Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
3 | |
4 | |
2 | |
3 | |
4 | |
2 | |

I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Kerzhakov91
Brutopiano
   (1)

  • *
  • Post: 31
  • Sceriffo di Val Mitraglia
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
    Risposta #15: Venerdì 28 Mag 2021, 20:13:50
    Notevole "Paperino e il Conte di Montecristo": non l'avevo mai letta, e da sola vale l'acquisto del volume. Molto meglio la prima parte della seconda, però. Ottima anche la ciminiana "Zio Paperone e le trombe di Eustachio".

    "Topolino e il boscaiolo" invece la conoscevo bene e purtroppo è giusto far notare che sia stata censurata  >:( (manca la "famosa" battuta di Gambadilegno sulla coltivazione di marijuana come attività redditizia).

    Molto simpatica "Minni e il colpo della strega", quello con Nocciola e Pippo è un canovaccio che a me diverte quasi sempre e non stanca mai.  :)

    Appena discreta l'avventura con Clarabella e la sua mucca, che non mantiene le premesse iniziali; così così Pico e Sgrizzo.

    Di Paperbond non avevo mai letto nulla: beh, se le storie sono tutte di questo livello direi che non mi ero perso molto...  :))

    *

    il grillo atomico
    Pifferosauro Uranifago

    • ***
    • Post: 411
    • Riprendete assolutamente le TOPOSTORIE
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
      Risposta #16: Sabato 29 Mag 2021, 03:47:15
      Chiedo se la versione di TOPOLINO E IL BOSCAIOLO sia interamente a colori oppure no
      come faccio a mettere immagine qui

      *

      Samu
      Ombronauta

      • ****
      • Post: 772
      • Amante del bel fumetto
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
        Risposta #17: Sabato 29 Mag 2021, 15:50:59
        Chiedo se la versione di TOPOLINO E IL BOSCAIOLO sia interamente a colori oppure no
        No, è stata ristampata con l'alternanza tra le pagine in bianco e nero e le pagine a colori.  ;)

        *

        Testaquadramento
        Cugino di Alf
           (1)

        • ****
        • Post: 1029
        • Poffare! Cosa veggono le mie fosche pupille?
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
          Risposta #18: Domenica 30 Mag 2021, 11:13:19
          "Topolino e il boscaiolo" invece la conoscevo bene e purtroppo è giusto far notare che sia stata censurata  >:( (manca la "famosa" battuta di Gambadilegno sulla coltivazione di marijuana come attività redditizia).

          Va detto che in questo caso la censura era nella traduzione italiana dell'epoca. Paradossalmente è proprio nelle traduzioni più recenti (e filologiche rispetto all'originale) che la battuta è stata ripristinata, mentre qui hanno ripreso una versione italiana "antica" con tutti i difetti che si porta dietro a livello di adattamento non solo dei dialoghi ma anche dei disegni (la resa grafica non è il massimo). Pessima scelta, ma tant'è

          "Se mettessimo in fila tutti i bulloni prodotti negli USA dal 1937 ad oggi, otterremmo una fila di bulloni molto ma molto lunga." (Enigmi Paperi)

          *

          Max
          Cugino di Alf
             (1)

          • ****
          • Post: 1274
          • Appassionato Disney
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
            Risposta #19: Domenica 30 Mag 2021, 13:09:44
            "Topolino e il boscaiolo" invece la conoscevo bene e purtroppo è giusto far notare che sia stata censurata  >:( (manca la "famosa" battuta di Gambadilegno sulla coltivazione di marijuana come attività redditizia).

            Va detto che in questo caso la censura era nella traduzione italiana dell'epoca. Paradossalmente è proprio nelle traduzioni più recenti (e filologiche rispetto all'originale) che la battuta è stata ripristinata, mentre qui hanno ripreso una versione italiana "antica" con tutti i difetti che si porta dietro a livello di adattamento non solo dei dialoghi ma anche dei disegni (la resa grafica non è il massimo). Pessima scelta, ma tant'è

            Non credo che sia stata una pessima scelta, anzi, per me la pessima scelta è quella di continuare a ristampare in questa testata storie nella versione di Zio Paperone, Gli Anni d'oro di Topolino, o altre comunque ricolorate o riletterate. Se non sbaglio, infatti, l'obiettivo dei Grandi Classici non è quello di presentare le storie straniere nella versione più fedele possibile alla loro prima uscita, ma pescare, in generale, nel panorama delle testate italiane del dopoguerra (Topolino, aalbi d'Oro, Almanacco Topolino, Albi della Rosa) storie italiane e non, per presentarcele così come le hanno lette i nostri genitori e i nostri nonni. Topolino e il Boscaiolo è nell'unica versione tascabile disponibile fra quelle italiane d'epoca, e quindi con tutti i suoi difetti, ma rievoca quegli anni; riprenderne la versione originale in strisce giornaliere, tradotta fedelmente e colorata ad arte degli Anni d'Oro di Topolino non sarebbe stato altrettanto evocativo ma semplicemente un prestito da un'altra collana dallo scopo totalmente diverso. Analogamente, ha ben poco senso ripubblicare le storie di Barks degli anni '50 e '60 nella versione di Zio Paperone degli anni '90, pensata anche per un altro formato, in promiscuità con tante altre che invece provengono dagli albi originali e in forte contraddizione con la scritta in quarta di copertina, che parla di storie "nella loro versione originale d'esordio".
            In questo numero, lo stesso vale per Paperino e il Conte di Montecristo, di cui si avevano senz'altro gli impianti della recente ristampa del primo numero dei Classici di Walt Disney, ma si è preferita la versione con i coloracci digitali.
            « Ultima modifica: Domenica 30 Mag 2021, 13:12:54 da Max »

            *

            Testaquadramento
            Cugino di Alf
               (1)

            • ****
            • Post: 1029
            • Poffare! Cosa veggono le mie fosche pupille?
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
              Risposta #20: Domenica 30 Mag 2021, 14:53:48
              In linea di principio concordo pienamente con tutto ciò che hai scritto (di Barks, ad esempio, mi piacerebbe vedere sempre le prime versioni uscite su Topolino all'epoca anziché quelle ormai "standard" da Zio Paperone). In questo caso però trovo pessima la scelta perché trovo pessima la versione utilizzata. Lo scorso numero proponeva Topolino contro Topolino nella versione degli Anni d'oro: quella, ad esempio, l'avrei letta molto volentieri nella versione italiana "d'epoca", così come le tante mitiche avventure di Walsh/Gottfredson che leggevo nei Grandi Classici di 10-15 anni fa, sempre rigorosamente nelle edizioni apparse su Topolino negli anni '50. Erano rimontate e colorate discutibilmente, è vero, ma la resa grafica dei disegni e la qualità degli adattamenti era sempre ottima, cosa che non riesco a dire di questa versione di Topolino e il boscaiolo, che sconta evidentemente il suo essere ancor più datata e "arcaica", con tutto ciò che ne consegue. Il peccato è che ci si perde in piacevolezza di lettura.
              A margine, sul Conte di Montecristo concordo che sarebbe stato bello vederla coi colori originali, ma se non altro ci hanno concesso la tavola d'apertura della seconda puntata, che è comunque qualcosa. Mi trovi poi perfettamente d'accordo sulla mendacia della dicitura "tutte le storie sono pubblicate nella loro versione originale d'esordio", che oltre che in quarta di copertina appare anche nell'indice a piè di pagina, e che trovo insopportabile per la disinvoltura con cui afferma impunemente il falso.

              "Se mettessimo in fila tutti i bulloni prodotti negli USA dal 1937 ad oggi, otterremmo una fila di bulloni molto ma molto lunga." (Enigmi Paperi)

              *

              Alessio94
              Evroniano
                 (1)

              • **
              • Post: 87
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
                Risposta #21: Domenica 30 Mag 2021, 19:52:20
                Finalmente ho letto per intero l'albo!
                Che dire, anche questo complessivamente mi è piaciuto molto! E pensare che ero indeciso per l'acquisto, grazie ancora agli utenti che mi hanno convinto a comprarlo  :)

                Eta Beta e il fiuto ultrafenomenale ha una storia e uno sviluppo magari non tanto elaborati, ma ho trovato gradevolissimi i disegni e i colori di Cavazzano. Un vero piacere per gli occhi. La storia non sarà tra le migliori dell'albo ma la trovo molto piacevole e adatta ad essere una storia introduttiva.

                Molto carina Paperina e i segreti dell'agente 00-Zero, con la soddisfacente rivalsa di una Paperina bistrattata semplicemente perché donna.

                Molto bello lo sviluppo della ciminiana Zio Paperone e le trombe di Eustachio, una bella caccia al tesoro in cui il mistero viene svelato in maniera interessante e inaspettata.

                Piacevole e divertente Minni e il "colpo della strega", le storie in cui Nocciola cerca di convincere Pippo delle sue doti magiche le apprezzo sempre, ed è stata interessante l'alleanza Nocciola-Minni. Quello tra l'altro è un periodo dei fumetti di Topolino che apprezzo tanto.

                Molto carina Le conferenze del prof Pico de Paperis - L'abito fa il monaco, ringrazio Testaquadramento per averci informato della chicca dell'episodio dei Looney Tunes Bugs' Bonnets che l'avrebbe ispirata.

                Topolino e il boscaiolo è di certo tra le storie migliori. Un altro classico delle storie di Topolino disegnate da Gottfredson, con un cattivissimo Gambadilegno (ma probabilmente sono io ad aver letto ancora poche storie in cui era un nemico temibile). Che pena vedere Clarabella in procinto di essere assassinata!
                Ho notato che la colorazione non è molto pulita e mi dispiace che abbiano messo la versione censurata, ma le motivazioni di questa scelta addotte da Max le trovo assolutamente sensate, è un punto di vista interessante e condivisibile, anche se talvolta per ragioni puramente soggettive potrei desiderare di leggere versioni più moderne di certe storie.

                Molto carine e piacevoli Cip & Ciop e l'escavatore invadente e Archimede Pitagorico e la gara degli inventori. Di Barks spero sempre di trovare storie lunghe, ma anche quelle brevi, nel loro genere, sono assolutamente meritevoli di attenzione.

                Infine Paperino e il conte di Montecristo la trovo, in accordo con molti altri, tra i pezzi forti dell'albo.
                Un Zio Paperone e un Gastone assolutamente senza scrupoli, forse persino per i canoni di Martina, ma Paperino avrà la sua meritata e soddisfacente rivincita.
                Non so se abbia letto altre storie dell'accoppiata Martina / Bottaro, forse no (la gran parte delle storie di Martina che ho letto sono state disegnate e colorate da Massimo De Vita), è una coppia che trovo funzionare bene e di cui mi piacerebbe leggere altre storie.


                Per quanto riguarda il filone delle storie con Gambadilegno antagonista, una storia che ho riletto di recente e che apprezzo molto è Topolino e il gigante della pubblicità (sceneggiatura e disegni di Romano Scarpa, inchiostri di Rodolfo Cimino), nella quale Topolino cerca di fare carriera nel settore, appunto, della regia di spot pubblicitari ma come direttore dell'agenzia pubblicitaria alla quale viene indirizzato a seguito di un provino andato a buon fine trova niente meno che Pietro Gambadilegno. Topolino scopre ben presto che Gambadilegno sta nascondendo qualcosa di losco, e da tradizione delle storie di questo filone i tentativi di Gambadilegno di eliminare Topolino mentre questi indaga saranno innumerevoli.
                È stata ristampata abbastanza recentemente, nel 2017, nel n. 43 delle Topostorie, me negli ultimi 25 anni è stata ristampata più volte con una certa regolarità, può darsi che tra qualche anno ce la ritroviamo di nuovo in qualche testata. Non mi sorprenderebbe se questa fosse proprio IGCD  :)


                Come già detto, quest'albo all'inizio non tanto mi convinceva e invece poi mi ha sorpreso piacevolmente. È il quinto numero di fila a non deludermi, di questa testata, e penso che i prossimi li acquisterò senza neanche badare troppo all'indice. Valuterei anche l'idea dell'abbonamento!
                « Ultima modifica: Domenica 30 Mag 2021, 19:54:12 da Alessio94 »

                *

                Max
                Cugino di Alf
                   (1)

                • ****
                • Post: 1274
                • Appassionato Disney
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (1)
                  Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
                  Risposta #22: Sabato 5 Giu 2021, 13:52:13
                  [...] In questo caso però trovo pessima la scelta perché trovo pessima la versione utilizzata. Lo scorso numero proponeva Topolino contro Topolino nella versione degli Anni d'oro: quella, ad esempio, l'avrei letta molto volentieri nella versione italiana "d'epoca", così come le tante mitiche avventure di Walsh/Gottfredson che leggevo nei Grandi Classici di 10-15 anni fa, sempre rigorosamente nelle edizioni apparse su Topolino negli anni '50. Erano rimontate e colorate discutibilmente, è vero, ma la resa grafica dei disegni e la qualità degli adattamenti era sempre ottima, cosa che non riesco a dire di questa versione di Topolino e il boscaiolo, che sconta evidentemente il suo essere ancor più datata e "arcaica", con tutto ciò che ne consegue. Il peccato è che ci si perde in piacevolezza di lettura.
                  [...]
                  Più che il fatto di trattarsi di una storia datata, scontiamo la necessità di pubblicare edizioni in formato tascabile. Le storie di Gottfredson di quel periodo uscivano solitamente in Italia sul Topolino Giornale in puntate di una pagina, e posso dirti che Topolino e il Boscaiolo uscì in una versione assai bella, tutta a colori e con una resa grafica molto piacevole: te la consiglio senz'altro. Purtroppo poi, quando queste storie venivano ristampate sugli Albi d'Oro, venivano pesantemente rimaneggiate e rimontate, spesso tagliando le vignette ed ingigantendo i balloons rispetto ai personaggi,  come possiamo vedere. Sono le versioni che poi, con poche altre modifiche, vennero riprese dagli Albi della Rosa.
                  Comunque, mi hai dato modo di notare anche il fatto che Topolino e il Boscaiolo era già stata ripubblicata nella sezione Superstar, anni fa. Non è stata quindi decisamente una buona idea presentarla di nuovo, quando ci sono diverse storie italiane d'antan che ancora attendono di essere ripubblicate dopo 60 anni e oltre.
                  « Ultima modifica: Domenica 6 Giu 2021, 11:51:41 da Max »

                  *

                  Testaquadramento
                  Cugino di Alf

                  • ****
                  • Post: 1029
                  • Poffare! Cosa veggono le mie fosche pupille?
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
                    Risposta #23: Lunedì 7 Giu 2021, 21:20:43
                    Più che il fatto di trattarsi di una storia datata, scontiamo la necessità di pubblicare edizioni in formato tascabile. Le storie di Gottfredson di quel periodo uscivano solitamente in Italia sul Topolino Giornale in puntate di una pagina, e posso dirti che Topolino e il Boscaiolo uscì in una versione assai bella, tutta a colori e con una resa grafica molto piacevole: te la consiglio senz'altro. Purtroppo poi, quando queste storie venivano ristampate sugli Albi d'Oro, venivano pesantemente rimaneggiate e rimontate, spesso tagliando le vignette ed ingigantendo i balloons rispetto ai personaggi,  come possiamo vedere. Sono le versioni che poi, con poche altre modifiche, vennero riprese dagli Albi della Rosa.
                    Comunque, mi hai dato modo di notare anche il fatto che Topolino e il Boscaiolo era già stata ripubblicata nella sezione Superstar, anni fa. Non è stata quindi decisamente una buona idea presentarla di nuovo, quando ci sono diverse storie italiane d'antan che ancora attendono di essere ripubblicate dopo 60 anni e oltre.

                    Tutto giusto, infatti l'avevo già nel vecchio GC che la ospitò, comunque ormai datato (il 2008 ormai non è esattamente ieri). Il Topolino Giornale in effetti è una mia grande lacuna: non ne posseggo alcun numero, né in ristampa né (figurarsi!) originale, e temo di non aver mai visto alcuna edizione di quell'epoca delle storie di Gottfredson (ho giusto qualche ristampa Nerbini di alcuni albi orizzontali degli anni '30, davvero belli, ma del vero e proprio Topolino Giornale nulla). Fidandomi di quanto dici (e sperando in futuro di poter colmare questa lacuna) non posso che rammaricarmi ulteriormente di come venissero maltrattate queste magnifiche strisce nella reimpaginazione.

                    "Se mettessimo in fila tutti i bulloni prodotti negli USA dal 1937 ad oggi, otterremmo una fila di bulloni molto ma molto lunga." (Enigmi Paperi)

                    *

                    Max
                    Cugino di Alf
                       (1)

                    • ****
                    • Post: 1274
                    • Appassionato Disney
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
                      Risposta #24: Martedì 8 Giu 2021, 18:13:56
                      Testaquadramento, puoi rimediare facilmente procurandoti qualche volume di rtistampe della Comic Art, che vanno da inizio 1936 a metà 1947! Quelli della Nerbini sono già più complicati da reperire (anche se davvero immancabili, a mio parere, nelle nostre biblioteche). Per qualsiasi curiosità al riguardo chiedimi pure.

                      *

                      Samu
                      Ombronauta
                         (1)

                      • ****
                      • Post: 772
                      • Amante del bel fumetto
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:I Grandi Classici Disney n. 65 - Maggio 2021
                        Risposta #25: Domenica 20 Giu 2021, 18:47:27
                        Il numero di questo mese l'ho trovato gradevole e ben riuscito.

                        Carina la storia di apertura con Topolino ed Eta Beta e, nonostante presenti una trama abbastanza lineare, si è rivelata, per me, una lettura piacevole e simpatica.
                        Dal punto di vista grafico poi, la storia è impreziosita dai disegni sublimi di Cavazzano, il quale riesce a donare ai personaggi un'espressività e un realismo che risaltano agli occhi e che contribuiscono a rendere la lettura della storia ancora più gustosa.

                        Dopo una divertente breve con protagonista Paperina, il sommario presenta un'ottima storia di Cimino.
                        Zio Paperone e le trombe di Eustachio si rivela, infatti, una bella storia d'avventura, nella quale il tesoro è rappresentato da una perla di grande valore e che si pensa sia stata nascosta all'interno di una delle trombe che riecheggiano nel titolo.
                        Mi ha divertito, in particolare, la scena ambientata nell' "isola dei grossi tamburi" dove Paperino, nel cuore della notte, cerca la mappa del tesoro con il corpo letteralmente riverso all'interno di uno dei tromboni e, starnutendo, non solo finisce per suonare lo strumento ma causa anche il risveglio dell'intera città, provocando la rabbia dei paesani.  :))
                        Ho trovato poi molto piacevole e significativo il momento in cui un risoluto Paperino prende in mano le redini di una situazione che potrebbe diventare spinosa e che riesce a gestire con carattere fermo e deciso, privilegiando la sicurezza della propria famiglia ad ogni altra possibile decisione.

                        Simpatiche le storie successive, le quali presentano, da un lato, l'ennesimo tentativo da parte di Nocciola (questa volta aiutata da Minni) di convincere Pippo del fatto di essere una strega e, dall'altro, una gradevole commedia che vede protagonisti i personaggi di Sgrizzo e Andy Ascott e che mostra come i personaggi possano cambiare atteggiamento in base all'abito da loro indossato.

                        L'albo offre poi una Sezione Superstar dove spiccano "Topolino e il boscaiolo" e la stupenda "Paperino e il Conte di Montecristo".
                        La prima non l'avevo mai letta e, secondo me, si tratta di una storia molto intrigante e che ci mostra un Gambadilegno determinato ad attentare alla vita di Topolino, cercando in tutti i modi di fargli del male per avere campo libero nei suoi sporchi affari.
                        Non mancano comunque le situazioni umoristiche.
                        La storia presenta infatti delle scene comiche che mi hanno strappato diversi sorrisi, come la sequenza in cui Topolino viene raggirato da un piccolo ma furbo indiano o la vignetta in cui vediamo "Piccola Stella" travestita da Sherlock Holmes, con tanto di cappello da detective e pipa in bocca, pronta per aiutare Topolino nelle indagini.
                        Queste scene, a mio avviso, contribuiscono a stemperare l'atmosfera di tensione e di preoccupazione per la sorte di Clarabella e che si respira per tutto l'arco narrativo della storia.

                        Per quanto riguarda invece Paperino e il Conte di Montecristo, io penso davvero che questa sia una delle mie storie preferite con protagonista il personaggio di Paperino tra quelle che ho avuto modo di leggere nella mia esperienza di appassionato Disney.
                        È sempre bello assistere e quasi "partecipare" al suo pieno riscatto sociale dopo essere stato vittima di un bieco sopruso organizzato ad arte dal cugino Gastone e dallo Zio Paperone.
                        E che soddisfazione vedere Paperino sottrarre i nipotini dallo sfruttamento di un oste senza scrupoli, riservando lui il giusto trattamento che meritava!
                        Penso poi che il finale di questa storia sia veramente memorabile e bellissimo, con un Paperino povero e sfortunato che riposa nella sua modesta casetta, mentre un miliardario e uno strafortunato di nostra conoscenza non riposano;)

                        In conclusione, posso dire che questo albo si è rivelato, per me, una lettura piacevole e interessante, con una selezione di storie che spazia dagli anni '50 ai primi 2000 e che, pertanto, risulta essere variegata e ben strutturata.

                         

                        Dati personali, cookies e GDPR

                        Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                        Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                        Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.