grado di solleticare più livelli di lettura, una storia fruibile sia per il bambino che per l'adulto. Questa è una storia incapace di andare oltre l'approccio più immediato e semplice. L'ultima didascalia inoltre è davvero emblematica del target esclusivo a cui la storia è riferita: "Ed eccoci alla conclusione, cari lettori! Il diabolico Macchia Nera, felice come un bimbo, si porta a spasso la sua "Ombra"! Arf"!
                            « Ultima modifica: Venerdì 7 Mag 2021, 18:58:21 da Loregbs »
                            "Ma sì Manetta! Arrestami pure! Solo questo ti mancava di combinarmi nella tua carriera!"
                            (da "Topolino e la Dimensione Delta")

                            *

                            Grande Tiranno
                            Ombronauta
                               (2)

                            • ****
                            • Post: 731
                            • Sfortunato creaturo!
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (2)
                              Re:Topolino 3415
                              Risposta #13: Venerdì 7 Mag 2021, 21:40:57
                              E arrivo io, di cui sapete la posizione sul Topolino di Nucci. Ma, ebbene sì, c'è un ma. Perché questa storia mi è piaciuta veramente tanto. Un Macchia Nera ben caratterizzato, che se all'inizio disprezzava Ombra e in seguito, dopo aver scoperto le sue potenzialità, la tratta inizialmente come un oggetto, un grimaldello, un fine per ottenere uno scopo, in pieno stile di Macchia Nera, poi se ne affeziona, come qualunque essere umano, tartufato che sia, avrebbe fatto. Questa è la caratterizzazione (o ricaratterizzazione) che mi piace! Non Rapina a Mano armata - Piadina senza insalata (che volete farci, ho ancora il dente avvelenato...). Macchia supportato da uno Sgrinfia meno tonto del solito, ottima spalla comica. Meravigliosi anche gli ispirati disegni del monumentale Cavazzano, in particolare nella vignetta dove piove. Anche le citazioni ad altre storie non le ho trovate pedanti, come invece nella storia di Paperinik (quando ho visto vedi Topotravel su Topolino .... penso di aver lanciato l'albo), pur considerando che la storia è buona. Secondo me le avventure gervasiane del vendicatore tendono ad iniziare a diventare un po' ripetitive, ma pur sempre buone e godibili. Su Area 15 nulla da dire, siamo ben lontani dalla poeticità di Gagnor, però la storia appassiona, intrattiene e fa il suo lavoro. Quo ben caratterizzato, ma i suoi amici dell'Area 15 sono come delle comparse del tutto estraniate dal resto... I disegni ottimi come sempre, per quel che riguarda Sciarrone. Nota di demerito nella posta dell'albo, va bene che è un lavoro carino che unisce padre e figlio in questi tempi complicati, però non ho potuto fare a meno di inorridire dopo aver visto il soffitto tappezzato di vecchi Topolini. Argh! Spero che almeno siano stati letti!
                              Invece le atmosfere di questa storia si avvicinano moltissimo a quelle della storia di Savini (in particolare grazie alla caratterizzazione da Dandy davvero fantastica) e il rapporto con Sgrinfia è semplicemente spassoso.

                              L'unica cosa in comune sono i disegni di Cavazzano (il Maestro nella storia del 2004 è in realtà molto più ispirato a dire il vero, facendo il confronto anche solo sul personaggio di Macchia la differenza è lampante), la psicologia del personaggio e l'originalità della trama di Savini è di tutt'altra pasta a mio parere, in grado di solleticare più livelli di lettura, una storia fruibile sia per il bambino che per l'adulto. Questa è una storia incapace di andare oltre l'approccio più immediato e semplice. L'ultima didascalia inoltre è davvero emblematica del target esclusivo a cui la storia è riferita: "Ed eccoci alla conclusione, cari lettori! Il diabolico Macchia Nera, felice come un bimbo, si porta a spasso la sua "Ombra"! Arf"!
                              A me invece è piaciuta anche quella, a testimoniare il cambiamento dell'atteggiamento di Macchia nei confronti di Ombra, felice come un bimbo nell'accompagnarla a spasso, pur rimanendo diabolico.

                              Ciao!

                              Il Grande Tiranno

                              A volte ritornano…  :crazy:
                              « Ultima modifica: Venerdì 7 Mag 2021, 21:52:33 da Grande Tiranno »
                              Catturamento Catturamento!

                              *

                              Samu
                              Gran Mogol
                                 (1)

                              • ***
                              • Post: 620
                              • Amante del bel fumetto
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re:Topolino 3415
                                Risposta #14: Venerdì 7 Mag 2021, 22:36:02
                                Aspettavo da tempo la pubblicazione di Macchia Nera e l'inarrestabile Ombra ma la storia non è riuscita a convincermi.

                                Innanzitutto, parto da una considerazione che mi viene spontanea.
                                In copertina vediamo Macchia Nera in disparte che guarda con aria un po' risentita gli altri personaggi, tra cui Ombra (la cagnolina che compare nella storia di apertura), Topolino e Pluto.
                                Visto che la copertina è riferita alla storia iniziale, io mi aspetto che i personaggi mostrati ci siano anche nella storia...
                                Per tutto il tempo della lettura, ho pensato che prima o poi questi due personaggi dovessero comparire, essere presenti...
                                E invece Topolino e Pluto nella storia non ci sono ed è una cosa che mi ha sinceramente "stranito".

                                Passando a parlare della storia, non è riuscita a coinvolgermi e l'ho trovata prevedibile nel suo sviluppo.
                                Concordo con Loregbs sul fatto che la storia presenti una "sospensione dell'incredulità" che, personalmente, ritengo eccessiva e che non ho apprezzato.
                                Tutta la storia, in realtà, si basa su questo colpo ai danni della banca di Fort Top, una delle più protette in assoluto e il cui "inespugnabile" sistema di sorveglianza ha reso superfluo il ricorso agli agenti di polizia per scoraggiare eventuali ladri.
                                Si tratta di un colpo effettivamente impossibile da portare a termine, vista la presenza di:
                                -Quindici allarmi da disattivare
                                -Sei porte blindate in titanio !
                                -Un fitto sistema di raggi infrarossi che nessuno è mai riuscito ad eludere.

                                Ora, viste queste premesse io sinceramente non posso avere quella "sospensione di incredulità" per cui tutto quello che ho elencato poco prima venga sbaragliato e demolito da una cagnolina appassionata di broccoli e che, pur di raggiungerli, riesce ad annientare tutto quello che si frappone tra lei e la sua pietanza preferita.
                                Per cui, questa storia non è riuscita a convincermi e nonostante i bei disegni del Maestro Cavazzano, non sono riuscito a sentirmi coinvolto all'interno della narrazione.

                                Mi viene poi naturale e spontaneo fare una riflessione finale, che voglio condividere con voi e che inserisco sotto spoiler:
                                Spoiler: mostra
                                La storia effettivamente non si conclude ma, al posto della classica "FINE", troviamo un "ARF!".
                                Ora, io non penso che questo elemento sia casuale così come non credo che la presenza di Topolino e Pluto nella copertina (insieme ai due personaggi protagonisti della storia) sia stata inserita senza una ragione.
                                Ciò mi porta a pensare che ci sarà un seguito (questa volta con Topolino e Pluto presenti) perché leggendo la tavola conclusiva della storia, ho avuto la sensazione che fosse stata interrotta e che gli elementi di questa storia verranno ripresi.
                                D'altronde, ricordo che Nucci, nel corso dell'intervista per il The Fisbio Show all'epoca della pubblicazione del "Torneo delle Cento Porte" sul settimanale, parlava di una storia "doppia", con Topolino e disegnata da Cavazzano.
                                Penso quindi che proprio questa possa essere la storia cui Nucci si riferiva e che possa essere un'operazione "simile" con quanto fatto l'anno scorso dalla coppia Coppola/Cesarello, con Topolino e il caso elastico e Topolino e l'Affare Pigam.


                                Personalmente, considero Marco Nucci un ottimo sceneggiatore, il quale è stato in grado di scrivere delle storie che mi hanno sinceramente appassionato e che mi hanno fatto sentire coinvolto all'interno della vicenda e "vicino" ai personaggi.
                                Penso alle due storie di Area 15, al "Torneo delle Cento Porte" che citavo poco sopra, alla bella Le Giovani Marmotte e l'indagine da Manuale, alla profonda ed emozionante "Gastone e la solitudine del quadrifoglio", che mi dato davvero tante emozioni...

                                Ma la storia di questa settimana non sono riuscito ad apprezzarla e, a fine lettura, posso dire che mi ha dato veramente poco, lasciandomi un forte senso di insoddisfazione e di incompletezza.

                                *

                                Blu
                                Brutopiano
                                   (3)

                                • *
                                • Post: 51
                                  • Offline
                                  • Mostra profilo
                                   (3)
                                  Re:Topolino 3415
                                  Risposta #15: Venerdì 7 Mag 2021, 22:47:51
                                  Macchia Nera e l’inarrestabile ombra. Che dire, storia veramente che spero di dimenticare in fretta. E a prescindere dal fatto che fosse troppo inverosimile.

                                  Da quanto mi sembra di leggere mi inimicherò mezzo forum, ma Marco Nucci è un autore con cui non riesco proprio ad entrare in sintonia. Dopo il Gastone de la solitudine del quadrifoglio stavolta è il giro in cui l’autore sente il bisogno di svilire uno dei villain per eccellenza di Topolino. Macchia Nera non è il personaggio dipinto in questa storia. Egli è un elegante e raffinato genio del crimine che mai frequenterebbe siffatta compagnie, un personaggio che proverebbe vergogna a frequentare pure Gambadilegno, figuriamoci Sgrinfia. Questo è una storia che puoi fare con appunto un Gambadilegno, un personaggio oramai che tutti conoscono come ladro di polli. Macchia Nera può e deve essere salvato da una fine tanto ingloriosa.
                                  Che dire, oramai manca solo che Nucci realizzi una storia con un Cuordipietra filantropo che ogni mese fa un giro per orfanotrofi e il delirio sarà completo.

                                  Infine non capisco l’esaltazione per i disegni di Giorgio Cavazzano. Stiamo parlando di uno dei migliori disegnatori di sempre di questo settimanale, però dai, è protagonista di una prestazione lontana dai fasti passati, complice anche una inchiostrazione assolutamente piatta e monocorde. Ora capisco che in questa fase storica in cui la freccerizzazione pesante fa sembrare anche questi disegni il meglio del meglio, però se uno ripensa a cosa faceva Cavazzano solo fino a qualche anno fa…

                                  Macchia è molto più di questo.
                                  Più che molto più, non è AFFATTO un ladro di polli.

                                  Macchia Nera ha avuto a che fare con Maga Magò e Paperbat, e ci si lamenta di Sgrinfia?
                                  Seguire la produzione brasiliana è come nel calcio seguire la MLS. Puoi farlo, ma non è sinonimo di qualità.
                                  E se Paul Murry ha sbagliato anche lui, non è che adesso bisogna seguirlo nell'oblio.

                                  *

                                  Dinamite Bla
                                  Evroniano
                                     (2)

                                  • **
                                  • Post: 122
                                  • Novellino
                                    • Offline
                                    • Mostra profilo
                                     (2)
                                    Re:Topolino 3415
                                    Risposta #16: Venerdì 7 Mag 2021, 23:37:06
                                    A me la storia di Macchia e Ombra è piaciuta molto, ovvio non è il macchianera di Gott e Martina, è quello di Nucci nel 2021, autore che gioca molto con l'ironia dei e sui personaggi, ed  mio parere ci riesce bene quasi sempre (proprio dove tralascia il registro ironico, come in mr. Vertigo perde efficacia).
                                    Il Macchia di Nucci si ricorda bene dei suoi fasti passati, lo si capisce dal suo perenne malumore per il confronto con l'amaro e deprimente presente, ma non si da per vinto, si "accontenta" anche di lavorare con un entusiasta Sgrinfia, che prova sincera ammirazione per il maestro ;D
                                    Si sghignazza, la storia scorre bene sul filo del paradosso e dell'esagerazione, registri stilistici che adoro, si gode pure la sottile continuity del nascente nucciverso, bene così!

                                    Riguardo la storia di Paperinik, continua senza intoppi la saga gervasiana, ammetto che lo preferisco quando tratta la sua creatura diretta, fantomius, ma riprendere la via del vendicatore è certamente un merito dell'autore romano, promosso a pieni voti!

                                    Note dolenti per Area15, ma qui il problema è personale, non conosco per niente il mondo dei vvideogiochi quindi non sono riuscito ad entrare in empatia con la vicenda, cosa che per una serie come Area15 è fondamentale. Poco male, sarà per la prossima, sicuramente me la godrò di più

                                    « Ultima modifica: Venerdì 7 Mag 2021, 23:41:54 da Dinamite Bla »

                                    *

                                    Vincenzo
                                    Cugino di Alf
                                       (2)

                                    • ****
                                    • Post: 1349
                                    • Esordiente
                                      • Offline
                                      • Mostra profilo
                                       (2)
                                      Re:Topolino 3415
                                      Risposta #17: Sabato 8 Mag 2021, 13:49:28
                                      Macchia Nera e l’inarrestabile ombra. Che dire, storia veramente che spero di dimenticare in fretta. E a prescindere dal fatto che fosse troppo inverosimile.

                                      Da quanto mi sembra di leggere mi inimicherò mezzo forum, ma Marco Nucci è un autore con cui non riesco proprio ad entrare in sintonia. Dopo il Gastone de la solitudine del quadrifoglio stavolta è il giro in cui l’autore sente il bisogno di svilire uno dei villain per eccellenza di Topolino. Macchia Nera non è il personaggio dipinto in questa storia. Egli è un elegante e raffinato genio del crimine che mai frequenterebbe siffatta compagnie, un personaggio che proverebbe vergogna a frequentare pure Gambadilegno, figuriamoci Sgrinfia. Questo è una storia che puoi fare con appunto un Gambadilegno, un personaggio oramai che tutti conoscono come ladro di polli. Macchia Nera può e deve essere salvato da una fine tanto ingloriosa.
                                      Che dire, oramai manca solo che Nucci realizzi una storia con un Cuordipietra filantropo che ogni mese fa un giro per orfanotrofi e il delirio sarà completo.

                                      Infine non capisco l’esaltazione per i disegni di Giorgio Cavazzano. Stiamo parlando di uno dei migliori disegnatori di sempre di questo settimanale, però dai, è protagonista di una prestazione lontana dai fasti passati, complice anche una inchiostrazione assolutamente piatta e monocorde. Ora capisco che in questa fase storica in cui la freccerizzazione pesante fa sembrare anche questi disegni il meglio del meglio, però se uno ripensa a cosa faceva Cavazzano solo fino a qualche anno fa…

                                      Macchia è molto più di questo.
                                      Più che molto più, non è AFFATTO un ladro di polli.

                                      Macchia Nera ha avuto a che fare con Maga Magò e Paperbat, e ci si lamenta di Sgrinfia?
                                      Seguire la produzione brasiliana è come nel calcio seguire la MLS. Puoi farlo, ma non è sinonimo di qualità.
                                      E se Paul Murry ha sbagliato anche lui, non è che adesso bisogna seguirlo nell'oblio.

                                      Questo "razzismo" nei confronti del povero Sgrinfia...
                                      If you can dream it, you can do it.

                                      *

                                      Cornelius Coot
                                      Imperatore della Calidornia

                                      • ******
                                      • Post: 10863
                                      • Mais dire Mais
                                        • Offline
                                        • Mostra profilo

                                        Re:Topolino 3415
                                        Risposta #18: Sabato 8 Mag 2021, 14:22:47
                                        E' anche vero che il successo di una coppia deriva dalla improbabile coabitazione dei due singoli, proprio perché così diversi e perché, almeno uno dei due, non si sognerebbe mai di collaborare con l'altro. Però, per qualche motivo, è costretto a farlo: difficoltà nel reperire altre spalle più 'degne' o, magari, una scelta inconscia nel prendersi un collaboratore che, nella sua modestia, non metta i bastoni fra le ruote al capo, uno 'yesmen' che ubbidisca senza protestare, come potrebbero fare altri più in gamba.

                                        In questo caso la coppia Macchia-Sgrinfia dovrebbe essere 'nuova', almeno rispetto a quella più 'collaudata' e storica fra Gamba e Sgrinfia (visto che nasce nelle storie americane dei '60 con un terzo elemento poi scomparso, Ciccia). Non ricordo se creata ad hoc da Nucci o se già collaborante in passato: in Inducks i due personaggi risultano insieme in 52 storie ma non dovrebbero esserlo stati in coppia, bensì insieme ad altri lestofanti fra cui Pietro.

                                        « Ultima modifica: Sabato 8 Mag 2021, 19:58:42 da Cornelius Coot »

                                        *

                                        Blu
                                        Brutopiano
                                           (2)

                                        • *
                                        • Post: 51
                                          • Offline
                                          • Mostra profilo
                                           (2)
                                          Re:Topolino 3415
                                          Risposta #19: Sabato 8 Mag 2021, 14:58:08
                                          Questo "razzismo" nei confronti del povero Sgrinfia...
                                          Semmai è classismo. E fidati, Macchia Nera classista lo è.

                                          Però, per qualche motivo, è costretto a farlo
                                          Posso quotare il discorso in stile "la strana coppia". In tal caso però, Nucci avrebbe dovuto giustificare come e perché due persone tanto diverse si siano trovate a collaborare. Un po' come succedeva, per dire, nelle storie di Scarpa in cui Paperone aveva a che fare con Filo Sganga, cialtrone che non avrebbe frequentato manco a pagamento. Invece no, l'autore ha introdotto uno status quo indecente come se fosse la cosa più normale del mondo.
                                          Persino la Ziche, la cui vena comica è "sadica" quando con la sua scure si abbatte su certi personaggi, non è mai scesa sotto Plottigat come rango criminale da far frequentare a Macchia Nera.

                                          difficoltà nel reperire altre spalle più 'degne'
                                          fermo restando che il vero Macchia Nera agirebbe da solo.
                                          Meglio soli che male accompagnati

                                          *

                                          Vincenzo
                                          Cugino di Alf
                                             (2)

                                          • ****
                                          • Post: 1349
                                          • Esordiente
                                            • Offline
                                            • Mostra profilo
                                             (2)
                                            Re:Topolino 3415
                                            Risposta #20: Sabato 8 Mag 2021, 16:48:48
                                            Vorrà dire che se e quando scriverai per Topolino potrai interpretare Macchia Nera e le sue frequentazioni come meglio credi.
                                            If you can dream it, you can do it.

                                            *

                                            Simone McD
                                            Gran Mogol

                                            • ***
                                            • Post: 711
                                            • Ex Scrooge McD
                                              • Offline
                                              • Mostra profilo

                                              Topolino 3415
                                              Risposta #21: Sabato 8 Mag 2021, 16:52:01
                                              Recensione Topolino 3415


                                               Questa settimana abbiamo a che fare con un numero molto interessante che ci permette di inquadrare la gestione Bertani del settimanale. All’interno di Topolino 3415 troviamo infatti gran parte delle serie e degli autori di punta dell’ultimo periodo: Marco Nucci alle prese con il mondo di Topolinia, Marco Gervasio con il suo “reboot” del diabolico vendicatore e i giovani paperotti di Area 15, gestiti in questa occasione da Claudio Sciarrone.

                                               La copertina richiama la storia di apertura, Macchia Nera e l’inarrestabile Ombra, di Nucci e Cavazzano. In questa occasione accompagniamo Macchia Nera nei suoi innumerevoli covi durante la pianificazione e l’esecuzione del colpo a Fort Top, e facciamo la conoscenza di un nuovo, improbabile complice: la cagnetta Ombra. L’esagerazione e la comicità la fanno da padrone in questa frenetica sceneggiatura che, valorizzata dall’inconfondibile stile di Giorgio Cavazzano, acquisisce a tratti la dinamicità di un cortometraggio animato.

                                               Questa storia non rappresenta certo il ritorno sulle pagine di Topolino del Macchia Nera spietato genio del crimine del passato, ma non punta neanche sulla sua decostruzione come motore della vicenda: al contrario, è una sua caratterizzazione un poco più ingenua e simpatica che risulta funzionale all’atmosfera del racconto. Quella che ci viene consegnata è una lettura particolarmente piacevole, probabilmente la migliore del numero, che conferma ancora una volta come Nucci si trovi più a suo agio in storie autoconclusive, dove ha raramente deluso le aspettative. Speriamo dunque che questa avventura non costituisca un unicum e di poter tornare presto a leggere le avventure di Macchia, chissà se ancora in compagnia di questo complice d’eccezione.

                                               
                                              Un nuovo trio all’opera

                                               A seguire, la conclusione di Mi chiamo Paperinik di Marco Gervasio. Dopo un primo episodio molto promettente, che trattava con un taglio diverso lo stesso tema delle fake news recentemente approfondito dalla saga di Mister Vertigo e che lasciava il lettore col fiato sospeso, ci ritroviamo con una conclusione parzialmente deludente. Sempre ottime le atmosfere, con un Paperinik chiaramente molto più disinvolto nel vestire i panni del vendicatore piuttosto che quelli del supervigilante, ed è molto interessante il meticoloso lavoro di Gervasio nel costruire sia una propria continuity interna, sia una continuity con le storie classiche di Martina.

                                               Nonostante questo, però, la risoluzione della vicenda lascia un po’ l’amaro in bocca, incentrata com’è su un piano ordito dall’eroe mascherato che risulta tanto convoluto da aver bisogno di alcune pagine di pura esposizione, e al contempo semplicistico nel suo basarsi anche su una certa ingenuità da parte degli altri personaggi coinvolti. Si tratta di una storia più debole rispetto alle altre nello stesso ciclo, con buoni spunti non completamente valorizzati. Una nota di merito va agli originali disegni di Cesarello, in particolare nella resa di vari comprimari e comparse.

                                               
                                              Il mondo del gaming reso in maniera credibile Un’altra storia a puntate giunge a conclusione in questo numero. Non è facile dare un giudizio complessivo su La combo perfetta, che risulta caratterizzata da alti e bassi. Ottimi sono i disegni di Sciarrone, sempre più a suo agio con il digitale e con la caratterizzazione grafica dei giovani ragazzi di Area 15. A spiccare in modo particolare è la capacità di trattare argomenti cari ai giovani… ma anche a chi li racconta.

                                               I videogiochi, i tornei di E-sport, la loro rappresentazione sui social non sono raccontati “dall’esterno”, da qualcuno che non li vive e non li capisce completamente, ma da un autore che condivide la stessa passione per il medium videoludico mostrata dai protagonisti e che si immagina nei panni del giovane lettore. Questo si riflette in un’attenzione ai particolari e in una spontaneità nel trattare argomenti moderni e tecnologici finora rara tra le pagine di Topolino, valorizzando in modo particolare la sceneggiatura.

                                               A traballare un po’ è ciò che dalla sceneggiatura viene raccontato: la trama è infatti molto minimale e quasi esclusivamente incentrata sui timori e le emozioni di Quo, che da soli non riescono a giustificare pienamente i tre episodi della storia. Ma forse si tratta di un tema che potrà trovare maggior riscontro con il vero pubblico di riferimento del settimanale, e meno con chi è più grandicello (per quanto appassionato di videogiochi).

                                               A completare l’albo abbiamo due storie brevi: Paperino e il caos in giardino e Quando Pippo… ripara lo steccato. La prima continua il recupero della produzione per Egmont di Marco Rota e si mostra in netto stacco nei confronti di tutte le altre storie presenti sia per i disegni, molto classici, che per la trama, con il caotico assurdo tipico della scuola danese. La seconda, con i testi di Marco Bosco e i disegni di Giorgio Di Vita, è poco più di un ciak spalmato su sei pagine, che riesce a strappare un sorriso nel seguire la logica di Pippo.

                                               Topolino 3415 è nel complesso un buon albo, con un ottimo Nucci e la conclusione di due storie a puntate che, seppure con qualche riserva, erano riuscite nelle scorse settimane a coinvolgere e incuriosire. A farci compagnia a partire dal prossimo numero sarà invece La ventiquattrore di Paperopoli, nuova serie a tema automobilistico che si affianca all’uscita dell’omonimo gioco da tavolo.



                                              Voto del recensore: 3.5/5
                                              Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                                              http://www.papersera.net/wp/2021/05/08/topolino-3415/


                                              Ora è possibile votare anche le singole storie del fascicolo, non fate mancare il vostro contributo!


                                              *

                                              Blu
                                              Brutopiano
                                                 (4)

                                              • *
                                              • Post: 51
                                                • Offline
                                                • Mostra profilo
                                                 (4)
                                                Re:Topolino 3415
                                                Risposta #22: Sabato 8 Mag 2021, 17:13:28
                                                Vorrà dire che se e quando scriverai per Topolino potrai interpretare Macchia Nera e le sue frequentazioni come meglio credi.
                                                Risposta da uno che non ha argomenti

                                                *

                                                Flash X
                                                Cugino di Alf

                                                • ****
                                                • Post: 1234
                                                • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
                                                  • Offline
                                                  • Mostra profilo

                                                  Re:Topolino 3415
                                                  Risposta #23: Sabato 8 Mag 2021, 17:37:26
                                                  Blu, considera che i personaggi possono avere tranquillamente tante sfaccettature e, chiunque essi siano, si evolvono nel tempo, anche in base all'epoca di scrittura della storia. ;)

                                                  *

                                                  Samu
                                                  Gran Mogol
                                                     (2)

                                                  • ***
                                                  • Post: 620
                                                  • Amante del bel fumetto
                                                    • Offline
                                                    • Mostra profilo
                                                     (2)
                                                    Re:Topolino 3415
                                                    Risposta #24: Sabato 8 Mag 2021, 18:32:53
                                                    Blu, considera che i personaggi possono avere tranquillamente tante sfaccettature e, chiunque essi siano, si evolvono nel tempo, anche in base all'epoca di scrittura della storia. ;)
                                                    Per quanto riguarda il personaggio di Macchia Nera, io non credo che nella storia di questa settimana abbia avuto chissà quale grande "sfaccettatura".
                                                    Non ho problemi a dire che ho apprezzato la storia precedente con Macchia Nera scritta da Nucci anche se non presentava il personaggio come quel diabolico "villain" che costituisce la nemesi per eccellenza di Topolino.
                                                    Anche in quella storia, Macchia Nera era accompagnato da Sgrinfia ma in quel caso la loro collaborazione "diretta" non me l'aspettavo e, personalmente, mi ha sorpreso, visto che non pensavo che fosse una macchinazione organizzata da Macchia sin dall'inizio per "incastrare" chi, quei piani, non li sopportava più e si mostrava reticente ad ascoltarli.
                                                    E mi ha sorpreso proprio perché sembrava esserci una vera e propria competizione tra i due, dove i piani più complessi e intricati del primo si scontravano con quelli "semplici, puliti e diretti" del secondo.

                                                    Ora, nella storia di questa settimana, effettivamente, Macchia Nera fa veramente poco, limitandosi a sfruttare l'abilità sovrannaturale di Ombra.
                                                    E poi, sinceramente, vedere Macchia Nera che passeggia con una cagnolina alla fine della storia, "felice come un bimbo", quasi come se fosse un innocuo vecchierello che porta a spasso il suo cane, mi sembra totalmente lontano dal carattere e dalla personalità del personaggio.

                                                    Ci tengo a precisare che quello che scrivo non è un "attacco" personale a nessuno, tantomeno a chi la storia, a differenza mia, l'ha apprezzata.  ;)
                                                    Ma ci tengo a sottolineare che, in questa storia, per il mio gusto personale e per la mia idea del personaggio, di quel genio del crimine di Macchia Nera... non si veda neanche l' "ombra"...

                                                    *

                                                    Atius
                                                    Gran Mogol
                                                       (1)

                                                    • ***
                                                    • Post: 556
                                                      • Online
                                                      • Mostra profilo
                                                       (1)
                                                      Re:Topolino 3415
                                                      Risposta #25: Sabato 8 Mag 2021, 22:17:36
                                                      Io faccio parte del partito di coloro che hanno apprezzato la storia di Macchia. Nucci è un autore che ci sa fare, si vede che, nonostante sia abbastanza giovane, ha esperienza nel campo, e anche in questo caso la sceneggiatura è di qualità. La storia deve essere presa per quello che è: una narrazione senza pretese di apparire epica e di diventare una pietra miliare del fumetto Disney, che si concentra maggiormente sull'aspetto comico della vicenda e che vuole mostrare una particolare sfaccettatura del villain. Macchia Nera è un personaggio delicato e complesso da gestire, sono d'accordo sul fatto che questa alleanza quasi paradossale Sgrinfia-Macchia Nera (un genio criminale che si serve come complice del più inetto dei rubagalline) vada meglio giustificata dall'autore, ma bisogna ammettere il fatto che è una coppia comica che funziona, le interazioni tra i due mi hanno strappato più di una risata e credo che questo, in una storia dalle pretese più comiche che noir, sia un aspetto significativo da considerare.
                                                      « Ultima modifica: Giovedì 17 Giu 2021, 23:00:49 da Atius »
                                                      O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

                                                      *

                                                      Samu
                                                      Gran Mogol

                                                      • ***
                                                      • Post: 620
                                                      • Amante del bel fumetto
                                                        • Offline
                                                        • Mostra profilo

                                                        Re:Topolino 3415
                                                        Risposta #26: Domenica 9 Mag 2021, 18:04:07
                                                        Avendo già parlato della storia iniziale del numero di questa settimana, voglio condividere con voi la mia opinione sul resto dell'albo.

                                                        Si conclude Mi chiamo Paperinik, nuova storia con protagonista l'alter-ego di Paperino scritta da Marco Gervasio e che, secondo me, prosegue molto bene la ripresa delle atmosfere da "Diabolico Vendicatore" delle origini del personaggio creato da Guido Martina.
                                                        Personalmente, ho trovato questa seconda parte molto convincente e mi è piaciuta ancora di più della prima, la quale si rivelava comunque molto interessante e che gettava le "basi" per il riscatto di Paperinik.
                                                        Riscatto che effettivamente avviene in questo secondo tempo, durante il quale il "Diabolico Vendicatore" sarà chiamato a provare l'innocenza di Archimede e, di contro, a mostrare la "malafede" di Duckan e del giovane influencer di cui si è servito per "infangare" la buona nomea di Paperinik.
                                                        Finalmente, l'opinione pubblica saprà riconoscere il giusto merito e l'assoluta onestà di Paperinik, il quale riuscirà a rientrare in possesso dei diritti della sua immagine, sottraendoli al bieco Red Duckan.
                                                        Per quanto mi riguarda, si tratta di una storia molto riuscita e che scorre con fluidità, riuscendo ad intrigare e ad appassionare il lettore.

                                                        Sempre in questo numero, si conclude la nuova serie di Area 15, scritta e disegnata da Claudio Sciarrone, e che si focalizza sul mondo dei videogames.
                                                        Devo dire che questo episodio non è riuscito ad appassionarmi rispetto a quanto mi aspettassi, anche perché le prime due parti della storia le ho trovate molto interessanti e mi avevano sinceramente coinvolto nella vicenda narrata.
                                                        Quest'ultima parte, invece, l'ho trovata meno coinvolgente delle altre due e mi è sembrato che la scena ambientata durante il torneo di "e-gaming" cui partecipa Quo sia stata descritta in maniera un po' superficiale poiché raccontata soprattutto  attraverso personaggi esterni alla competizione.
                                                        Viceversa, penso che la storia sarebbe riuscita ad appassionarmi di più se fosse stata descritta in misura maggiore attraverso la percezione di Quo, che è effettivamente colui che sta giocando la partita.

                                                        Per quanto riguarda il finale, invece, devo dire che ho trovato la narrazione della storia più lenta e "dilatata", con un ritmo sostenuto e, almeno per me, poco accattivante.
                                                        Nel complesso, posso dire che la serie ha presentato, per me, due episodi iniziali molto coinvolgenti e che mi hanno sinceramente appassionato, a differenza dell'ultima puntata che mi ha lasciato piuttosto "freddo".

                                                        Dal punto di vista dei disegni, io apprezzo molto l'abilità grafica di Claudio Sciarrone e che si caratterizza nell'adozione di una griglia più libera, con un utilizzo variegato delle vignette e che trova nel suo tratto personale e molto espressivo uno dei suoi maggiori punti di forza.  ;)

                                                        Completano il numero una caotica ma simpatica ten-pages danese "ambientata" nel giardino di Paperina (la quale è supportata dei bellissimi disegni di Marco Rota) e una breve molto graziosa con Topolino e Pippo protagonisti e che è riuscita a strapparmi diversi sorrisi, nella sua semplicità e quotidianità.

                                                        *

                                                        Kerzhakov91
                                                        Brutopiano

                                                        • *
                                                        • Post: 30
                                                        • Sceriffo di Val Mitraglia
                                                          • Offline
                                                          • Mostra profilo

                                                          Re:Topolino 3415
                                                          Risposta #27: Domenica 9 Mag 2021, 18:08:00
                                                          Anch'io sono un cultore del Macchia Nera originale e vorrei vederlo sempre tenebroso, freddo e implacabile, eppure ho trovato molto carina questa storia di Nucci. Valutandola per quello che è (cioè una storia essenzialmente comica) mi ha divertito, grazie anche a uno Sgrinfia in gran forma. Non mi ha convinto solo il finale (dall'evasione in poi) e l'ultima vignetta l'avrei evitata, quello sì.

                                                          Di scarso interesse invece il resto del numero, di "difficile" fruizione per chi compra Topolino soltanto saltuariamente come il sottoscritto.

                                                          *

                                                          Geronimo
                                                          Sceriffo di Valmitraglia

                                                          • ***
                                                          • Post: 302
                                                            • Offline
                                                            • Mostra profilo

                                                            Re:Topolino 3415
                                                            Risposta #28: Lunedì 10 Mag 2021, 20:22:12
                                                            A quasi una settimana di distanza, sperando di non spoilerare troppo (ho aspettato apposta di commentare) volevo dire che il rapporto tra Macchia Nera e Ombra mi ha ricordato un po' lo stesso rapporto tra il protagonista del film Qualcosa è cambiato e il cane del suo vicino; anche lì il cane finisce per affezionarsi al "cattivone" e riesce a vedere oltre quello che noi comuni umani non riusciamo a vedere: il cuore di questi "cattivacci". Chissà che Nucci non si sia ispirato al film.
                                                            PS.  La storia mi è piaciuta a parte i difetti evidenziati: l'alleanza con Sgrinfia e la sospensione dell'incredulità sulle capacità di Ombra.
                                                            Mi piacerebbe vederla interagire con Pluto e Topolino,sperando che Macchia però non venga sminuito troppo
                                                            « Ultima modifica: Lunedì 10 Mag 2021, 20:24:53 da Geronimo »
                                                            Luca Giacalone

                                                            *

                                                            anapisa
                                                            Gran Mogol
                                                               (1)

                                                            • ***
                                                            • Post: 603
                                                              • Offline
                                                              • Mostra profilo
                                                               (1)
                                                              Re:Topolino 3415
                                                              Risposta #29: Lunedì 17 Mag 2021, 15:20:46
                                                              Arrivato con un'abbondante ritardo di oltre una settimana, che mi ha portato a controllare giornalmente la cassetta postale,in attesa di una sua comparsa.
                                                              Purtroppo l'attesa non è stata ripagata dalla qualità delle storie contenute.
                                                              Mi trovo in tutto in accordo con quanto scritto da Samu riguardo la storia su Macchia Nera.Assurdo pensare che una cagnetta possa sbaragliare sistemi d'allarmi così sofisticati.Poteva ancora ancora esser più credibile nel caso l'astuto Macchia avesse inventato un qualche composto speciale..agenti che si fanno imbambolare da un cane..Sgrinfia che riesce ad avvicinarsi ai gioielli sotto la scorta della polizia e senza che nessuno se ne accorga riesce ad introdurre un panino ai broccoli...
                                                              Meno male che presente la seconda nteressante parte di Paperinik e la storia divertente disegnata da Rota, che hanno risollevato la qualità dell'albo..
                                                              Purtroppo mi ha annoiata anche Area15..

                                                              *

                                                              Cornelius Coot
                                                              Imperatore della Calidornia

                                                              • ******
                                                              • Post: 10863
                                                              • Mais dire Mais
                                                                • Offline
                                                                • Mostra profilo

                                                                Re:Topolino 3415
                                                                Risposta #30: Martedì 18 Mag 2021, 22:17:37
                                                                Macchia Nera e l'inarrestabile Ombra
                                                                Letta la storia che ha suscitato qualche perplessità circa le frequentazioni di Macchia devo dire che il personaggio ne esce più che bene, sia nel rapporto con il subalterno Sgrinfia sia in quello con la cagnetta Ombra che alla fine viene considerata una sua 'pari grado'. Marco Nucci approfondisce brillantemente il Phantom, facendocelo vedere in uno dei suoi covi segreti (in realtà una villa circolare - dove ammiriamo diversi quadri di famiglia - che si affaccia su una ampia vallata) raggiunto tramite un piccolo aereo vintage (il Blot 66). Molti i look sfoggiati da Macchia: dal classico mantello nero all'elegante vestaglia da casa bordeaux, da una tenuta casual con tanto di bandana viola a pois ad un'altra sportiva con maglione a collo alto beige fantasia (senza dimenticare la tenuta carceraria grigia, sebbene indossata per poco). Nel rapporto con la cagnetta Macchia passa da una iniziale indifferenza (e insofferenza) ad un costante e crescente interesse per le particolari caratteristiche di Ombra. I due saranno sempre più uniti, in un finale sotto certi aspetti sorprendente.
                                                                Mi chiamo Paperinik   (seconda parte)
                                                                Le questioni nate nella prima parte vengono risolte nella seconda, dove il vendicatore va oltre le previsioni creando una nuova situazione legalmente ingarbugliata che sicuramente vedremo svilupparsi nelle prossime storie. Paperone ci tiene a precisare che la sua spingarda è più un cimelio che una pericolosa arma mentre Gastone ha una sorta di innamoramento per Paperinik, vantandosi col cugino di essergli più amico di lui. Marco Gervasio ha trovato modo di riprendere le vecchie atmosfere con nuovi personaggi fissi che creano nuovi interessanti problemi al papero mascherato. Lo stesso influencer Quack Dellas potrebbe tornare a collaborare con Duckan, ai suoi danni. Davide Cesarello illustra il tutto con risultati alterni: a volte convincenti, altre volte meno, con disegni quasi da fanzine.
                                                                Paperino e il caos in giardino
                                                                Breve piuttosto elaborata dove gli alieni sono aspettati ma, per fortuna, non si vedono, pur arrivando. Marco Rota si è così liberato da noiose illustrazioni verdognole.
                                                                Quando Pippo... ripara lo steccato
                                                                Le gentili matite di Giorgio DiVita illustrano una simpatica quanto caratteristica e folle quotidianità pippesca.
                                                                Area 15 - La Combo perfetta    (Episodio 3)
                                                                Molto 'tecnica' e anche eccessivamente colorata questa opera in tre parti di Claudio Sciarrone. Sicuramente interessante il rapporto tra zione e Quo, rivisto e corretto dall'autore, sebbene abbia messo un po' in disparte i nuovi amici dell'Area. La sfida con Rockerduck è su un campo forse più familiare al pivello che alla vecchia tuba. Ammirevoli le espressioni dei personaggi, quasi da animazione. Però il contesto non mi ha mai preso, sicuramente per una questione generazionale che invece, spero, avrà attirato molti giovani lettori.
                                                                « Ultima modifica: Martedì 18 Mag 2021, 22:34:16 da Cornelius Coot »

                                                                 

                                                                Dati personali, cookies e GDPR

                                                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.