Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
3 | |
4 | |
2 | |
3 | |
4 | |
2 | |
4 | |
Topolino 3430 - Recensione di Valentina Corsi

Per un grande personaggio ci vuole una grande copertina Nelle prime interviste e chiacchierate informali in fiera, l’allora neodirettore Alex Bertani teneva spesso a sottolineare come quello che usciva in edicola non fosse ancora il “suo” Topolino, avendo chiaramente ereditato dalla precedente direzione un giornale con un’impostazione (e un corredo di storie) “di presenza”. “Aspettate e vedrete!”, diceva, non mancando mai di far presente gli aspetti su cui gli premeva puntare, e che stiamo ritrovando ormai sempre più frequentemente sulle storie dell’ultimo anno e mezzo. Di certo, in ogni caso non ci saremmo mai aspettati di trovarlo addirittura accreditato come coautore di una storia – e che storia! Il personaggio di Reginella era già riemerso dalle sabbie del tempo nel 2017 con un’intensa storia di Bruno Enna, dopo un letargo di ben ventitré anni dall’ultima apparizione ad opera del suo papà Rodolfo Cimino, e successivamente a raccoglierne il testimone era stato Vito Stabile, con un trittico di avventure in verità piuttosto anomalo, considerata la natura della protagonista. Ecco quindi la regina di Pacificus tornare di prepotenza sulle pagine del settimanale, introdotta peraltro da una copertina che si candida subito tra le più belle dell’anno, con una storia che promette di far scintille a partire dal titolo. L’ultima avventura di Reginella (Bertani, Stabile/Zanchi) riporta alle atmosfere che chi ha seguito la serie ciminiana fin dagli esordi ben conosce. I due autori conoscono e amano il fumetto Disney e il personaggio, e si vede; le atmosfere sono palpabili e non si può non empatizzare con Paperino (anche se, durante la lettura, non si può non pensare alla saggia scelta di Cimino di lasciar fuori Paperina dal ciclo di storie con Reginella… bisognerà vedere a cosa voglia portare la sua – per ora struggente – comparsata). Rewind Non si può comunque non plaudere alla scelta di riportare la narrazione sui binari giusti, restituendo alla sovrana lo spessore narrativo delle origini, che è la motivazione del suo successo e al tempo stesso il suo punto cardine: senza la sua precisa ragion d’essere, il personaggio è solo uno dei tanti che si susseguono sulle pagine del settimanale. Ci auguriamo quindi che il titolo di questa storia sia quanto mai veritiero. Anche la parte grafica è superlativa, i disegni di Zanchi sono ispiratissimi e la colorazione è molto azzeccata – a lasciare qualche dubbio sono giusto i riflessi sulle pupille dei paperi, che in diverse vignette appaiono molto, troppo innaturali. Il “però” deriva invece dal ritmo complessivo della storia. È una puntata introduttiva, e al netto delle grandissime atmosfere, manca un po’ di sostanza. Chiaramente occorre attendere la seconda e conclusiva parte, sperando che non si debba poi correre troppo sbilanciando eccessivamente il ritmo tra i due episodi. Anche la seconda e ultima puntata di Io sono Macchia Nera (Nucci/Casty) offre un’interessante lettura. Dopo la prima parte in cui abbiamo rivisto un Macchia Nera inquietante come mancava da un po’, i nodi vengono al pettine e giungiamo all’epilogo dell’avventura. O meglio, ad un nuovo status quo. La storia infatti ci consegna un finale che più aperto non potrebbe essere, lasciando piuttosto interdetto chi si aspettava un colpo di Macchia Nera all’insegna del passato e di quei grandi piani criminali che lo avevano portato a diventare il criminale più pericoloso di Topolinia. Il tutto ha perfettamente senso se si rileggono le prime, introspettive – come ormai capita sempre più di frequente – tavole della storia: l’aura di terrore del personaggio era ormai svanita da tempo, “ombra di un’ombra”, e l’intento di questa operazione è chiaramente quello di ridargli un po’ di smalto e di riportarlo come si deve al suo ruolo originario. Tutto molto bello e sicuramente interessante, anche se forse la scelta di dedicare a questo lungo prologo ben due puntate può essere un po’ un’arma a doppio taglio. Potere e potenz… ah, no! I disegni sono molto convincenti e le ambientazioni notturne hanno un fascino a cui è difficile restare indifferenti. La cosa che fa storcere il naso e che smonta un po’ l’atmosfera ansiogena della storia è il sorriso sul mantello, che se nella prima vignetta dà la giusta dose di inquietudine, nelle seguenti oltrepassa il confine ottenendo invece l’effetto opposto. In questa storia, come nella precedente di Reginella e come in molte altre apparse negli ultimi mesi, è sempre più spinto il pedale dell’introspezione, delle atmosfere cariche di sentimento e di atmosfera, nonché della continuity verticale e trasversale tra le varie storie, il che fa senza dubbio parte di quelle volontà che il direttore anticipava pochi anni fa. Questo complesso intreccio è chiaramente rivolto in primis ai lettori più giovani, offrendo loro un universo articolato in cui provare a riconoscersi. A parere di chi scrive, tuttavia, il settimanale non può basarsi solo su questo genere di approccio, mentre sono sempre più diradate le avventure “a cuor leggero”, che hanno fatto la storia del fumetto Disney italiano e che, auspicabilmente, possono continuare ad andare di pari passo con le narrazioni più articolate. Giunge al termine anche Paperinik e la minaccia alla fattoria (Gervasio/Facciotto), che chiude bene i fili già intrecciati nella prima parte. I disegni sono anche loro molto convincenti e ben realizzati, e nel complesso la storia scorre molto bene, per quanto la presenza di Paperinik non sia poi così decisiva e determinante per lo svolgimento della vicenda: più che lui, il protagonista si direbbe Red Duckan. Ritorno alle origini future A voler essere pignoli, c’è qualcosa che stride a livello legislativo tra quanto dichiarato dalla Nonna la scorsa settimana e gli sviluppi effettivi, così come forse poteva essere reso in maniera decisamente più incisiva lo shock derivante dalla situazione con cui avevamo lasciato in sospeso la narrazione alla fine della prima parte, ma si tratta di minutaglie, perché la lettura è comunque molto valida. Paperi al supermercato (Vacca/La Torre) è un breve intermezzo muto da segnalare principalmente per i bei disegni. In chiusura d’albo troviamo infine Young Donald Duck: Vacanza da grandi (Ferrari/Mazzarello), ultimo (finora) episodio delle avventure sull’adolescenza 2.0 di Paperino e Topolino. In esatto contrasto con le prime storie della serie, le ultime avventure si stanno rivelando in buona parte molto ben scritte e interessanti, e anche questa non fa eccezione. Come extra, segnaliamo invece il prosieguo del reportage africano sulle tracce delle zebre e un’intervista a Marco Gervasio che introduce all’imminente ritorno di Paperbridge la settimana prossima.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (38)
Esegui il login per votare

Topolino 3430

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Castyano
Sceriffo di Valmitraglia

  • ***
  • Post: 334
  • Tripomponato
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3430
    Mercoledì 18 Ago 2021, 14:34:58
    Sommario

    L'ultima avventura di Reginella
    Soggetto di Alex Bertani
    Sceneggiatura di Alex Bertani e Vito Stabile
    Disegni e supervisione colore di Stefano Zanchi.

    Io sono Macchia Nera - Episodio 2
    Soggetto e sceneggiatura di Marco Nucci
    Disegni di Casty.

    Paperinik e la minaccia alla fattoria - Secondo Episodio
    Soggetto e sceneggiatura di Marco Gervasio
    Disegni di Giuseppe Facciotto.

    Paperi al supermercato
    Soggetto e sceneggiatura di Francesco Vacca
    Disegni di Giulia La Torre.

    Young Donald - Episodio 14: Vacanza da grandi
    Soggetto e sceneggiatura di Alessandro Ferrari
    Disegni di Marco Mazzarello
    Colori di Edizioni BD.

    One-page finale
    L'Egitto di Ciccio - L'inondazione
    Di Massimiliano Valentini e Luka Bonardi.

    Next
    Paperbridge

    "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

    *

    Geronimo
    Sceriffo di Valmitraglia
       (1)

    • ***
    • Post: 329
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3430
      Risposta #1: Mercoledì 18 Ago 2021, 14:38:59
      Deluso dalla storia di Macchia Nera:
      Spoiler: mostra
      alla fine di fatto non succede niente e si tratta semplicemente dell'ennesimo episodio introduttivo di una nuova serie di storie. E io che mi aspettavo uno scontro epico tra i due. Non mi è piaciuta nemmeno la caratterizzazione di Topolino, troppo in balia degli eventi
      Luca Giacalone

      *

      Nataniele Ragnatele
      Giovane Marmotta
         (2)

      • **
      • Post: 175
      • Fan di Mezzavilla!
        • Offline
        • Mostra profilo
         (2)
        Re:Topolino 3430
        Risposta #2: Mercoledì 18 Ago 2021, 15:18:33
        Quoto Geronimo!
        Altra storia di Nucci abbastanza deludente. Ovviamente apre un altro filone infinito di storie in pieno Bertani Style!
        Aiotto! Aiotto! Sono... Crack! https://inducks.org/story.php?c=I+TL+1834-AP

        *

        Dippy Dawg
        Dittatore di Saturno
           (6)

        • *****
        • Post: 2819
          • Offline
          • Mostra profilo
           (6)
          Re:Topolino 3430
          Risposta #3: Mercoledì 18 Ago 2021, 16:45:01
          Deluso dalla storia di Macchia Nera:
          Spoiler: mostra
          alla fine di fatto non succede niente e si tratta semplicemente dell'ennesimo episodio introduttivo di una nuova serie di storie. E io che mi aspettavo uno scontro epico tra i due. Non mi è piaciuta nemmeno la caratterizzazione di Topolino, troppo in balia degli eventi
          Spoiler: mostra
          Il finale ha deluso un po' anche me... ma, in effetti, non si può neanche parlare di presenza di un finale!
          E' a tutti gli effetti una storia introduttiva...

          Quello che mi ha deluso fortemente, però, al punto di mandarmi sulla stomaco l'intera storia, è il sorriso di Macchia Nera!
          Non l'accetto, da nessun punto di vista, e rovina anche quello che c'è di buono! >:(

          Quindi, niente da fare, ancora una volta siamo ben lontani dal "vero Macchia Nera"...
          Io son nomato Pippo e son poeta
          Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
          Verso un'oscura e dolorosa meta

          *

          Paper_Butler
          Gran Mogol
             (2)

          • ***
          • Post: 673
          • Soffia il vento del sud...
            • Offline
            • Mostra profilo
             (2)
            Re:Topolino 3430
            Risposta #4: Mercoledì 18 Ago 2021, 17:23:00
            Questo numero suscitava in me forte attesa: in un colpo solo il "vero" Macchia Nera, Paperinik vendicatore e Reginella, troppa grazia! :)

            Tralasciando le vicende della sovrana di Pacificus (in attesa di completamento), parto da Macchia.
            A me la prima puntata era piaciuta: una bella atmosfera noir, scene d'impatto, qualche situazione in un certo senso "disturbante" (mi aveva colpito quando Minni non riconosce Topolino), un piano diabolico che ancora giustamente non veniva svelato ma lasciava supporre grandi cose.
            Nella seconda (e ultima, sottolineo) parte, invece, accade ben poco: ho avuto più o meno la stessa sensazione di quando lessi la seconda parte della prima storia di Mr. Vertigo... Sembra proprio che lo sviluppo sarà simile, e magari per sapere cosa Macchia ha davvero in mente e arrivare alla resa dei conti dovremo attendere un anno, o giù di lì.
            A me piace leggere delle belle storie con un inizio, uno svolgimento e una conclusione: non riesco ad apprezzare questo modo di intendere la serialità. Mi rendo conto, però, che è un mio limite e che anche il mondo del fumetto sta evolvendosi in questa direzione. Evidentemente, con questo metodo di "fidelizzazione" a lungo termine il direttore sta ottenendo buoni risultati, specie tra i lettori più giovani, e allora a me, ampiamente "fuori target", non resta che alzare le mani!
            Sempre magnifici, comunque, i disegni di Casty!

            Ho gradito, invece, la storia di Paperinik, a partire dalla prima tavola, che mi ha strappato una risata di gusto. E poi sentir riparlare di usucapione, come già la settimana scorsa, non ha potuto che riportarmi alla mente "Il matrimonio di Zio Paperone" di Massimo De Vita, una storia che fece epoca... ;)
            Comunque, anche qui abbiamo una "continuity" con altre avventure, e non solo dello stesso Gervasio (si veda la distinzione tra Qui, Quo e Qua). Però la storia si può leggere anche a sé stante: ha un inizio, uno svolgimento e una conclusione. Poi, magari, in futuro si ricollegherà ad altre, ma in ogni caso resta comprensibile e godibile anche da sola. Per quanto mi riguarda, l'ho trovata interessante e divertente: ancora una volta, a mio parere, avventure meno pubblicizzate si rivelano più soddisfacenti di altre presentate in pompa magna.

            *

            Castyano
            Sceriffo di Valmitraglia
               (1)

            • ***
            • Post: 334
            • Tripomponato
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:Topolino 3430
              Risposta #5: Mercoledì 18 Ago 2021, 17:42:28
              La storia di Reginella sa di già visto e penso che il personaggio ormai non abbia più nulla da dire. Disegni di Zanchi splendidi come sempre.
              "Io sono Macchia Nera" si rivela essere l'ennesimo episodio "pilota" e spero che non si trascini stancamente come Mr Vertigo.
              "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

              *

              Ciube27
              Papero del Mistero

              • **
              • Post: 197
              • Una posa così meriterebbe almeno una foto ricordo!
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3430
                Risposta #6: Mercoledì 18 Ago 2021, 17:43:27
                Citazione
                Quello che mi ha deluso fortemente, però, al punto di mandarmi sulla stomaco l'intera storia, è il sorriso di Macchia Nera!
                That smile. That damned smile...

                Ok, scusate, torno ad eclissarmi  :crazy: :crazy:
                Lettore convinto...

                *

                Grilletto Grifi
                Bassotto
                   (3)

                • *
                • Post: 16
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (3)
                  Re:Topolino 3430
                  Risposta #7: Mercoledì 18 Ago 2021, 18:19:44
                  Totalmente d'accordo con chi ha scritto finora, delusione forte, anche se dopo il flop Vertigo (evidenziato molto bene dall'apposito articolo scritto sul Papersera) non mi aspettavo granché. Alla fine è un lungo prologo in due puntate di un filone di storie con Macchia Nera che avremo modo di leggere prossimamente (spero non tutte scritte da Nucci, di cui apprezzo moltissimo le storie con i paperi, specie quelle calcistiche); io non riesco più a sopportare questo modo di fare proprio della gestione Bertani, creare enormi aspettative, pompare letteralmente le storie (specie quelle con Topolino) per poi giungere ad un nulla di fatto. Tralascio la questione della serialità, divenuta ormai una scusa per rimandare sempre grandi scontri. Bellissimi infine i disegni di Casty, assolutamente sprecato, che spero possa tornare presto a sceneggiare e disegnare le storie con Topolino, lunghe o brevi che siano, tanto una sostanza ce l'hanno sempre.
                  « Ultima modifica: Mercoledì 18 Ago 2021, 18:54:19 da Grilletto Grifi »
                  veneratore della trinità Gottfredson-Scarpa-Casty

                  *

                  RocK
                  Giovane Marmotta
                     (2)

                  • **
                  • Post: 167
                  • Esordiente
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (2)
                    Re:Topolino 3430
                    Risposta #8: Mercoledì 18 Ago 2021, 18:31:21
                    nella storia di macchia nera non succede niente. bastava un solo episodio. non ne occorrevano 2 vista la pochezza degli avvenimenti.

                    se non sbaglio lo sceneggiatore è lo stesso di vertigo e pure li ho notato considerazioni simili (cioè che c'erano episodi in cui non succedeva niente) immagino quindi che questa storia sia solo il prologo di una saga più lunga che vada a ricostruire il personaggio di macchianera. lo stesso casty su instagram ha detto..."questa settimana esce la fine della mia storia...ma sarà davvero la fine?"
                    ovviamente no. chisà se i prossimi episodi li disegna lui o altri...

                    *

                    Pacuvio
                    Imperatore della Calidornia
                    Moderatore
                       (1)

                    • ******
                    • Post: 12041
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Topolino 3430
                      Risposta #9: Mercoledì 18 Ago 2021, 18:39:55
                      Quello che mi ha deluso fortemente, però, al punto di mandarmi sulla stomaco l'intera storia, è il sorriso di Macchia Nera!
                      Non l'accetto, da nessun punto di vista, e rovina anche quello che c'è di buono! >:(

                      Quindi, niente da fare, ancora una volta siamo ben lontani dal "vero Macchia Nera"...
                      Mille pollici per questo commento, veramente. Se almeno fosse "fisso" potrei pensare che sia tipo stampato sul mantello, ma se appare e scompare, per di più in un vestito che dovrebbe essere nero come la pece... forse c'era l'intenzione di renderlo così più inquietante, ma a me ha dato la stessa tua sensazione...

                      Se però abbiamo dovuto pagare lo scotto di una storia introduttiva per vederne altre dove si entra subito nel vivo... amen!

                      *

                      Samu
                      Ombronauta
                         (2)

                      • ****
                      • Post: 756
                      • Amante del bel fumetto
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (2)
                        Re:Topolino 3430
                        Risposta #10: Mercoledì 18 Ago 2021, 18:55:27
                        Per quanto mi riguarda, posso dire che, in controtendenza rispetto ai commenti precedenti, ho apprezzato molto la storia di Nucci e Casty.
                        È vero, la storia non ha una conclusione schietta, univoca, che vada a chiudere in maniera puntuale quanto finora è accaduto e rimane sibillina rispetto alle reali intenzioni di Macchia Nera e a quali progetti stia architettando.
                        Ma nonostante piaccia anche a me avere storie con un finale deciso (come esprimeva Paper_Butler poco sopra), io questa storia l'ho apprezzata proprio per il modo in cui è stato raccontato il personaggio di Macchia.
                        Un personaggio sfuggente, inafferrabile, a volte contorto anche nel definire pienamente e in maniera, per l'appunto, univoca, cosa voglia veramente.
                        In questa storia, si rivela una presenza che incombe su Topolino e sulla città stessa di Topolinia ed è emblematica, in questo senso, la scena in cui "sovrasta" dall'alto la sua nemesi che rimane attaccata ad un appiglio.
                        Di contro, però, questa scena avrebbe potuto essere ancora più intensa senza quel sorriso che ritengo fuori luogo perché, per come la vedo io, va a limitare il potenziale di serietà e drammaticità che la vignetta avrebbe assunto se di Macchia Nera si fossero visti soltanto gli occhi (come sarebbe stato naturale aspettarsi).
                        Questo, posso dire sia stato l'unico elemento che ho percepito come fuori luogo e che va a smorzare il tono di serietà con cui la storia era stata caricata fino a quel momento.
                        A parte questo, in questa storia, ho respirato una bella atmosfera di inquietudine, tensione, senso di ineluttabilità, impossibilità di trovarsi di fronte a qualcosa di chiaro e ben definito, ma che rimane avvolto nell'ombra fitta del genio criminale di questo dannato fantasma.
                        In considerazione di tutto questo, sono curioso di vedere gli sviluppi di quanto seminato in questa storia con nuove vicende sempre incentrate sulla figura oscura di Macchia Nera e sulla sfida decisa e "frontale" che il villain ha apertamente lanciato alla sua nemesi e all'intera città di Topolinia.
                        « Ultima modifica: Mercoledì 18 Ago 2021, 18:57:02 da Samu »

                        *

                        Anapisa
                        Gran Mogol

                        • ***
                        • Post: 650
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3430
                          Risposta #11: Mercoledì 18 Ago 2021, 19:20:28
                          La storia di Reginella sa di già visto e penso che il personaggio ormai non abbia più nulla da dire. Disegni di Zanchi splendidi come sempre.
                          "Io sono Macchia Nera" si rivela essere l'ennesimo episodio "pilota" e spero che non si trascini stancamente come Mr Vertigo.
                          I disegni concordo sono davvero stupendi,non mi è proprio piaciuto però il riflesso della luce che esce dalla cornea..sembrano lacrime

                          *

                          Alby87
                          Pifferosauro Uranifago
                             (2)

                          • ***
                          • Post: 463
                          • Avatar così provvisorio... da restare definitivo!
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (2)
                            Re:Topolino 3430
                            Risposta #12: Mercoledì 18 Ago 2021, 21:32:25
                            Solo io ho notato nella storia di Reginella un dietro front sulla questione friendzone? Paperino qua sembra provare (finalmente) quel senso di amore e non profonda amicizia paventata in storie precedenti.

                            Zione in grandissimo spolvero (il buon Vito... cosa ci si poteva aspettare?  :D), la vignetta muta sul tetto del deposito stupenda (come quella in Area 15, i discorsi sentimentali tra zii e nipoti portano bene a quella location  O0) ... E la vignetta in pizzeria é proprio carica di quella tensione dell'incomunicabilità, una delle parti presa dal suo mondo e l'altra pronta a "tradire".

                            Lo status quo purtroppo é un macigno importante per il marinaio, ma la regina non é legata a questo fardello. Vedremo, vedremo.

                            Solo una cosa: ma la piccola sovrana... Mi é sembrata graficamente più alta o é una mia impressione?
                            The Alby87 Project
                            Pinball Own: T*Z

                            *

                            Samu
                            Ombronauta

                            • ****
                            • Post: 756
                            • Amante del bel fumetto
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3430
                              Risposta #13: Mercoledì 18 Ago 2021, 21:46:23
                              Condivido pienamente il tuo parere, Alby.
                              Sulla questione del rapporto tra Reginella e Paperino, posso dire che mi ha fatto molto piacere leggere già dall'articolo introduttivo della storia che si tratta di amore vero e proprio.
                              Molto bella questa prima parte, certo è ancora introduttiva e bisogna vedere come verrà sviluppata la puntata seguente, però...
                              Però, in questa storia ho percepito del sentimento, un'emozione, un qualcosa di vivo e "vivido" che tiene sinceramente legati la regina di Pacificus (la cui tenerezza mi ha ricordato le storie del Maestro Cimino) e un Paperino che, nel suo essere "assente" dal mondo che lo circonda, pur senza dire molto, mi ha comunicato davvero tanto.
                              Sono assolutamente d'accordo sulla bellezza della tavola in cui lo Zione rivela a Paperino tutto quello che aveva dimenticato ma io mi sono emozionato ancora di più osservando quella meraviglia che è la tavola 24.
                              Vedere sullo sfondo l'ombra di Paperino mentre lucida le monete dello Zione e questi che ricorda quando il nipote gli confidò il suo sentimento, mi ha fatto davvero un bell'effetto e la mente non ha potuto fare a meno di ricordare quel caspiterina caspiteruccia: una delle frasi più semplici e al tempo stesso più poetiche e indimenticabili del Maestro Rodolfo Cimino...

                              *

                              Anapisa
                              Gran Mogol
                                 (1)

                              • ***
                              • Post: 650
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re:Topolino 3430
                                Risposta #14: Mercoledì 18 Ago 2021, 22:46:41
                                Mi unisco al coro dei delusi dal sorriso di Macchia Nera..nulla da dire invece per il resto dei disegni, sono spettacolari e tenebrosi..Reggono in piedi tutta la storia,l'atmosfera,la souspanse che viene creata secondo me gran parte ne deriva dalle illustrazioni, perché la trama,allungata per poter spalmare la vicenda in due capitoli, tanto ben annunciata come rivincita del super cattivo, lascia il tempo che trova..
                                Insomma tutta questa operazione per farci sapere che
                                Spoiler: mostra
                                 il cattivo è tornato ed ha architettato un piano destabilizzante solo per far parlare di sé..che spreco di energie.. chissà che ne è stato del cagnolino...anzi no, non lo voglio neanche sapere

                                Reginella mi pare la solita solfa, a parte sempre i maestosi disegni,che ultimamente abbondano piccole opere d'arte ad ogni numero, una carrellata di
                                Spoiler: mostra
                                 emozioni evidenziate e amplificate e boh, finisce lì.Del resto finalmente è firmata anche dal direttore, come gran parte delle storie che ultimamente vengono annunciate in pompa magna e si rivelano dei flop..vedremo..

                                Quella che invece ho preferito di questo numero è Paperinik e la minaccia della fattoria,una storia che si è rivelata intrigante, avventurosa e nonostante non si siano evidenziati gli stati d'animo dei personaggi come ultimamente spesso succede ha saputo coinvolgere e far riflettere.
                                La Young meno peggio solito,i ragazzini che la leggono ( e non solo) potrebbero riflettere e porsi qualche domanda.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.