Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |
4 | |
Topolino 3442 - Recensione di Simone Devoto

Questa settimana, allegata al numero 3442 di Topolino, si può trovare la seconda parte del mazzo di carte napoletane Disney illustrate da Blasco Pisapia. Quasi a celebrare l’occorrenza, in apertura dell’albo troviamo una storia con una forte ambientazione partenopea: Amelia e la numero uno del numero due, primo capitolo di un ciclo di rinnovamento e valorizzazione della fattucchiera napoletana. Roberto Gagnor e Marco Ponti ci presentano un primo episodio che risulta un grande preambolo alla vicenda vera e propria. Paperone e Rockerduck sono costretti ad allearsi davanti a una minaccia comune: Amelia, stanca di tanti anni di tentativi di attacco al deposito, decide di accontentarsi della… numero uno del numero due, Rockerduck stesso, per costruire un amuleto “intermedio”, meno potente di quello a cui sta veramente anelando ma che le darà la potenza magica necessaria per rubare finalmente la Numero Uno di Paperone. La premessa è interessante, e Donald Soffritti fa un lavoro magistrale nell’illustrazione delle tavole, donandoci, graficamente parlando, una delle migliori Amelie degli ultimi anni. Questo primo episodio, tuttavia, risulta a tratti un po’ lento: la preparazione di Amelia alla “battaglia del secolo” (sic!), per quanto ci doni un interessante nuovo look per la fattucchiera, sembra riempire più pagine del necessario rallentando l’entrata nel vivo dell’azione. Inoltre, alcune caratteristiche di Rockerduck risultano un po’ fuori personaggio: veniamo a scoprire che anche la sua numero uno è un vero e proprio portafortuna che gli ha permesso di creare il suo impero finanziario, fatto che stona un po’ in un periodo in cui si sta cercando di far tornare la Numero Uno dello stesso Paperone un “semplice decino”, come da intenzione originaria di Barks. Inoltre, Rockerduck non sembra proprio il tipo da sentimentalismi, ed è difficile immaginarlo conservare la sua prima moneta.  Una nuova Amelia? Nonostante questo, la storia risulta comunque molto godibile e interessante, e si prepara a mostrarci alcune dinamiche inusuali, come l’alleanza dei due miliardari contro una fattucchiera più potente che mai. Attendiamo dunque la prossima settimana con interesse, per vedere se i prossimi episodi rispecchieranno le aspettative. Le aspettative non sono sicuramente tradite dal secondo episodio di Paperin Pigafetta. Dopo aver raggiunto il Nuovo Mondo, la ciurma di Paperon Magellano si prepara ad andare oltre i confini conosciuti, ma deve prima fare i conti con l’ammutinamento organizzato dai Bassottos. Pietro Zemelo coglie l’occasione per far ruotare l’episodio intorno alle motivazioni dei personaggi principali al viaggio, con il loro desiderio di riscatto o di potersi spingere oltre i limiti, permettendoci anche di conoscere meglio questi alter ego dei paperi, ben diversi da quelli a cui siamo abituati. Paolo Mottura continua a donarci meravigliosi tavole a tema marinaresco in cui è difficile non ritrovare richiami al Moby Dick sceneggiato da Artibani, in particolare con spettacolari vignette panoramiche. Chi dobbiamo avvisare, Topolino? A seguire troviamo il secondo episodio di Grosso guaio a Paperopoli, sceneggiato da Alex Bertani e Marco Gervasio e con i disegni di Giuseppe Facciotto. La vicenda entra ora nel vivo e, dopo alcuni problemi iniziali, la collaborazione tra le diverse tecniche investigative di Topolino e Paperinik sembra iniziare a portare i suoi frutti. Il primo episodio aveva mostrato alcune criticità nei dialoghi, a tratti troppo didascalici nella necessità di posizionare tutte le pedine sul tavolo e a tratti un po’ pesanti nei loro continui rimandi ad altre serie recenti. Ora che tutti gli attori sono al loro posto però la storia viaggia scorrevole, e ci presenta un’inedita (duplice) interazione tra Topolino e Paperino molto interessante. Messe da parte le divergenze del primo episodio, i due protagonisti iniziano finalmente a collaborare e a venirsi incontro, dando un forte contributo all’indagine. Come vedremo nel finire della puntata, questo tuttavia non riesce comunque a tenerli lontani dai guai. Ottimi (e personali) i dinamici disegni di Facciotto, che ci accompagnano nei cupi bassifondi di Paperopoli. Curiosa invece la presenza di alcuni balloon “anneriti”, come a correggere un qualche “incidente di percorso”. A seguire troviamo due brevi: un nuovo episodio di Calisota Social Media, Eta Beta e l’esclusivo evento inclusivo, di Alessandro Sisti, Giorgio Simeoni e Federico Franzò, e Pippo e il ricordo sfuggente, di Roberto Moscato e Graziano Barbaro. La storia di Sisti cerca di strizzare l’occhio alle nuove generazioni toccando temi a loro cari, come il mondo dei social e l’importanza dell’inclusività, senza però davvero riuscirci, sembrando più un goffo tentativo di “parlare la loro stessa lingua” senza essere davvero in grado e proponendoci semplicemente una vicenda molto moraleggiante con ambientazione moderna. La breve di Moscato, invece, assolve perfettamente al suo ruolo, intrattenendo il lettore con svariate gag concatenate, a tratti assolutamente riuscite. In particolare la parte “onirica”, anche grazie al contributo visivo di Barbaro, riesce a strappare più di una risata. Il Pippoverso Infine chiude il numero un gradito ritorno, quello di Paperino Paperotto con Paperino Paperotto e…  uno chef a Quack Town, di Valentina Camerini e Giulia Lomurno. La storia tuttavia non riesce veramente a soddisfare le aspettative del lettore davanti al nome del protagonista: la vicenda è molto lineare e, soprattutto, manca di quella “magia di Quack Town” che era possibile ritrovare nelle storie classiche della serie. Ciò che distingueva dalle altre le storie di Paperino Paperotto era infatti la dinamica del gruppo di amici, le loro scorribande e le loro fantasie, in cui molti lettori potevano riconoscere sé stessi (o i sé stessi del passato!). In questo caso si tratta di un semplice confronto tra Paperino e un cuoco che vorrebbe stabilirsi nel rifugio dei paperotti; in più, il potenziale del cast e dell’ambientazione non vengono sfruttati come avrebbero potuto. Gli ultimi numeri di Topolino sono stati superiori alla media cui eravamo abituati, e questo non fa eccezione: tutte le storie a puntate in questo caso sono infatti molto buone e coinvolgenti nella loro varietà. Aspettiamo ora dunque con curiosità il prossimo albo, per poter continuare a leggere la loro prosecuzione.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (29)
Esegui il login per votare

Topolino 3442

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia

  • ******
  • Post: 11006
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3442
    Mercoledì 10 Nov 2021, 15:13:12
                         STORIE
    _________________________________________________________________________________________________________________________________

    Amelia e la Numero Uno del Numero Due   (episodio 1)                                                                         24  tavole
    Roberto Gagnor e Marco Ponti - Donald Soffritti
    Paperin Pigafetta oltre i confini del mondo : Fuoco   (capitolo 2)                                                         22  tavole
    Pietro. B. Zemelo - Paolo Mottura
    Grosso guaio a Paperopoli   (episodio 2)                                                                                                      26  tavole
    Alex Bertani e Marco Gervasio - Giuseppe Facciotto
    Calisota Social Media - Eta Beta e l'esclusivo evento inclusivo                                                                8  tavole
    Giorgio Simeoni e Alessandro Sisti - Federico Franzò
    Pippo e il ricordo sfuggente                                                                                                                             16  tavole
    Roberto Moscato - Graziano Barbaro
    Paperino Paperotto e... uno chef a Quack Town                                                                                         18  tavole
    Valentina Camerini - Giulia Lomurno
    Insuperabile Paperoga - Lo scherzo   (one page)                                                                                          1  tavola
    Gabriele Mazzoleni - Roberta Migheli

                                                                   
                             Con questo numero troviamo la seconda parte delle Carte Napoletane di Blasco Pisapia, al prezzo di 4,90 euro
                                                                           


                         SERVIZI  e  RUBRICHE
    _________________________________________________________________________________________________________________________________

    Vulcanica Amelia - Cosa state per leggere   (Barbara Garufi)
    Avanti tutta! - Dove eravamo arrivati   (Barabara Garufi)
    Il Numero Due nel Calcio - Dal nostro inviato nel pallone...  (Fabio Licari)
    Due come loro - Dove eravamo arrivati   (Barbara Garufi)
    Il super computer della memoria - TopoScienza   (Francesca Agrati)
    Un panda all'unicorno! - Che cosa leggere   (Gabriella Valera)
    Golosità da gustare! - Concorso Fai   (Gabriella Valera)
    Un anno con Topolino! - Speciale Abbonati   (doppia intervista a Silvia Ziche e Paolo Mottura riguardo i raccoglitori omaggio)
    _________________________________________________________________________________________________________________________________

    In quarta di copertina possiamo vedere il Calendario 2022 firmato da Giorgio Cavazzano, dal 24 novembre nelle edicole con il n. 3444 di Topolino
    « Ultima modifica: Mercoledì 10 Nov 2021, 18:11:03 da Cornelius Coot »

    *

    Savor
    Bassotto
       (1)

    • *
    • Post: 20
    • Esordiente
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3442
      Risposta #1: Mercoledì 10 Nov 2021, 22:09:32
      Questo numero mi è piaciuto, in particolare la storia di Amelia, che ho trovato originale e anche divertente in molti frangenti, oltre ovviamente ad apprezzare la raffigurazione della strega resa più affascinante del solito. "Paperin Pigafetta" di nuovo secondo me tira la sostanza troppo per le lunghe e nonostante i disegni molto belli le mie aspettative a riguardo si stanno un pochino abbassando ma spero di essere smentito dai prossimi episodi. "Grosso guaio a Paperopoli" invece nonostante la trama interessante non mi cattura completamente: forse per l'ambientazione troppo spezzettata o per i disegni così puliti non mi trasmette la tensione necessaria.
       Comunque il mio giudizio su queste tre serie è nel complesso positivo, come anche sulle altre tre storie del numero, in particolare quelle di Pippo e PP8.

      *

      Samu
      Ombronauta

      • ****
      • Post: 973
      • Amante del bel fumetto
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3442
        Risposta #2: Giovedì 11 Nov 2021, 17:20:04
        Il numero di questa settimana mi è piaciuto veramente tanto, visto che ogni storia si è rivelata per me una lettura soddisfacente ed appagante.
        Ma prima di esporre le mie impressioni su questo numero penso sia giusto, da parte mia, far notare la presenza di un errore nell'articolo di Fabio Licari sul "Numero 2" nel Calcio.
        Infatti, nella didascalia che accompagna la fotografia della Juventus 1982/1983, tra il nome di Dino Zoff e quello di Michel Platini viene segnato un tale Mã¥lvakt come loro compagno di squadra ma questo calciatore non è mai esistito ed è chiaro che si tratti di un errore.

        Passando al cuore centrale del fumetto, cioè le storie, mi sono sentito soddisfatto in primis dal debutto della storia con protagonista Amelia annunciata nelle scorse settimane.
        Ebbene, posso dire che ho trovato questo primo episodio davvero ben fatto ed intrigante, con un'Amelia assoluta protagonista della vicenda e che viene ben caratterizzata dai due sceneggiatori, Marco Ponti e Roberto Gagnor.
        Ho percepito la lettura di questa storia come molto fresca, intrigante, coinvolgente e posso dire di aver riscontrato anche un carattere molto frizzante e dinamico nello stesso sviluppo della trama.
        Semplicemente stupendo poi il comparto grafico di Donald Soffritti, Autore che apprezzo sempre di più e cui va il grande merito di essere riuscito a caratterizzare un'Amelia con un tratto personale, moderno ma soprattutto affascinante ed avvenente e che quindi restituisce alla perfezione tutto il suo carattere "ammaliante".

        Ho apprezzato molto anche le rispettive continuazioni delle due storie seguenti, ovvero quella di Paperin Pigafetta e Grosso Guaio a Paperopoli.
        Per quanto riguarda la prima, confermo le sensazioni di soddisfazione che avevo ricavato dalla lettura dello scorso episodio di questa avventura, la quale non tratta soltanto di un viaggio per mare ma anche di sogni, della volontà di spingersi al di là delle proprie conoscenze e delle proprie esperienze e di una sincera voglia di rivalsa.
        Anche in questo secondo episodio mi sono sentito pienamente coinvolto all'interno delle atmosfere e dei temi che venivano sviluppati nel corso del prosieguo della trama e mi è piaciuto molto il parallelismo tra il fuoco reale (elemento che dà il titolo a questo stesso capitolo) e il fuoco dello spirito, di quello cioè che rappresenta la voglia di rivalsa e di dare il meglio di sé stessi di cui parlavo poco prima e su cui lo stesso Paperon Magellano fa leva per conquistare la fiducia del suo equipaggio.

        Prosegue poi molto bene anche il Grosso Guaio a Paperopoli di Bertani, Gervasio e Facciotto, storia che mi sta intrigando davvero tanto e che si sta rivelando una lettura sfiziosa e veramente gustosa.
        Apprezzo molto l'idea di mettere insieme Topolino e Paperinik nella città di quest'ultimo visto che le interazioni tra i due non si sono mai rivelate (almeno, per il momento) banali o poco interessanti.
        La lettura della storia mi ha restituito quindi delle belle sensazioni di freschezza e di dinamicità, senza mai percepire dei momenti poco riusciti o che avrebbero potuto indurmi a perdere curiosità nei confronti dell'evoluzione della storia stessa.

        Infine, anche in merito alle altre storie del numero posso dirmi soddisfatto della loro qualità, visto che non hanno deluso le mie aspettative e sono state delle letture molto piacevoli e rilassanti.
        Ho apprezzato in particolare la breve con protagonista Eta Beta (che considero la mia preferita, almeno di quelle fino ad ora pubblicate, del ciclo sui Calisota social media) e la storia finale con Paperino Paperotto.
        Quest'ultima, nonostante la sua brevità, si è rivelata una lettura sì semplice ma al contempo gradevole e simpatica, allietata dai bei disegni di Giulia Lomurno, il cui stile, in questa storia, mi ha ricordato il tratto della brava Alessia Martusciello.

        *

        Probicuo
        Bassotto
           (1)

        • *
        • Post: 13
        • Esordiente
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:Topolino 3442
          Risposta #3: Giovedì 11 Nov 2021, 17:36:21
          Nel secondo episodio di Grosso guaio a Paperopoli, nella vignetta centrale di pagina 72 si vedono due balloon anneriti.

          Forse una correzione dell'ultimo momento?

          *

          Cornelius Coot
          Imperatore della Calidornia

          • ******
          • Post: 11006
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Topolino 3442
            Risposta #4: Giovedì 11 Nov 2021, 20:37:50
            Amelia e la Numero Uno del Numero Due   (episodio 1)
            Sorprende che Amelia ci abbia messo 'decenni' e una accurata indagine nel Grande Archivio sotterraneo del mondo magico per capire che anche la Numero Uno del Numero Due può avere la sua importanza nella formazione del Grande Amuleto. Alla fine di 'A Little Something Special'  vediamo Amelia e i Bassotti rivolgere le loro attenzioni al Deposito di Cuordipietra, con la strega impossessatasi di un'altra Numero Uno (probabilmente una prima £ira Sterlina). Chissà in quel caso come saranno andate le cose: don Rosa non ce lo ha fatto sapere. In questo caso qualche effetto si vede, molto appariscente ma non si capisce bene quanto veramente pericoloso.
            Gagnor cita Roberta come procuratrice di appuntamenti fondamentali per l'amica vesuviana; peccato la faccia definire 'strega esperta' piuttosto che 'studiosa esperta'. Per quanto 'imperfetto', l'omaggio è apprezzabile, sperando si traduca in qualcosa di più visibile: se Paperone ha momentaneamente trovato un alleato in Rockerduck, in combattute battaglie tecno-magiche dove in genere è Archimede ad affiancare lo zione, non vedo perché Amelia non possa di nuovo avere al suo fianco una alleata validissima come Roberta (la studiosa esperta).
            Paperin Pigafetta oltre i confini del mondo : Fuoco   (capitolo 2)
            Ammutinamenti capeggiati da Nonno DeBassottos e nipoti contro 'riconversioni' della ciurma declamate da Pico-Barboso. In mezzo Paperin Pigafetta che, per quanto intimorito, vuole portare a termine qualcosa nella sua vita, sfidando gli eventi. Per quanto ripetitive queste parodie hanno sempre un loro perché, se non altro per l'ambientazione storica, i  personaggi trattati e le illustrazioni di Mottura (la via per la Deluxe è dietro l'angolo).
            Grosso guaio a Paperopoli   (episodio 2)
            Continuano i bisticci fra le due 'primedonne' Mickey e Paperinik, ambientati nei malfamati quartieri portuali. Ma anche a casa di Paperino troviamo situazioni curiose: innanzi tutto l'ascensore segreto che deve essere oliato (Topolino ha orecchie grandi per sentire strani rumori), una manutenzione fondamentale per il mantenimento del mistero sul diabolico vendicatore; e poi una strana deduzione di Paperino che, vedendo in foto un tizio che legge un giornale, non essendo il Papersera che ben conosce, afferma che non può essere che il Topolinia News, pur non leggendo l'intestazione, come se in Calisota esistessero solo due giornali. E il Daily dove Mickey ha lavorato non molto tempo fa? E il Grillo di Gedeone?
            Calisota Social Media - Eta Beta e l'esclusivo evento inclusivo
            Eta sconta la contraddizione tra un aspetto preistorico e un provenienza futurista: alla fine la sua tecnologia avrà la meglio sull'estetica.
            Pippo e il ricordo sfuggente
            Le storie singole, da one-man-show, non mi sono mai piaciute. Questa, lunga addirittura 16 pagine, non è da meno.
            Paperino Paperotto e... uno chef a Quack Town
            Chi la fa l'aspetti in questo divertente ritorno di PP8 & Friends: peccato per quelle cascate lacrimose davvero esagerate, anche in un fumetto umoristico.
            « Ultima modifica: Giovedì 11 Nov 2021, 20:48:00 da Cornelius Coot »

            *

            Dippy Dawg
            Dittatore di Saturno
               (8)

            • *****
            • Post: 2870
              • Offline
              • Mostra profilo
               (8)
              Re:Topolino 3442
              Risposta #5: Venerdì 12 Nov 2021, 09:00:04
              A proposito dei raccoglitori per abbonati, e delle relative brevi interviste, vorrei solo puntualizzare una cosa: Mottura non si è inventato niente!

              "Date a Cesare quel che è di Cesare...", diceva una volta Qualcuno, "... e a Dippy quel che è di Dippy!", aggiungo io! 8)
              Io son nomato Pippo e son poeta
              Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
              Verso un'oscura e dolorosa meta

              *

              paolobar
              Diabolico Vendicatore

              • ****
              • Post: 1944
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3442
                Risposta #6: Venerdì 12 Nov 2021, 22:32:37
                anche se il disegno è suo... l'idea no! dispiace leggere certe dichiarazioni da parte di un autore noto e ben considerato

                *

                Anapisa
                Ombronauta

                • ****
                • Post: 743
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3442
                  Risposta #7: Venerdì 12 Nov 2021, 22:56:05
                  Però non specifica di chi è stata l'idea..a me non sembra di intendere che intenda - perdonate il gioco di parole - che l'idea sia sua.Parla di idea, e noi lo sappiamo di chi è questa idea  ;)..

                  *

                  Castyano
                  Sceriffo di Valmitraglia

                  • ***
                  • Post: 352
                  • Tripomponato
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3442
                    Risposta #8: Venerdì 12 Nov 2021, 22:59:10
                    Avrebbe dovuto specificarlo, per correttezza.
                    "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

                    *

                    Anapisa
                    Ombronauta

                    • ****
                    • Post: 743
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3442
                      Risposta #9: Venerdì 12 Nov 2021, 23:19:18
                      Avrebbe dovuto specificarlo, per correttezza.
                      Diciamo che sarebbe stato carino nei confronti di Dippy..magari per questioni di spazio,una menzione avrebbe dovuto anche dare una giustificazione? Forse si sarebbero dilungati troppo? Non saprei...L'intervista è piuttosto striminzita..

                      *

                      Anapisa
                      Ombronauta
                         (1)

                      • ****
                      • Post: 743
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3442
                        Risposta #10: Venerdì 12 Nov 2021, 23:47:30
                        Ho concluso la lettura di questo numero..devo dire che mentre leggevo le storie ero anche abbastanza soddisfatta..( a parte le brevi che sembrano essere tornate come le riempitive di un volta) solo che a distanza di qualche giorno non ricordo più le trame  ??? Sarà che leggo in tarda serata,ma a parte Paperino Paperotto che ho appena concluso- storiella semplice che si fa leggere volentieri senza troppe pretese, anche le più "importanti" mi fa strano che non le ricordi più..Io penso ci siano troppe storie a puntate ogni numero,mi sto perdendo  ;D e lo dico da abbonata che non deve riflettere se acquistare o meno il numero successivo.. sicuramente un po' di stanchezza influisce sulla memoria.. Però avessi una storia che inizia e finisce sullo stesso numero (anche in due tempi,come recentemente ci è stato proposto qualche volta) mi renderebbe la lettura più spensierata.
                        Una storia a puntate per numero la reggo (e mi piace anche perché un minimo di attesa rende l'esperienza "frizzantina"), quando però le storie a puntate iniziano ad essere due o tre in un singolo  SmMickey faccio più "fatica" a ricordare i fili conduttori

                        *

                        Stefan Vladuck
                        Brutopiano

                        • *
                        • Post: 55
                        • PBNA
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3442
                          Risposta #11: Sabato 13 Nov 2021, 06:32:03
                          Io vorrei porre l'accento su quello che sembra essere il primo mazzo di carte napoletane della storia, peraltro bellissimo. Li ho quasi tutti, ma questo è diventato, in pochissimo tempo, il mio preferito, insieme al mitico mazzo degli anni 90 con la Fiat Cinquecento sul retro!
                          PB

                          *

                          Vito65
                          Diabolico Vendicatore

                          • ****
                          • Post: 1437
                          • ex Generale Westcock
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:Topolino 3442
                            Risposta #12: Sabato 13 Nov 2021, 14:19:42
                            Riguardo alla storia di apertura dell'albo, credo che meriti di essere sottolineata ed applaudita la scelta di presentare una Amelia elegante e ricca di charme, in una prima puntata che risulta originale e divertente.

                            *

                            Anapisa
                            Ombronauta

                            • ****
                            • Post: 743
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3442
                              Risposta #13: Sabato 13 Nov 2021, 15:13:40
                              Riguardo alla storia di apertura dell'albo, credo che meriti di essere sottolineata ed applaudita la scelta di presentare una Amelia elegante e ricca di charme, in una prima puntata che risulta originale e divertente.
                              Considerando che fu Sofia Loren l'ispiratrice del personaggio..per me ci sta tutta una maggior "prorompenza" .
                              A me personalmente piace molto anche la caratterizzazione , per chi ha visto la nuova serie animata,che ha sui Duck Tales, per non parlare del doppiaggio azzeccatissimo

                              *

                              paolobar
                              Diabolico Vendicatore
                                 (1)

                              • ****
                              • Post: 1944
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re:Topolino 3442
                                Risposta #14: Sabato 13 Nov 2021, 20:54:15
                                io sono un accanito sostenitore della 'continuity', intesa come caratterizzazione dei personaggi ormai consolidata nel tempo. Se Bertani vuole fare quello che vuole coi personaggi perché lui (da solo...) ritiene di riscrivere la 'storia', non mi aggrada. Quello che ha fatto con qui, quo, qua e da poco con rockerduck e dulcis in fundo con amelia, non ritengo sia accettabile.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.