Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
3 | |
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
3 | |
5 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
Topolino 3419 - Recensione di Gianni Santarelli

L’onore della copertina spetta a Paperinik e la minaccia dal passato, scritta da Riccardo Pesce e disegnata con una discreta verve da Giuseppe Facciotto. È la prima parte di una storia che si riallaccia blandamente a una vecchia avventura di Guido Martina, una di quelle in cui il Professore non si curava troppo dei caratteri e dei personaggi, partorendo dei ritratti piuttosto discutibili e vicende che non stavano in piedi. Questa potrebbe essere l’occasione per “riabilitare” il Paperinik di quella storia, scrivendo un finale diverso o mostrando alcuni degli eventi di allora sotto una luce differente. Comunque sia, l’avventura appare promettente e, pur essendo piena di accadimenti, non scopre subito tutte le carte lasciando con il desiderio di sapere come proseguirà. Posso solo augurarmi che la seconda parte sia all’altezza di questa prima, avremmo una buona avventura con protagonista il papero mascherato avulsa per una volta dal nuovo “cosmo” che si sta ridisegnando intorno al personaggio e che rischia forse di “soffocarlo”. Quello delle protagoniste femminili è uno dei punti dolenti del fumetto Disney italiano. Raramente protagoniste, Minni, Paperina e le altre sono da sempre relegate in secondo piano. Saltuariamente però vengono fuori dei progetti che mirano a valorizzarle anche se, ogni volta che questo accade, si tratta sempre di avventure di sole donne in cui agli uomini sono riservati ruoli minori e ingrati. Per qualche motivo sembra che le eroine non possano condividere la scena alla pari con i maschi: o nelle retrovie o in primo piano da sole. È successo con le storie di Bosco e Ziche, con Ducks on the road e succede ora con Minni prêt-à-porter di Valentina Camerini e Marco Mazzarello. A parte questa considerazione, è comunque lodevole l’intento di creare un universo definito in cui far muovere ed evolvere i personaggi. Sta accadendo con Qui, Quo e Qua da un lato, con Tip e Tap dall’altro, ora potrebbe essere la volta di Minni e in qualche modo anche il crossover con la serie PippoSpot è indice di questa volontà. Alla ricerca di un universo narrativo coerente e condiviso A destare perplessità è piuttosto la struttura del singolo episodio: anche in questo caso non abbiamo una sceneggiatura particolarmente brillante, tutto viene “apparecchiato” doviziosamente (l’esperto di marketing stereotipato, l’entrata in scena di Pippo…) per condurre il lettore a un finale che non solo non sorprende affatto ma che, anzi, è proprio quello che ci si aspetta. Bene quindi rivolgere le attenzioni all’altra metà del cielo ma si può fare di molto meglio. Compagni di scuola È praticamente lo stesso commento che si può fare per il nuovo episodio di Topolino le origini, di Giorgio Fontana e Carlo Limido: il classico spunto della rimpatriata tra studenti serve da tramite per parlare di amicizie messe a dura prova, di amori e di piccole meschinità. È come questi argomenti vengono trattati a lasciare non del tutto soddisfatti: i caratteri vengono rappresentati in maniera smodatamente esasperata, facendo venir meno la credibilità degli stessi, che in questi frangenti sarebbe invece necessaria. Un Topolino che parla per frasi fatte, l’amico che si redime di colpo e conquista pure la sua amata, c’è un’eccessiva voglia di enfatizzare determinati passaggi a scapito della naturalezza della narrazione e anche della caratterizzazione dei personaggi. Il Topolino tutto d’un pezzo, sempre dalla parte della ragione, sempre col ditino alzato, paga già un pesante pegno nella percezione dei lettori. È il caso ritrarlo così pedante anche in una serie che dovrebbe ricostruirne l’immagine? Fatte salve le riempitive, l’unica altra storia degna di nota è la conclusiva, Zio Paperone e le ricchezze del Serenbir, realizzata da Bruno Sarda e Marco Palazzi. Storia dall’impianto molto classico, si capisce subito dove vuole andare a parare, per il lettore navigato è difficile cadere nel debole tranello teso dallo sceneggiatore. Insomma, non è nulla di memorabile e appare francamente anche un po’ fuori posto nel Topolino odierno. Da uno come Sarda, autore di molte belle storie negli anni Novanta e Duemila, è lecito aspettarsi qualcosa di più. Completano il numero l’intervista a un freestyler già noto ai lettori del settimanale, un articolo dedicato allo scudetto vinto dall’Inter e il lancio dell’album degli Europei di calcio allegato al numero della settimana prossima

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (21)
Esegui il login per votare

Topolino 3419

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Gran Mogol

  • ***
  • Post: 533
  • Amante del bel fumetto
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3419
    Mercoledì 2 Giu 2021, 14:51:17
    Sommario

    Paperinik e la minaccia dal passato (Prima puntata) (Riccardo Pesce/Giuseppe Facciotto)

    Minni Prêt-à-porter - E adesso...Pubblicità (Valentina Camerini/Marco Mazzarello)

    Topolino le Origini - Un tuffo nel passato (Giorgio Fontana/Carlo Limido)

    Il Viaggio del Dollaro d'argento - Al traguardo (Quinto episodio) (Gabriele Panini/Alessandro Gottardo)

    Topolinia by night - Doppio gioco (Gabriele Panini/Maurizio Amendola)

    Zio Paperone e le ricchezze del Serenbir (Bruno Sarda/Marco Palazzi)

    Segnalo la presenza di un' "Anteprima Fumetto" con due brevi interviste a Giorgio Salati e a Marco Nucci, sceneggiatori, rispettivamente, delle serie "Musicalisota" e "Calisota Summer Cup", le quali inizieranno nel prossimo numero.

    Copertina (Disegno di Andrea Freccero, colori di Luca Merli):

    *

    Cornelius Coot
    Imperatore della Calidornia

    • ******
    • Post: 10787
    • Mais dire Mais
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3419
      Risposta #1: Mercoledì 2 Giu 2021, 20:34:38
      Questo numero del Topo lo si può acquistare anche con la statuina dorata di Paperinik al costo di 5.90 euro

                                                             

      *

      Flash X
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1201
      • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3419
        Risposta #2: Giovedì 3 Giu 2021, 02:37:13
        Copertina di Andrea Freccero molto d'impatto e stupenda.
        Vedere Paperinik nella gag di Silvia Ziche mi fa sempre piacere!
        Riccardo Pesce prosegue la saga di Paperinik creata da Marco Gervasio e con questo primo episodio capiamo come anche lui ami il personaggio del Papero Mascherato. Infatti si è studiato bene una delle vecchie storie del Paperinik di Guido Martina per creare quella continuity che ormai siamo soliti vedere in questa saga. Non ho avuto tempo questa settimana di rileggermi la storia in questione, e ne approfitto per dire che, come diceva giustamente Pesce nell'intervista settimana scorsa, la storia è fruibile anche senza la storia di Martina (di cui io appunto non ricordavo i dettagli dato che è da un po' che non la rileggo). Ad ogni modo questo primo episodio promette molto bene e i danni che si vengono a creare sono dovuti in parole povere a un errore di Paperinik. Quindi Pesce è stato bravo a mantenere quella che è probabilmente una delle basi di Paperinik, la sua umanità: Paperinik commette errori ma sempre nel suo stile da Eroe/Vendicatore. Ora sono curiosissimo di vedere effettivamente chi si cela dietro il Papero Mummia e che cosa succederà effettivamente ora che ha lo scarabeo-chiave per questo antico sistema egizio in grado di risvegliare chissà cosa. La storia è veramente coinvolgente, non ti lascia un attimo dalla lettura (poi è vero che io sono di parte su Paperinik, però la storia è oggettivamente ben strutturata). Quindi ben fatto Riccardo Pesce, potresti accompagnare Gervasio con mia felicità anche in futuro se queste sono le premesse. I disegni di Facciotto proprio belli da vedere, soprattutto su Paperinik stesso.
        Continua il ciclo di Minni pret-a-porter con un episodio che ho trovato leggermente sottotono rispetto ai precedenti ma che comunque risulta molto gradevole e interessante. Tra l'altro in questo capitolo le ragazze faranno ricorso niente meno che alla pubblicità di PippoSpot, e ci sta come cosa. Valentina Camerini, continua così. E anche Marco Mazzarello ai disegni non è da meno, ha un tratto molto dinamico e piacevole.
        Questo episodio di Topolino - Le Origini l'ho apprezzato tantissimo! La serie insomma si è ripresa alla grande con questi ultimi capitoli. In particolare questo l'ho letto tutto d'un fiato perché mi ha preso dalla prima all'ultima pagina. Abbiamo un Topolino che va al ritrovo di tutti gli studenti del college che aveva frequentato. La storia si concentra molto sul rapporto di amicizia/nemicizia che c'è tra Topolino e Ronnie, un "bulletto" con cui il primo ha avuto a che fare in passato. Ma non mancheranno i momenti di ilarità, di sentimentalismo di Ronnie nei confronti dell'amata Kim, di emotività e profondità nella mente molto umana di Topolino, e di continuity con le storie precedenti (in particolare la situazione di Minni che ignora completamente Topolino). Una storia veramente ma veramente bella! Complimenti a Giorgio Fontana per questa storia e a Carlo Limido che, come dico sempre, è uno dei miei disegnatori preferiti e qui ha secondo me fatto un più che egregio lavoro.
        Finale del viaggio del Dollaro d'Argento un po' banale devo dire, però a suo modo riesce a scurire qualche risata. Nel complesso questa miniserie devo dire l'ho trovata abbastanza... strana, ma non brutta insomma.
        La storia breve di Macchia Nera e Pietro Gambadilegno è una classica storiella alla Pippo & Cops/Pippo Blog & Tales. Nella sua comicità, ricca di gag fisiche (che ogni tanto ci vogliono), mi è piaciuta e devo ammettere anche di aver riso. Ma poi ho riso parecchio tutte le volte che vedevo il viso di Macchia Nera: non sembrava lui! Però anche questa stranezza nei disegni a me onestamente non dispiace quindi, nonostante sia evidentemente una storia di magazzino, il lavoro di Anendola non è malaccio. Molto probabilmente una cosa che c'è è la censura: nell'ultima tavola alcuni poliziotti hanno le mani a pugno e senza troppi dubbi avrebbero dovuto tenere in mano delle pustole.
        In chiusura abbiamo una storia di Zio Paperone e Brigitta, molto ma molto classica nella trama ma allo stesso tempo molto ma molto bella! Dopo quello che scrive per Indiana Pipps (su questo personaggio, che mi ha sempre affascinato, io vorrei un Le Origini del Mito, stile Paperinik), Bruno Sarda riesce sempre a scrivere storie classiche, coinvolgenti e mai banali. In questa storia i nostri andranno in questo stato fantoccio (ma si capisce che è stile Estremo Oriente) per convincere il sovrano di tale stato a fare affari con il Papero più ricco del Mondo. Paperone tra l'altro dovrà trovare le tre ricchezze più importanti dello stato e il modo in cui ci viene raccontata il finale l'ho apprezzato molto. Bruno Sarda è un autore veramente di talento e mi piacerebbe vederlo più spesso sul Topolino, magari chissà... con un rilancio di Indiana Pipps, con una saga a lui dedicata e che lo approfondisca sotto aspetti particolari! Speriamo!
        La one-page story finale dedicata a Paperoga mi ha lasciato un po' così. Trovata poco originale.
        In conclusione, abbiamo a che fare con un ottimo numero, che mi ha convinto in tutte le storie, a parte forse le brevi. Numero che quindi consiglio categoricamente.
        Il prossimo è parecchio interessante, perché avremo il secondo episodio di Paperinik, l'inizio delle due saghe estive, ovvero Musicalisota e Calisota Summer Cup e addirittura una storia danese celebrativa di Paperino in due parti.
        « Ultima modifica: Giovedì 3 Giu 2021, 20:44:49 da Flash X »

        *

        Cornelius Coot
        Imperatore della Calidornia
           (1)

        • ******
        • Post: 10787
        • Mais dire Mais
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:Topolino 3419
          Risposta #3: Giovedì 3 Giu 2021, 15:02:47
          Paperinik e la minaccia dal passato   (prima puntata)
          Riccardo Pesce riprende  "Il Doppio Trionfo" 'aggiustandolo' un pochino (nella storia originale non si parlava di 'legittimi proprietari' ed è da notare l'assenza di Gastone - la cui presenza sarebbe oggi ancor più 'imbarazzante' di ieri -  alla festa in piscina di Rockerduck), quel tanto che basta per sviluppare un interessante prosieguo della vicenda. Si potevano evitare l'eccessiva confusione del professor Old Bones (ripetitiva e stancante, rallenta il ritmo dell'azione), l'eccessiva somiglianza di sua nipote con Paperetta e un errore ortografico a pagina 21. Per il resto occhio all'assistente del prof e ad una mummia 'evroniana'.
          Minni prèt-à-porter - E adesso... pubblicità
          Simpatico il collegamento con PippoSpot, coerente con lo sviluppo della trama: le interazioni fra diverse serie sono auspicabili (come le continuity). La Camerini sta scrivendo una parte della vita di Minni piuttosto interessante, sebbene i disegni non mi convincano: al di là della loro ripetitività (come sottolineato precedentemente), i volti delle protagoniste hanno un qualcosa di infantile (a cominciare dal fioccone di Minni), come se questa serie fosse stata pensata per Topolino Junior. Anche una sceneggiatura tutt'altro che infantile ogni tanto tradisce qualcosa di bambinesco o di eccessivamente smielato (e qui mi viene da pensare a Minni & C.)
          Topolino Le Origini - Un tuffo nel passato
          Diplomi, lauree (in cosa?)... il percorso di studi di Topolino non è mai troppo chiaro, neanche in queste serie giovanili che dovrebbero specificarlo meglio. Ex compagni di università che sembrano avere il doppio dell'età di un Mickey con ciuffo rendono ancora più confuso il tutto. 'Origini' da evitare ma purtroppo sono cominciate da tempo e non sembrano aver fine.
          Il viaggio del Dollaro d'Argento - Al traguardo / Topolinia By Night - Doppio Gioco
          Due brevi firmate Panini (Gabriele) dove il suo umorismo non mi arriva. Per fortuna si tratta di poche pagine ma questi spazi centrali potrebbero essere utilizzati meglio.
          Zio Paperone e le ricchezze del Serenbir
          Grazie alle sue conoscenze altolocate Brigitta riesce ad intrufolarsi nei viaggi di lavoro di Paperone, riuscendo a ritagliarsi (come in altre occasioni) un ruolo fondamentale nella buona riuscita dell'operazione finanziaria. Scontro zione-scimmiette evitabile (una scenetta più da Paperino) ma tant'è. Buon soggetto di Bruno Sarda come godibili sono le tavole di Marco Palazzi.
          « Ultima modifica: Giovedì 3 Giu 2021, 18:30:12 da Cornelius Coot »

          *

          Mr. Verne
          Pifferosauro Uranifago
             (1)

          • ***
          • Post: 382
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3419
            Risposta #4: Giovedì 3 Giu 2021, 20:37:22
            Topolino le Origini mi ha fatto inarcare il sopracciglio più del solito, tra lo scambio di battute di cui non ho capito il senso
            Spoiler: mostra
            - Ti trovo magnificamente!
            - Grazie! Saranno le equazioni differenziali... Frequento con profitto un dottorato in matematica!


            e la coscienza di Topolino
            Spoiler: mostra
            raffigurata da Pippo

            che tra sé e sé si giustifica di
            Spoiler: mostra
            aver fatto copiare un compito/esame a un compagno che altrimenti avrebbe perso la borsa di studio attraverso la scusa che le regole si possono cambiare se lo si fa a fin di bene.

            *

            paolo87
            Gran Mogol
               (1)

            • ***
            • Post: 596
              • Online
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:Topolino 3419
              Risposta #5: Venerdì 4 Giu 2021, 10:30:33
              Paperinik e la minaccia dal passato in questa prima puntata mi è piaciuta assai. In particolare mi hanno colpito favorevolmente il clima di mistero costruito da Pesce e la capacità di sviluppare un elemento di una storia (il McGuffin rappresentato dallo Scarabeo d'oro) per trarne fuori tutt'altro. Un piccolo neo lo trovo nel flashback ritoccato. Ammetto di essere un nostalgico dei seguiti "ingegneristici" di Don Rosa, ma anche Gervasio, nel suo Caccia a Paperinik, nell'inserire elementi "in più" rispetto a Paperinik e la bella addormentata, lo ha fatto in modo chirurgico, senza intaccare la storia in sè. Ora, l'idea che lo scarabeo fosse rubato e che Paperinik lo abbia affidato a Zio Paperone per scoprirne il vero proprietario è ok. Stravolge la visione martiniana in cui i personaggi non sono proprio onestissimi e non si fanno troppi scrupoli a rubare, ma sappiamo che è uno scotto che ai giorni nostri deve essere pagato quindi lo accetto. A livello tecnico, però, avrei inserito le informazioni diversamente, tanto più che non viene davvero spiegato come abbia fatto Paperinik a scoprire la provenienza illegale del gioiello e la soluzione appare, quindi, un pò tirata via. Comunque attendo con trepidazione il prossimo (ultimo?) episodio.
              « Ultima modifica: Venerdì 4 Giu 2021, 10:37:59 da paolo87 »

              *

              Alkja
              Brutopiano
                 (7)

              • *
              • Post: 30
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (7)
                Re:Topolino 3419
                Risposta #6: Venerdì 4 Giu 2021, 11:23:02
                Non me ne voglia Mazzarello, che di per sè un disegnatore senz'altro capace, ma secondo me un grosso limite di Minni pret-a-porter sono i disegni.

                Proprio come se fai una storia d'azione di PK o DD ti devi affidare a un disegnatore che ci sappia fare con le scene d'azione, se fai una storia o una serie incentrata sul mondo della moda mi pare chiaro che i disegni devono avere un ruolo importante e ti devi affidare a qualcuno che sappia rendere in modo credibile l'immaginazione e la creatività di quel settore.

                Andando a riguardare la prima storia della serie, illustrata dalla Perissinotto fa tutto un altro effetto: i vestiti sono colorati, dettagliati, originali. Con le dovute modifiche li potresti vedere su una rivista. Ci credo che sono opera di una stilista esordiente che ama sinceramente la sua vocazione. E lo stesso vale per i vestiti, gli accessori e le pettinature di tutti i personaggi. Hai un bel dire che la Purple Boutique punta su semplicità e eleganza, se mi metti sul manichino un completo alla marinaretta o un maglione senape è la fiera della banalità come neanche all'OVS. E la credibilità della storia - almeno per me - ne soffre non poco.

                Capisco che la Perissinotto non poteva fare tutta la serie (anche se è un peccato perchè come lei per disegnare outfit glamour non c'è nessuno - vedi "Paperino e il profilo di San Valentino" con una Paperina fashionista come non mai), ma in quel caso bisognava cercare un altro disegnatore capace di dare un sapore simile alla serie.

                *

                Atius
                Gran Mogol

                • ***
                • Post: 541
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3419
                  Risposta #7: Venerdì 4 Giu 2021, 12:30:50
                  Davvero parecchio intrigante questa prima puntata di Paperinik e la minaccia dal passato. L'unica perplessità che ho è il fatto che ci sia davvero tanta carne al fuoco: un solo episodio di venticinque pagine (come quello di questa settimana, per intenderci) riuscirà a dare una risposta soddisfacente ai vari punti interrogativi sollevati in questa prima puntata?
                  Nota di merito ai disegni di Facciotto, che con le sue inquadrature "sbilenche" e un  tratto sì fluido, ma anche un po' spigoloso, è riuscito a rendere davvero bene le cupe atmosfere notturne. Tra i vari disegnatori che si sono avvicendati nella realizzazione delle storie del nuovo corso del Diabolico Vendicatore, oserei dire che è stato il migliore.
                  O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

                  *

                  Dippy Dawg
                  Visir di Papatoa

                  • *****
                  • Post: 2765
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3419
                    Risposta #8: Mercoledì 9 Giu 2021, 17:58:09
                    Anche se mi vergogno, devo fare una confessione; vi prego, non biasimatemi troppo... :(

                    Le ultime storie di Topolino le origini mi stanno... urg... piacendo!
                    Oddio, forse "piacendo" è un po' troppo, ma comunque le sto leggendo volentieri, molto più che le prime!

                    Mi devo preoccupare? :-X
                    Io son nomato Pippo e son poeta
                    Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                    Verso un'oscura e dolorosa meta

                    *

                    paolo87
                    Gran Mogol

                    • ***
                    • Post: 596
                      • Online
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3419
                      Risposta #9: Mercoledì 9 Giu 2021, 18:49:02
                      De gustibus non disputandum est  ;)

                      *

                      Samu
                      Gran Mogol
                         (1)

                      • ***
                      • Post: 533
                      • Amante del bel fumetto
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3419
                        Risposta #10: Mercoledì 9 Giu 2021, 21:43:39
                        Topolino le Origini mi ha fatto inarcare il sopracciglio più del solito, tra lo scambio di battute di cui non ho capito il senso
                        Spoiler: mostra
                        - Ti trovo magnificamente!
                        - Grazie! Saranno le equazioni differenziali... Frequento con profitto un dottorato in matematica!


                        e la coscienza di Topolino
                        Spoiler: mostra
                        raffigurata da Pippo

                        che tra sé e sé si giustifica di
                        Spoiler: mostra
                        aver fatto copiare un compito/esame a un compagno che altrimenti avrebbe perso la borsa di studio attraverso la scusa che le regole si possono cambiare se lo si fa a fin di bene.

                        Condivido le perplessità di Mr. Verne sul nuovo episodio di Topolino - le Origini.
                        Innanzitutto, la storia si sviluppa all'interno del college che Topolino ha frequentato fino a qualche anno prima (e in cui si organizza questa grande rimpatriata tra ex-studenti) ma non ho capito se si tratti dell'equivalente di un liceo o di un'università.
                        Da un lato, Ronnie (l' ex-compagno di stanza di Topolino) si rivolge a lui ricordandogli che è stato in grado di ottenere il diploma con il massimo dei voti.
                        D'altro canto, dopo poche pagine, il rettore del college afferma che, durante il corso della cerimonia conclusiva, verrà premiato il laureato di maggior successo...
                        Anche la vignetta che mostra l'incontro tra Ronnie e l'amata Kim mi è poco chiara (perché la forma fisica dovrebbe essere connessa allo studio delle equazioni differenziali ?)  :-X
                        E neanche la scena in cui Topolino viene travolto da un'onda improvvisa mi è così tanto chiara.
                        Infatti, all'inizio sembra che Topolino riemerga da sé ma, non appena gli appaiono le immagini di Minni e di Pippo (quasi come se fosse svenuto e stia sognando tutto), si può dedurre che Topolino sia ancora tra i flutti e che verrà salvato solo successivamente dall'intervento di Ronnie.

                        Ma al di là di questi dubbi, è la storia in sé che non è riuscita a coinvolgermi.
                        Tutto si svolge, secondo me, in maniera abbastanza affrettata e prevedibile e, come scrive giustamente Gianni nella recensione del numero, il cambiamento di alcuni personaggi risulta abbastanza forzato e poco naturale.
                        Su tutti, il comportamento di Ronnie che prima vuole ricattare Topolino e che poco dopo lo elogia davanti a tutti come colui che, più di ogni altro, meriterebbe il premio per lo studente che si è saputo distinguere nella sua carriera personale al termine degli studi...

                        Per quanto riguarda il resto dell'albo, devo dire che la lettura di questo numero, in generale, mi ha abbastanza annoiato.
                        Mentre leggevo la prima parte di Paperinik e la minaccia dal passato ho avuto la forte impressione che la narrazione procedesse in maniera troppo frenetica e accelerata.
                        E questa sensazione l'ho provata a partire dall'entrata in scena del nuovo nemico di Paperinik, presentato, secondo il mio parere, in maniera decisamente irruenta e fulminea (tanto che all'inizio pensavo che Paperino fosse preda soltanto di un brutto incubo).
                        In ogni caso, attendo di leggere la seconda parte della storia per vedere come verrà sviluppata.

                        Passando al resto, abbiamo un nuovo episodio del ciclo di Minni Prêt-à-porter, serie che continua a non destare il mio interesse.
                        L'idea di far promuovere la linea di abiti della Purple Boutique
                        Spoiler: mostra
                        all'Agenzia PippoSpot
                        ci sta, ma è proprio la lettura della storia in sé che si è rivelata, per me, poco interessante.
                        Secondo la mia opinione personale, le storie di questo ciclo si sviluppano in maniera troppo lineare e prevedibile.
                        Spero sempre di trovare qualche guizzo, qualcosa che possa dare una svolta imprevista alla storia, un colpo di scena che possa attrarre la mia attenzione...
                        Ma, finora, ciò non è successo ed anche questo nuovo episodio si è rivelato privo di mordente e, almeno per me, soporifero.

                        Dopo due brevi che non mi hanno lasciato nulla (soprattutto quella con Macchia Nera e Gambadilegno), si giunge all'ultima storia.
                        E posso dire che Zio Paperone e le ricchezze del Serenbir è l'unica storia che ho veramente apprezzato di questo numero.
                        Si tratta di una trama classica (e non è per nulla impossibile intuire quale possa essere il "colpo di scena" finale) ma la lettura di questa storia l'ho trovata piacevole e graziosa, anche grazie ad un buon utilizzo del personaggio di Brigitta, la cui presenza si rivela fondamentale per la buona riuscita degli accordi economici stipulati dallo Zione con il sovrano del florido Stato del Serenbir.

                        In conclusione, secondo il mio parere personale, si tratta di un numero poco interessante e che, ad esclusione dell'ultima storia, si è rivelato, almeno per me, abbastanza noioso e davvero poco appassionante.
                        « Ultima modifica: Mercoledì 9 Giu 2021, 21:47:33 da Samu »

                        *

                        luciochef
                        Ombronauta
                           (1)

                        • ****
                        • Post: 996
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (1)
                          Re:Topolino 3419
                          Risposta #11: Mercoledì 9 Giu 2021, 21:48:52
                          Anche se mi vergogno, devo fare una confessione; vi prego, non biasimatemi troppo... :(

                          Le ultime storie di Topolino le origini mi stanno... urg... piacendo!
                          Oddio, forse "piacendo" è un po' troppo, ma comunque le sto leggendo volentieri, molto più che le prime!

                          Mi devo preoccupare? :-X

                          L'invasione degli ultra-corpi.....  ???
                          Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

                           

                          Dati personali, cookies e GDPR

                          Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                          Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                          Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.