Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
3 | |

Topolino 3438

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Ombronauta

  • ****
  • Post: 841
  • Amante del bel fumetto
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3438
    Mercoledì 13 Ott 2021, 16:05:55
    Sommario

    Topolino Giramondo - I magici boschi del Nord
    Soggetto di Gabriele Panini e Giuseppe Zironi
    Sceneggiatura di Gabriele Panini
    Disegni di Giuseppe Zironi

    PK - Zona Franca (Secondo Episodio)
    Soggetto e sceneggiatura di Alessandro Sisti
    Disegni di Lorenzo Pastrovicchio

    MIAO, Cronache feline - Toeletta forzata
    Soggetto, sceneggiatura e disegni di Enrico Faccini

    Paperino e il carillon proboscidato
    Soggetto e sceneggiatura di Rudy Salvagnini
    Disegni di Blasco Pisapia

    La ciurma del Sole Nero - Miraggio cosmico (Episodio 3)
    Soggetto e sceneggiatura di Marco Gervasio
    Disegni e supervisione colore di Cristian Canfailla

    Copertina (Disegno di Andrea Freccero; colori di Andrea Cagol) :

    *

    Micio Nero
    Evroniano
       (1)

    • **
    • Post: 120
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3438
      Risposta #1: Mercoledì 13 Ott 2021, 18:52:26
      Ma che bello questo numero!  :)

      Abitando nel lontano nord, una storia ambientata da queste parti fa piacere (anche se Norvegia e Finlandia sono molto diverse come paesaggi), e devo dire che questo episodio di Topolino Giramondo mi è davvero piaciuto. Belle ambientazioni, con una trama che vi si adatta molto bene.

      I disegni di Zona Franca sono fantastici, anche se come al solito meriterebbero un formato più grande per apprezzarli al meglio. Sulla storia poco da dire, tranne che mi è piaciuta un sacco! ;D

      La breve di Malachia prosegue un ciclo molto simpatico che da amante dei gatti non posso che apprezzare. Forse non la migliore della serie, ma neppure la peggiore.

      Paperino e il carillon proboscidato mi ha fatto ridere! Una classica storia con Paperino che subisce le conseguenze delle azioni di Paperoga, con alcune gag molto ben riuscite.

      Gli addetti ai lavori chiaramente leggono il forum del Papersera, perchè i personaggi 'rosa' di Sole Nero non hanno più il morbillo!  :)) E adesso i retini funzionano molto meglio che nelle puntate precedenti! Questa è una saga che promette benissimo e non vedo l'ora di leggerne le prossime puntate. Retro, mai banale, con una trama che chiaramente si presta benissimo a farne una saga possibilmente molto lunga, che se verrà sviluppata come questi primi episodi varrà certamente la pena leggere.

      Insomma, un numero a mio parere davvero ottimo! Quasi ogni settimana c'è qualche storia che mi lascia non necessariamente deluso, ma perlomeno indifferente. Questa settimana invece devo dire che mi sono piaciute davvero tutte, anche la simpatica one-page finale.

      Alla barba spaziale!

      *

      Manuel Crispo
      Sceriffo di Valmitraglia

      • ***
      • Post: 300
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3438
        Risposta #2: Mercoledì 13 Ott 2021, 19:51:58
        Molto deluso dalla conclusione della storia di pk.

        Spoiler: mostra
        Non ho apprezzato la retcon del Sole freddo (l'esplosione doveva distruggere buona parte di Paperopoli, non un solo quartiere! Da dove salta fuori quest'idea?); Il concetto di Zona Franca, oltre a non essere molto originale, é anche poco sensato: come è possibile che la tempolizia ammetta una zona cieca e se ne disinteressi? A cosa serve una zona franca se comunque i cronauti hanno un dispositivo che impedisce alla tempolizia di rilevare i tachioni?
        La presenza della Flagstarr, per quanto gradita, é  puro fanservice con zero impatto sulla trama.
        La successione degli eventi é farraginosa e innaturale (sono un droide anzi no, Non so dove sia Lyla anzi sì, Axel non sa niente anzi sa tutto, facciamo un patto mi rimangio il patto, facciamo un altro patto). Sorvolo su Uno che se ne va in giro nel robottone Giappo, peraltro orrendo.


        Credo sia arrivato il momento, con pk, di salutare queste trame avvolte su dettagli infinitesimali di venticinque anni fa e cercare di esplorare strade nuove.
        « Ultima modifica: Mercoledì 13 Ott 2021, 20:11:45 da Manuel Crispo »
        “O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera”.

        *

        Samu
        Ombronauta

        • ****
        • Post: 841
        • Amante del bel fumetto
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3438
          Risposta #3: Mercoledì 13 Ott 2021, 20:06:42
          Finora ho potuto dedicare la mia attenzione (e il mio tempo) soltanto alle due storie più brevi di questo numero e mi sono piaciute veramente tanto.
          Mi riferisco chiaramente al nuovo episodio della serie MIAO e alla storia sul "carillon proboscidato" (già particolare dal titolo sfizioso e molto simpatico).
          Riguardo alla prima, io amo il personaggio di Malachia, mi fa veramente simpatia e trovo che Faccini sia particolarmente abile non solo a cucire attorno a lui delle trame divertenti e gustose, ma anche a renderlo espressivo ed empatico in un modo davvero apprezzabile e, sinceramente, amabile.
          È vero, si tratta di una breve di sole cinque pagine ma nonostante la lettura gioco-forza abbia preso solo pochi minuti, posso dire che il tempo che le ho dedicato è stato veramente ben speso, tanto questa storia è riuscita a divertirmi e a farmi sorridere di vero gusto con semplicità e spensieratezza.
          Ho apprezzato questa serie sin dal suo debutto e continua a mantenere, per me, degli alti livelli di intrattenimento e di genuina comicità.
          Sempre riguardo a questa storia, aggiungo una piccola associazione che mi è venuto spontaneo fare osservando il comportamento e le espressioni di Malachia...
          Ebbene, in questa breve mi è venuto naturale associare il personaggio di Malachia a quello del leoncino Simba, soprattutto, ma non solo, quando riceve la "leccata" che gli rende il ciuffo quasi impomatato, scena che mi ha ricordato il disgusto che prova il piccolo Simba quando sua madre prova ad aggiustargli la pettinatura.  :)

          In merito a Paperino e il carillon proboscidato sono pienamente d'accordo con il divertimento sopra descritto da Micio.
          Da quando è ritornato sulle pagine di Topolino, Rudy Salvagnini ha scritto delle storie che mi ricordano davvero i tempi della mia infanzia quando tenevo il settimanale tra le piccole mani del me bambino e mi divertivo di gusto con le sue storie fresche e gustose.
          E questa sensazione l'ho pienamente ritrovata nella storia di questa settimana, firmata ai disegni da un Blasco Pisapia il cui tratto si rivela sempre peculiare, molto riconoscibile e davvero piacevole alla vista.
          È una storia molto allegra, scanzonata, fresca, dinamica ed ho apprezzato molto la caratterizzazione di un Paperino che viene mostrato sempre attivo e che corre come un matto per riparare ai danni (inconsapevoli) causati dagli altri.
          Ma, oltre a questo, mi è piaciuto molto anche l'utilizzo degli altri personaggi coinvolti nella vicenda, dal simpatico Paperoga (anche lui secondo me ben caratterizzato) alla diva estrosa e volubile, ma anche lo stesso antiquario che nonostante abbia un ruolo "passivo" rispetto al frenetico Paperino, riesce comunque a guadagnarsi una fetta di ruolo importante all'interno di questa vicenda.

          Non avendo ancora potuto leggere le storie più lunghe di questo numero, non so se queste confermeranno la mia ottima impressione (e le mie alte aspettative) nei confronti di questo albo.
          Ma posso tranquillamente affermare che quelle due storie sopra citate mi hanno davvero lasciato delle belle sensazioni di sano divertimento e di freschezza, tanto sono intrise di brio, genuinità e simpatia.

          *

          Cioppet
          Bassotto

          • *
          • Post: 7
          • Nuovo arrivato
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Topolino 3438
            Risposta #4: Mercoledì 13 Ott 2021, 21:57:50
            Gli addetti ai lavori chiaramente leggono il forum del Papersera, perchè i personaggi 'rosa' di Sole Nero non hanno più il morbillo!  :)) E adesso i retini funzionano molto meglio che nelle puntate precedenti! Questa è una saga che promette benissimo e non vedo l'ora di leggerne le prossime puntate. Retro, mai banale, con una trama che chiaramente si presta benissimo a farne una saga possibilmente molto lunga, che se verrà sviluppata come questi primi episodi varrà certamente la pena leggere.

            Si sì, è la prima cosa che ho notato anch’io leggendo la storia, la resa dei retini in questo modo è migliorata.

            *

            Vito65
            Diabolico Vendicatore
               (1)

            • ****
            • Post: 1424
            • ex Generale Westcock
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:Topolino 3438
              Risposta #5: Mercoledì 13 Ott 2021, 22:16:15
              Il mio giudizio sulla nuova storia di Pk, adesso che l'ho letta tutta, sta a metà fra quello di Manuel Crispo e quello espresso incidentalmente da Artorias nel topic delle Nuove Testate. Questa nuova prova di Sisti a mio parere risulta più debole rispetto ad Una leggendaria notte qualunque. Il suo punto di forza sta nell'abilità dell' Autore nel ripresentare in maniera armoniosa personaggi e volti dell'universo pikappico anche se, nel caso odierno, l'apparizione di
              Spoiler: mostra
              Mary Ann Flagstarr
              non risulta un valore aggiunto per la trama, è appunto solo un'apparizione, mentre più interessante è certamente la riproposizione
              Spoiler: mostra
              di Axel Alpha e John Konnery
              . Il punto debole è lo sviluppo che prende la trama in questa seconda puntata: non ho trovato particolarmente credibile che
              Spoiler: mostra
              un criminale astuto come Axel, che ha ben conosciuto la dirittura morale di Pk, gli proponga un'alleanza, e lo lasci addirittura libero di andarsene per riflettere
              . Come già rilevato da Manuel, inoltre, gli avvenimenti si sviluppano in maniera non lineare, e lascia perplessi anche la parziale rivisitazione degli eventi del Sole Freddo: strano che Sisti, sempre molto attento e rispettoso del "corpus" pikappico, abbia trascurato l'incoerenza fra la distruzione del solo distretto su cui sorgeva la centrale elettrica del Sole Freddo (oggi così prospettata), e la sventata minaccia di disintegrazione di quasi tutta Paperopoli, di cui alla storia originaria in PKNA. Anch'io inoltre, come Manuel, sono rimasto stranito
              Spoiler: mostra
              a vedere Uno scorazzare dentro il nuovo robottone, tranne che si debba intendere questa circostanza come analoga a quella che si verifica quando Uno viene visualizzato nello scudo Extrasformer
              .
              Riguardo alla Ciurma del Sole Nero, devo dire che la serie mi è piaciuta molto anche perché mi ricorda molto una serie televisiva dei miei "anni verdi", Spazio 1999: questa serie narrava l' odissea dei membri di una base lunare, alla deriva nello spazio in seguito all'allontanamento della Luna dall' orbita terrestre a causa di un incidente. Come nella saga di Gervasio, anche gli sfortunati astronauti di Spazio 1999 vagavano nello spazio, venendo a contatto  con varie civiltà aliene, ora ostili ora cordiali.
              Simpaticissima la storia di Salvagnini.
              Interessante il nuovo episodio di Topolino giramondo, con il giusto mix di atmosfere di avventura, mistero e leggenda.
              « Ultima modifica: Mercoledì 13 Ott 2021, 22:23:28 da Vito65 »

              *

              ArtoriasTheAbyssWalker
              Papero del Mistero
                 (1)

              • **
              • Post: 222
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:Topolino 3438
                Risposta #6: Mercoledì 13 Ott 2021, 23:58:52
                Credo sia arrivato il momento, con pk, di salutare queste trame avvolte su dettagli infinitesimali di venticinque anni fa e cercare di esplorare strade nuove.
                Nonostante a me la storia sia comunque abbastanza piaciuta pur con diverse riserve (capitemi: mi rendo perfettamente conto che quel personaggio è completamente inutile alla trama, ma rivederlo dopo così tanto tempo...ho il cuore troppo tenero per queste cose), concordo nel desiderare l'esplorazione di nuovi lidi. Quando Gagnor annunciò che il suo Pk sarebbe stato qualcosa di mai visto prima ero al settimo cielo, poi mi sono ritrovato tra le mani il remake un pò più bruttarello di Potere e Potenza, ma quello chissà, magari le prossime storie che proporrà saranno superlative e introdurranno qualcosa di davvero nuovo...Anche se ammetto che una parte di me desidererebbe vedere questo grande eroe andare in pensione, magari con un ultimo ciclo di storie che chiuda il maggior numero possibile di quesiti lasciati in sospeso (io non dormo la notte per sapere l'epilogo di Xarione e Kravenn, senza contare il disastroso finale de l'Orizzonte degli Eventi che risolve tutto o niente- e la riapertura di Xadhoom che DEVE essere nuovamente conclusa), a volte preferisco un finale soddisfacente che un continuare all'infinito mediocre.

                *

                Manuel Crispo
                Sceriffo di Valmitraglia

                • ***
                • Post: 300
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3438
                  Risposta #7: Giovedì 14 Ott 2021, 09:56:54
                  Il punto debole è lo sviluppo che prende la trama in questa seconda puntata

                  Usciamo un attimo dal discorso prettamente tecnico e rimaniamo sulle vicende narrate nel Sole freddo.

                  Se Paperopoli fosse stata rasa al suolo dall'esplosione, quindi se il Razziatore viaggiando nel passato non avesse cambiato la Storia, cosa sarebbe accaduto? Ce lo mostra Ambrosio in Se...: i paperopolesi salvi ma in una dimensione parallela (quindi FUORI dal continuum spazio-temporale), Lyla disattivata, PK unico abitante della Paperopoli fantasma. Molte cose quindi sarebbero andate diversamente rispetto a come le abbiamo viste: senza Uno, PK non avrebbe potuto sconfiggere l'impero evroniano (oppure sì, perché con la Terra occupata dagli evroniani non esisterebbe di certo la Tempolizia; quindi PK ha sconfitto egualmente Evron, ma in che modo non ci è dato saperlo); di certo non esisterebbe Odin Eidolon, ed essendo lui il creatore dei droidi questi non esisterebbero come li conosciamo; non avremmo avuto le vicende di Ritratto dell'eroe da giovane (in qualche modo si sarebbero svolte comunque quelli di Carpe diem, altrimenti avremmo avuto la distruzione del Tempo e quindi, come prima, anche la scomparsa della Tempolizia); ci sono poi miriadi di altri cambiamenti che ora non siamo in grado di valutare, legati ai milioni di abitanti di Paperopoli che non avrebbero dovuto essere vivi e attivi nel Continuum principale e che invece lo sono dopo la modifica agli eventi causata dal Razziatore.
                  Per quanto ci viene mostrato nel finale di PKNA, dopo Il giorno del sole freddo la Storia è cambiata, su questo non ci piove, in maniera radicale: ecco perché
                  Spoiler: mostra
                  la Tempolizia non può assolutamente ignorare ciò che accade nella Zona Franca: la storia è stata riscritta
                  ; quindi il concetto alla base di Zona Franca non ha senso da un punto di vista logico, e forse questa storia avrebbe dovuto concentrarsi su questo, piuttosto che su
                  Spoiler: mostra
                  la creazione dell'Organizzazione, che peraltro con l'arresto di due dei tre capi originari e il ritorno di Axel nel 21esimo secolo è di fatto, attualmente, smantellata.


                  Ammesso che Sisti abbia ignorato Se... e riscritto, come suggerito in questa avventura, quell'evento, resta un concetto molto semplice: da un punto di vista temporale nessun uomo è un'isola. Ogni cambiamento avvenuto nel Continuum può avere effetti a valanga sul futuro, e questa è la ragione per cui la Tempolizia esiste e opera.
                  “O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera”.

                  *

                  ArtoriasTheAbyssWalker
                  Papero del Mistero

                  • **
                  • Post: 222
                  • Esordiente
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3438
                    Risposta #8: Giovedì 14 Ott 2021, 10:17:33
                    Chissà, magari Sisti tornerà di nuovo sul forum a per illuminarci  :D
                    Su una cosa però non sono d'accordo
                    Spoiler: mostra
                    pur avendo perso due capi su tre non credo affatto che l'organizzazione sia stata smantellata o che Axel sia condannato a rimanere nel 21esimo secolo. Basta vedere come a un certo punto durante lo scontro richiama rinforzi dal futuro lasciando intendere che la giovane organizzazione ha già diverse ramificazioni nel tempo. Gli sarà sufficiente fare una chiamata alla "base" per farsi venire a prendere e continuare il suo operato da solo.
                    « Ultima modifica: Giovedì 14 Ott 2021, 10:47:08 da ArtoriasTheAbyssWalker »

                    *

                    Manuel Crispo
                    Sceriffo di Valmitraglia

                    • ***
                    • Post: 300
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3438
                      Risposta #9: Giovedì 14 Ott 2021, 10:21:58
                      Chissà, magari Sisti tornerà di nuovo sul forum a per illuminarci  :D
                      Su una cosa però non sono d'accordo
                      Spoiler: mostra
                      pur avendo perso due capi su tre non credo affatto che l'organizzazione sia stata smantellata o che Axel sia condannato a rimanere nel 21esimo
                       secolo. Basta vedere come a un certo punto durante lo scontro richiama rinforzi dal futuro lasciando intendere che la giovane organizzazione ha già diverse ramificazioni nel tempo. Gli sarà sufficiente fare una chiamata alla "base" per farsi venire a prendere e continuare il suo operato da solo.


                      Ci sta. Però questo vuol dire che, come minimo, ci aspetta
                      Spoiler: mostra
                      un'altra storia che racconti come Axel é tornato nel futuro e ha rimesso in piedi l'organizzazione.
                      “O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera”.

                      *

                      ArtoriasTheAbyssWalker
                      Papero del Mistero

                      • **
                      • Post: 222
                      • Esordiente
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re:Topolino 3438
                        Risposta #10: Giovedì 14 Ott 2021, 10:46:09
                        Chissà, magari Sisti tornerà di nuovo sul forum a per illuminarci  :D
                        Su una cosa però non sono d'accordo
                        Spoiler: mostra
                        pur avendo perso due capi su tre non credo affatto che l'organizzazione sia stata smantellata o che Axel sia condannato a rimanere nel 21esimo
                         secolo. Basta vedere come a un certo punto durante lo scontro richiama rinforzi dal futuro lasciando intendere che la giovane organizzazione ha già diverse ramificazioni nel tempo. Gli sarà sufficiente fare una chiamata alla "base" per farsi venire a prendere e continuare il suo operato da solo.


                        Ci sta. Però questo vuol dire che, come minimo, ci aspetta
                        Spoiler: mostra
                        un'altra storia che racconti come Axel é tornato nel futuro e ha rimesso in piedi l'organizzazione.

                        Spoiler: mostra
                        Per quel che ne sappiamo Axel potrebbe essersi cronotraslato una volta svoltato l'angolo ed essere uscito dal raggio d'azione del blocco temporale, dubito che il cronogancio di Uno o il cronoblocco imposto dalla tempolizia abbiamo effetti permanenti tali da "bloccarlo" lì

                        *

                        Volkabug
                        Diabolico Vendicatore

                        • ****
                        • Post: 1682
                        • ex Paperinik il Templare
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3438
                          Risposta #11: Giovedì 14 Ott 2021, 11:09:01
                          Non penso che
                          Spoiler: mostra
                          il robottone giappo con dentro Uno sia poi tanto brutto
                          ... a me è piaciuto un sacco! Per il resto come sempre disegni strepitosi, e anche io ho trovato qualche passaggio un poco farraginoso ma nel complesso sempre tanta tanta carica epica pikappica! :)

                          Cosa si può dire su questo 3438 se non che si riconfermano le grandi certezze della rosa di autori del settimanale Bertani: la vecchia guardia di Sisti e, in questo numero specifico, Zironi, Pisapia, Salvagnini. Zironi e Panini centrano di nuovo il bersaglio, con una serie che non stanca e diventa camaleontica, passando di episodio in episodio dal romantico all'horror al thriller con una naturalezza disarmante: gli autori si dimostrano i migliori in tutto il 2021 a utilizzare il personaggio di Topolino direi, sfruttandone tutte le potenzialità senza mai snaturarlo. I magici boschi del nord è una trama lineare e neanche troppo lunga, ma tiene il lettore avvinghiato fino all'ultima vignetta.

                          Un po' come fa anche Paperino e il carillon proboscidato: Salvagnini dimostra che non è peccato, anzi è doveroso riproporre i vecchi schemi narrativi se si ha il talento per rendere i personaggi umani, per permettere al lettore di immedesimarsi nel protagonista come se si stesse guardando una puntata della propria sitcom preferita; e Pisapia è sempre un fenomeno, e stavolta non tanto o non solo per l'affascinante cura ai dettagli quanto per la dinamicità di certe scene... che dire, questa coppia è riuscita a strapparmi più di una sincera risata mentre divoravo la storia in solitudine prima di addormentarmi, come se stessi leggendo una di quelle disavventure paperinesche anni '60 scritte dai Barosso e disegnate da Scarpa!

                          Peccato che Faccini si auto-releghi (o sia stato relegato) in 5 misere tavole, perché anche qui lo smalto di sempre fa capolino.

                          Definirei "graziosa" la vicenda del Sole Nero; non sono mai stato un grande fan di Gervasio, perché non mi intriga molto il suo modo di raccontare... la storia procede comunque coerente e con parecchi spunti su cui riflettere, nonostante i personaggi siano ancora un po' ingessati e "piatti" a mio parere. Canfailla molto promettente.

                          Le one-page finali stanno salendo di qualità, sarà bastato metterci Gagnor e Cesarello che se ne intendono?
                          « Ultima modifica: Giovedì 14 Ott 2021, 11:10:46 da Volkabug »
                          E paperibus unus

                          *

                          Vito65
                          Diabolico Vendicatore
                             (1)

                          • ****
                          • Post: 1424
                          • ex Generale Westcock
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re:Topolino 3438
                            Risposta #12: Giovedì 14 Ott 2021, 13:39:32
                            Anche se ammetto che una parte di me desidererebbe vedere questo grande eroe andare in pensione, magari con un ultimo ciclo di storie che chiuda il maggior numero possibile di quesiti lasciati in sospeso (io non dormo la notte per sapere l'epilogo di Xarione e Kravenn, senza contare il disastroso finale de l'Orizzonte degli Eventi che risolve tutto o niente- e la riapertura di Xadhoom che DEVE essere nuovamente conclusa), a volte preferisco un finale soddisfacente che un continuare all'infinito mediocre.
                            Sono totalmente d'accordo. Se il nuovo dev'essere quello di Gagnor, che in realtà non ha sperimentato niente di nuovo, dato che ci sta parlando della preistoria di Evron, sarebbe meglio chiudere in bellezza i filoni aperti da Sisti ed Artibani. In verità, Artibani aveva aperto nuove strade, introducendo Moldrock nella saga, ma questa, o altre novità, andrebbero gestite con molta attenzione e, perché no?, con un pizzico di entusiasmo in più da parte di tutti.

                            *

                            Sisti
                            Brutopiano
                               (12)

                            • *
                            • Post: 42
                            • Esordiente
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (12)
                              Re:Topolino 3438
                              Risposta #13: Venerdì 15 Ott 2021, 12:32:14
                              Buongiorno,

                              Non so se riuscirò a essere illuminante quanto auspica Artorias, ma posso provare a raccontarvi cos'avevo in mente.

                              Della distruzione di Paperopoli causata dal Sole Freddo parlavo proprio l'altro giorno con Gumi, che a sua volta l'ha sentita come "ridimensionata". Colpa mia, che a suo tempo sono stato troppo generico: forse avrei dovuto scrivere "l'esplosione ha cancellato il 34,6% della città, con danni ingenti a un restante 12,7" o qualcosa del genere. Per come la pensavo - allora come adesso - il disastro avrebbe dovuto coinvolgerne da un quarto a un terzo, con epicentro appunto nel quartiere della centrale, totalmente raso al suolo, e conseguenze progressivamente meno gravi in senso radiale, com'è logico per un'esplosione, specie se di una struttura collocata in un'area relativamente periferica, perché per quanto mi riguarda non ho mai visto centrali energetiche situate (come vorrebbe il nome) in centro. Poi magari ce ne sono.

                              Spiegarlo nel dettaglio sarebbe stato meno fuorviante... e un po' noioso, tanto più che mi piace credere che Pikappa venga letto anche dal pubblico più giovane. I PKers di lungo corso invece sono tipi precisi, dunque vi sono grato per l'opportunità di mettere i puntini sulle "ì". E visto che ne avanzano, magari anche altrove.

                              Concordo che la Tempolizia non può aver ignorato i rischi di un quartiere "fuori della Storia", trovandosi nondimeno nelle condizioni di un comune corpo di sorveglianza, che pur tenendo d'occhio la zona, non può sapere se quanto vi accade di apparentemente lecito, come le acquisizioni da parte di un'immobiliare o la costruzione di un albergo, lo sia davvero. Altrove, la schermatura delle tracce tachioniche non basterebbe a nascondere eventuali maneggi, perché altre discrepanze con gli eventi registrati sarebbero evidenti per gli archivi di Time 0 e i relativi allarmi. D'altronde le tracce in sé - a meno di risultare numerose come in una cronostazione, illegale o meno - non sono mai state così immediatamente rilevabili attraverso il passato, altrimenti sarebbe semplice tenere sotto sorveglianza il Razziatore e i suoi colleghi cronopirati.

                              Che arrestare due su tre dei vertici dell'Organizzazione (una signora, un "biologico"  e Axel Alpha, che ha scoperto gli innesti cyborg e se ne farà installare ancora, come diverrà tradizione per la triade di comando) non basterà a smantellarla è già ovvio dal fatto che in passato (o in futuro? Boh) abbiamo avuto (o avremo? Il brutto dei viaggi nel tempo è che incasinano anche i tempi verbali) modo di trovarla sulla strada del papero mascherato. E quanto a questo, Manuel al futuro deve aver dato una sbirciata, perché in effetti l'idea era appunto quella di rimettere in scena Axel, deciso a tornarci e a riprendere le redini. Non troppo facilmente, però, perché non dimentichiamo che adesso la Tempolizia sa che è nel 21° secolo e ci starà piuttosto attenta. Se è una prospettiva che vi fa orrore, gentilmente ditemelo prima che la scriva.

                              Se il ruolo giocato dalla (ora) capitano Flagstarr vi è parso irrilevante me ne scuso, a me serviva per muovere gli eventi, rendendo un po' più credibili le accuse di Angus, che altrimenti la PBI mai prenderebbe sul serio, e a giustificare il controllo all'hotel Avvenire, grazie al quale la task force della Tempolizia sgombra il campo per non essere vista e Axel può approfittarne. La sua presenza non voleva essere un fanservice, ma se l'avete giudicato tale significa che anche a voi piace averla attorno. Pure a me, anche se è sempre così rigida e accigliata. Quanto ad altri passaggi (cito " sono un droide anzi no, Non so dove sia Lyla anzi sì" e così via)), se vi sono parsi... più che farraginosi mi permetterei di dire "confusivi" è perché erano appunto tentativi dei cattivi di confondere le carte.

                              Invece - e spero che Vito mi scuserà - non sono convinto che l'accordo che Axel offre a Pikappa sia poco credibile, data la "dirittura morale" dell'eroe. Pikappa, anche in senso affettivo, è il difensore del suo mondo qui e adesso, non un tempoliziotto tenuto a osservare la lettera - prima ancora che lo spirito - della legge. Nei suoi panni, se vi proponessero "lasciaci fare quello che vogliamo, altrove e nelle altre epoche, e a chi ti sta a cuore non daremo mai fastidio" voi non vi fareste almeno qualche dubbio? Per far piacere a quei rompiscatole del futuro che Pikappa non l'hanno mai visto tanto bene, oltretutto! In fondo, come si dice, cos'hanno fatto per noi questi posteri?

                              Riguardo ad altre legittime aspettative, come il desiderio di vedere Pikappa affrontare strade e minacce nuove, parallelamente alla richiesta di scoprire dove andranno a parare alcuni fili ancora pendenti, posso solo dire che ci sto (e ci stiamo) pensando e che spero (speriamo) d'accontentarvi.

                              Nel frattempo ringrazio quelli che hanno gradito (almeno abbastanza) Zona Franca, quanto chi - come Manuel - l'ha analizzata in un'ottica più severa, poiché ormai sapete come anche le analisi più critiche mi siano utili per andare avanti cercando di non sbagliare strada.

                              Ho risposto a braccio e se ho trascurato qualche obiezione, abbiate pazienza. Nel caso, sapete dove trovarmi. Per finire, consentitemi però per una volta di dissentire recisamente su una di esse: a me il robottone giappo del Pastro mi piace!

                              Grazie anche per aver sopportato questo interminabile sproloquio e a presto,

                              Alessandro 

                              *

                              Sommo Zotnam
                              Sceriffo di Valmitraglia
                                 (2)

                              • ***
                              • Post: 359
                              • Novellino
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (2)
                                Re:Topolino 3438
                                Risposta #14: Venerdì 15 Ott 2021, 14:56:00
                                Ci sarebbero così tante cose da dire su Zona Franca che non so da dove cominciare. Posso dire intanto che Sisti riesce sempre a stupirmi: ogni volta che penso di averlo inquadrato, di sapere cosa aspettarmi, sposta l'asticella un po' più in alto. Questa storia in due parti ha valore sia in quanto tale sia, soprattutto, per quel che rappresenta. Perché dietro certe scelte c'è una chiara visione, un manifesto programmatico diciamo. Ma andiamo con ordine.

                                Fermo restando che almeno 60 pagine sarebbero l'ideale, in sole 50 pagine Sisti riesce a scrivere un racconto godibilissimo, in perfetta sintonia con Pastrovicchio ai disegni. Buono che riesca - soprattutto nella prima parte - a prendersi i suoi tempi, le sue pause, puntando l'attenzione sui comprimari (era da tempo che Angus non era così presente e così convincente) e in generale sul mondo di Pikappa, le ambientazioni, gli scenari, tra 00-News e Quacktico. Perché PK non è solo "superpaperino contro gli alieni".

                                Certo, con poche pagine a disposizione si è dovuto correre un po', soprattutto nella seconda parte, e viene un po' penalizzata l'azione, ma va benissimo così: del resto non leggo PK per gli scontri, i combattimenti e le mazzate...o almeno non solo per quello! Il robottone nella storia è poco più di un pretesto, ma poco male, è comunque integrato in maniera tale da non sembrare (troppo) forzato. Meglio anzi che abbia avuto un ruolo minore, non è da quei dettagli che si fa una storia di PK, anzi.

                                Non potrei essere più in disaccordo con le critiche riguardo il ritorno di
                                Spoiler: mostra
                                Mary Ann Flagstarr, ora promossa capitano della PBI
                                . Non solo perché è perfettamente normale e coerente che si trovi dov'è e che venga re-introdotta in quel modo, ma perché finalmente un altro punto in sospeso di anni e anni fa (20 anni e qualche mese, sostanzialmente) trova finalmente la sua "closure": il personaggio molto probabilmente riapparirà, ma almeno il suo fato non resta appeso a un filo, stavolta. PK, piaccia o no, è una saga e se si è trovato il modo, pur con poco spazio, di rimettere a posto quanto era stato lasciato aperto, ben venga. Il "fanservice" è ben altro e oltretutto non è detto sia sempre una cosa necessariamente negativa, anzi.

                                E poi si arriva al fulcro della minisaga in due parti: intelligente l'idea della "zona franca", a riprova che Sisti ama esplorare le conseguenze di ciò che ha scritto in passato, trasformando potenziali buchi di trama in spunti.

                                Altra cosa molto bella: Sisti canonizza (canonicizza? Insomma, rende canonica e ufficiale) una risposta data a una domanda in un'intervista nerd, il Botta-e-Risposta della Tana del Sollazzo ai tempi de "Gli Argini del Tempo". La trovate qui: http://www.ilsollazzo.com/.../pk-gli-argini-del-tempo/
                                Insomma, all'epoca Sisti, per rispondere a una domanda su alcuni personaggi di quella storia, spiegò una sorta di regola per giustificare il fatto che
                                Spoiler: mostra
                                il triumvirato a capo dell'Organizzazione fosse sempre composto da un uomo, una donna e un cyborg
                                . Sembrava, per quanto sensata, che tale regola se la fosse inventata sul momento: chissà, forse era proprio così. Vi ricordate la TeknoRoom di PK2? Lì davano spiegazioni con retroscena, a volte credibili a volte forzati, che però il più delle volte era roba fine a se stessa. Ecco, forse per la prima volta Sisti trasforma uno di questi retroscena in uno spunto vero e proprio. Trasforma quella risposta a quell'intervista di anni fa in un elemento della storia, che appare proprio "in-story", tra le pagine dell'albo. Insomma, non so se quella risposta la improvvisò o meno, ma se ne è ricordato e l'ha "ufficializzata". Ci vedo un esempio di serietà e maturità, in questo.

                                Altra cosa: Sisti rende definitivamente canonica e parte del mondo di PK una storia "speciale" di qualche anno fa
                                Spoiler: mostra
                                PK vs DD: TimeCrime
                                , addirittura proseguendone le vicende. Riprende spunti e personaggi ideati da Francesco Artibani
                                Spoiler: mostra
                                (Axel Alpha e John Connery)
                                e che pensavo sarebbero finiti nel limbo, nel dimenticatoio, in seguito alla decisione di Arti di non scrivere più PKNE (per sempre? Chissà, mai dire mai).

                                Insomma, Sisti si dimostra anche umile, capace di integrare trame e spunti altrui. Poteva benissimo dimenticarli, fregarsene, ma ha mostrato rispetto verso il suo collega senza cedere a campanilismi, ego o ripicche (quante volte, in ambito fumettistico anche oltreoceano, abbiamo visto casi simili?). È un ennesimo atto d'amore di Sisti per la saga di PK e per il lettore. Sisti prende definitivamente in mano il timone della serie ponendosi ufficialmente come l'erede di Artibani nel nuovo ciclo PKNE. E a questo punto mi aspetto davvero di tutto. Fino a pochi giorni fa (insomma, prima di leggere questo numero del Topo) ero scettico, ma ora posso davvero iniziare a sperare che vengano riprese anche altre trame e personaggi altrui, di PKNA, PK2 o PKNE. Forse addirittura posso osare sognare che venga chiuso quanto lasciato aperto da Artibani nel finale di LODE: qualora il buon Francesco non tornasse davvero, ci potrebbe pensare Sisti. Siamo in buone mani.

                                PS: Non credo alla contrapposizione "strade nuove" vs "recuperi del passato", come se fossero mutuamente escludentesi (anzi, spesso con la scusa del "nuovo" si creano personaggi e situazioni ridondanti, invece di attingere all'esistente, ancora fertile, troppo a lungo lasciato ad ammuffire). Per giunta quando si parla di una storia incompiuta come quella di PK, con tutto ciò che è stato lasciato aperto e in sospeso da anni. Non c'è alcun conflitto tra il chiudere quanto aperto ed eventualmente, se si hanno idee, aprire al nuovo. Sisti, anche in questa storia, ha saputo creare il giusto mix.
                                « Ultima modifica: Venerdì 15 Ott 2021, 15:04:04 da Sommo Zotnam »

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.