Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
2 | |
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
5 | |
1 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa - Recensione di Amedeo Badini

Fallimento. Basta una parola per definire la sciagurata operazione di PKOFF, sigla che mischia PK al codice Inducks che indica le storie pubblicate sulla testata Topolino Fuoriserie, contenitore di avventure inedite meno adatte per Topolino. 6 volumi, 4 disegnatori, 2 sceneggiatori, 3 copertinisti, svariati metodi di colorazione, 264 tavole, 25 mesi, varie periodicità e una pausa di quasi 5 mesi la dicono lunga sulla confusione che hanno impattato sulla produzione di questa serie. L’ultimo numero, sceneggiato da Roberto Gagnor e Alessandro Sisti, è la fusione ideale di tutto il pasticcio produttivo. Diviso in due capitoli interni da 22 tavole, come al solito, mai così distanziati. Il primo, in cui le didascalie retoriche sembrano opera di Gagnor, è più dinamico, con battaglie e scontri vari. Pikappa e i suoi amici escono dall’Obsidian e devono combattere, il tutto in maniera non particolarmente coinvolgente (esemplare il Razziatore che sbadiglia nella doppia splash page di combattimenti). I PkCorps ricompaiono senza particolare enfasi, e tra Lyla ed Hellenoire c’è di nuovo diffidenza, nonostante non dovrebbero riconoscersi più a causa degli eventi de I giorni di Evron. Poi la storia prende un’altra piega, per correre a spron battuto verso il catartico finale. Dai nomi di alcuni evroniani – Retkon e Darksaideovdemoon – riconosciamo invece l’impronta di Sisti. Da qui in poi SPOILER. Pikappa decide di usare i galaxy gate, ormai fastidiosi strumenti totalizzanti, per risolvere le cose. Con un viaggio indietro nel tempo torna all’origine del problema boicottando Tuiroon e generando il classico paradosso temporale. Da questo punto in poi la storia parte per la tangente e le ultime dieci tavole sono praticamente un flusso di coscienza metafumettistico. Da un lato abbiamo l’archiatra Zoster, direttamente da Ombre su Venere, che spazza via il pianeta dei galaxy gate dove gli evroniani depositano gli esperimenti falliti. Difficile non vedere un parallelismo con questa storia, una serie di albi zoppicanti e sconclusionati. Il Razziatore ci ricorda la morale di questa tragedia durata due anni Dall’altro abbiamo le ultime cinque tavole (ovvero oltre il 10% dell’albo), in cui Paperino cerca di convincere Uno e Lyla di come tutta la storia sia realmente esistita. Inoltre, i tre discettano dei modi, scientifici o meno, di come Uno possa essere presente e fluttuare in un altro tempo e spazio come accadeva in Danger Dome. Quello era stato un punto parecchio dibattuto dai Pkers, diventando simbolo di come l’approccio a questa serie di Pikappa fosse stato troppo superficiale ed affrettato. Insomma, tavole di puro fan-service per il lettore, ma che nulla hanno a che fare con la storia in sé. D’altronde Derrick, Tuiroon, Shikaar, Ur-Evron e la valanga di altri personaggi malamente presentati vengono spazzati via in un semplice balloon: «Per quanto ci riguarda, questa storia non è mai successa». Un vero spasso, insomma, se non si fossero spesi 59,40€ dietro vicende deliranti, piene zeppe di incomprensioni, falle logiche e lacune varie. Gli stessi personaggi nuovi restano pallide figurine che non vanno da nessuna parte e non ricevono alcuna attenzione. I giorni di Pikappa, a partire dal nome completo che veniva usato per chiamare Paperinik nel mal riuscito rebook Pk – Pikappa, in qualche modo omaggia quella modesta serie, riuscendo però a realizzare un risultato perfino peggiore. L’ultimo numero dell’epoca – The End? – era un vero e proprio tiro al bersaglio contro tutti i personaggi, un gigantesco harakiri. Nel caso di PKOFF si raggiungono nuovi elevati livelli di caos e di modestia narrativa che, come un’onda, travolge tutto: lettori e personaggi. A rimetterci è il povero Vitale Mangiatordi, abile disegnatore che realizza due avvincenti doppie splash page e interessante inquadrature, anche se in certi passaggi risulta un po’ affrettato, forse a causa di una ridotta tempistica. Ai colori sembra ci sia di nuovo Andrea Stracchi, ma anche in questo caso non c’è stato il tempo per ripetere le prodezze di Obsidian. Finisce così questa tragica vicenda, in cui un certo pressappochismo ha messo in piedi una serie di storie farraginose, non coinvolgenti, lacunose e sostanzialmente inutili. La redazione, cercando di correre ai ripari, ha cambiato diversi pezzi (disegnatore, sceneggiatori, coloristi) ma il risultato non poteva che essere deludente. Spiace perché, a fronte di ben sei volumi, l’agonia poteva tranquillamente terminare un anno fa. Ma sarebbe inutile lamentarsi. Citiamo di nuovo il geniale Razziatore, che lapidario afferma: «Lascia perdere, l’importante è che sia finita». Che si tratti di un invito ad agire da parte del lettore? Per fortuna questa serie ha completato il suo percorso

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (12)
Esegui il login per votare

Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Sisti
Brutopiano
   (14)

  • *
  • Post: 43
  • Esordiente
    • Offline
    • Mostra profilo
   (14)
    Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
    Risposta #30: Mercoledì 22 Dic 2021, 18:28:34
    In un dibattito così ben articolato e ragionato farei forse meglio a seguire la  Regola d'Oro per cui un autore dovrebbe parlare solo attraverso le sue storie, ma il PKer che è in me (è inutile che lo neghi, tanto ormai sapete tutti che è quella la mia identità segreta) non resiste, quindi m'intrometto per l'ennesima volta.

    Come al solito lo faccio innanzitutto per ringraziarvi, chi ha gradito e chi ha sgradito, anche in modo categorico e definitivo: nessuna opinione è andata persa. Che poi io riesca a farne buon uso è un altro paio di maniche, nondimeno è ovvio che ci proverò. Intanto un GRAZIE solenne e cubitale va al Sommo Zotnam, la cui analisi con le relative ipotesi ho letto con autentico piacere. E' l'aspetto che più mi coinvolge del nostro universo pikappico, io vi racconto cose (qualche volta riuscendo a interessarvi) e voi ne raccontate altre a me. Che io mi godo gratis, ma prometto di sdebitarmi alla prima occasione, anche per farmi perdonare il vizio d'indulgere ad apostrofi ed elisioni. Spero non vi dispiacciano, non riesco a farne a meno.

    Nelle teorie che sciolgono i punti oscuri di questi sei capitoli ci sono elementi ai quali a mia volta ho pensato, ma per ora permettetemi di non dirvi quali, così, quando e se avrò modo di riprendere i fili della vicenda, mi resterà qualche possibilità di sorprendervi almeno un po'. Faccio tuttavia un'eccezione per l'origine dei GG, che anche secondo me sono al di fuori delle relazioni temporali di causa-effetto e immaginarli autogenerati è suggestivo, nondimeno una mezza idea di chi potrebbe averli creati, magari non del tutto intenzionalmente, ce l'avrei. Un aiutino? Potrebbe essere qualcuno di molto geniale e scientifico, che poi, spaventato dal loro strapotere, li ha messi da parte senza supporre che in seguito gli evroniani ci avrebbero messo su le mani.

    Andando per un attimo nel retrobottega della run, tengo invece a dire che fra Roberto Gagnor e me non c'è stata alcuna divergenza o contrapposizione, né da parte mia l'intenzione di demolire quanto lui aveva costruito. Roberto è un caro amico e un collega che stimo e tutto quello che avete letto l'abbiamo definito e concordato insieme, dal momento in cui ho avuto il piacere di lavorare con lui a quest'avventura. Per quelle che il paladino paperopolese affronterà in futuro sto cercando d'unire qualcosa di nuovo e qualcosa di vecchio, nonché qualcosa di prestato e qualcosa di blu, secondo tradizione. Per ora ci sto riflettendo da solo e spero mi concederete un'autonomia di qualche storia, per dare al papero mascherato il tempo di dirmi in quali direzioni desideri andare. Dopodiché, anch'io avrei voglia di leggere qualche sua impresa senza averla scritta.

    In conclusione, per sbrogliare l'enigma della Pi-Kar alla fine di Ur-Evron ho una serie di opzioni. La spiegazione "tecnobubbola-sugli-specchi" fila a meraviglia, se siamo tutti d'accordo possiamo dichiararla R.U.P. (Realtà Ufficiale Pikappica). Oppure, in una diversa linea temporale, Pikappa non trovava parcheggio e ci ha pensato il Razziatore. Peccato che l'abbia posteggiata proprio nel dove-e-quando stavano arrivando le truppe di Tuiroon! Quanto alla possibilità che nonostante la livrea fosse il prototipo che Uno offre a Paperino come "veicolo di cortesia", ci ho pensato pure io per darmi una disperata giustificazione, quando l'ho vista fra le rovine di Paperopoli...

    Perché la verità (spoiler: è una triste fettina di realtà e ora che vi ho avvisati siete liberi di non leggerla) è che era in una versione precedente della sceneggiatura e per quanto l'incongruenza sia stata segnalata, lì è rimasta. Cose che capitano, ma la R.U.P. sistema tutto.

    Grazie per aver sopportato ancora una volta le mie chiacchiere e a presto. Nel frattempo buon Natale e felice pikappico anno nuovo a tutti,

    Alessandro     

    *

    Angus
    Evroniano

    • **
    • Post: 86
    • una volta non davo la caccia ai buffoni in costume
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
      Risposta #31: Mercoledì 22 Dic 2021, 20:35:31
      Grazie Maestro Sisti, per il suo tempo, la sua caratteristica cortesia, per approvare la mia tecnobubbola (un onore troppo troppo grande) e per gli auguri.

      Ricambio il buon natale e felice anno nuovo pikappico augurandomi 1000 altre sue storie.
      Un fedelissimo pker

      *

      Dippy
      Diabolico Vendicatore

      • ****
      • Post: 1696
      • Tra un corto e una sciocca sinfonia...
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
        Risposta #32: Mercoledì 22 Dic 2021, 21:23:16
        Beh, che dire... Innanzitutto grazie per gli auguri, ricambiati con affetto... e poi, leggere chi sa scrivere così, è un piacere a prescindere (da tecnobubbole o R.U.P. che si voglia).
        Sappiate che tutte le cose sono così: un miraggio, un castello di nubi... Nulla è come appare  -  Buddha

        https://ilnumeroprimopiugrande.wordpress.com

        https://ilproblemadellalieno.wordpress.com

          Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
          Risposta #33: Mercoledì 22 Dic 2021, 21:39:48
          E' sempre un piacere vederla intervenire qui sul forum Maestro, auguri di buon Natale e felice anno nuovo pure a lei  ;D ;D ;D

          *

          paolobar
          Diabolico Vendicatore
             (1)

          • ****
          • Post: 1972
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
            Risposta #34: Mercoledì 22 Dic 2021, 21:50:23
            queste sono le risposte, non come qualcun'altro che si è arrabbiato per una macchina effettivamente disegnata male

            *

            MicheleLM
            Bassotto

            • *
            • Post: 25
            • Quando il gioco si fa duro...
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
              Risposta #35: Mercoledì 22 Dic 2021, 22:00:51
              Buon Natale e felici feste Maestro, attendo fiducioso le nuove avventure del comune amico.

              *

              Castyano
              Pifferosauro Uranifago

              • ***
              • Post: 376
              • Tripomponato
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                Risposta #36: Mercoledì 22 Dic 2021, 22:31:15
                Buon Natale Maestro, è sempre un piacere leggerla.
                "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

                  Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                  Risposta #37: Mercoledì 22 Dic 2021, 22:39:37
                  queste sono le risposte, non come qualcun'altro che si è arrabbiato per una macchina effettivamente disegnata male
                  Non mi sembra ci si siamo scannati per la questione Pikar, alla fine era ovvio si fosse trattato di una sfortunata svista  SmShame

                  *

                  Andy392
                  Gran Mogol
                     (1)

                  • ***
                  • Post: 701
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (1)
                    Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                    Risposta #38: Mercoledì 22 Dic 2021, 22:39:59
                    Una tecnobubbola come questa meriterebbe di stare nell'apposita rubrica dopo la storia. Mi auguro in futuro che ci sia la possibilità di inserire degli extra tipiche di PK.

                      Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                      Risposta #39: Mercoledì 22 Dic 2021, 23:28:43
                      Buon Natale, maestro Sisti! Grazie per aver raddrizzato questa run, ho divorato l'ultimo capitolo e ho apprezzato il finale. Non ho ancora ricomposto i pezzi della storia che vorrei rileggere per intero, ma il bello di PK è proprio questo, siamo qui ad ipotizzare e a fantasticare tutti insieme.
                      Grazie ancora maestro!

                        Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                        Risposta #40: Giovedì 23 Dic 2021, 09:36:43
                        In un dibattito così ben articolato e ragionato farei forse meglio a seguire la  Regola d'Oro per cui un autore dovrebbe parlare solo attraverso le sue storie, ma il PKer che è in me (è inutile che lo neghi, tanto ormai sapete tutti che è quella la mia identità segreta) non resiste, quindi m'intrometto per l'ennesima volta.
                        E' sempre con enorme piacere che leggiamo queste intromissioni, quindi vai tranquillo! :D

                        Buon Natale anche a te, maestro!
                        E porta i miei (nostri?) auguri anche a Gagnor e a tutti i disegnatori che hanno lavorato a questa miniserie, che ha fatto parlare tanto, nel bene e, soprattutto, nel male!, ma che comunque ha fatto parlare, come non capitava da un po' di tempo! :)
                        Io son nomato Pippo e son poeta
                        Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                        Verso un'oscura e dolorosa meta

                        *

                        Sommo Zotnam
                        Sceriffo di Valmitraglia

                        • ***
                        • Post: 367
                        • Novellino
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                          Risposta #41: Venerdì 24 Dic 2021, 17:33:09
                          Intanto un GRAZIE solenne e cubitale va al Sommo Zotnam, la cui analisi con le relative ipotesi ho letto con autentico piacere. E' l'aspetto che più mi coinvolge del nostro universo pikappico, io vi racconto cose (qualche volta riuscendo a interessarvi) e voi ne raccontate altre a me. Che io mi godo gratis, ma prometto di sdebitarmi alla prima occasione, anche per farmi perdonare il vizio d'indulgere ad apostrofi ed elisioni. Spero non vi dispiacciano, non riesco a farne a meno.

                          Per una volta non ho parole, se non che sono onoratissimo e ricambio il GRAZIE per la passione che infondi costantemente nelle tue storie!

                          E per quanto mi riguarda, non per piaggeria ma...adoro la cifra stilistica di apostrofi ed elisioni, promosse a pieni voti! :)

                          E già che siamo in tema...Buon Natale e felice anno nuovo!
                          « Ultima modifica: Venerdì 24 Dic 2021, 17:35:30 da Sommo Zotnam »

                          *

                          Vito65
                          Diabolico Vendicatore
                             (3)

                          • ****
                          • Post: 1447
                          • ex Generale Westcock
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (3)
                            Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                            Risposta #42: Martedì 28 Dic 2021, 22:51:17
                            Arrivo per ultimo a dire la mia su IGDP, arrivatomi e letto la vigilia di Natale.
                            In base ai commenti qui postati, soprattutto i primi (ho evitato infatti, prima della lettura, tutti i commenti con spoiler) mi aspettavo di peggio. Il primo tempo della storia è, tutto sommato, gradevole: è vero, come già rilevato da Sommo Zotnam, che la fuga da Obsidian è un po' tirata per lunghe, però ci sta che il nostro eroe non riesca ad abbandonare l'Obsidian senza problemi e senza subire ostacoli da parte degli evroniani. Carina anche la scena in cui Derrick getta definitivamente via ogni maschera di ambiguità e si rivela completamente per quello che è davvero.
                            Riguardo alla seconda parte, il modo in cui tutta la vicenda viene definita ha un indubbio pregio: grazie al reset operato da Sisti, Uno è tornato ad essere se stesso, e questa circostanza da sola vale a dare la sufficienza piena a questo secondo tempo dell'episodio; per il resto, però, il reset totale del finale non mi ha convinto appieno: probabilmente, dopo aver apprezzato che questa run, di episodio in episodio, andasse risalendo la china, mi sarebbe piaciuto che tutta la vicenda sviluppatasi in questi due anni si potesse in qualche modo inserire nella continuity pikappica, invece così rimane acuta la sensazione che questo periodo sia stato proprio sprecato, buttato al vento. Inoltre stavolta, contrariamente al mio solito, ho trovato veramente pesanti da digerire i guazzabugli temporali determinatisi in quest'ultima parte della storia: è vero che non ha più molta importanza, ma mi è rimasta netta la sensazione che alcuni di questi paradossi temporali, soprattutto l'ipotesi che Tuiroon e la Sopra Alfa fossero lo stesso soggetto, siano veramente troppo contorti, astrusi e forse non necessari all'epilogo della trama; in questo quadro, io personalmente non sarei riuscito a sistematizzare ed a fare una sintesi così esaustiva e complessiva delle problematiche determinatesi in questo episodio con la maestria di Sommo Zotnam.  E l'accenno fatto da Sisti alla eventualità di riprendere i fili della vicenda determina in me sensazioni contraddittorie ed opposte: da un lato mi attira il fatto che i nodi irrisolti di questa serie possano essere definiti, dall'altro penso che sia molto meglio che ci lasciamo tutti definitivamente alle spalle questa travagliata run, e che si battano altre strade. Io ho alcuni auspici riguardo al prosieguo delle vicende del nostro eroe mascherato: che Sisti abbia presto via libera a riprendere e chiudere le vicende di Xadhoom e degli Xerbiani, e che si definisca il finale del filone coroniano, lasciato aperto in LODE. Per il resto, vorrei vedere percorrere strade nuove per Pk, e soprattutto vorrei che si lasciassero in pace gli evroniani, se non al massimo per approfondire, come ho già detto prima, il finale aperto di LODE.
                            « Ultima modifica: Giovedì 30 Dic 2021, 10:24:08 da Vito65 »

                            *

                            V
                            Dittatore di Saturno
                               (2)

                            • *****
                            • Post: 3677
                            • Torino
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (2)
                              Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                              Risposta #43: Mercoledì 29 Dic 2021, 16:17:20
                              Recensione Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa


                               Fallimento. Basta una parola per definire la sciagurata operazione di PKOFF, sigla che mischia PK al codice Inducks che indica le storie pubblicate sulla testata Topolino Fuoriserie, contenitore di avventure inedite meno adatte per Topolino.

                               6 volumi, 4 disegnatori, 2 sceneggiatori, 3 copertinisti, svariati metodi di colorazione, 264 tavole, 25 mesi, varie periodicità e una pausa di quasi 5 mesi la dicono lunga sulla confusione che hanno impattato sulla produzione di questa serie.

                               L’ultimo numero, sceneggiato da Roberto Gagnor e Alessandro Sisti, è la fusione ideale di tutto il pasticcio produttivo. Diviso in due capitoli interni da 22 tavole, come al solito, mai così distanziati.

                               Il primo, in cui le didascalie retoriche sembrano opera di Gagnor, è più dinamico, con battaglie e scontri vari. Pikappa e i suoi amici escono dall’Obsidian e devono combattere, il tutto in maniera non particolarmente coinvolgente (esemplare il Razziatore che sbadiglia nella doppia splash page di combattimenti).

                               I PkCorps ricompaiono senza particolare enfasi, e tra Lyla ed Hellenoire c’è di nuovo diffidenza, nonostante non dovrebbero riconoscersi più a causa degli eventi de I giorni di Evron. Poi la storia prende un’altra piega, per correre a spron battuto verso il catartico finale. Dai nomi di alcuni evroniani – Retkon e Darksaideovdemoon – riconosciamo invece l’impronta di Sisti.

                               Da qui in poi SPOILER.

                               Pikappa decide di usare i galaxy gate, ormai fastidiosi strumenti totalizzanti, per risolvere le cose. Con un viaggio indietro nel tempo torna all’origine del problema boicottando Tuiroon e generando il classico paradosso temporale. Da questo punto in poi la storia parte per la tangente e le ultime dieci tavole sono praticamente un flusso di coscienza metafumettistico. Da un lato abbiamo l’archiatra Zoster, direttamente da Ombre su Venere, che spazza via il pianeta dei galaxy gate dove gli evroniani depositano gli esperimenti falliti. Difficile non vedere un parallelismo con questa storia, una serie di albi zoppicanti e sconclusionati.

                               
                              Il Razziatore ci ricorda la morale di questa tragedia durata due anni

                               Dall’altro abbiamo le ultime cinque tavole (ovvero oltre il 10% dell’albo), in cui Paperino cerca di convincere Uno e Lyla di come tutta la storia sia realmente esistita. Inoltre, i tre discettano dei modi, scientifici o meno, di come Uno possa essere presente e fluttuare in un altro tempo e spazio come accadeva in Danger Dome.

                               Quello era stato un punto parecchio dibattuto dai Pkers, diventando simbolo di come l’approccio a questa serie di Pikappa fosse stato troppo superficiale ed affrettato. Insomma, tavole di puro fan-service per il lettore, ma che nulla hanno a che fare con la storia in sé.

                               D’altronde Derrick, Tuiroon, Shikaar, Ur-Evron e la valanga di altri personaggi malamente presentati vengono spazzati via in un semplice balloon: «Per quanto ci riguarda, questa storia non è mai successa». Un vero spasso, insomma, se non si fossero spesi 59,40€ dietro vicende deliranti, piene zeppe di incomprensioni, falle logiche e lacune varie. Gli stessi personaggi nuovi restano pallide figurine che non vanno da nessuna parte e non ricevono alcuna attenzione.

                               I giorni di Pikappa, a partire dal nome completo che veniva usato per chiamare Paperinik nel mal riuscito rebook Pk – Pikappa, in qualche modo omaggia quella modesta serie, riuscendo però a realizzare un risultato perfino peggiore. L’ultimo numero dell’epoca – The End? – era un vero e proprio tiro al bersaglio contro tutti i personaggi, un gigantesco harakiri. Nel caso di PKOFF si raggiungono nuovi elevati livelli di caos e di modestia narrativa che, come un’onda, travolge tutto: lettori e personaggi.

                               A rimetterci è il povero Vitale Mangiatordi, abile disegnatore che realizza due avvincenti doppie splash page e interessante inquadrature, anche se in certi passaggi risulta un po’ affrettato, forse a causa di una ridotta tempistica. Ai colori sembra ci sia di nuovo Andrea Stracchi, ma anche in questo caso non c’è stato il tempo per ripetere le prodezze di Obsidian.

                               Finisce così questa tragica vicenda, in cui un certo pressappochismo ha messo in piedi una serie di storie farraginose, non coinvolgenti, lacunose e sostanzialmente inutili. La redazione, cercando di correre ai ripari, ha cambiato diversi pezzi (disegnatore, sceneggiatori, coloristi) ma il risultato non poteva che essere deludente. Spiace perché, a fronte di ben sei volumi, l’agonia poteva tranquillamente terminare un anno fa. Ma sarebbe inutile lamentarsi. Citiamo di nuovo il geniale Razziatore, che lapidario afferma: «Lascia perdere, l’importante è che sia finita».

                               
                              Che si tratti di un invito ad agire da parte del lettore? Per fortuna questa serie ha completato il suo percorso



                              Voto del recensore: 2/5
                              Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                              https://www.papersera.net/wp/2021/12/29/topolino-fuoriserie-6-pk-i-giorni-di-pikappa/
                              Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
                              Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

                              Disney Compendium Floyd Gottfredson: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-gottfredson

                              Il mio mercatino: https://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

                                Re:Topolino Fuoriserie 6 - PK: I giorni di Pikappa
                                Risposta #44: Giovedì 30 Dic 2021, 12:56:36
                                Un grande abbraccio a tutti i forumisti e autori che hanno attraversato questa epopea di quasi due anni, belli o brutti che siano stati. Arrivederci mascherine! Arrivederci a presto!

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.