Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |

La Saga di Mr. Vertigo

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Ciube27
Papero del Mistero
   (4)

  • **
  • Post: 208
  • Una posa così meriterebbe almeno una foto ricordo!
    • Online
    • Mostra profilo
   (4)
    La Saga di Mr. Vertigo
    Giovedì 17 Giu 2021, 14:14:50
    Dal momento che questa saga ci tiene compagnia da quasi un anno ormai, mi è sembrato strano che non fosse ancora stato aperto il topic apposito (Nel caso invece fosse già stato aperto e io non l'abbia trovato chiedo ai moderatori di spostare il mio messaggio nel posto giusto).

    Devo dire che, a differenza di altre serie/saghe pubblicate durante la gestione Bertani, questa è forse tra quelle che mi ha lasciato più indefferente. Eppure il primo tempo delle Notizie di Mr. Vertigo mi era piaciuto (e anche tanto). Leggendo le successive storie penso che queste storie non riescano a conquistarmi per due motivi: i disegni e il numero di pagine.
    Nonostante Petrossi e Panaro siano due disegnatori che mi piacciano, trovo che il loro stile non sia adatto al tipo di storia che Marco Nucci racconta. Non riescono infatti a trasmettermi l'inquietudine che un personaggio come Vertigo dovrebbe emanare. Le bellissime copertine realizzate da Celoni (3338B e 3408) mostrano un Topolino schiacciato dalla presenza di questo misterioso protagonista cosa che invece non sembra esserci nelle storie in sé.
    Per quanto riguarda il numero di pagine, trovo che la tendenza degli ultimi anni a realizzare storie con un numero di tavole tra le venticinque e le trenta tenda a limitare alcune storie. Mi spiego meglio: se in passato storie in due tempi (come potevano anche essere quelle della Trilogia Horror) avevano circa novanta pagina oggi ne hanno un terzo in meno e questo si sente. IMHO storie come L'ombra di Mr. Vertigo abbiano più senso realizzate come singole e non come storie "a puntate". Questo perché trovo che la tensione costruita nei primi episodi si tenda a smorzare velocemente nell'attesa del finale. Tendenza che ho proprio avvertito nell'ultima storia di Vertigo che mi è sembrata nient'altro che un riempitivo nell'attesa di poter proseguire la serie. Anche se non si possono comparare in quanto hanno scopi totalmente diversi, Dottor Ratkyll e Mister Hyde riusciva, nonostante la mancanza di un vero nemico da sconfiggere, ad inquietare mostrando le paranoie e le supposizioni dei vari personaggi. Paure che si concretizzavano nell'incubo di Pipperson sul finale del primo episodio.

    Nonostante tutto, spero che la prossima storia in uscita a luglio possa finalmente catturarmi e piacermi.
    Lettore convinto...

    *

    raes
    Gran Mogol

    • ***
    • Post: 538
    • Nuovo utente
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:La Saga di Mr. Vertigo
      Risposta #1: Giovedì 8 Lug 2021, 15:19:02
      ho chiesto a Nucci quale crimine ha commesso vertigo e lui mi ha risposto ha rapinato 12 banche. non lo ricordavo

      *

      Alby87
      Pifferosauro Uranifago

      • ***
      • Post: 465
      • Avatar così provvisorio... da restare definitivo!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:La Saga di Mr. Vertigo
        Risposta #2: Domenica 1 Ago 2021, 18:41:42
        Al netto delle rivelazioni, ho riletto velocemente la saga approfittando del weekend, e mi sono reso conto di una cosa: molto probabilmente, dei piani sono cambiati durante i quattro episodi, o certe "stranezze" non riesco a comprenderle:

        Spoiler: mostra
        Nella prima storia, Topolino a casa di Torvo trova il pupazzo da ventriloquio, ma questo non dovrebbe essere possibile, essendo sempre stato, secondo l'ultima storia, Topmayer travestito. Infatti la maschera viene ritrovata "per caso" da Arkadin nella storia di Natale. Inoltre, e qui mi faccio la domanda: la maschera può avere occhi così lucidi da riflettere la scena di fronte (la ruota panoramica), indizio fondamentale per la risoluzione della prima storia?

        Nella terza storia, invece non mi è proprio chiaro il comportamento di Arkadin: Topolino per tutto il primo tempo, praticamente non ha pensato per nulla all'affaire Vertigo, cadendo nel "tranello" dei giocattoli rotti e delle verità di Natale. A che pro Arkadin ha volutamente sabotato i piani? Non ha "aiutato", ha proprio messo in moto tutto il finale.

        Un'idea potrebbe essere quella di essersi voluto sbarazzare dei testimoni avendo finito gli exploit di Vertigo, e quindi uscire di scena da eroe. D'altronde, se ho ben capito, la refurtiva della prima storia non è stata trovata, i soldi della seconda storia dovrebbero essere già stati incamerati (soldi puliti, va detto), ma i soldi della terza storia? Si sono divisi il bottino prima del 24 Dicembre, che per i regali di Natale è comunque un giorno importante? (Oppure l'accordo era tot percento sugli incassi prima del 23, il 24 è completamente tuo (tanto ti faccio arrestare)).

        Inoltre, nella terza storia Arkadin era proprio molto amichevole, fin troppo considerando che era anche il cattivo dietro la storia. Chissà se il piano era di rendere Arkadin Vertigo fin dall'inizio?
        The Alby87 Project
        Pinball Own: T*Z

        *

        Paperinika
        Imperatore della Calidornia
        Moderatore
           (3)

        • ******
        • Post: 10498
          • Offline
          • Mostra profilo
           (3)
          Re:La Saga di Mr. Vertigo
          Risposta #3: Martedì 10 Ago 2021, 10:08:06
          Il nostro buon Manuel Crispo si è dilettato in una magistrale analisi della saga!
          Prendetevi un po' di tempo, leggetela, e ovviamente dite la vostra qui sul topic.

          https://www.papersera.net/wp/2021/08/09/figmentum-portrait-of-mister-vertigo-as-a-detective-story/

          (Per chi non avesse ancora letto la parte finale della saga... occhio che gli spoiler abbondano!).

          *

          tang laoya
          Cugino di Alf
             (4)

          • ****
          • Post: 1172
          • Mano rampante in campo altrui
            • Offline
            • Mostra profilo
             (4)
            Re:La Saga di Mr. Vertigo
            Risposta #4: Mercoledì 11 Ago 2021, 06:12:53
            Il nostro buon Manuel Crispo si è dilettato in una magistrale analisi della saga!
            Prendetevi un po' di tempo, leggetela, e ovviamente dite la vostra qui sul topic.

            https://www.papersera.net/wp/2021/08/09/figmentum-portrait-of-mister-vertigo-as-a-detective-story/

            (Per chi non avesse ancora letto la parte finale della saga... occhio che gli spoiler abbondano!).
            Davvero moltissimi complimenti a Manuel per un'indagine eccezionale sia sui dettagli più riposti sia sul quadro generale della serie, dove dimostra una saldissima conoscenza della materia.
            Portando alle estreme conseguenze questa intuizione sottolineata nelle conclusioni È tutto un gioco di prestigio, che ha richiesto a gran voce la nostra attenzione per mezzo di un battage pubblicitario martellante, ed è in questo che si trova il vero figmentum di Vertigo., si potrebbe inferire che il vero Mr. Vertigo sia dunque Bertani, "Principe della Menzogna" che ha giocato con noi per un intero anno...
            Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

            *

            Manuel Crispo
            Sceriffo di Valmitraglia
               (1)

            • ***
            • Post: 305
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:La Saga di Mr. Vertigo
              Risposta #5: Mercoledì 11 Ago 2021, 18:05:13
              Il nostro buon Manuel Crispo si è dilettato in una magistrale analisi della saga!
              Prendetevi un po' di tempo, leggetela, e ovviamente dite la vostra qui sul topic.

              https://www.papersera.net/wp/2021/08/09/figmentum-portrait-of-mister-vertigo-as-a-detective-story/

              (Per chi non avesse ancora letto la parte finale della saga... occhio che gli spoiler abbondano!).
              Davvero moltissimi complimenti a Manuel per un'indagine eccezionale sia sui dettagli più riposti sia sul quadro generale della serie, dove dimostra una saldissima conoscenza della materia.
              Portando alle estreme conseguenze questa intuizione sottolineata nelle conclusioni È tutto un gioco di prestigio, che ha richiesto a gran voce la nostra attenzione per mezzo di un battage pubblicitario martellante, ed è in questo che si trova il vero figmentum di Vertigo., si potrebbe inferire che il vero Mr. Vertigo sia dunque Bertani, "Principe della Menzogna" che ha giocato con noi per un intero anno...

              Grazie mille! Sono felice che l'articolo ti sia piaciuto. Nel bene e nel male la saga di Vertigo ci ha accompagnato per un anno ed era opportuna una valutazione approfondita!
              “O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera”.

              *

              fab4mas
              Papero del Mistero

              • **
              • Post: 248
              • Swim-Bike-Run-Disney
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:La Saga di Mr. Vertigo
                Risposta #6: Giovedì 12 Ago 2021, 10:54:25
                sono uno dei 'difensori' di questa saga. Il suo problema per 'gli esperti' è stata che è stato tanto pubblicizzata e ormai si vive su "tanta pubblicità = ottima storia altrimenti flop". Analizzata senza star li troppo a pensare alle mille mila pagine che abbondavano sul topo e altrove rimane per me un buon giallo, nn eccelso sicuramente ma al passo coi tempi. non a caso citavo nel topic della storia di come ai miei figli sia rimasta più impressa di molte blasonate storie tripla A che io adoro.

                In sintesi non sono d accordissimo con l articolo che però è davvero ben scritto
                « Ultima modifica: Giovedì 12 Ago 2021, 10:56:23 da fab4mas »
                Grazie Babbo anche per quella volta nel 1980 in cui sei tornato a casa con un Topolino in mano chiedendomi se mi andava di leggerlo...non ho più smesso.

                *

                tang laoya
                Cugino di Alf
                   (2)

                • ****
                • Post: 1172
                • Mano rampante in campo altrui
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (2)
                  Re:La Saga di Mr. Vertigo
                  Risposta #7: Giovedì 12 Ago 2021, 13:06:56
                  sono uno dei 'difensori' di questa saga. Il suo problema per 'gli esperti' è stata che è stato tanto pubblicizzata e ormai si vive su "tanta pubblicità = ottima storia altrimenti flop". Analizzata senza star li troppo a pensare alle mille mila pagine che abbondavano sul topo e altrove rimane per me un buon giallo, nn eccelso sicuramente ma al passo coi tempi. non a caso citavo nel topic della storia di come ai miei figli sia rimasta più impressa di molte blasonate storie tripla A che io adoro.

                  In sintesi non sono d accordissimo con l articolo che però è davvero ben scritto
                  Però mi verrebbe da dire che se Manuel ha scritto così a occhio almeno una decina di cartelle su questa storia e non sulle altre mille Mila, vuol dire che ne è restato, nel bene e nel male, molto colpito. Non credo altrimenti avrebbe dedicato una disamina di queste proporzioni alla saga.
                  E di fatto non la nego nemmeno io in quanto evento, l’ampiezza dell’arco narrativo, il disegno generale di un’ambizione quasi senza precedenti sul Topo, ma con un tale arsenale di opportunità sarebbe potuta essere molto di più, avere il respiro di un MMMM (non dico le tematiche, ma il respiro) come per esempio secondo me riuscì a Darkenblot nei suoi vari episodi.
                  Per ora Nucci ha mostrato di essere un eccelso “miniaturista”, avrebbe forse qui potuto mostrare di essere anche un notevole affrescatore, ma, per ora, non fur da ciò le proprie penne almeno a mio giudizio.
                  E lo dico da deluso in quanto i primi due capitoli mi avevano veramente coinvolto e mi sarei aspettato le diramazioni e le soluzioni le più impreviste, a fronte di un lento e, ahimè, monotono planare verso un finale assai scontato.
                  A meno che non sia ancora una volta un finale intermedio, diciamo così da Prima Stagione.
                  Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

                  *

                  Dippy Dawg
                  Dittatore di Saturno

                  • *****
                  • Post: 2870
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:La Saga di Mr. Vertigo
                    Risposta #8: Giovedì 12 Ago 2021, 13:21:59
                    Io, sono uno dei "delusi"...

                    Non tanto per la troppa pubblicità (che, comunque, ha influito negativamente), ma principalmente per la scontatezza del finale; tanto più che, prima dell'ultima puntata, anch'io mi ero appassionato, tanto da rileggermi tutta la saga per capire chi era il "colpevole" (e sperando che non fosse proprio quello!), e quando l'ho visto la delusione è stata tripla!

                    Aggiungiamo che questo Grande Criminale, alla fine, l'unica cosa che ha fatto è stata rapinare un paio di banche... praticamente, un ladruncolo qualsiasi, non certo meritevole di tutta questa attenzione!

                    Comunque, capisco le ragioni dei "difensori" (come detto, mi ero appassionato anch'io); il fatto è che, per me, il finale è fondamentale: per quanto la storia può essere fatta bene nello svolgimento, se il finale è troppo banale (come in questo caso), o non si capisce, o comunque non è all'altezza, tutto il resto perde automaticamente di valore, soprattutto se la storia è concepita come un giallo!

                    Detto questo, bellissimo articolo, complimenti! :)
                    Io son nomato Pippo e son poeta
                    Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                    Verso un'oscura e dolorosa meta

                    *

                    fab4mas
                    Papero del Mistero

                    • **
                    • Post: 248
                    • Swim-Bike-Run-Disney
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:La Saga di Mr. Vertigo
                      Risposta #9: Giovedì 12 Ago 2021, 16:53:07
                      sono uno dei 'difensori' di questa saga. Il suo problema per 'gli esperti' è stata che è stato tanto pubblicizzata e ormai si vive su "tanta pubblicità = ottima storia altrimenti flop". Analizzata senza star li troppo a pensare alle mille mila pagine che abbondavano sul topo e altrove rimane per me un buon giallo, nn eccelso sicuramente ma al passo coi tempi. non a caso citavo nel topic della storia di come ai miei figli sia rimasta più impressa di molte blasonate storie tripla A che io adoro.

                      In sintesi non sono d accordissimo con l articolo che però è davvero ben scritto
                      Però mi verrebbe da dire che se Manuel ha scritto così a occhio almeno una decina di cartelle su questa storia e non sulle altre mille Mila, vuol dire che ne è restato, nel bene e nel male, molto colpito. Non credo altrimenti avrebbe dedicato una disamina di queste proporzioni alla saga.
                      E di fatto non la nego nemmeno io in quanto evento, l’ampiezza dell’arco narrativo, il disegno generale di un’ambizione quasi senza precedenti sul Topo, ma con un tale arsenale di opportunità sarebbe potuta essere molto di più, avere il respiro di un MMMM (non dico le tematiche, ma il respiro) come per esempio secondo me riuscì a Darkenblot nei suoi vari episodi.
                      Per ora Nucci ha mostrato di essere un eccelso “miniaturista”, avrebbe forse qui potuto mostrare di essere anche un notevole affrescatore, ma, per ora, non fur da ciò le proprie penne almeno a mio giudizio.
                      E lo dico da deluso in quanto i primi due capitoli mi avevano veramente coinvolto e mi sarei aspettato le diramazioni e le soluzioni le più impreviste, a fronte di un lento e, ahimè, monotono planare verso un finale assai scontato.
                      A meno che non sia ancora una volta un finale intermedio, diciamo così da Prima Stagione.

                      Beh nell articolo lo scrive chiaramente...più che l importanza data da lui a me è sembrato che la recensione , giustamente, sia scaturita dall importanza data dal settimanale (e non solo ) alla saga. Il problema di un MMMM (che ho molto apprezzato a suo tempo) è che è stato accantonato quindi forse ora si punta a qualcos altro.

                      A me certe discussioni hanno ricordato quelle di Lost che per molti ha avuto un finale brutto/assurdo/banale e quindi la saga è stata identificata con 'solo' quello. Io non sono uno di quelli che cerca nel finale sempre l imprevedibilità. per dire il mio libro preferito è 'uomini che odiano le donne' che non ha certo un finale inarrivabile o impossibile da indovinare anzi...(parere personale ovviamente).

                      Poi se posso azzardare...ci siamo solo liberati di UN Mister Vertigo. Un personaggio che perde un po di senso una volta rivelato sia che sia prevedibile che a sorpresa....Spero non diventi il solito cattivo a piede libero che evade puntualmente per tenere occupato topolino, sarebbe uno spreco a mio parere.


                      Intendo...anche io non sono certo rimasto folgorato dal finale ma ritengo che in questo caso lo svolgimento della saga sia comunque da premiare...e che la 'scelta' del finale 'facile' sia stata fatta a ragion veduta...
                      Grazie Babbo anche per quella volta nel 1980 in cui sei tornato a casa con un Topolino in mano chiedendomi se mi andava di leggerlo...non ho più smesso.

                      *

                      Andy392
                      Gran Mogol
                         (1)

                      • ***
                      • Post: 661
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:La Saga di Mr. Vertigo
                        Risposta #10: Giovedì 12 Ago 2021, 17:23:22
                        Secondo me non è solo un problema del colpevole che risulta il più scontato, ma anche la presenza di episodi dove succede poco e niente. Tutto fumo e niente arrosto.

                        *

                        tang laoya
                        Cugino di Alf
                           (2)

                        • ****
                        • Post: 1172
                        • Mano rampante in campo altrui
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (2)
                          Re:La Saga di Mr. Vertigo
                          Risposta #11: Venerdì 13 Ago 2021, 05:08:04
                          ma anche la presenza di episodi dove succede poco e niente
                          Per un certo periodo ho visto proprio in questa presenza di episodi inaspettati un potenziale narrativo dalle vaste risorse: il cambio di angolazione, di chiave narrativa, il gioco di specchi, il lusso di investire molte pagine in una direzione apparentemente non legata allo sviluppo principale, che di fatto non sembrava portare avanti gli eventi poteva trasformarsi in un ampio affresco in cui si sarebbero fuse armonicamente le parti, ma purtroppo non credo questo sia avvenuto con sufficiente efficacia e maestria, le linee diverse della fuga non hanno poi saputo ricomporsi in un superiore contrappunto.
                          Il finale non si rivela, a mio giudizio, deludente solo per la scelta scontata del colpevole, ma soprattutto perchè non ha fatto tesoro delle vaste premesse iniziali e non ha saputo condurre a termine gli esperimenti narrativi delle varie parti della storia, lasciando un senso di occasione persa e di inutilità di qualsiasi supposizione si era intrapresa nel corso dello svolgimento degli eventi.
                          Ma continuo a credere ci possa essere dell'altro, se e' vero che Vertigo e' qui per restare in quanto personaggio, non può certo esserlo in quanto scrittore fallito/mago fallito/criminale fallito, e possibilmente abbiamo solo incontrato uno (o tre) dei Vertigo possibili, ma altri e più temibili rivali potrebbero tornare a indossarne la maschera. O almeno così cerco di consolarmi..
                          I riferimenti al cinema di Welles sono sparsi ovunque nel ciclo di Vertigo, non sarei stupito se ci si trovasse fra qualche mese un nuovo Vertigo che come in F for Fakes dopo averci giurato che During the next hour, everything you'll hear from us is really true and based on solid facts, al 77esimo minuto poi se ne uscisse For the past seventeen minutes, I've been lying my head off.”
                          « Ultima modifica: Venerdì 13 Ago 2021, 05:10:35 da tang laoya »
                          Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

                           

                          Dati personali, cookies e GDPR

                          Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                          Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                          Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.