Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
TopoOscar 2021
Le nostre recensioni
2 | |
2 | |
2 | |
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
5 | |
1 | |
5 | |
4 | |
3 | |
Topolino 3445 - Recensione di Matteo Gumiero

Il ruolo del recensore è sempre particolarmente delicato. Egli è spesso è ignaro dell’amore e dell’impegno che gli autori e i redattori mettono per produrre un numero di Topolino e, trovandosi davanti l’albo, crede di poter giudicare l’operato dell’autore “in generale”, di poter ipotizzare mancanze di tecnica o di zelo, di ergersi dunque non solo come giudice, ma come anche esecutore materiale di sentenze di condanna. Non è così ovviamente, e il ruolo del recensore, quando si trova costretto a non giudicare positivamente una storia o un albo, secondo l’opinione di chi scrive è solo di prendere atto del risultato più o meno soddisfacente e di individuare quali, a suo avviso, siano state le problematiche che non gli hanno permesso di elargire un giudizio positivo. Questa premessa si rende necessaria in quanto, purtroppo, quella che state per leggere sarà una recensione molto negativa, in controtendenza rispetto al felice periodo che il settimanale sta vivendo ultimamente, in cui, nonostante poche stonature, le storie sono mediamente appassionanti e soddisfacenti sia dal punto di vista dei testi che dei disegni.  Tra le caratteristiche del settimanale odierno è certamente riscontrabile una progressiva decompressione delle storie, di cui si è già trattato, ma che viaggia sempre pericolosamente sul filo del concetto di “allungamento del brodo”. Apre il numero Paperino e il sigillo di Papero Magno, coi testi di Carlo Panaro e i disegni di Marco Palazzi. La storia va a ripescare il cosiddetto “Ciclo Paperingio” con protagonista Paperino il paladino, uno dei picchi della ancora troppo sottovalutata produzione Disney del grandissimo Luciano Bottaro, aiutato nella sceneggiatura della prima avventura della serie da Carlo Chendi.  Essere all’altezza delle storie precedenti del ciclo era sfida ardua, sia nei testi che nei disegni. E, purtroppo, il confronto che già in principio sembrava ingeneroso si è rivelato ancora più impari di quanto preventivato.  Prospettive bottariane La prima tavola, raffigurante una bella veduta del castello di Papero Magno, lasciava ben sperare nel suo ricordare indiscutibilmente lo stile bottariano. Ma, già dalla seconda, un Rockerduck travestito male prende a sassate i sogni di lettore ancora in volo, riportando il tutto a una classica avventura in costume. La storia infatti non presenta particolari guizzi, e anzi i personaggi sembrano ricalcare pedissequamente un copione che li incasella nei loro tratti più caratteristici: Paperino fa danni, Ciccio mangia, Archimede inventa, i Bassotti bassotteggiano, eccetera.  La suddivisione in due parti (apprezzabile il fatto di averle pubblicate entrambe in questo numero) ha poi avuto l’effetto di dilatare la vicenda senza riuscire ad appassionare.  Per il resto, confrontare i disegni con l’opera del maestro di Rapallo sarebbe comunque fuori luogo, data la profonda differenza stilistica tra Bottaro e Palazzi. Quest’ultimo tuttavia si esprime al meglio in alcune inquadrature e vignette che richiamano molto la regia dell’originale epopea paperingia.  Il numero prosegue senza scossoni con la breve Le orripilanti bomboniere di Pico de Paperis della coppia Vacca/Surroz che, ipotizzando gusti discutibili in termini di pensierini da parte del plurilaureato disneyano per antonomasia, si dipana in maniera buffa e lineare ma presenta il rischio di non rimanere particolarmente impressa nel lettore.  I problemi veri però giungono con Topolino le origini: Con gli occhi del nemico. La storia, nell’opinione di chi scrive, presenta criticità su due fronti: quello della narrazione e quello dell’opportunità.  Un ricordo… inusitato Dal punto di vista narrativo la storia non decolla, il racconto è frammentato e sono molti, financo troppi, i riferimenti a storie precedenti della serie. Ma anche sorvolando su questo aspetto sembra mancare quel mordente in grado di catturare il lettore e farlo appassionare fino al climax finale.  I problemi relativi all’opportunità, invece, sembrano poter essere estesi, ancora una volta, alla serie nella sua interezza. Si è già detto in passato delle perplessità derivanti dal voler raccontare la giovinezza di Topolino: la pretesa di narrare fatti rilevanti, incontri, situazioni, al di là della qualità delle storie, ha da subito generato mormorii di disapprovazione tra il pubblico. Lo smacco supremo finora era stata la riscrittura dell’incontro tra Mickey e il professor Zapotec, che nella realtà avvenne in Topolino e l’enigma di Mu di Massimo de Vita. Delitto di lesa maestà.  In un Topolino che oggigiorno tende sempre più a ricercare una stretta continuity e la costruzione di un universo coerente questa serie ha indiscutibilmente fallito nello stabilire una base di appoggio per il passato di Mickey Mouse, risultando, in fin dei conti, un elenco non esaustivo di citazioni e personaggi. Da segnalare l’omaggio alla Collana Chirikawa, inserito nel contesto di questo tentativo quasi donrosiano di armonizzazione delle varie storie. Il problema è che il riferimento risulta scollegato, fine a sé stesso e peraltro non si capisce il motivo per cui Trudy debba ricordare un evento passato raffigurandolo con la “soggettiva di Topolino”, ricalcata maldestramente direttamente dalle tavole di Scarpa da Ottavio Panaro. Saranno i posteri a stabilire se Topolino le origini sarà ricordata o presto dimenticata. Certo è che il passato di un personaggio come Mickey viene comunque continuamente arricchito dalle storie e dalle avventure memorabili e di successo pubblicate nel corso degli anni. Va a finire, insomma, che la storia migliore del numero sia proprio una delle tanto bistrattate danesi.  Qui comincia l’avventura… Amelia in: Le origini di una fattucchiera ripercorre a modo suo il passato della strega, seppure certe situazioni non combacino con alcune storie italiane e con la famiglia attribuitagli in passato da Francesco Artibani e Lello Arena. Il racconto è piacevolmente convincente, anche commovente a tratti, e si ricollega nel finale direttamente con Zio Paperone e la fattucchiera, la storia d’esordio del personaggio.  La sceneggiatura di Maya Åstrup è aiutata dagli splendidi disegni di Giorgio Cavazzano che, soprattutto in alcune tavole, è sembrato particolarmente ispirato. Da segnalare infine la doppia intervista a Marco Nucci e Casty, autori della storia Il bianco ed il nero, in uscita la prossima settimana, che riporterà nuovamente Topolino alla mercé del più imperscrutabile tra i suoi avversari: Macchia Nera. 

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (30)
Esegui il login per votare

Topolino 3445

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Cugino di Alf
   (1)

  • ****
  • Post: 1049
  • Amante del bel fumetto
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Topolino 3445
    Mercoledì 1 Dic 2021, 16:03:54
    Sommario

    Paperino e il sigillo di Papero Magno (Primo e secondo episodio)
    Soggetto e sceneggiatura di Carlo Panaro
    Disegni di Marco Palazzi

    Le orripilanti bomboniere di Pico de Paperis
    Soggetto e sceneggiatura di Francesco Vacca
    Disegni di Mattia Surroz

    Topolino Le Origini - Con gli occhi del nemico
    Soggetto e sceneggiatura di Danilo Deninotti
    Disegni di Ottavio Panaro

    Amelia in: le origini di una fattucchiera
    Soggetto e sceneggiatura di Maya Åstrup
    Disegni di Giorgio Cavazzano

    Copertina (Disegno di Andrea Freccero; colori di Andrea Cagol):

    *

    Cornelius Coot
    Imperatore della Calidornia

    • ******
    • Post: 11114
    • Mais dire Mais
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3445
      Risposta #1: Mercoledì 1 Dic 2021, 16:15:43
      Con il n. 3445 iniziano i gadget da decorazione per l'Albero di Natale: questa settimana troviamo i nipotini elfi (allegati all'albo a 7,90 euro) La settimana prossima, con il  n. 3446 del libretto, ci sarà Pippo in altalena mentre lo zione Babbo Natale lo troveremo nel suo albo omonimo, ZP n. 42

                                                               
      « Ultima modifica: Mercoledì 1 Dic 2021, 16:17:57 da Cornelius Coot »

      *

      Davison
      Evroniano

      • **
      • Post: 104
      • Lettore e lurkatore
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3445
        Risposta #2: Mercoledì 1 Dic 2021, 16:19:37
        Con il n. 3445 iniziano i gadget da decorazione per l'Albero di Natale: questa settimana troviamo i nipotini elfi (allegati all'albo a 7,90 euro) La settimana prossima, con il  n. 3446 del libretto, ci sarà Pippo in altalena mentre lo zione Babbo Natale lo troveremo nel suo albo omonimo, ZP n. 42

                                                                 

        Ma sul sito non sono disponibili (mi riferisco anche a Paperino mensile con l'allegato riciclati di Paperino Babbo Natale)?
        Chi lo ha trovato in edicola?

        *

        Dippy Dawg
        Dittatore di Saturno
           (2)

        • *****
        • Post: 2931
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re:Topolino 3445
          Risposta #3: Mercoledì 1 Dic 2021, 16:34:43
          Lo metto sotto spoiler, perché voglio lasciarvi la sorpresa... ;D

          Spoiler: mostra
          La citazione alla Collana Chirikawa fatta in "Topolino le origini" la vedo più o meno come una bestemmia! :-X
          Non è che è fuori luogo, di più!

          Io son nomato Pippo e son poeta
          Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
          Verso un'oscura e dolorosa meta

          *

          Cioppet
          Bassotto
             (1)

          • *
          • Post: 19
          • Nuovo arrivato
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3445
            Risposta #4: Mercoledì 1 Dic 2021, 21:48:58
            L’unica storia che salvo di questo numero è l’ultima, quella sulle origini di Amelia disegnata da Cavazzano.

            *

            Garalla
            Dittatore di Saturno

            • *****
            • Post: 3990
            • ex Topo_Nuovo ex ASdrubale
              • Offline
              • Mostra profilo
              • La soffitta di Camera Mia

              Re:Topolino 3445
              Risposta #5: Giovedì 2 Dic 2021, 11:21:07
              Lo metto sotto spoiler, perché voglio lasciarvi la sorpresa...

              Più che altro il problema è uno e uno solo.
              Han fatto di tutto per dirci che era una rinarrazione, una riscrittura il che lascia presagire che non ci saranno reference al passato e a vecchie storie e poi fai questo?
              La Soffitta di Camera Mia è un canale youtube che tratta di fumetti.
              Ogni Venerdì il video sul Topolino della settimana.

              https://www.youtube.com/lasoffittadicameramia

              *

              Cornelius Coot
              Imperatore della Calidornia

              • ******
              • Post: 11114
              • Mais dire Mais
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3445
                Risposta #6: Giovedì 2 Dic 2021, 12:27:25
                Paperino e il Sigillo di Papero Magno
                Andrò a rileggermi le storie del Ciclo Paperingio (non certo sul volume di prossima pubblicazione che le riunisce a 25 euro, ma in qualche vecchio Classico o Topo) visto che, fra le tante storie medievali in circolazione, questa non è comunque una fantaleggenda
                (o quantomeno non nel senso che le diamo oggi). Non ricordo se le altre quattro storie del ciclo considerassero Paperopoli un regno di quell'epoca (e qui la leggenda prevarrebbe sulla realtà storica - ovviamente disneyana); in ogni caso la trama di questi due episodi di Carlo Panaro mi è piaciuta per un certo 'realismo', con draghi non in carne ed ossa ma solo fumosi e frutto delle alchimie di Archimede. A Marco Palazzi, ottimo illustratore dalle matite molto pulite e chiare, 'rimprovero' di non aver 'sporcato' un po' la testa del barone Rockerduck, con quattro ciuffi che partono direttamente dalla linea di contorno della stessa testa, facendo dell'acerrimo nemico di Papero Magno un Paladino (Paperino) con gli occhiali. Ma questo particolare grafico è purtroppo tipico di troppi disegnatori (pur bravi) di questi anni.
                Le orripilanti bomboniere di Pico de' Paperis
                Simpatica breve, ben illustrata da Mattia Surroz. Francesco Vacca si sarà inventato la passione per le bomboniere da parte di Pico in questa occasione o c'erano dei precedenti?
                Topolino. Le Origini - Con gli occhi del nemico
                Non ricordo se anche i precedenti episodi fossero così strettamente collegati, come puntate di una stessa storia. In questo si rimanda la soluzione del caso ad un prossimo episodio senza data specifica. Non che la cosa mi turbi, nell'attesa spasmodica di sapere quando e come andranno a finire certe cose. Però mi sembra strano lasciarle così, senza un prossimo appuntamento specifico, dalla data certa
                (la memoria è corta e il successo di una serie dipende anche dal non esser troppo frammentata, evitando continui rimandi a numeri di un passato ormai troppo lontano). Il riferimento alla collana Chirikawa sembra un espediente per dare un po' di 'nobiltà' ad una serie dimenticabile.
                Amelia  in : le origini di una fattucchiera
                Sicuramente una delle storie più interessanti dell'ultima produzione egmontiana. La presenza di due zii che allarga ulteriormente la famiglia di Amelia appare necessaria per giustificare l'assenza di due genitori la cui scomparsa può essere considerata tragicamente reale o misteriosamente fantastica. Tutta la sceneggiatura di Maya Astrup ci porta a capire il 'sentimento' con cui Amelia si presenterà, alla fine, al primo incontro con Zio Paperone. Sorprendente (se non geniale) la trovata della presenza di Gennarino accanto alla fattucchiera. Ottimo Cavazzano, anche nel suo tratto barksiano di fine storia. Sebbene continui a dare occhi 'normali' alla DeSpell, li caratterizza maggiormente quando si trucca per il suo nuovo look da strega e, per l'appunto, nel riferimento alla prima storia della protagonista.
                _____________________________________________________________________________________

                Un appunto sull'intro redazionale: mi pare si confermi il fatto che Nonna Caraldina sia una versione 'aggiornata' della vecchia Nonna Amelia ("Nonna Caraldina - la cui caratterizzazione del personaggio è stata modernizzata da Francesco Artibani e proprio dal Maestro Giorgio Cavazzano"). Per quanto l'Indukcs lo confermi (ma il sito non è legge) per me ma anche per lo stesso autore Artibani (vedasi il link che segue) le due nonne sono personaggi diversi; magari la bionda è quella paterna e la mora quella materna, considerando il padre e la madre di Amelia conosciuti in questa pregevole storia della Astrup.

                https://generationduck.blogspot.com/2019/03/le-nonne-di-amelia.html

                Nel sito è scritto che 'Artibani in passato, parlando dell'originalità di nonna Caraldina, ha detto':
                "Il personaggio è originale; avevamo ripreso il personaggio della nipotina Minima. So che esisteva una nonna di Amelia, ma quella creata con Lello è un'altra (del resto la fattucchiera può avere due nonne  :))".

                PS - La faccina che ride è uscita fuori nel copincolla, non evidente nell'originale del sito ma sicuramente messa da Artibani.  ;)
                « Ultima modifica: Domenica 5 Dic 2021, 21:21:26 da Cornelius Coot »

                *

                Samu
                Cugino di Alf

                • ****
                • Post: 1049
                • Amante del bel fumetto
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3445
                  Risposta #7: Giovedì 2 Dic 2021, 18:55:33
                  Ho letto la storia di "Topolino le origini" e devo ammettere che mi ha lasciato veramente poco.
                  Il fatto di rimandare agli episodi usciti precedentemente non ha giovato, per quel che mi riguarda, alla fluidità del racconto visto che l'ho percepito come eccessivamente frammentato e supportato da una narrazione troppo episodica e tutto questo mi ha portato a perdere interesse per la storia stessa.

                  L'ho trovata abbastanza blanda e poco intrigante e neanche il finale che resta sul "chi vive" mi lascia incuriosito rispetto ai prossimi sviluppi di questo ciclo di storie.
                  Per cui, a prescindere dalla citazione (che ha dato anche a me la sensazione di essere tirata in ballo senza motivo e che non fosse indispensabile per i risvolti della storia), questo episodio non mi è piaciuto perché fondamentalmente, a fine lettura, non mi ha lasciato nulla.

                  Riguardo poi ai vari riferimenti alle storie passate: a pagina 88 viene detto che si era già vista la scena in cui Topolino consegna una pizza al complice di Gambadilegno.
                  Sono andato a rispolverare quel numero (il #3366) e quella storia nello specifico (La disputa della pizza, per l'appunto) ma quella vignetta, in quell'episodio, non compare.

                  *

                  Grande Tiranno
                  Ombronauta

                  • ****
                  • Post: 800
                  • Sfortunato creaturo!
                    • Online
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3445
                    Risposta #8: Venerdì 3 Dic 2021, 15:40:17
                    Ho apprezzato abbastanza la nuova storia del Ciclo Paperingio di Panaro, gustata dopo una rilettura delle precedenti e queste sono le mie impressioni: parto dai lati positivi, cioè che i disegni mi sono piaciuti, nonostante manchi il Maestro Bottaro pur con tutto il rispetto per Palazzi e che la trama è scorrevole, funziona e intrattiene. Quelli negativi sono due: manca di comicità, elemento che caratterizzava le precedenti storie del Ciclo, le genialate come Il tuo schiaffo è come un rock o la spada canterina, e il fatto, ma non ci si può fare nulla, che i Bassotti non siano più i saraceni, che oggi, come scritto nell'intervista agli autori sul numero precedente, non sono pubblicabili.

                    Poi, avrei visto meglio un Gastolfo invece della new-entry Rockerduck.

                    Per il resto ho l'impressione che la censura pian piano stia diminuendo: si sono viste le pistole (anche se finte) in Topolino le Origini e nella storia di Panaro tutte le armi bianche come spade o archi e frecce.

                    Ciao!

                    Il Grande Tiranno
                    « Ultima modifica: Venerdì 3 Dic 2021, 15:52:29 da Grande Tiranno »
                    Catturamento Catturamento!

                    *

                    Texor
                    Bassotto
                       (2)

                    • *
                    • Post: 25
                    • Esordiente
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (2)
                      Re:Topolino 3445
                      Risposta #9: Venerdì 3 Dic 2021, 16:08:57
                      Buon numero di Topolino dopo il mediocre numero precedente; e visti i livelli della gestione attuale non ci possiamo proprio lamentare.
                      Innanzitutto ci sta una buona dose di umorismo ( di solito ultimamente alquanto sconosciuto ) con la deliziosa storia su Pico ; finalmente anche se a tempo ormai scaduto una buona storia di Topolino le origini con un delizioso riferimento (una volta tanto) alla mitica collana Chirikawa , certo il finale aperto lascia a desiderare , ma questo è il prezzo da pagare per la politica Bertaniana in cui tutto è serie rimandi  e ricollegamenti infiniti; leggibile Papero Magno classica storia senza infamia e senza lode ricollegandosi(rieccola la politica Bertaniana) a storie del passato. Unica storia deludente è quella su Amelia in quanto personalmente trovo sempre stucchevole e abbastanza aleatorio visto che sono personaggi creati da altri il narrarne le presunte origini.
                      Passiamo ora alle cattive notizie, dopo questo buon numero nel prossimo temo si ripiomberà nella mediocrità con la tanto pompata storia del duo Nucci Casty( ai disegni) mi vengono già i brividi.... in negativo .
                      « Ultima modifica: Venerdì 3 Dic 2021, 16:42:38 da Texor »

                      *

                      Samu
                      Cugino di Alf

                      • ****
                      • Post: 1049
                      • Amante del bel fumetto
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re:Topolino 3445
                        Risposta #10: Venerdì 3 Dic 2021, 16:10:40
                        Ho apprezzato abbastanza la nuova storia del Ciclo Paperingio di Panaro, gustata dopo una rilettura delle precedenti...
                        Io invece non ho letto nessuna delle storie precedenti del "Ciclo Paperingio" però, come te, ho apprezzato la storia di questa settimana che riprende questo filone narrativo.
                        Mi è piaciuta l'ambientazione medievale all'interno della quale si svolgono le vicende dei personaggi, che ho trovato ben gestiti e caratterizzati.
                        E devo dire che mi sono pure ritrovato a sorridere con piacere in più punti e quindi promuovo pienamente questa storia, sia per i testi fluidi e interessanti di Carlo Panaro che per i disegni classici e molto graziosi di Palazzi.

                        In merito al resto del numero, ho apprezzato anche le due storie restanti.
                        La danese con protagonista Amelia è stata una lettura molto piacevole ed anche intrigante.
                        Mi ha fatto piacere sapere qualcosa in più del passato della fattucchiera, soprattutto in merito ai suoi legami familiari con gli zii e alla vicenda dei suoi genitori che non hanno potuto vederla crescere.
                        I disegni di Cavazzano poi hanno reso la lettura ancora più scorrevole ed apprezzabile e quando sono arrivato all'ultima tavola della storia mi sono sentito soddisfatto di ciò che avevo letto.

                        Infine, ho trovato piacevole anche la breve sulle "orripilanti bomboniere" di Pico, semplice ma simpatica e piacevolmente scanzonata.  :)

                        *

                        Atius
                        Gran Mogol
                           (4)

                        • ***
                        • Post: 655
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (4)
                          Re:Topolino 3445
                          Risposta #11: Venerdì 3 Dic 2021, 20:39:16
                          Passiamo ora alle cattive notizie, dopo questo buon numero nel prossimo temo si ripiomberà nella mediocrità con la tanto pompata storia del duo Nucci Casty( ai disegni) mi vengono già i brividi.... in negativo .


                          Se hai la sfera di cristallo, ti chiederei il favore di prestarmela: sarà interessante scoprire con una settimana di anticipo cosa mi riserva il futuro...  ;)
                          Poi, "tanto pompata"... Un paio di preview, una citazione nell'editoriale e un'intervista agli autori: se questo è pompare tanto...
                          « Ultima modifica: Venerdì 3 Dic 2021, 22:12:32 da Atius »
                          O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

                          *

                          Dippy
                          Diabolico Vendicatore
                             (3)

                          • ****
                          • Post: 1697
                          • Tra un corto e una sciocca sinfonia...
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (3)
                            Re:Topolino 3445
                            Risposta #12: Venerdì 3 Dic 2021, 20:56:55
                            nel prossimo temo si ripiomberà nella mediocrità con la tanto pompata storia del duo Nucci Casty( ai disegni) mi vengono già i brividi.... in negativo .

                            Ce ne fossero di autori così... mediocri.
                            Sappiate che tutte le cose sono così: un miraggio, un castello di nubi... Nulla è come appare  -  Buddha

                            https://ilnumeroprimopiugrande.wordpress.com

                            https://ilproblemadellalieno.wordpress.com

                            *

                            Samu
                            Cugino di Alf
                               (1)

                            • ****
                            • Post: 1049
                            • Amante del bel fumetto
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re:Topolino 3445
                              Risposta #13: Venerdì 3 Dic 2021, 21:57:12
                              Passiamo ora alle cattive notizie, dopo questo buon numero nel prossimo temo si ripiomberà nella mediocrità con la tanto pompata storia del duo Nucci Casty( ai disegni) mi vengono già i brividi.... in negativo .
                              Non capisco perché si debba cominciare a temere già da ora che il prossimo numero sia inferiore a quello di questa settimana.
                              Non è meglio prima leggere e poi, in caso, esprimere i propri dubbi su quello che si ha avuto modo di conoscere per esperienza diretta, magari senza partire prevenuti nei confronti di una storia che non è ancora stata pubblicata?

                              *

                              paolo87
                              Gran Mogol
                                 (3)

                              • ***
                              • Post: 655
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (3)
                                Re:Topolino 3445
                                Risposta #14: Venerdì 3 Dic 2021, 22:13:27
                                Io sinceramente non capisco perchè si continui a criticare in modo tanto forte Io sono Macchia Nera. Io l'ho trovata affascinante e creepy e spero che il seguito possa proseguire allo stesso modo. Poi, ovviamente, de gustibus non disputandum est.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.